Home / ComeDonChisciotte / SERI DUBBI DEI PILOTI EUROPEI SULL'INCHIESTA GERMANWINGS
14615-thumb.jpg

SERI DUBBI DEI PILOTI EUROPEI SULL'INCHIESTA GERMANWINGS

FONTE: SPUTNIKNEWS.COM

I piloti europei hanno espresso preoccupazione per l’inchiesta sul disastro del volo Germanwings U4-9525 Barcellona-Düsseldorf del 24 marzo: sostengono che l’operato del pubblico ministero francese ostacola una corretta indagine sull’incidente.

L’ECA (European Cockpit Association), l’associazione che rappresenta oltre 38.000 piloti europei, afferma che il procuratore francese − che opera accanto alla struttura investigativa preposta alle indagini sugli incidenti aerei – fa confusione sulle responsabilità ed è inappropriata la sua insistenza, così prematura dopo l’incidente, sul fatto che l’aereo sia stato fatto precipitare dal copilota.

NewsExtra_

L’aereo − immatricolato D-AIPX, gestito da Germanwings, volo 4U-9525 − si è schiantato sulle Alpi uccidendo tutte le 150 persone a bordo. A seguito dell’esame di una delle due scatole nere, il procuratore di Marsiglia Brice Robin ha tratto la conclusione che il copilota Andreas Lubitz abbia chiuso il pilota fuori dall’abitacolo e poi abbia deliberatamente messo l’aereo nel percorso di discesa che ha causato l’incidente.
«L’interpretazione per noi più plausibile e probabile è che il copilota, astenendosi volontariamente (con una deliberata decisione di non agire), ha rifiutato di aprire la porta della cabina di pilotaggio al capitano di volo e ha attivato il pulsante per iniziare la discesa; ha attivato questo pulsante per avviare la perdita di quota (discesa) per un motivo che oggi ignoriamo del tutto, ma che può essere considerato come un’intenzione di distruggere l’aereo» aveva detto Robin in conferenza stampa.
Infranti i protocolli internazionali
Tuttavia, pur accettando la premessa della tesi del procuratore, l’ECA ha affermato che Robin non ha rispettato i protocolli internazionali concordati.
«I piloti europei sono profondamente preoccupati per l’ultima svolta nelle indagini sul tragico incidente del volo Germanwings 4U-9525. Le relazioni degli investigatori e dei procuratori francesi − secondo cui l’incidente potrebbe essere il risultato di un deliberato tentativo di distruggere l’aereo − sono scioccanti, e i nostri pensieri vanno alle vittime e ai loro familiari» ha detto l’ECA in un comunicato.
NewsExtra
In Francia il procuratore affianca la squadra investigativa degli incidenti aerei − in questo caso il BEA (Bureau d’Enquêtes et d’Analyses: l’ufficio d’inchiesta e di analisi per la sicurezza dell’aviazione civile) – unitamente a consulenti tecnici dell’Airbus (l’industria costruttrice dell’aeromobile), la CFM International (l’azienda fabbricante del motore) e gli investigatori della BFU (Bundesstelle für Flugunfalluntersuchung: l’agenzia federale tedesca per le inchieste sugli incidenti aerei, ndt), l’omologo tedesco del BEA.
NewsExtra

L’ECA ha dichiarato che la combinazione di ruoli ostacola le regolari indagini.

«Sottolineiamo la necessità di un’imparziale e indipendente indagine sui fattori che hanno causato questo incidente. La fuga di dati della scatola nera è una grave violazione delle fondamentali e globalmente accettate norme d’indagine sugli incidenti internazionali… Dato il livello di pressione che questa fuga di dati ha indubbiamente creato, la squadra investigativa affronta un serio inconveniente.»

«Il compito principale [ruolo] richiesto agli investigatori per la sicurezza sembra essere stato scompaginato da considerazioni procedurali. Questo è altamente pericoloso e impedisce di rendere più sicura l’aviazione attraverso le lezioni impartite dalle tragedie», si legge nella dichiarazione dell’ECA.
L’ECA ha chiarito che sebbene il procuratore intendesse che il respiro sentito dalla scatola nera indicava che il copilota era in vita durante la discesa, questa informazione da sola non è sufficiente a escludere una qualche altra forma di incapacità.
Versione originale:
1.04.2015
Versione italiana:
Fonte: http://megachip.globalist.it/
3.04.2015
Traduzione per Megachip a cura di Emilio Marco Piano.

Pubblicato da Davide

  • marcopa

    La Luftansha si oppose all’ accordo Alitalia-Ethiad (compagnia di bandiera degli Emirati arabi uniti) e sicuramente gli avversari più agguerriti delle compagnie aeree occidentali sono le compagnie aeree del Golfo. —————————————————————–Questo non dimostra assolutamente niente ma ricordando Ustica e l’ attentato delle Torri Gemelle non dobbiamo dare niente per scontato e pretendere prove certe per ogni ricostruzione che viene data per certa dal sistema mediatico internazionale.

  • albsorio

    https://aurorasito.wordpress.com/2015/03/27/obama-infuriato-per-lincidente-della-germanwings-si-rifiuta-dincontrare-i-capi-della-nato/

    Qui si sostiene che l’aereo caduto avesse dei "controlli remoti" azionabili dal centro di controllo a terra della compagnia tedesca.
    Poi farnetica di raggi laser etc.
    Ora se invece qualcuno avesse preso i comandi dell’aereo da remoto (lo fanno anche coi droni da combattimento) impostando il pilota automatico per schiantarlo a terra e si fosse poi dovuto provvedere all’abbattimento dell’aereo col mirage?
    Se cosi fosse nessuno ci direbbe niente e il pilota pazzo suicida sarebbe la soluzione ideale.
  • albsorio
    Nel link citato si legge:

    "Ancora più preoccupante in tale operazione d’insabbiamento, dicono nel rapporto gli esperti del SVR, è che anche se il co-pilota Lubitz avesse avviato il Controlled Flight Into Terrain (CFIT) del Volo 9525 della Germanwings, il Lufthansa Aviation Center (LAC) presso l’aeroporto di Francoforte, l’avrebbe rilevato immediatamente tramite l’Aircraft Communications Addressing and Reporting System (ACARS) e così corretto la rotta da remoto."

    Mi sembra strano, erano tutti al cesso?
  • Saudade
    Argomenti a favore dell’abbattimento:
    1) analisi frettolosa della scena del crimine
    2) designazione di un capro espiatorio che non si può difendere
    3) mancanza di tracce di incendio, sedili, bagagli, motori nelle foto pubblicate
    4) estensione della zona chiusa al pubblico
    5) presenza in zona di centrali nucleari
    6) scramble di un caccia Mirage dalla base di Orange-Caritat (BA115)
    7) grilletto facile a causa del piano "Vigipirate" post-Charlie Hebdo con livello di allerta massima 
    9) il testimone Pierre Polizzi ha sentito un "forte rumore" prima dello schianto
    10) Hollande dichiara immediatamente che "nessuno è sopravvisuto"
    11) ecc.
    Saluti
  • Servus

    Come ha scritto G. Chiesa ci sono scatole nere e scatole più nere. Per il volo caduto nel Donbass aspettiamo ancora da quasi un anno di sapere cosa dicono. Di quest’ultimo invece, senza avere la seconda scatola nera, il NYT sapeva già tutto dalla prima ora del disastro.

  • clausneghe

    Farnetica.. Semmai sono altri, tipo l’Ansa o la Rai a farneticare sulla base del nulla.

    Aurora Sito è serio e tenta sempre di dare una spiegazione diversa dal mainstream sui fatti del mondo. Poi che non si stato un raggio laser puo essere, comunque i dispositivi di guerra elettronica e armi dirette e laser esistono e non da oggi.
    L’opinione che mi sono fatta al momento su questa vicenda, è che si sia trattato di un effetto imprevisto provocato provando una di queste armi. Teniamo presente, e questa non è una bufala, che quel giorno c’era una simulazione Nato sul colpire una finta testata nucleare lanciata dai Russi. 
    E questo è verificabile da fonti Nato e Usa.
    Non credo al suicidio-omicidio di massa.
    A meno che emergano prove convincenti.
  • marcopa

    Riporto con maggior evidenza il commento di Clausneghe, perchè mi sembra di ricordare che conosce le questioni militari in modo non superficiale. La collocazione del suo commento invece lo rendeva poco accessibile ai lettori …………………………………………………………………………………………………………………..di clausneghe il Venerdì, 03 aprile @ 11:54:23 BST
    (Info Utente | Invia un Messaggio)Farnetica.. Semmai sono altri, tipo l’Ansa o la Rai a farneticare sulla base del nulla.

    Aurora Sito è serio e tenta sempre di dare una spiegazione diversa dal mainstream sui fatti del mondo. Poi che non si stato un raggio laser puo essere, comunque i dispositivi di guerra elettronica e armi dirette e laser esistono e non da oggi.
    L’opinione che mi sono fatta al momento su questa vicenda, è che si sia trattato di un effetto imprevisto provocato provando una di queste armi. Teniamo presente, e questa non è una bufala, che quel giorno c’era una simulazione Nato sul colpire una finta testata nucleare lanciata dai Russi. 
    E questo è verificabile da fonti Nato e Usa.
    Non credo al suicidio-omicidio di massa.
    A meno che emergano prove convincenti.
  • mago
    Mi sembra sia la prima volta  o caso assai raro in un evento del genere che l`ECA prenda posizione in modo determinato….non le restava altro da fare dopo la sparata che il povero Lubiz avrebbe cercato in rete su come suicidarsi o notizie sul funzionamento della porta della cabina…manco avesse fatto il conduttore di bus fino a 5 minuti dallo schianto.
  • albsorio

    Se guardiamo la disposizione dei resti immagino che l’esplosione sia avvenuta vicino al suolo, se usi un arma anti ICBM e lo colpisci cosi vicino a terra… è già esploso.

    Vista la presenza di un intercettore è più plausibile altri metodi di abbattimento, confesso però la mia ignoranza nel capire cosa possa essere successo.
    Il capro espiatorio per il mainstream con spieagazione relativa c’è già ma non mi convince.
  • Blackrose4400

    E’ anche la prima volta che dei piloti scioperano dopo un’incidente…

    ce ne sono parecchie di cose strane in questo caso….

  • ligius

    A me sembra il minimo che un’associazione di piloti difenda in qualche modo la propria categoria.
    Fossero seriamente preoccupati che un evento simile (teoria complotto) si sia verificato e quindi si possa verificare di nuovo, continuerebbero a "scioperare" invece mi pare che tutti i 65.000 mila aerei che ogni giorno volano sopra le nostre teste siano tutt’ora al lavoro 🙂
    E così pure i 130.000 fra pilota e copilota, e le quindi centinaia di migliaia di persone degli equipaggi.

    Trovo assoluta MALAFEDE sul testo in grassetto proprio sotto il video, da come presentato pare sia un estratto delle parole del CEO di GErmanwings, mentre non è così. Il Ceo si limita a fare condoglianze, ringraziare chi aiuta, e assicura che la compagnia farà tutto quello che è in loro potere per recuperare le vittime e aiutare in ogni maniera le famiglie. Non c’entra niente con quanto riportato sotto.

  • ligius

    Scusa ma fra le "cose strane" che nomini, l’unica che riporti, lo sciopero, è una bufala, occhio che se si scrive una balla poi si ha la responsabilità quando qualcuno, diciamo ingenuo o poco attendo, ci crede e la riporta…

  • ligius

    Giusto perchè qua e là leggo di un fantomatico sciopero…

    "…Germanwing effettuerà oggi tutti i voli previsti dal proprio operativo
    tranne uno che è stato cancellato. Lo comunica la compagnia aerea in un
    comunicato ufficiale precisando che «a causa dello stress
    psicologico alcuni membri degli equipaggi Germanwings oggi non saranno
    in servizio. La compagnia comprende questa decisione visto che
    nell’incidente hanno perso colleghi a cui erano molto affezionati…"

    http://www.travelquotidiano.com/trasporti/germanwings-voli-confermati-per-oggi-una-sola-cancellazione/tqid-209422