Home / ComeDonChisciotte / SENZA DI NOI, ARRIVANO I NAZISTI. GRILLO DIXIT
11476-thumb.jpg

SENZA DI NOI, ARRIVANO I NAZISTI. GRILLO DIXIT

FONTE: SALAMELIK (BLOG)

Oggi, nella nostra nazione, c’è una consapevolezza e un risveglio. Un risveglio che ci dimostra che milioni di persone sono consapevoli che in queste elezioni c’è in ballo molto più di una nuova coalizione, della scelta di una nuova leadership. Poiché la scelta oggi è tra le certezze e l’abbattimento (del vecchio, ndr). Una di queste direzioni ha prevalso per anni ed ha già mostrato cosa può e cosa non può fare. Per 13 anni una di queste direzioni ha governato. Quindi confrontiamo la propaganda con i risultati. Sono chiamati a fare da testimoni: i contadini, gli operai, i commercianti, la classe media. Tutti loro sono testimoni viventi delle loro azioni. Invece loro preferiscono non parlare dei 13 anni passati ma solo degli ultimi sei mesi. Chi è il responsabile?

Loro, i partiti! Per 13 anni hanno dimostrato cosa sono capaci di fare. Abbiamo una nazione economicamente distrutta, gli agricoltori rovinati, la classe media in ginocchio, le finanze agli sgoccioli, milioni di disoccupati. Sono loro i responsabili. I nostri avversari ci accusano e accusano me in particolare di essere intolleranti e litigiosi. Dicono che rifiutiamo il dialogo con gli altri partiti. Dicono che non siamo affatto democratici perché vogliamo sfasciare tutto. Quindi sarebbe tipicamente democratico avere una trentina di partiti? Devo ammettere una cosa – questi signori hanno perfettamente ragione. Siamo intolleranti. Ci siamo dati un obiettivo, spazzare questi partiti politici fuori dal parlamento.

Io vengo frainteso: oggi sono socialista, domani comunista, poi sindacalista. Loro ci equivocano, pensano che siamo come loro. Noi non siamo come loro. Noi abbiamo un solo obiettivo: mandare tutti questi, fanaticamente, spietatamente nella tomba! Io vedo questa sufficienza borghese nel giudicare il nostro movimento. Ancora non hanno capito che hanno a che fare con un movimento completamente differente da un partito politico parlamentare. Noi resisteremo a qualsiasi pressione ci venga fatta. E’ un movimento che non può essere fermato, non capiscono che questo movimento è tenuto tutto insieme da una forza inarrestabile che non può essere distrutta. Noi non siamo un partito, rappresentiamo l’intero popolo, un popolo nuovo.

Hitler, discorso elettorale del 1932

Fonte: http://salamelik.blogspot.com
Link: http://salamelik.blogspot.com/2013/03/senza-di-noi-arrivano-i-nazisti-grillo.html
2.03.2013

Pubblicato da Davide

  • Lestaat

    Si si e quella che sta andando in streaming in questo momento sul blog è la prima riunione di nuovi nazisti.
    Ma su……siate seri……è che ha spiazzato pure voi.

  • nuvolenelcielo

    Ho sentito dire da Grillo che ci vuole un’europa con una sola lingua. Questa cosa è scioccante, agghiacciante. Nella lingua è la ricchezza e l’identità di ogni popolo, proporre un’Europa con una lingua sola è un gesto da totalitarismo orwelliano. (Detto da uno che ha sostenuto il M5S). Spero di avere frainteso anch’io…

  • nuvolenelcielo

    Interessante il comizio di Hitler, effetivamente ci sono tantissime similitudini con Grillo. Comunque ricorderei che il nazionalsocialismo fu essenzialmente un successo a livello economico e di gestione della cosa pubblica, i problemi vennero con le guerre e la politica imperiale… ma non credo che nel M5S si possa rilevare alcuna traccia di quel nazionalismo espansionista e anti-pacifista. E poi oggi è un’epoca completamente differente, un mondo globalizzato molto più piccolo e interdipendente…

  • Borokrom

    Grillo è un pericoloso reazionario, ho molta paura…
    Mi immagino già Casaleggio col taglio di capelli alla Himmler.
    Voglio che l’Italia la gestiscano ancora Berlusconi e Bersani.
    Non sono ancora stufo di prenderlo nel culo, quindi chiedo che i voti di Grillo siano buttati nel cesso, e voglio il PD al governo per 50 anni.
    Loro si che sono democratici.
    Poi chiaro che sei hai votato Grillo sei una testa di cazzo, incolto, pericoloso, il post di questo grande intellettuale chiamato salamelecchio mi ha decisamente convinto, poi quando leggerò la stessa cosa su Repubblica sarò ancora più convinto che chi non la pensa come me è un cesso, democraticamente si intende.

  • nuvolenelcielo

    non è un post di un intellettuale chiamato salamelecchio, è la trascrizione di un comizio elettorale di Hitler

  • Selene

    ahah Borokrom…
    ottimo feedback
    e non ho votato Grillo…

  • RicBo

    questo accostamento Hitler – Grillo sta girando parecchio sulle reti sociali, ma al di là delle similitudini retoriche non ce n’è altre.
    sono altri tempi, le contraddizioni e la potenziale pericolosità del grillismo si misurano su altri parametri

  • A

    Il corpo di Hitler non è mai stato trovato, mi sembra chiaro, è stato ibernato e riproposto sotto mentite spoglie col nome Grillo Giuseppe ma non mi stupirei a questo punto se fosse Adolfo Griller o Grillen il vero nome di questo farabutto. perchè aveva il capuccio Grillo l’altro giorno? è chiaro che gli hanno fatto la plastica. vi invito a guardare bene le somiglianze fisiche nel video. tolti i baffetti e i capelli riccioli la somiglianza è agghiacciante. E ripeto, come si fa ad andare in giro con i capelli come casaleggio? solo il figlio del demonio può farlo e l’immagine è curata da Goebbels, che in realtà secondo le mie ricerche sul web era un parrucchiere. qui finiamo tutti in un campo con la scritta Casaleggio macht frei, casaleggio rende liberi come dicono loro ma a me mica mi fregano. Bastardi arrendetevi siete circondati, voi.

  • Hamelin

    Questo non sta nei leader , ma è una caratteristica insita nelle persone.
    Quando le cose vanno male ( anche per colpa loro che non fanno niente per cambiarle ) le persone sono solite cercare i problemi lontane da loro e trovare soluzioni che non tocchino loro nel vivo dello Status Quo delle cose .
    Per questo si affidano erroneamente con un punto di vista puramente Fideistico e non con un giusto equilibrio emotivo/intellettivo alla situazione.
    La gente è portata a volere un Messia , per celare la propria mediocrità dietro il carisma di un grande uomo ( nel bene e nel male ) e dimenticarsi della propria piccolezza e grettezza .
    I grandi Leader Fideistici rappresentano quello che la gente vorrebbe essere ma non ha il coraggio di essere .
    A mio avviso Grillo ed il M5S si configurano in quest’ottica di professione di fede .
    Un sacco di gente li ha votati per questo …per un puro atto di Fede ( cieca a mio parere ) .
    Da un sacco di opinioni che ho letto sul web c’è gente che li considera già esseri mitologici e semidivini che tutto possono…

  • Borokrom

    ciao, si si lo so, è già qualche giorno che la menano in rete con sta cosa, il mio ero un commento così, non era in risposta a qualcosa che avevi scritto…
    A Salamelicchio piacciono i paragoni creativi, ossia i paragoni che sono paracarri.
    A me semplicemente fa ridere il paracarro Hitler-Grillo, proposto da chi forzatamente non avendo idee proprie demonizza l’avversario.
    Parole come quelle sono in qualsiasi comizio di qualsiasi paese che affronta o ha affrontato una crisi in qualsiasi epoca.

  • jarilo

    …e poi continuerete a lamentarvi.
    Gli italioti resteranno sempre un popolicchio

  • andyconti

    Hitler usava le truppe paramilitari (anche per difendersi dai comunisti che ne disturbavano i comizi), non permetteva elezioni interne al partito (Grillo non si candida e propone il web, apre la strada ai cittadini che non sono gli stessi idioti tedeschi dell’epoca), offriva politiche sociali in effetti avanzate rispetto ai partiti inetti. Quindi il suo successo fu un misto di proposte che la gente aspettava e di violenza. Grillo fa proposte buone in gran maggioranza, senza violenza. La parte migliore degli italiani non lo segue per fede ma per fare qualcosa che i partiti tanto democratici hanno sempre impedito, cioe’ PARTECIPARE. Fallimenti o successi del 5 stelle saranno da addebitare A NOI STESSI, non a Grillo.

  • vic

    Ci sono alcune similitudini strategiche.

    L’uso dei nuovi mezzi di comunicazione.

    I nazisti furono dei veri maestri nell’uso del cinema come veicolo di propaganda. E lo usarono in modo professionale. Mussolini capi’ anche lui l’antifona, vedi istituto Luce. Nessuno dice mai che molti famosi registi italiani lavorarono per il cinema fascista. Figure di attori popolari come Amedeo Nazzari vennero ampiamente usate come macchine da propaganda.

    Comunque se i nazifascisti usavano il cinema in modo professionale, il M5S mi sembra piuttosto guidato dal volontariato. Insomma sono una specie di partigiani della politica, se si puo’ dire cosi’.

  • voglioscrivere

    Scusa ma quando Grillo ha detto di adottare una sola lingua comune in europa ?

    L’unica volta che lo sentito parlare di una lingua comune si riferiva all’unione europea , unita sulla carta ma divisa sul resto : diversi sistemi di qualità , impianti elettrici diversi , sistemi di comunicazione diversi ecc… ecc… e in più appunto non c’è una lingua comune.

    Da parte mia sarei stato contento se dalle elementari in poi mi avessero fatto studiare l’inglese in modo serio oltre ovviamente all’italiano e cosi anche per gli altri stati dell’unione .

  • nuvolenelcielo

    beh, chi usa il cinema in maniera ancora più professionale sono gli americani (vincitori della guerra). e poi sarebbe interessante sapere chi sono questi nazifascisti, io sapevo solo dei nazionalsocialisti e dei fascisti.

  • nuvolenelcielo

    sì… europa o unione europea, che differenza c’è? cioè sarebbe diverso? una sola lingua inteso non come volt o prese per la corrente compatibili, ma come una lingua sola, cioè niente italiano o spagnolo o olandese o polacco eccetera…

  • Kovacs

    Dopo di noi i Nazisti……è una minaccia o una speranza?

  • anacrona

    Mi chiedo se ci sono altre stupidaggini da aggiungere oppure se ci fermiamo qui … Ha vinto un movimento innovativo che tanti tendono ad associare ad altro nella storia … Siate seri e se accostate l’attualità alla storia fatelo con dovizia di conoscenza. Hitler aveva come obbiettivo l’eleiminazione del potere Giudaico-Massonico dall’europa, attaccò la Russia per salvaguardare l’europa stessa da un’invasione Comunista. Il resto diverso dalle stringhe qui sopra è quello che avete letto sui libri di storia e la storia la scrivono sempre i vincitori. E l’italia non è fra quelli!

  • anacrona

    Perchè l’inglese e non il latino ?
    l’english è la lingua dei barbari è buono solo per canzonette …

  • Iacopo67

    Hitler almeno aveva la forza per fare delle cose, il povero Grillo che può fare, non molto.
    Grillo mi fa venire in mente, più che Hitler, Nelson Mandela.
    Che voleva riscattare il proprio paese, la propria gente, rovesciare il dominio dei bianchi.
    Nel 1994 Mandela riuscì finalmente a divenire presidente del Sudafrica, ci furono dei negoziati per favorire il passaggio delle consegne dai bianchi ai neri per quanto possibile in modo pacifico.
    In queste negoziazioni Mandela e il suo negoziatore Ramaphosa ebbero la meglio su quasi tutti i punti in discussione.
    Tuttavia i bianchi (il governo sconfitto di De Klerk) riuscirono a mantenere il controllo della politica commerciale e della Banca Centrale, definendoli settori “tecnici”, in base al Washington Consensus.
    Tali settori tecnici furono affidati a enti teoricamente imparziali come FMI, Banca Mondiale, quindi non ai neri.
    L’economista sudafricano Padayachee, che contribuì ai negoziati, disse che fino a quel momento erano ancora ottimisti, perchè, “mio Dio, la nostra era una lotta rivoluzionaria, qualcosa di buono doveva venirne fuori”.
    Ma quando il nuovo governo salì al potere, si accorse di avere in realtà poteri decisionali molto limitati.
    Dovendo sottostare al GATT (poi WTO) e non controllando la moneta ed essendo strozzati dal debito, non furono possibili vere riforme, non fu possibile redistribuire la terra, non fu possibile creare posti di lavoro per milioni di disoccupati anzi centinaia di fabbriche chiusero per via del GATT, e tante altre cose tristi.
    Qualcosa si cercò di fare comunque; si costruirono più di centomila case per i poveri, milioni di case ebbero acqua, elettricità e telefoni.
    Ma poi la gente non riusciva a pagare le bollette e gran parte di loro perse questi privilegi. Almeno il 40 % delle linee telefoniche non funzionava più nel 2003.
    Il governo, schiacciato dal debito, non poteva fare nulla.
    Le cose sono andate peggiorando. Un dato significativo è che 17 anni dopo che Mandela è uscito di prigione, l’aspettativa di vita dei sudafricani è calata di ben 13 anni !
    Mandela voleva il riscatto per il proprio popolo e invece è stato un disastro.

    Gli attivisti sudafricani non si erano resi conto che LA VERA BATTAGLIA ERA PER LA MONETA E PER L’ECONOMIA.
    William Gumede, attivista: “Tutti avevano gli occhi puntati sulle negoziazioni politiche. Se alla gente sembrava che le cose non stessero andando per il verso giusto, organizzavano proteste di massa. Ma quando” si parlava di economia” alla gente queste sembravano faccende tecniche e non interessavano a nessuno”.
    “Io mi concentravo sulla politica: azioni di massa, andare a Bisho gridando “Quelli se ne devono andare !”
    Ma non era quella la vera battaglia, la vera battaglia era quella per l’economia.”

    Ed è lo stesso problema che vedo nel M5S, si parla di tante cose, giuste per carità, ma poi quando si arriva al dunque, moneta ed economia, questi temi vengono trattati in modo pressapochista, e i grillini per lo più ci passano sopra, non ci si arrabbiano, e questo vuol dire che si rischia una rivoluzione finta, dove alla fine non cambia nulla, come in Sudafrica dove hanno creduto di essere diventati liberi non avendo più la catena al collo per poi ritrovarsela alle caviglie.

    La storia sul Sudafrica l’ho presa da “Shock economy” di Naomi Klein, un bel libro che consiglio sempre.

  • Georgejefferson

    La stavo aspettando …un po in ritardo a?

  • Andrea500

    Grillo ha sicuramente atteggiamenti dittatoriali, espellendo dal partito chiunque non la pensi come lui (di recente ha anche preso di mira un articolo della costituzione per tenere ancora più stretto il guinzaglio alle sue marionet…cioè agli eletti volevo dire).

    Una cosa che i grillini non capiscono è che si possono condannare le persone, non tutti i partiti e che se qualcuno non la pensa come loro è perchè vuole comunque il meglio per l’ Italia, ma crede in altre soluzioni !! E’ così un male ? O chi non crede in loro è sempre e comunque un servo, un prezzolato, un membro del popolo bue, uno che ha interessi personali da difendere ? A proposito sto ancora aspettando la famosa democrazia diretta, perchè al momento stanno decidendo solo Grillo e Casaleggio, oppure era tutta campagna elettorale ?

  • Tanita

    Anch’io lo vengo consigliando vivamente da mesi.

  • robotcoppola

    Ecco l’ennesimo fenomeno che scrive e mette in relazione dei CONTESTI e persone a VANVERA!

    Ti sta bene il sistema marcio ? Ti sta bene l’ €uropa dei tecnocrati al servizio di banche e finanza?

    Dillo chiaramente senza scrivere degli articoli DELIRANTI e riproporre le solite tecniche trite sulla PAURA …

  • voglioscrivere

    mi sono spiegato male , io non intendevo l’abolizione di tutte le lingue europee per adottare l’inglese , ma di utilizzare una lingua comune in tutti i stati membri come seconda lingua , nel bene o nel male l’inglese è una delle più diffuse al mondo , poi chissà cosa inventerà la tecnologia dei traduttori al riguardo .

  • cardisem

    Il problema serio, e chi sa se lo si può dire, che nei primi tre anni del nazionalsocialismo ci si doveva giustificare non per il fatto di aver dato adesione al partito nazionalsocialista, ma nell’essersi opposti ad una politica che risolveva tutti i problemi che la democrazia di Weimar non aveva saputo risolvere. Se ci è consentito porre degli interrogativi, su cosa si basa la “demonizzazione” del nazismo. Direi su due o tre cose, ma principalmente su due: a) nell’aver dato luogo alla “guerra preventiva”, ossia nell’aver dato inizio alla seconda guerra mondiale. b) Nella faccenda dell’Olocausto.

    Per il punto a) vi fu una ministra tedesca che fu fatta dimettere perché quando Bush fece la guerra preventiva all’Iraq, pose la domanda: e allora qual è la differenza da Hitler? La “guerra preventiva” non solo è oggi la regola, ma vi è qualcosa che la supera: il cambio di regime programmato. Basta un governo non sia gradito alla Potenza dominante e viene subito cambiato, promuovendo rivoluzioni arancioni e quanto altro. L’Italia con Monti non è stata una eccezione.

    Sull’Olocausto non si può semplicemente dire nulla. In Germania, Francia, Austria… e si vorrebbe anche in Italia, si fanno fino a dodici anni di carcere se si dicono cose diverse da quelle consentite. In Germania, una conduttrice televisiva è stata licenziata in tronco per aver solo detto che durante il nazismo esisteva una buona politica verso la ragazze madri.

    Paradossalmente, il video anziché mettere in cattiva luce Grillo potrebbe finire con il rivalutare il nazismo…

  • geopardy

    M5s ha espulso Favia, sai perchè?

    Perchè voleva immettere per lui il terzo mandato, contrario allo statuto del m5s e cose simili.

    La base ha espulso un massone, dopo averlo scoperto e così via.

    Sai quante persone hanno espulso il Pd ed il Pdl locali (una cittadina di 8 mila abitanti, a decine, figuriamoci a livello nazionale, espulse per divergenze di linea politica, figuriamoci se toccassero punti chiave dello statuto.

    Quindi le pochissime espulsioni che ha fatto m5s, sono una cosa nenanche computabile in confronto alla prassi dei partiti.

    Solo che l’informazione ti fa vedere la micro pagliuzza nell’occhio dell’altro (ammesso e non concesso che sia una pagliuzza) e non l’obelisco nell’occhio di chi la telecomanda.

    Per questo ancora molti accorrono a votare il grande ciulatore per antonomasia (lascio a te immaginare il nome), l’uomo che tutto ciò che ha promesso non solo non lo ha mantenuto, ma ha fatto esattamente il contrario ( tanto per fare un esempio).

    Speriamo di ridare dignità veramente alla collettività.

    Un’ultima cosa, hai visto le facce dei nazi-fascisti dell’epoca e quelle degli eletti di m5s, compresa quella di Grillo?

    Spero per l’Italia, per l’Europa, che finisca una volta per tutte questo modo idiota di impedire i cambiamenti, di occupare ed espropriare l’esistenza di quasi (escluso il manipolo di beneficiati servi vostri) 60 milioni d’Italiani e di centinaia di milioni di europei.

    Una cosa che ci tengo particolarmente a stigmatizzare, basta con questa fuffa della governabilità ad ogni costo, è solo un mantra strumentale.

    Non c’è bisogno di nominare il Belgio, in Italia ci siamo stati, praticamente, da sempre con governi senza maggioranza certa, mi sembrano tutti usciti improvvisamente dalla luna sti professorini.

    I goveri che hanno terminato un mandato senza rimpasti ed inciuci, preticamente, non ci sono mai stati da che sono nato, nonostante i premi di maggioranza.

    Quindi, è tutto un trucco coercitivo.

    Geo

  • geopardy

    Hanno anche eliminato e dopo una campagna mediatica vergognosa, tutti i portatori di handikap ed i malati di mente, inoltre ammazzarono tutti gli oppositori.

    E’ stato un sistema più barbaro dei barbari da cui l’aggettivo proviene.

    Molto peggiori dei sionisti di oggi e di ieri.

    Basta con queste sconfitte della storia europea di cui ne paghiamo ancora le conseguenze di sudditanza.

    Se ancora si vuole giustificare una simile e terribile ideologia, per vedere scorrere il sangue a milioni (allora 50 e solo in Europa), coloro che le bramano si comprino un completo sado-maso e si sfoghino, ma non coinvolgano il futuro di mio figlio nelle loro scelleratezze.

    La guerra è una logica conseguenza quando si hanno certe ideologie di sopraffazione del forte sul debole e dell’auto-asaltazione, la sagra dell’uomo-bestia.

    Sempre e solo i poveracci,però, a morire per loro.

    Geo

  • Denisio

    Prponeva lo studio dell esperanto come seconda lingua straniera in tutto il mondo, il che a mio avviso non sarebbe un male

  • Tanita

    Sí, infatti, (anche se non saprei dire dove si commettevano e si commettono le maggiori atrocitá: nei campi di concentrazione nazisti? Nei nostri centri clandestini di detenzione della dittatura genocida, o quella cilena o tante altre? A Guantanamo? Nelle prigioni di Abu Grahib? Con i Palestinesi? E quant’altro. La barbarie umana non ha limite né li aveva allora. Cioé, non c’é stata alcuna evoluzione nei potenti, che per me sono i piú barbari, con niente da invidiare a Torquemada, ed é ció che permette loro di vincere: noi non saremmo mai capaci di scendere ai loro inferni).

    Comunque in questi giorni si da i numeri. Auguriamoci che la confusione sia solo passeggera.

    Il M5S fallirá miseramente se non si esce dall’Euro, ci si riprende la Banca Centrale e la sovranitá monetaria. Tutto il resto é contorno ma non il piatto principale.

    Mi domando… Tra quelli che verranno eliminati stando al piano Gaia del NWO – produzione Casaleggio – ci saranno gli handicappati, gli storti, i brutti, sporchi e cattivi? (sarc, triste sarc).

  • Tanita

    Sí, infatti, (anche se non saprei dire dove si commettevano (e si commettono) le maggiori atrocitá: nei campi di concentrazione nazisti? Nei nostri centri clandestini di detenzione della dittatura genocida, o quella cilena o tante altre? A Guantanamo? Nelle prigioni di Abu Grahib? Con i Palestinesi? E quant’altro. La barbarie umana non ha limite né li aveva allora. Cioé, non c’é stata alcuna evoluzione nei potenti, che per me sono i piú barbari, con niente da invidiare a Torquemada, ed é ció che permette loro di vincere: noi non saremmo mai capaci di scendere ai loro inferni).

    Comunque in questi giorni si da i numeri. Auguriamoci che la confusione sia solo passeggera.

    Il M5S fallirá miseramente se non si esce dall’Euro, ci si riprende la Banca Centrale e la sovranitá monetaria. Tutto il resto é contorno ma non il piatto principale.

    Mi domando… Tra quelli che verranno eliminati stando al piano Gaia del NWO – produzione Casaleggio – ci saranno gli handicappati, gli storti, i brutti, sporchi e cattivi? (sarc, triste sarc).

  • geopardy

    A me sembra un semplice video promozionale della rete (dal momento che Casaleggio si occupa di questo), anche perchè, se ci fosse una guerra mondiale di 20 anni con così tanti morti, non so cosa rimarrebbe della terra.

    Con la tecnologia militare che distrugge i satelliti, dubito che rimarrebbe attivo internet e dubito ci sarebbe più un mercato ed i controllori di internet eliminerebbero subito i social network se dovessero temere ciò, non trovi?

    Le merci viaggiavano in rete anche prima dei social networks.

    Anzi, ritengo più probabile che i paesi che ora limitano internet, si facciano un proprio sistema incompatibile con il nostro, qualcosa del genere, per quanto riguarda il web, avevo letto qualche anno fa, che lo stesse progettando la Cina.

    La rete è senz’altro un mezzo paragonabile all’invenzione della stampa nel tardo medioevo, potrà apportare dei cambiamenti enormi, ma bisogna sempre tenere in conto quali idee ci viaggeranno.

    La stampa ha permesso la Riforma luterana, ma non ha impedito la Controriforma.

    Non userei un video come questo per sospettare chissà quale complotto dietro a m5s.

    L’idea di condividere in rete, comunque, non mi sembra un malaccio, poi, però, c’è l’azione fisica, come avrai notato.

    Non ti preoccupare, i muri culturali li stanno già attivando e le varie società non si lasceranno sopraffare e rimarranno separate per parecchio ancora.

    Quando alzi i muri, di qualsiasi tipo, hai già deciso che non hai intenzione di fare alcuna guerra guerreggiata e la storia ce lo insegna.

    Geo

  • geopardy

    Concordo

  • haward

    Quella di Nelson Mandela è una delle favole hollywoodiane meglio riuscite e di maggior successo per il vasto pubblico occidentale cresciuto, fin dalla più tenera età, a “libertè, egalitè, fraternitè”. Per favore, però, smettiamola di raccontare e raccontarci che i poveri Mandela (o Grillo) della situazione siano dei poveri ingenui

  • Clausewitz

    prendere uno spezzone di discorso, senza nessuna contestualizzazione storica, e buttarlo in prima pagina cercando di voler evocare similitudini inesistenti.
    Questo è semplicemente un oltraggio all’intelligenza dei lettori.
    Mi aspetto a breve un articolo dove si dica che Gandhi era nazista, visto che era vegetariano e anche Hitler era vegetariano.

  • Onilut

    Credo che il paragone voglia evidenziare le analogie fra il fenomeno Nazional Socialista e il fenomeno M5S. Le analogie ci sono: il capo carismatico che accende le folle; la situazione politica corrotta e allo sbando; una crisi sistemica che investe milioni di persone. E’ un dato di fatto piuttosto ovvio. Ma ci sono anche delle differenze non da poco: Hitler non faceva ridere, Grillo sì. Non si limita a infiammare gli animi, li porta anche verso una risata, predisponendoli alla connivenza e allonanando le paure.
    In quanti – a milioni, certamente – vedevano in Hitler la soluzione più efficace contro l’orda di miseria che andava dilagando? In quanti vedono in Grillo e nel M5S la soluzione alla miseria che va dilagando?
    Sia chiaro: io mi riferisco al fenomeno, alle dinamiche sociali che intervengono – fitte di variabili a volte perfino imponderabili – a favore di un movimento di “protesta”. Come questo movimento poi affronti il problema, è tutt’altra cosa. Certamente immagino che Grillo non brucerebbe nemmeno un moschino, figuriamoci un ebreo.

  • Iacopo67

    Haward, io ho fatto un riassunto molto stringato, ma Naomi lo spiega bene. Il colonialismo non è mai terminato, si è solo trasformato, si è fatto finta di concedere l’indipendenza al terzo mondo, ma lo sfruttamento è continuato come prima, con altri mezzi, quelli della finanza al posto di quelli dell’occupazione militare.
    Non è stato Mandela, lui non ha potuto fare niente, aveva le mani legate. Erano i bianchi che in realtà continuavano a prendere tutte le decisioni che contano, che controllavano l’economia e la finanza.
    Stando dietro le quinte. Mentre il governo ufficiale fungeva da parafulmine prendendosi le colpe di quello che non andava.
    E’ la tecnica dei neoliberisti, dei Chicago boys, separare l’economia dal governo perchè questo non possa più controllarla, è il capitalismo a prova di democrazia.
    Nei negoziati per il passaggio delle consegne, i neri, relativamente inesperti, si sono concentrati sulle questioni politiche, mentre i bianchi sapevano molto bene su cosa dovevano concentrare la propria attenzione, sull’economia, perchè è quella, che conta.
    Non voglio angelicare Mandela, ma stai tranquillo che lui era dalla parte dei neri. Anche Grillo mi pare un pò così, non la chiamerei neanche ingenuità, perchè economia e finanza non sono argomenti facili, ma per me in parte non comprende l’estrema importanza di certi argomenti, e in parte senz’altro sono i potenti che gli fanno capire che da questi argomenti deve starne alla larga.

  • Kansimba

    Forse voleva dirti che Mandela non è quel guerriero solitario venuto dal deserto come vogliono farci credere. Nato da una famiglia agiata i suoi modi di combattere il governo non era certo come quelli di Gandi. Faceva parte dell’ala armata dell’ANC il partito comunista locale e organizzava sabotaggi e anche atti di terrorismo. Certo si fece anche 20 anni di carcere, non da tutti.

  • pasqui

    Ho capito che era la trascrizione del comizio di Hitler solo quando l’ho letto nel commento O.O
    La somiglianza è impressionante sembra proprio un discorso del M5S….Del resto lo sto dicendo già da un pò che questo movimento diventerà una dittatura

  • Iacopo67

    Si, va bene, ora io non è che volevo parlare dei metodi di Mandela, o dire che Mandela era una persona buona, il parallelo che facevo con Grillo era su un altro punto, ovvero il non percepire con chiarezza quale deve essere l’obiettivo più importante della lotta, col rischio di mancarlo completamente e non risolvere nulla.
    Poi Harward mi sembra che adombri un sospetto di malafede, ma a me non viene molto da pensare alla malafede veramente, piuttosto altre cose, come ho detto.

  • Truman

    Reductio ad Hitlerum

    La reductio ad Hitlerum (o reductio ad nazium) è un’espressione ironica che designa, sotto forma di falsa citazione latina, una tattica oratoria mirante a squalificare un interlocutore comparandolo ad Adolf Hitler o al Partito Nazista. Questa mossa polemica, basata su una fallacia logica riconducibile alla tipologia dell’argumentum ad hominem, può ottenere l’effetto di escludere la persona coinvolta dal campo politico o sociale evitando ogni dibattito di sostanza con questi. L’espressione è stata coniata negli anni cinquanta dallo studioso Leo Strauss, ed è una variante della reductio ad absurdum.

    Uso

    L’errore logico su cui si basa assume la forma “Hitler sostiene X, per cui X non può che essere malvagio/sbagliato/indesiderabile” oppure “Hitler ha agito così quindi chiunque agisca in maniera simile non può che essere in tutto e per tutto uguale ad Hitler”.

    (segue su http://it.wikipedia.org/wiki/Reductio_ad_Hitlerum [it.wikipedia.org] )

  • makkia

    Hai sentito dire che *per funzionare* un’Europa avrebbe bisogno di essere gli USA: una lingua franca, una difesa comune, sistema sanitario, pensionistico, salariale unificati, ecc ecc
    Per dire che *quella* sarebbe un’Europa Unita che funzionerebbe.
    E’ così? No. Ergo è impossibile.
    Abbiamo visto la stessa intervista, presumo, io non ho visto *auspici* a un EU così, ma la constatazione che una EU così non c’è e non è neanche in vista.
    Secondo me Grillo ha benissimo in mente che essere anti-EU non è né un bene né un male: si và a contrattare con una EU che si caga sotto di cosa può fare l’Italia. Si vede come reagiscono. Ci si muove di conseguenza.
    Se rifiutano il concetto di aree economiche compatibili (= non mi puoi massacrare se sono tuo partner economico) allora tutte le opzioni sono in campo, MA con il “popolo del m5s” (e il resto d’Italia) che ha visto quanto sono “cattivi, avidi e meschini” i paesi/governanti del nordEuropa.
    A quel punto referendum? Ripudio del debito? Euro a due velocità? Rivolta dei PIIGS? Chi più ne ha più ne metta
    L’uscita dall’euro? Se la voglio fare la faccio a sorpresa, senza dare agli italiani l’opzione di prosciugare i conti correnti creando un panico da sportelli che sarebbe più pericoloso del famoso 30% di inflazione.

  • makkia

    Ha cominciato spaccando i computer ma poi ha visto lo stato miserevole dell’Italia e, tramite la Rete e un periglioso Tsunami tour, ha conquistato il Parlamento, solo che lo fa in nome e per conto dei Rotschild.
    Esattamente come Frodo: non voleva l’anello, poi l’ha preso per senso di responsabilità, dopo un lungo viaggio ne è rimasto soggiogato e voleva fare la volontà di Sauron.

    Però Frodo all’ultimo momento si è riscosso e ha distrutto Sauron e il suo potere.
    Quindi è inevitabile che Grillo sconfiggerà l’1%, la massoneria, i rettiliani e la puzza sotto le ascelle.

    Succederà! Le somiglianze sono troppe. Non si scherza con i corsi e ricorsi fantasy.

    (E poi, Grillo ha un anello d’oro al dito. Per dominarli tutti)

  • qasiqasi

    ebbene si,dannato salamelek. il capellone con l’accento genovese che fa quei discorsi come faceva baffino (no,non dalema,quello tedesco) vuole instaurare un regime nazista in italia.dirò di più:un regime nazimaoista filoislamico criptoterrorista-kaidista.tu ci hai scoperti!

  • cardisem

    Giusto! Se hanno ripristinato l’ebraico, lingua più che morta, perché non allora il latino come lingua comune e di scambio di tutta l’Europa? Nessuno in questo modo avrebbe un vantaggio comparivo, essendo tutti obbligati ad imparare una nuova lingua, in condizioni di parità.