Welcome to ComeDonChisciotte
 
 

  USER PANEL

. Home
. Archivio per Data
. Cerca
. Il Forum
. Il Tuo Profilo
.
Messaggi Privati
. Pubblica
. Segnala Questo Sito
 

 

GLI ARTICOLI POSTATI NEL FORUM

entra nei forum

. Notizie dal mondo

. Notizie dall'Italia

. Opinioni

. Segnalazioni

. Cinema

. Libri

 

  FORUM: ULTIMI ARTICOLI


 Isis in un video: “Abbiamo preso noi le armi Usa"
 Draghi: in Europa non c'è deflazione
 Gender: Le nuove frontiere della sovversione
 Il tramonto della democrazia costituzionale
 I peggiori auspici si stanno concretizzando
 Ncd, Rosanna Scopelliti chiede la testa di Quagliariello
 Ebola: di che si tratta veramente?Riflessione a tutto campo
 UN piccolo ciarlatano
 Canada sotto attacco: sparatoria in Parlamento
 Fiumicino-Frutti avvelenati di ignoranza e di Grillo-Lega
 TI: dumping salariale dei macellai
 TI - Poggi: detesto questa sinistra
 bonus bebè si stringe, 20% andrà a stranieri
 ISIS: pallets standard NATO e le prese per il culo
 Renzi fa dietrofront anche a Torino

ComeDonChisciotte Forums

 

  UTENTI

Benvenuto, anonimo
Nickname
Password
(Registrare)
Iscrizione:
più tardi: ellepi
News di oggi: 0
News di ieri: 1
Complessivo: 8097

Persone Online:
Visitatori: 469
Iscritti: 14
Totale: 483

Online ora:
01 : Jor-el
02 : Valdo
03 : Chuky
04 : vic
05 : Ercole
06 : consulfin
07 : yakoviev
08 : Fedeledellacroce
09 : Teopratico
10: Allarmerosso
11: dancingjulien
12: alvise
13: Grayfox1893
14: Rosanna
 

 

La netiquette di ComeDonChisciotte: alcune norme minime per la convivenza e il dialogo costruttivo nel sito





UNA PRESENTAZIONE DI TRUMAN BURBANK
 

  LETTURE SEGNALATE

Crocifissioni riprese dallo smartphone. Antropologia politica di Isis

Cassazione a Napolitano: tornare subito al voto

Libertà e Giustizia: Verso la svolta autoritaria

Marco Mamone Capria - Vivisezione: un po' di chiarezza sul dibattito in corso

Perché nessuno stato ha il Credito pubblico?

GZ - Più Moneta Creano più ti Dicono che non ci Sono Soldi

Il Sussidiario - Una nuova mega-bolla finanziaria ci darà la ripresa

Antonio Camuso - Kabul: stragi di piloti e guerre tra contractor

Rigamo - La notte dei Ganzer viventi

Marco Mamone Capria - La scienza in una società democratica

Giulio Sapelli - Col potere ai professori venne l’inverno della nostra civiltà

Bagnai - Crisi finanziaria e governo dell'economia

Petras - Verso dittature tecnocratiche

 

 

Alfabeta2

andreacarancini.blogspot.it

Animal Station

Appello al Popolo

ArruotaLibera

Alberto Bagnai

Carlo Bertani

Bye Bye Uncle Sam

Cado In Piedi

Campo Antimperialista

Franco Cardini

Carmilla Online

Marco Cedolin

Civium Libertas

Clarissa

Cloroalclero

Cobraf

COMIDAD

Conflitti e Strategie

Da Dietro Il Sipario

Decrescita Felice

Democratic Nutrition

Doppio Cieco

Eddyburg

Eurasia

Free Animals

Geopolitica

Geopoliticamente

Giornale del Ribelle

Fulvio Grimaldi

Iceberg Finanza

Io Non Sto Con Oriana

Karlmarxplatz

Kelebleker

Libre Idee

Loop on Line

Domenico Losurdo

Mainstream

Antonio Mazzeo

Megachip

Nazione Indiana

Nena News

Nogeoingegneria.com

L’Orizzonte degli Eventi

Eugenio Orso

Palestina Libera!

I Quaderni di Truman

Rinascita

Rischio Calcolato

Salamelik

Selvas

Senza Soste

Sinistra In Rete

Sollevazione

Tlaxcala

Veganzetta

La Voce delle Voci

La Voce del Ribelle

Voci Dalla Strada

Voci Dall'Estero

 

 

fratelli

fini



 

 

Alainet.org

Argenpress

Cubadebate

Daniel Estulin

Gara

Percy Francisco Godoy

InSurGente

La Haine

Kaos en la Red

La Jornada

Alberto Montero

Vicenç Navarro

Nueva Tribuna

Pagina/12

Rebelion

Sinpermiso

Adrian Salbuchi

Sur y Sur

Tercera Informacion

Visiones Alternativas

Rodolfo Walsh

 

 
  comedonchisciotte :: Leggi il Topic - Gli inutili sottomarini della Grecia
 FAQFAQ   CercaCerca   Gruppi utentiGruppi utenti   ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 

Gli inutili sottomarini della Grecia

 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Notizie dal mondo
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Tao
Newbie
Newbie


Registrato: Jul 29, 2005
Messaggi: 30000

MessaggioInviato: Dom Feb 09, 2014 8:26 am    Oggetto: Gli inutili sottomarini della Grecia Rispondi citando


E molte altre storie incredibili di corruzione negli acquisti del ministero della Difesa greco, raccolte dal New York Times


Nei cantieri navali di Skaramangas, ad Atene, due enormi sottomarini Papanikolis U214, 65 metri di lunghezza e 1.600 tonnellate di peso, sono fermi da mesi a prendere polvere. Sono costati 4 miliardi di euro al governo greco, la cui marina militare non ha mai lanciato un siluro negli ultimi settant’anni. L’ultima tranche del pagamento alla Thyssen-Krupp che li ha prodotti è stata approvata dal parlamento greco nel 2010, proprio mentre nel paese cominciava la più grave crisi economica della sua storia.

Alla fine di gennaio, il direttore dei cantieri navali Skaramangas e un collaboratore dell’ex ministro della difesa sono stati arrestati con l’accusa di essere stati corrotti per dare il via libera all’acquisto dei sottomarini. Come se non bastasse l’acquisto di un paio di sottomarini inutili, c’è anche il fatto che gli U214 sono stati consegnati incompleti, con molti sistemi ancora non funzionanti e con la pericolosa tendenza a diventare instabili non appena il mare diventa agitato.

Quella dei sottomarini è soltanto una delle numerose storie di inefficienza e corruzione negli acquisti del ministero Della difesa greco che ha raccontato in un lungo articolo il New York Times. In realtà, spiega il quotidiano, l’intero sistema politico greco era notoriamente molto corrotto e di certo il ministero della Difesa non era l’unico a spendere grosse cifre in programmi bizzarri. Ma per le società straniere interessate a corrompere politici greci per piazzare i loro prodotti, poche aree della pubblica amministrazione erano appetibili come l’esercito, e questo per almeno un paio di motivi.

Gli acquisti di armamenti sono in genere programmi molto costosi e di lunga durata: ottenere una commessa militare può garantire a una società la sopravvivenza per molti anni. Il mercato degli armamenti, inoltre, è la combinazione di due tipi di mercato che gli economisti giudicano molto inefficienti: un cosiddetto “monopsonio” (un mercato con un solo acquirente, lo stato) e un oligopolio (un mercato con pochi produttori, in questo caso, le poche aziende al mondo in grado di produrre sottomarini e carri armati). Gli esperti del campo difficilmente si stupiscono degli inevitabili ritardi, problemi e aumenti di costo dei programmi di armamenti (come nei casi del programma F-35 in cui è coinvolta anche l’Italia o dell’assurda storia delle uniformi delle forze armate americane).

In Grecia, queste disfunzioni sono state ancora di più accentuate dal cosiddetto incidente di Imia/Kardak del 1996. All’epoca Grecia e Turchia giunsero quasi allo scontro per una complicata questione di confine che riguardava un’isoletta disabitata dell’Egeo (Imia in greco, Kardak secondo i turchi). Nei dieci anni successivi all’incidente – durante il quale non è mai stato chiarito se un elicottero greco si schiantò o venne abbattuto dai turchi – la Grecia ha speso circa 68 miliardi di euro in armamenti, quasi tutto denaro preso in prestito.

La responsabilità più grande in questa serie di spese folli, sostiene Constantinos Fraggos, un esperto di questioni militari, è «del sistema politico greco, che era marcio». Un esempio che spiega bene il livello di corruzione raggiunto dall’amministrazione militare greca è la storia di Antonis Kantas, ex ufficiale e dipendente del ministero della Difesa arrestato di recente per corruzione e riciclaggio. Nel 2001, Kantas si espresse in maniera contraria all’acquisto di alcuni carri armati prodotti in Germania dalla Thyssen-Krupp. Kantas ha raccontato che, dopo che ebbe espresso il suo parere contrario, un emissario della società lo raggiunse nel suo ufficio e gli lasciò una busta con 600 mila euro. All’epoca Kantas non aveva il potere di decidere più o meno niente da solo. Il sistema però era così corrotto che anche un uomo di scarsa importanza come lui in cinque anni riuscì a mettere da parte l’equivalente di quasi quattordici milioni di euro in tangenti.

L’acquisto dei carri armati, alla fine, andò in porto. Il ministero della Difesa accettò di comprare per 2,3 miliardi di euro 170 nuovissimi carri armati Leopard 2A6 HEL, uno dei veicoli di questo tipo più moderni e costosi al mondo. Non si trattava dei primi carri armati comprati dalla Grecia e nemmeno di un nuovo modello destinato a sostituire quelli obsoleti. All’epoca la Grecia possedeva già circa duecento carri armati Leopard 2. Nel 2010, al momento della consegna, si trovò ad avere nelle sue forze armate 353 Leopard 2. Per fare un paragone, in Italia sono operativi duecento carri armati Ariete, più o meno equivalenti (anche se meno costosi) del Leopard 2. La Germania ha attualmente operativi 225 Leopard 2, nonostante abbia un PIL che è più di dieci volte quello della Grecia.

Ma non è finita, racconta Fraggos. Nella remota possibilità che la Grecia si fosse trovata costretta ad usare la sua gigantesca armata corazzata, i nuovi carri armati non sarebbe comunque stati utili a granché, visto che il ministero non aveva acquistato munizioni per armarli. La Krauss-Maffei, che produce il Leopard 2, nega di aver mai pagato tangenti a dipendenti del ministero della Difesa greco.

Secondo Fraggos, in questa storia incredibile c’è anche una grossa responsabilità da parte dei produttori di armi, che hanno corrotto i funzionari di un paese sull’orlo della bancarotta per spingerli a spendere miliardi di euro in armamenti inutili. In una specie di circolo vizioso, mentre i produttori di armi di Russia, Francia e Germania vendevano armi alla Grecia, le banche di mezza Europa prestavano al suo governo il denaro necessario per fare quegli acquisti. Secondo la stampa greca, negli ultimi quindici anni circa 2,7 miliardi in tangenti sono stati pagati dai produttori di armi ai funzionari del ministero della Difesa greco.

Kantas, che oggi ha 72 anni, ha raccontato agli investigatori di essere rimasto senza parole, a un certo punto, davanti alle cifre che gli venivano offerte. Un rappresentante di un’industria militare gli offrì 3 milioni di euro per favorire l’acquisto di una partita di missili anti-carro. Kantas all’inizio non riusciva a credere a quell’offerta, ma dopo poche settimane la prima parte del pagamento gli venne versata su alcuni conti in Svizzera e gli vennero consegnati 700 mila euro in contanti.

Secondo Fraggos e altri esperti citati dal New York Times, il gruppo di investigatori che si sta occupando di questo caso ha grosse difficoltà a proseguire le indagini. I fondi sono stati tagliati e i quattro magistrati che seguono il caso lavorano in un magazzino senza finestre che è stato convertito in ufficio. Hanno dovuto pagare il nuovo impianto elettrico con i loro soldi.

Fonte: www.ilpost.it
8.02.2014
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
babuskin
Newbie
Newbie


Registrato: Aug 21, 2013
Messaggi: 1148

MessaggioInviato: Dom Feb 09, 2014 10:45 am    Oggetto: Rispondi citando

Tutto il mondo è... democrazia e corruzione.
Secondo il marxismo, lo Stato non è altro che l' organizzazione politica della classe dominante, che prende la forma della democrazia quando la borghesia ha raggiunto un elevato grado di sviluppo: la democrazia è il semaforo che regola il traffico della concorrenza tra gruppi della borghesia sia all' interno di una singola nazione che all' esterno. In questo ambito, la corruzione è uno dei mezzi più efficenti e più usati per mantenere in funzione una corretta corrispondenza tra gli interessi dei gruppi capitalistici e la forma democratica dello Stato.
Questi principi sono il riassunto e il concentrato di un'enorme mole di studi sulla realtà concreta, che la realtà si incarica di confermare puntualmente lungo tutta la storia ormai secolare del capitalismo.
Solo un esempio, l' ultracitato, e presubilmente pochissimo letto storico della borghesia Alexis de Tocqueville dedica un capitolo della sua Democrazia in America, un vero e proprio vangelo per i democratici, a "La corruzione e i vizi dei governanti nella democrazia e gli effetti che ne risultano sulla pubblica moralità" [...]
Nessuna novita, niente di nuovo.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Notizie dal mondo Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum

Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
 
 

Forums ©

 
  La redazione non esercita un filtro sui commenti dei lettori. Precisa che gli unici proprietari e responsabili dei commenti sono gli autori degli stessi e che in nessun caso comedonchisciotte.org potrà essere considerato responsabile per commenti lesivi dei diritti di terzi. La redazione informa che verranno immediatamente rimossi:

- messaggi non concernenti il tema dell'articolo
- messaggi offensivi nei confronti di chiunque
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisca una violazione delle leggi vigenti (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)




Disclaimer A meno di avvisi di particolari (articoli con diritti riservati) il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità.

Il logo del sito (adattato da xkcd.com) è rilasciato con licenza creative commons.