Welcome to ComeDonChisciotte
 
 

  USER PANEL

. Home
. Archivio per Data
. Cerca
. Il Forum
. Il Tuo Profilo
.
Messaggi Privati
. Pubblica
. Segnala Questo Sito
 

 

GLI ARTICOLI POSTATI NEL FORUM

entra nei forum

. Notizie dal mondo

. Notizie dall'Italia

. Opinioni

. Segnalazioni

. Cinema

. Libri

 

  FORUM: ULTIMI ARTICOLI


 La globalizzazione attuale ha fallito
 80 euro - Il decreto non c'è ...
 Il Lusso in TV per Manipolare le Masse
 Afragola: "spesa proletaria" all’Ipercoop
 Bellofiore - 100 tweet sulla crisi
 Berlusconi: "Basta euro moneta straniera"
 Ecate, il Mietitore e la Russia
 Ucraina. Saltata la tregua
 LETTERA/ Un detenuto: qui vedo la Croce cambiare la gente
 Hollande, “alleanza” segreta con Le Pen ?
 Reggia di Camorra
 Il malus nel bonus di Renzi
 Esposto sui carburanti ed additivi aeronautici
 Fini - Jesus Christ Superstar, un Cristo hippy
 Le furbe politiche reaganiane di Renzi.

ComeDonChisciotte Forums

 

  UTENTI

Benvenuto, anonimo
Nickname
Password
(Registrare)
Iscrizione:
più tardi: mr_mahoo
News di oggi: 0
News di ieri: 3
Complessivo: 7862

Persone Online:
Visitatori: 367
Iscritti: 5
Totale: 372

Online ora:
01 : Gil_Grissom
02 : nauseato
03 : Primadellesabbie
04 : neutrino
05 : dino23
 

 

La netiquette di ComeDonChisciotte: alcune norme minime per la convivenza e il dialogo costruttivo nel sito





UNA PRESENTAZIONE DI TRUMAN BURBANK
 

  LETTURE SEGNALATE

Libertà e Giustizia: Verso la svolta autoritaria

Marco Mamone Capria - Vivisezione: un po' di chiarezza sul dibattito in corso

Perché nessuno stato ha il Credito pubblico?

GZ - Più Moneta Creano più ti Dicono che non ci Sono Soldi

Il Sussidiario - Una nuova mega-bolla finanziaria ci darà la ripresa

Antonio Camuso - Kabul: stragi di piloti e guerre tra contractor

Rigamo - La notte dei Ganzer viventi

Marco Mamone Capria - La scienza in una società democratica

Giulio Sapelli - Col potere ai professori venne l’inverno della nostra civiltà

Bagnai - Crisi finanziaria e governo dell'economia

Masneri - Il debito pubblico è il miglior amico di Monti

Petras - Verso dittature tecnocratiche

Zibordi - Come funziona veramente l'economia, e la crisi italiana

 

 

Alfabeta2

Animal Station

Appello al Popolo

ArruotaLibera

Alberto Bagnai

Carlo Bertani

Bye Bye Uncle Sam

Cado In Piedi

Campo Antimperialista

Franco Cardini

Carmilla Online

Marco Cedolin

Civium Libertas

Clarissa

Cloroalclero

Cobraf

COMIDAD

Conflitti e Strategie

Da Dietro Il Sipario

Decrescita Felice

Democratic Nutrition

Doppio Cieco

Eddyburg

Eurasia

Free Animals

Geopolitica

Geopoliticamente

Giornale del Ribelle

Fulvio Grimaldi

Iceberg Finanza

Io Non Sto Con Oriana

Karlmarxplatz

Kelebleker

Libre Idee

Loop on Line

Domenico Losurdo

Mainstream

Antonio Mazzeo

Megachip

Nazione Indiana

Nena News

L’Orizzonte degli Eventi

Eugenio Orso

Palestina Libera!

I Quaderni di Truman

Rinascita

Rischio Calcolato

Salamelik

Selvas

Senza Soste

Sinistra In Rete

Sollevazione

Tlaxcala

Veganzetta

La Voce delle Voci

La Voce del Ribelle

Voci Dalla Strada

Voci Dall'Estero

 

 





 

 

Alainet.org

Argenpress

Cubadebate

Daniel Estulin

Gara

Percy Francisco Godoy

InSurGente

La Haine

Kaos en la Red

La Jornada

Alberto Montero

Vicenç Navarro

Nueva Tribuna

Pagina/12

Rebelion

Sinpermiso

Adrian Salbuchi

Sur y Sur

Tercera Informacion

Visiones Alternativas

Rodolfo Walsh

 

 
  Letteratura IL DECLINO DEI LIBRI

libri

DI JACK SHAFER

slate.com

Tempi duri per le copertine rigide.

É vero che i libri hanno perso il loro fascino?

Non c’è orgoglio più grande per uno studente, un intellettuale, un giornalista, un uomo d’affari o uno scrittore, di vedere organizzare una festa in onore della pubblicazione del proprio libro. La festa per il lancio di un libro è come un matrimonio, una festa di compleanno, un battesimo, un ballo studentesco, una festa di classe ed un bar mitzvah tutti in uno. Dal punto di vista dell’autostima dell’autore, l’unico evento che potrebbe superare una festa di pubblicazione è una lettura del libro registrata e trasmessa da C-SPAIN o un’intervista di Charlie Rose.

Sebbene pubblicare un libro sia ancora fonte di gioia per gli autori, per i bibliofili come me il fascino dei libri si è affievolito.

 
 
  Postato da Truman il Domenica, 20 aprile @ 23:10:00 BST (313 letture)
Leggi Tutto... | 13246 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0
 

 
  Italia L'IMPORTANTE, PER DECIDERE IL NOSTRO FUTURO, E' CHE TUTTI SAPPIANO COME SI E' ARRIVATI A QUESTI OTTANTA EURO

renzipadoan

DI ALESSANDRO GIGLIOLI

gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it

[...]

L’importante, per decidere il nostro futuro, è che tutti sappiano come ci si è arrivati e perché, a questi 80 euro.

Ci si è arrivati cioè come misura emergenziale a fronte di una situazione sociale che incuteva, ormai, vero terrore nelle classi dirigenti economiche, finanziarie e mediatiche di questo Paese.

Vale a dire che dopo trent’anni di lotta di classe dall’alto verso il basso e di aumento della forbice sociale, dopo cinque anni di austerità, precarizzazione e disoccupazione, ci si è accorti di avere un po’ esagerato.

E che, esagerando, si rischia di far crollare tutto.

 
 
  Postato da davide il Domenica, 20 aprile @ 20:57:12 BST (1753 letture)
Leggi Tutto... | 3973 bytes aggiuntivi | 7 commenti | Voto: 0
 

 
  Informazione HASTA SIEMPRE, COLONNELLO !

marquez

DI CARLO BERTANI
carlobertani.blogspot.it


Il colonnello Aureliano Buendia dev’essersi sentito stanco, stufo: ha ripiegato la sdraio e l’ha appoggiata al maestoso fusto della quercia dalla quale, per decenni, aveva osservato Macondo, che fa rima con Mondo.

Oh, quali meraviglie erano capitate da quando stava seduto sotto la quercia!

Quando era ancora giovane – ma si fa per dire, perché un colonnello non è mai giovane – era capitato lì e il posto gli era piaciuto: sotto la quercia scorreva quel mondo sempre uguale, le haciende prosperavano, ed i campesinos erano sempre stanchi, sempre affamati, spesso denutriti.

Poi era arrivata a Macondo una coppia: lui altero, lei conturbante, lui gentile, lei sfuggente, lui pronto per la sfida dell’Eros. Che lei aveva accettato prontamente.

 
 
  Postato da davide il Domenica, 20 aprile @ 07:47:40 BST (1396 letture)
Leggi Tutto... | 7599 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0
 

 
  Informazione I SOCIAL MEDIA SONO ARMI PER LA GUERRA PSICOLOGICA E TU SEI IL BERSAGLIO

facebook

DI TONY GOSLING

rt.com

Per secoli il più potente servizio di intelligence e raccolta dati è stato il rito cattolico della “confessione”, con cui milioni di persone rivelavano informazioni vitali al Pontefice riguardo i loro atti di colpevolezza e grazie ai quali, quindi, potevano essere ricattati assieme ai loro amici peccatori.

Ma saremmo in errore se pensassimo che il problema è stato risolto con Lutero e la sua Riforma Protestante. I preti-spia della nuova chiesa quali Google e Facebook hanno preso il posto del confessionale.

“Facebook possiede tutta la mia vita e sono preoccupato, che cosa ne faranno?’” mi ha rivelato un amico questa settimana.

 
 
  Postato da Truman il Sabato, 19 aprile @ 23:10:00 BST (3308 letture)
Leggi Tutto... | 15600 bytes aggiuntivi | 5 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia GOLDMAN SACHS: LA CRISI UCRAINA E’ SOLO IL SINTOMO DI UN QUALCOSA DI MOLTO PEGGIORE

 chiesa

JIM O'NEILL

businessinsider.com/TheTelegraph UK

La crisi ucraina significa che la governance globale si trova in un pasticcio, perché gli eventi sono solo il sintomo di un qualcosa di molto più grande. La mia visita a Washington per il meeting di Primavera del Fondo Monetario Internazionale e della Banca Mondiale, mi ha posto il dubbio se le democrazie occidentali siano in realtà molto più colpevoli di quanto siamo disposti ad ammettere.

Questi incontri hanno avuto luogo sullo sfondo un po’ surreale del Congresso degli Stati Uniti, che non aveva approvato una legge che consentiva all'FMI di riformarsi secondo quanto era stato concordato nel 2010 – una decisione strana, visto che le modifiche erano state ispirate dall'allora Segretario al Tesoro USA, Tim Geithner.


Nella foto: Un uomo che prega da una barricata nei pressi di Piazza dell'Indipendenza a Kie

 
 
  Postato da davide il Sabato, 19 aprile @ 23:33:13 BST (2692 letture)
Leggi Tutto... | 8239 bytes aggiuntivi | 4 commenti | Voto: 0
 

 
  Letteratura LA CIA USÒ “IL DOTTOR ZIVAGO” COME STRUMENTO DI PROPAGANDA

zivago

FONTE: COUNTERCURRENTS.ORG

Il Dottor Zivago, il romanzo di Boris Pasternak, fu utilizzato in chiave anti-Sovietica dalla CIA durante la Guerra fredda. Un esclusivo report a Washington svela infatti l’entusiasmo di molti ufficiali della Cia per il libro di Pasternak, ma certamente non per i suoi meriti letterari o di stile, bensì per l’uso propagandistico negli anni della Guerra fredda.

Gli autori Peter Finn e Petra Couvee nelle loro ricerche per il libro "The Zhivago Affair: The Kremlin, the CIA and the Battle Over a Forbidden Book" ("L'Affare Zivago: il Cremlino, la CIA e la battaglia per un libro proibito), hanno usato dei documenti declassificati dell’Agenzia in cui si svela per la prima volta il ruolo di questa nella diffusione e nell’edizione di questa opera. Il libro uscirà a giugno negli Usa.

 
 
  Postato da Truman il Sabato, 19 aprile @ 14:50:00 BST (1220 letture)
Leggi Tutto... | 5238 bytes aggiuntivi | 11 commenti | Voto: 0
 

 
  Ecologia AGNELLO DI DIO

 
Foto: AGNELLO DI DIO

Sulla distruzione organizzata e ingentissima di animali a sangue caldo eccessivamente miti quando cadono queste strazianti feste religiose, vale la pena che anche una pagina politica dica qualcosa.

Trattandosi di un ottimo affare, industriale-commerciale e turistico, parlarne sveglia subito il cane politico, nella sua funzione di guardiano degli affari. Ma la faccenda riguarda un po' tutto, in quanto un consumo di massa che gronda sofferenza e sangue di esseri viventi non è un fatto privo di conseguenze. Di conseguenze che la ragione calcolante non può mettere in percentuali. Si tratta di conseguenze che non si vedono. Ma nessun atto passa senza lasciare un segno.

Tiratemi fuori dai libri un qualsiasi greco antico e vi dirà che uno o dieci animali sacrificati possono chiamarsi un rito propiziatorio, ma trecento-cinquecentomila messi in fila per macellazione in serie e poi a sgocciolare in giganteschi mercati refrigerati, per milioni di bocche indifferenti, e neppure affamate, in base ad un appuntamento con il calendario, sono peccato di misura oltrepassata, di legge divina violata, il più certo dei peccati in qualsiasi società o tempo, e l'unico che non resti mai impunito, l'unico che non sia perdonato.

Non ho tabelle. Immagino che la sola Europa occidentale consumi, nei giorni di Pasqua, tra cristiani, atei, ebrei e mussulmani acclimatati, parecchi milioni di capi di ovini. Tutto questo in città e campagne da cui la festosità della festa è da un pezzo sparita. Ci vuole l'agnello perchè è Pasqua. Ma perchè è Pasqua? Si chiede l'agnello.

Allora ecco: beati quelli per cui non è Pasqua e che memori del legame nostro col tutto, mangeranno cose di giorni qualunque senza contenuti e ricordi di sangue, senza lamenti da mattatoio; una pasta e fagioli nè d'Oriente nè d'Occidente, un'insalata nè ebraica nè cristiana...Beati quelli che in ogni giorno dell'anno salveranno l'agnello. E la vacca. E il vitello. E il coniglio. E il maiale. E lo struzzo.

Guardatevi intorno. C'è da raccogliersi e pensare, ma non abbiamo motivi per far festa. L'odore di eresia dell'astinenza dal mangiare l'agnello, ovviamente drastica e si faccia regola di vita, disturba, giustamente, i cardinali. In un paese cristiano sempre ebbe vita difficile, ti metteva fra i sospetti, astenersi dalla carni. Sarebbe bello certamente lasciarli soli, vescovi e cardinali, a mangiare arrosto di agnello in mezzo a un ribollire di astensioni minacciosamente miti.

Siamo schiavi del ventre in un pianeta senza pietà: ma giustificazioni e autorizzazioni divine a mense macchiate di sangue sono intollerabili storture. La fusione fra consumo di massa e tradizione religiosa ha qualcosa di perverso che ci colloca tutti quanti nel disegno incosciente, come un sintomo patologico inavvertito, di una bieca e opaca soddisfazione. Una festa di finzione, che sopravvive per forza di calendario, in un ambiente stravolto, non ha niente di buono, di rasserenante e finisce in sbracate indigestioni.

Gli allevamenti di animali da macello, vere concentrazioni di dolore, rispecchiano la vocazione al genocidio, agli stermini di massa. E' uno dei grandi silenzi di colpa e di infamia delle economie di prosperità. L'animale che patisce ci giudica. Uomini spiritualmente nulli e tecnicamente potentissimi verso ogni debole si drizzano sadici. Come si vede la riflessione sull'agnello porta a considerazioni molto attuali sul senso e la freccia di questa economia del consumo e della distruzione, e sul nocciolo sadico di un'antropolatria che è il frutto velenoso dell'empietà e dell'indifferenza.

Guido Ceronetti - liberamente tratto da
DI GUIDO CERONETTI

Sulla distruzione organizzata e ingentissima di animali a sangue caldo eccessivamente miti quando cadono queste strazianti feste religiose, vale la pena che anche una pagina politica dica qualcosa.

Trattandosi di un ottimo affare, industriale-commerciale e turistico, parlarne sveglia subito il cane politico, nella sua funzione di guardiano degli affari. Ma la faccenda riguarda un po' tutto, in quanto un consumo di massa che gronda sofferenza e sangue di esseri viventi non è un fatto privo di conseguenze. Di conseguenze che la ragione calcolante non può mettere in percentuali. Si tratta di conseguenze che non si vedono. Ma nessun atto passa senza lasciare un segno.

Tiratemi fuori dai libri un qualsiasi greco antico e vi dirà che uno o dieci animali sacrificati possono  chiamarsi un rito propiziatorio, ma trecento-cinquecentomila messi in fila per macellazione in serie e poi a sgocciolare in giganteschi mercati refrigerati, per milioni di bocche indifferenti, e neppure affamate, in base ad un appuntamento con il calendario, sono peccato di misura oltrepassata, di legge divina violata, il più certo dei peccati in qualsiasi società o tempo, e l'unico che non resti mai impunito, l'unico che non sia perdonato.
 
 
  Postato da davide il Sabato, 19 aprile @ 09:44:30 BST (2515 letture)
Leggi Tutto... | 8722 bytes aggiuntivi | 13 commenti | Voto: 0
 

 
  Geopolitica L' UCRAINA E LA GRANDE SCACCHIERA

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

DI PEPE ESCOBAR

atimes.com

Benvenuti nella dottrina dei Two Stooges- i Burattini - della guerra post-moderna .

Il Dipartimento di Stato USA, per mezzo della sua portavoce Jennifer Psaki, ha detto che le dichiarazioni del Direttore della CIA, John Brennan, che aveva affermato che chi ha sovvertito il regime di Kiev sta svolgendo delle "operazioni tattiche" - o una offensiva "anti-terrorismo"  nella parte orientale dell'Ucraina - sono "completamente false". Questo significa che Brennan gli ordini li ha dati e che ormai la campagna "anti-terrorismo" - con un bel po tocco di retorica alla Dubya - è degenerata in farsa.

 
 
  Postato da ernesto il Venerdì, 18 aprile @ 23:50:00 BST (2642 letture)
Leggi Tutto... | 11700 bytes aggiuntivi | 2 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia NON MOLLANO MAI, MAI, MAI, STI MASTINI. E VINCONO: TTIP

baroabbDI PAOLO BARNARD

paolobarnard.info

(SINTESI PER LA ZIA IDA PIU’ SOTTO).

E’ un orribile risveglio per me, o forse dovrei dire un orrendo richiamo al passato, che suona così: “Noi non molliamo mai, noi siamo infermabili, non sentiamo fatica, coscienza, rimorso, pietà, e alla fine vinciamo sempre”. Firmato: il Vero Potere.

Di fatto c’è una nuova offensiva del Vero Potere chiamata Transatlantic Trade and Investment Partnership (TTIP). E’ micidiale, potenzialmente devastante come mai prima per l’esistenza stessa di democrazia e Interesse Pubblico. Seguitemi.

 
 
  Postato da davide il Venerdì, 18 aprile @ 21:00:51 BST (4491 letture)
Leggi Tutto... | 11491 bytes aggiuntivi | 15 commenti | Voto: 0
 

 
  Informazione UOMINI E TOPI: LA VERA SCELTA ESISTENZIALE

gabo

DI SERGIO DI CORI MODIGLIANI

Libero pensiero

"Ogni tempo ha il suo fascismo: se ne notano i segni premonitori dovunque la concentrazione di potere nega al cittadino la possibilità e la capacità di esprimere ed attuare la sua volontà.... A questo si arriva in molti modi, non necessariamente col timore dell'intimidazione poliziesca, ma anche negando o distorcendo l'informazione, inquinando la giustizia, paralizzando la scuola, diffondendo in molti modi sottili la nostalgia per un mondo in cui regnava sovrano l'ordine, ed in cui la sicurezza dei pochi privilegiati riposava sul lavoro forzato e sul silenzio forzato dei molti."  - Primo Levi

Post pasquale. 
Dedicato a tutti coloro che credono in una possibile Resurrezione del proprio Sè umano.
 
Ieri notte, lo scrittore Gabriel Garcia Marquez se n'è andato per sempre.
In Colombia, dov'era nato e vissuto, il governo ha dichiarato il lutto nazionale per tre giorni.
Sulla sua tomba, come da lui richiesto, verranno messe due fotografie: quella di Mercedes, la sua fedele compagna di tutta la vita, e l'immagine della squadra di calcio del Medellìn l'ultima volta che ha vinto lo scudetto, essendo lui un accanito tifoso di questo sport.
A Buenos Aires, Lima, Montevideo, Città del Messico, L'Avana, in tutto il continente americano di lingua spagnola, la radio e la televisione hanno interrotto le trasmissioni correnti per dare l'annuncio della sua dipartita verso il Grande Mistero Terrestre.
Lo piange, a ragione, un intero continente.

 
 
  Postato da davide il Venerdì, 18 aprile @ 18:49:34 BST (2234 letture)
Leggi Tutto... | 19760 bytes aggiuntivi | 2 commenti | Voto: 0
 

 
  Russia LA GUERRA ALLA RUSSIA NELLA SUA DIMENSIONE IDEOLOGICA

moscaDI ALEXANDER DUGIN

eurasia-rivista.org‎

La Guerra contro la Russia è attualmente uno dei temi più discussi in Occidente. Ad oggi rappresenta ancora una suggestione ad una mera possibilità, ma può diventare reale sulla base delle decisioni che potranno essere adottate da tutti attori coinvolti nel conflitto ucraino: Mosca, Washington, Kiev, Bruxelles. 

Non voglio discutere tutti gli aspetti e la storia di questo conflitto, qui. Propongo invece di comprenderne le radici ideologiche. La mia concezione è basata sul Quarto assunto della Teoria Politica che ho pubblicato nel 2012. Perciò non esaminerò la guerra dell’Occidente contro la Russia in termini di rischi, pericoli, temi chiave, costi o conseguenze, piuttosto sotto un profilo ideologico, dalla prospettiva dell’ideologia globalista.

 
 
  Postato da davide il Venerdì, 18 aprile @ 11:35:00 BST (2818 letture)
Leggi Tutto... | 23721 bytes aggiuntivi | 19 commenti | Voto: 0
 

 
  Geopolitica BREAKING BAD NEL NATOSTAN DEL SUD

provence

DI PEPE ESCOBAR

asiatimes.com

SULLE STRADE DELLA PROVENZA

Citando Lenin: Che fare? Tornare a Bruxelles e a Berlino?  Un incontro ravvicinato con quei tremendi del NATOstan del Nord, consumati dalla loro paranoia anti-russa e schiavizzati da quei mercenari del Pentagono? O forse fare un salto in Siria nel Erdogastan guerrafondaio?

Non è stato difficile decidere. La joie de vivre ha vinto. E così l’Occhio Itinerante ha chiamato Nick, il Figlio Itinerante in Catalogna e a bordo de La Piccolina vintage di Nick, una Peugeot dei favolosi anni ’80 con motore Citroen – abbiamo raggiunto la Provenza, primo settore meridionale del NATOstan. Occasione anche per stappare ottime bottiglie e gustare deliziosi piatti locali.

Consideratela pure un’indagine sommersa e per nulla nostalgica o paternalistica sul malessere economico delle nazioni del Club Med, sull’impoverimento della classe media Europea, sull’ascesa dell’estrema destra e sulle oscure prospettive di una NATO economica.  Tutto questo nella cornice di un simpatico incontro di famiglia di grande qualità, con entrambi i nostri laptop e cellulari spenti.

 
 
  Postato da davide il Giovedì, 17 aprile @ 23:10:00 BST (2387 letture)
Leggi Tutto... | 12522 bytes aggiuntivi | 1 commento | Voto: 0
 

 
  Russia LA RESA DEI CONTI CON LA RUSSIA FARA' MALE A TUTTI

Free Image Hosting at www.ImageShack.us DI AMBROSE EVANS-PRITCHARD

telegraph.co.uk

La resa dei conti per la finanza degli Stati Uniti con la Russia è più pericolosa di quello che sembra, il Tesoro degli Stati Uniti deve combattere contro una preda formidabile, il più grande produttore mondiale di energia con un fatturato da duemila miliardi di dollari, con degli scienziati eccellenti ed un arsenale nucleare di prim'ordine: La Russia.

Gli Stati Uniti hanno costruito una bomba al neutrone finanziario. Negli ultimi 12 anni hanno affidato ad un dipartimento di elite del Tesoro Usa il compito di affilare gli strumenti per una guerra economica, progettando come mettere il paese (la Russia) in ginocchio senza sparare un colpo.

Questa strategia si basa sul controllo egemonico del sistema bancario globale, sostenuto da una rete di alleati e da una serie di paesi neutrali che, pur se con riluttanza, devono collaborare. È il "Progetto Manhattan" dei primi anni del 21º secolo.

 
 
  Postato da ernesto il Giovedì, 17 aprile @ 11:35:00 BST (6506 letture)
Leggi Tutto... | 24904 bytes aggiuntivi | 13 commenti | Voto: 0
 

 
  Informazione "INTANTO, IL CAMBIO DELLE MONETE LO DECIDONO I MERCATI E NON I POPOLI, VORREI RICORDARE A SPETTATRICI, SPETTATORI E ANCHE ALLA SIGNORA LE PEN"

gruber

FONTE: LAMEDUCK (BLOG)

Marine Le Pen - "L'euro sta schiacciando i popoli e le aziende, sta uccidendoci e sta asfissiando le nostre esportazioni. Abbiamo vissuto millenni con la nostra moneta nazionale e oggi ci vengono a dire che dopo dodici anni non possiamo tornare alla nostra moneta? Non si rende conto che stanno prendendoci in giro?" 
 
Dietlinde Gruber - "Intanto, il cambio delle monete lo decidono i mercati e non i popoli, vorrei ricordare a spettatrici, spettatori e anche alla signora Le Pen."
 
Questo scambio di battute è l'abstract ideale dell'intervista andata in onda nella puntata di martedì sera di #canottoemezzo, a colei che potrebbe diventare la prima presidente donna francese, condotta dalla feldmarescialla Gruber in missione per conto di Elysium. E' anche un perfetto specchio dei tempi e dell'inversione dei poli ideali e politici perché, lo sottolineo, quella che ci ricorda che i popoli non contano un cazzo sarebbe una di sinistra.
 
 
  Postato da davide il Giovedì, 17 aprile @ 08:58:54 BST (6444 letture)
Leggi Tutto... | 8206 bytes aggiuntivi | 18 commenti | Voto: 0
 

 
  Russia PUTIN E' CADUTO IN UNA TRAPPOLA ?

putin22

MIKE WHITNEY

counterpunch.org


"La Russia viene considerata come il paese al centro dell’ammutinamento globale contro la dittatura degli Stati Uniti e dell'Unione Europea. I suoi metodi, generalmente pacifici, sono in diretto contrasto con quelli, brutali e destabilizzanti, utilizzati dagli Stati Uniti e dall’Unione Europea ... Il mondo si è improvvisamente reso conto della realtà, avviando una forte resistenza all'imperialismo Occidentale. Dopo decenni di buio, la speranza sta di nuovo emergendo" – Andre Vltchek, Ucraina: Bugie e realtà, CounterPunch

La Russia non è responsabile della crisi in Ucraina. E’ stato il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti a progettare e sostenere il colpo di stato fascista che ha rovesciato il Presidente Viktor Yanukovych, eletto democraticamente, per sostituirlo con il fantoccio americano Arseniy Yatsenyuk, un ex banchiere. Alcune telefonate che sono state intercettate hanno rivelato il ruolo fondamentale che Washington ha giocato nell’orchestrare il putsch e nel selezionare i leaders del colpo di stato. Mosca non è stata coinvolta in nessuna di queste attività.

 
 
  Postato da davide il Mercoledì, 16 aprile @ 23:10:00 BST (5319 letture)
Leggi Tutto... | 20459 bytes aggiuntivi | 7 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia GEAB 84: L'EUROPA TRASCINATA ALL'INTERNO DI UN MONDO DIVISO TRA DEBITORI E CREDITORI: I DISPERATI TENTATIVI DEGLI STATI UNITI DI NON AFFONDARE DA SOLI

ttip 

FONTE LEAP2020

Nel confronto tra Russia ed Occidente sulla crisi ucraina, torna in mente l'immagine della “Guerra Fredda”, alla quale i media sono molto affezionati. Tuttavia, contrariamente a quello che lasciano intendere, non è la Russia che sta cercando di tornare alla “Cortina di Ferro”, ma piuttosto gli Stati Uniti. Una “Cortina di Ferro” tra le vecchie potenze ed i paesi emergenti, tra il mondo-di-prima ed il mondo-del-dopo, tra i debitori ed i creditori.

Tutto ciò nel tentativo un po’ folle di preservare sia il modello di vita americano che l'influenza degli stati Uniti sul ​​“loro settore” [l’Occidente, ndt], che non riescono ad imporre al resto del mondo. In altre parole, cercano di trascinare con loro la maggior quantità possibile di compagni, per aver l’impressione di non affondare.

Tutto ciò rappresenta la vera “scommessa” degli Stati Uniti: la guida di tutto il “settore occidentale”, per continuare a dominare ed a commerciare con un numero sufficiente di paesi.

 

 
 
  Postato da davide il Mercoledì, 16 aprile @ 15:35:42 BST (3938 letture)
Leggi Tutto... | 11176 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0
 

 
  Italia I CALCI, IL NUMERO E LO SDEGNO GRATIS

200815824-52459042-ed9f-4944-98fb-c6668ef7237d

DI ALESSANDRO GIGLIOLI

gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it

Non fa ridere, almeno non a me, la linea di difesa del poliziotto che sostiene di aver camminato sulla pancia di una ragazza a terra avendola scambiata per uno zaino.

Non fa ridere perché il problema non è né lui, quell’agente in borghese col casco, e neppure singolarmente i suoi colleghi che manganellano e sganciano calci in faccia a gente inerme sul selciato.

Il problema è che se questi si comportano così, è perché gliel’hanno insegnato. O quanto meno perché non gli hanno insegnato il contrario. Insomma perché l’aria che si respira tra le forze dell’ordine, la subcultura di cui ci si nutre dentro quegli uffici pagati coi nostri soldi di contribuenti, è quella lì.

 
 
  Postato da davide il Mercoledì, 16 aprile @ 13:45:43 BST (3036 letture)
Leggi Tutto... | 3481 bytes aggiuntivi | 14 commenti | Voto: 0
 

 
  Informazione NOI SIAMO RESPONSABILI DELLO SHOAH ?

shoah

DI 3NDIRUX

corriere.it

“Ogni tempo ha il suo fascismo: se ne notano i segni premonitori dovunque la concentrazione di potere nega al cittadino la possibilità di esprimere ed attuare la sua volontà. A questo si arriva in molti modi, non necessariamente con l’intimidazione poliziesca, ma anche negando o distorcendo l’informazione, inquinando la giustizia, paralizzando la scuola, diffondendo in molti modi sottili la nostalgia per un mondo in cui regnava sovrano l’ordine, ed in cui la sicurezza dei pochi privilegiati riposava sul lavoro forzato e sul silenzio forzato dei molti.“  - Primo Levi

Noi siamo responsabili della Shoah? No.

I nostri padri lo sono? No.

I nostri nonni? Forse, ma i miei no di sicuro.

Sono passate tre-quattro generazioni e ancora le comunità ebraiche giocano a farci sentire responsabili per i fatti del nazismo, quando proprio sui loro testi sacri c'è scritto che i figli non possono essere ritenuti responsabili delle colpe dei loro genitori. Figuriamoci per le colpe dei nonni o, 70 anni dopo, dei bisnonni.


 
 
  Postato da davide il Mercoledì, 16 aprile @ 07:48:00 BST (4415 letture)
Leggi Tutto... | 2651 bytes aggiuntivi | 40 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia COME L’ECONOMIA E’ DIVENTATA UNA SCIENZA

adbusters

DI GIORGIOS KALLIS

adbusters.org

UN EPISODIO DIMENTICATO NELLA STORIA DI QUESTA DISCIPLINA RIVELA IL MODO IN CUI È STATA ELIMINATA LA DIVERSITÀ NELL’ECONOMIA.

La crisi economica sembra aver dato il via ad un processo di riesame della professione degli economisti. Cinque anni di crisi e gli economisti danno ancora queste risposte: “Creare nuove bolle”, “Tagliare il Tappeto Rosso”, “Liberalizzare la finanza nel resto del mondo”.  Ma perché gli economisti continuano a sbagliare in questo modo?

L’Innovazione si alimenta con la diversità, ma in economia la diversità ancora scarseggia.
Un episodio quasi dimenticato nella storia di questa disciplina, raccontato da Tiago Mata nella sua dissertazione alla Borsa Valori di Londra, rivela come la diversità è stata eliminata dall’economia.  Nel lontano 1986, un gruppo di giovani economisti radicali, prodotto delle proteste dei campus universitari degli anni ’60 e dei movimenti contro la guerra, iniziarono a contestare le basi della disciplina economica. Organizzati nell’Unione della Politica Economica Radicale, denunciavano la politicizzazione dell’economia, accusando altri colleghi economisti di ignorare le questioni importanti e di essere “strumentalizzati dalle ingiuste mire delle elite”.

 
 
  Postato da davide il Martedì, 15 aprile @ 23:10:00 BST (2432 letture)
Leggi Tutto... | 9055 bytes aggiuntivi | 5 commenti | Voto: 0
 

 
  Italia A PROPOSITO DEL POST DI GRILLO, MENTRE “I MERCATI” BOCCIANO MATTEO RENZI

grilloprimolevi

DI SERGIO DI CORI MODIGLIANI
Libero Pensiero

Articolo in contro.tendenza.
Sul post di Grillo, i media, i mercati, e l'affermazione del pensiero nazista in Europa.

Il post di Grillo di ieri è capitato davvero a fagiolo per poter commentare l'attuale stato delle cose europee, non solo italiane, dato che siamo dentro una guerra europea e siamo in campagna elettorale per le elezioni europee.

E' noto a tutti che Grillo (lo fa da almeno 30 anni) usi l'iperbole come spina dorsale della sua attività di denuncia e diffusione di una interpretazione libertaria dell'esistenza. Non è neppure un mistero e tampoco una novità che sia un'iconoclasta. Dulcis in fundo è il leader simbolico dell'unica organizzazione politica italiana di massa all'opposizione.

 
 
  Postato da davide il Martedì, 15 aprile @ 18:47:39 BST (6857 letture)
Leggi Tutto... | 27566 bytes aggiuntivi | 16 commenti | Voto: 0
 

 

GLI ARTICOLI POSTATI DAGLI UTENTI

miopia

 

SOMMARIE RIFLESSIONI SULLA CRISI

COME L’AUMENTO DELL’EFFICIENZA PORTA AL CONSUMO DELLE RISORSE

NATIXIS: SE TUTTO VA BENE, I PAESI PERIFERICI SONO ROVINATI

L'ASSURDO DELLE ESPORTAZIONI DI GAS DEGLI STATI UNITI

UCRAINA: LABORATORIO NEONAZI, GAS E PETROLIO (SECONDA PARTE)

UCRAINA: LABORATORIO NEONAZI, GAS E PETROLIO (PRIMA PARTE)

PIÙ PRECARI, MENO PRODUTTIVI. COSÌ RENZI AFFONDERÀ IL PAESE

ESPULSIONE DI IMMIGRATI SENZA LAVORO ANCHE SE CITTADINI UE: D'ACCORDO GERMANIA E GRAN BRETAGNA

UNA NAZIONE DI PRENDITORI?

SULL'IMPATTO DELLE IDEE ECONOMICHE

COM’E’ CHE I POTENTI SONO CONVINTI DI “MERITARE” DI PIU? UNA LEZIONE DAL… LABORATORIO

FORSE IL GRAFICO PIU' IMPORTANTE DEL MONDO

DISOCCUPAZIONE IN FRANCIA

URBANIZZAZIONE E GLOBALIZZAZIONE

CARI UCRAINI, LA VOSTRA BOLLETTA DEL GAS SALIRA' DEL 50% IL 1° MAGGIO, AUGURI

IL NOSTRO SISTEMA SELEZIONA GLI INCOMPETENTI SOCIOPATICI?

 

 

 

Martedì, 15 aprile
· LE PROSSIME 24 ORE SONO CRUCIALI PER L'UCRAINA
· HOTEL GRAMSCI
Lunedì, 14 aprile
· PIANO B: COME IL LASCIARE L’EURO PUO’ SALVARE L’IRLANDA
· DELL'UTRI: UNA FUGA MOLTO PARTICOLARE
· "UNA RIPRESA TRIONFALE" ? QUELLO CHE SUCCEDE VERAMENTE IN GRECIA
· SE CROLLA INTERNET
Domenica, 13 aprile
· LA FORNITURA DI GAS DAGLI USA: LE MENZOGNE DELLA CASA BIANCA ALL’EUROPA
· TUTTO QUESTO MI RICORDA MOSCA NEL 1993 E MI SPAVENTA. MALEDETTAMENTE
· SCIENCE: I TERREMOTI DELL'EMILIA ROMAGNA PROBABILMENTE DOVUTI ALLE ESTRAZIONI DI PETROLIO
Sabato, 12 aprile
· THE SHOCK DOCTRINE PER BATTERE PUTIN
· IL MITO DELLA SICUREZZA SOCIALE FONDATA SULLA CARITÀ
· CIALTRONI IN FUGA
· DOVE COLPISCE LA PROPAGANDA. LE FASCE SOCIALI DI MAGGIOR CONSENSO VERSO RENZI
Venerdì, 11 aprile
· 50 VERITÀ DEL PRESIDENTE VLADIMIR PUTIN SULLA CRIMEA
· COINCIDENZE
· PARTITI: GAZPROM EMETTERA' "OBBLIGAZIONI" (SIMBOLICHE) IN YUAN
· LA FELICITA' SARA' UN PRANZO DI GALA ECO-SOSTENIBILE. VIVA LA DECRESCITA FELICE !
Giovedì, 10 aprile
· LE ELITES FINANZIARIE INTERNAZIONALI CAMBIANO I GOVERNI PER ATTUARE L’AUSTERITA’
· COLPO DI MANO A BRUXELLES: GRAVISSIMO VOLTAFACCIA DELLA COMMISSIONE EUROPEA SULLE POLITICHE ENERGETICHE. UN APPELLO A TUTTI I CANDIDATI ALLE EUROPEE CON UNA COSCIENZA AMBIENTALE
· NATO: FALSE FLAG PER UNA GUERRA (LA TURCHIA CREA TERRORE CON LE "FALSE FLAG")
· I COSIDETTI MANAGER, PARASSITI STRAPAGATI
Mercoledì, 09 aprile
· ABBIAMO QUALCHE SPERANZA IN UN'EPOCA BUIA DI SVENTURA ?
· LA LOBBY PIU' POTENTE DEL MONDO
· ELEZIONI IN UNGHERIA - OCCHIO ALLE ETICHETTE !
· CATASTROFE ANNUNCIATA PER IL DOLLARO E L'ECONOMIA USA ?
Martedì, 08 aprile
· ESTRATTO GEAB 83: CRISI UCRAINA: OTTO RACCOMANDAZIONI STRATEGICHE
· AVE, MATTEO, MORITURI
· QUELLE MISURE "NON CONVENZIONALI", CHE NON SERVONO A NULLA
· FACCIAMO COME IN VIETNAM: MANDIAMO I BANCHIERI DAVANTI A UN PLOTONE DI ESECUZIONE
· SOMMARIE RIFLESSIONI SULLA CRISI
Lunedì, 07 aprile
· LA SHOAH: RISORSA FINANZIARIA E RELIGIONE PLANETARIA
· COME RIUSCÌ MINSKY A CAPIRE IL SEGRETO DEI CRACK FINANZIARI?
· LA PASQUA DELLO SCRITTORE
· SEI ANNI DOPO L'INIZIO DELLA GRANDE CRISI IN EUROPA IL PANORAMA SI PRESENTA COME SEGUE...
Domenica, 06 aprile
· IL FUTURO DELLA LIBERTA' E' SOLO SULLE NOSTRE SPALLE
· TRA APRILE E MAGGIO IL MONDO COSI' COME LO CONOSCIAMO CAMBIERA' (PANORAMA GEOPOLITICO SULLE TRASFORMAZIONI IN ARRIVO E RELATIVE OPPORTUNITÀ PER L’ITALIA)
· COME L’AUMENTO DELL’EFFICIENZA PORTA AL CONSUMO DELLE RISORSE
· LA DITTATURA DELL'ILLEGITTIMITÀ
· TEORIA DELLA CONGESTIONE
Sabato, 05 aprile
· CHE SENSO HA FARLI ARRIVARE IN QUEST'ITALIA ALLO SFASCIO?

Articoli Vecchi
 

 

Activist Post

Agence Global

AlterNet

American Free Press

AntiWar

Asia Times

Awaken In The Dream

Axis of Logic

Billy Blog

Bloomberg

Business Insider

Cepr

Club Orlov

Clusterfuck Nation

Common Dreams

Countercurrents

Counterpunch

Daily Bell

Dandelion Salad

Dissident Voice

Earth Hope Network

Ecomonitor

End of the American Dream

End the Lie

Energy Bulletin

Europe

Chris Floyd

Geopolitics-Geoeconomics

Global Research

Idaho Observer

Information Clearing House

Iraq War

Keep Talking Greece

Killing Hope (William Blum)

Land Destroyer

Lew Rockwell

Media Lens

Moon of Alabama

Mark Morford

Mother Board

The Nation

Natural News

News Target

OpEd News

James Petras

Poor Richard!

Prison Planet

Project Censored

Raw Story

Real Currencies

Red Ice Creations

Rense

Russia Today

Lars Schall

Sott

Speaking Truth To Power

Strategic Culture

Matt Taibbi

Taki's Mag

Webster Tarpley

Telegraph Blogs

Testosteronepit

Thirteen Monkey

Tom Dispatch

Truth-out

Truth Seeker

21st Century Wire

Uruknet

Washington's Blog

What's Left? (Stephen Gowans)

Who What Why

Xymphora

Zero Hedge

 

 

Acrimed

A l'Econtre

Alterinfo

Article 11

Basta!

Gilles Bonafi

Cadtm

Silvia Cattori

Michel Collon

Contretemps

Le Courrier

Dedefensa

Diploweb

Egaliteetreconciliation

Greek Crisis

Infoguerre

L'Humanité

Marianne-en-ligne

Metropolitiques

Mondialisation.ca

Blog Monde Diplomatique

Pambazuka

Questions Critiques

Reflets

Reporterre

Réseau Voltaire

Rezo

Terrains de Luttes

 


 
  La redazione non esercita un filtro sui commenti dei lettori. Precisa che gli unici proprietari e responsabili dei commenti sono gli autori degli stessi e che in nessun caso comedonchisciotte.org potrà essere considerato responsabile per commenti lesivi dei diritti di terzi. La redazione informa che verranno immediatamente rimossi:

- messaggi non concernenti il tema dell'articolo
- messaggi offensivi nei confronti di chiunque
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisca una violazione delle leggi vigenti (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)




Disclaimer A meno di avvisi di particolari (articoli con diritti riservati) il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità.

Il logo del sito (adattato da xkcd.com) è rilasciato con licenza creative commons.