Home / ComeDonChisciotte / SARA' GAY, MA A ME FA SENSO
12871-thumb.jpg

SARA' GAY, MA A ME FA SENSO

DI FULVIO GRIMALDI
fulviogrimaldi.blogspot.it

Ve lo ricordate quel fritto misto di Vladimir Luxuria con le mutande di Valeria Marini in testa a fare da protagonista nello show più degradante, reazionario, volgare, fascistoide, renziano, passato sugli schermi della tv, l’ “Isola dei Famosi”? Vi ricordate sul fogliaccio di Sansonetti, “Liberazione”, il “Forza Vladimir!” in prima pagina a sostegno della nobile gara sostenuta dal rifondarolo androgino nell’isoletta dell’Honduras offesa e imbrattata? Poi i golpisti fascisti al soldo degli Usa di Obama ammazzarono uno dei più prestigiosi e amati leader della resistenza, esponente della comunità gay. Avete sentito anche un solo rimbrottino di Vladimir?E’ forse andato a Tegucigalpa, fasciato di insegne omosessuali, a protestare sotto i palazzi degli assassini di Walter Trochez e delle centinaia di militanti politici, sindacali e dei diritti umani, di contadini e indigeni? Figurarsi, quelli mica sono invisi alla criminalità organizzata occidentale, ufficiale e ufficiosa. Anzi, ne sono i cari virgulti, i pitbull da guardia, indispensabili perché l’Honduras torni a essere l’hub della droga proveniente dalla colonia colombiana e diretta al mercato Usa che, anche con il concorso dell’eroina afghana, fa prosperare le grandi banche statunitensi.

Invece ieri questo losco vessillifero di ogni mistificazione dirittoumanista si è presentato a Sochi, tentando con l’ennesima chiassata alla Pussy Riot, con tanto di bandiera “Gay is OK”, di rivitalizzare la sfessata campagna lanciata dai mercenari imperiali GLBT, fiancheggiate dagli ascari di complemento della stampa “sinistra”, contro la Russia rinata di Vladimir Putin. Tanto si è agitato, tanto ha schiamazzato, da farsi fermare dalla polizia. Il suo martirio è durato due ore. Quanto basta ai media amici per rilanciare una campagna d’odio già svuotata da Putin con l’inno russo cantato da due dichiarate atlete lesbiche e con i suoi abbracci a vincitrici lesbiche di medaglie. Ancora una volta questa lobby sempre più arrogante e invasiva, sempre più strumento della frantumazione sociale e del depistaggio dalle lotte che ai poteri fascio-mafiosi occidentali fanno male davvero, si è messa in mostra in tutta la sua abiezione collaborazionista.
 
Ora aspettiamo Vladimir, quello penoso, alla prossima, indispensabile impresa da esaltare con i cori  delle profonde sintonie tra “manifesto” e “Foglio”: in campo a piazza Maidan di Kiev, intrecciata a qualche nerboruto energumeno di “Svoboda” (la punta di lancia nazifascista UE-USA nel tentato golpe ucraino) impegnato nel linciaggio dell’ennesimo poliziotto. A questo vorrebbero servire il detrito rifondarolo Luxuria e i suoi compari della lobby, a restituire ai predatori multinazionali il corpo esanime della Russia da sbranare, come ai tempi di Eltsin e prima del miracoloso salvataggio operato da Putin e dal suo popolo. Lo sappiamo, mai ci fu intesa e sintonia maggiore tra finti sinistri e autentici destri che nell’obiettivo globale finale: Russia delenda est.

Tutto questo va detto con immutata stima per i GLBT  che non si fanno strumentalizzare dalla lobby, come per le donne che  non manipolano il femminismo per occultare il proprio accanimento di ginocrate. Sarà una banalità, ma ripetiamolo: gli stronzi stanno dappertutto, donne e uomini, gay ed etero. Personalmente trovo del tutto condivisibile la legge passata dal parlamento russo che vieta attività e propaganda di pratiche omosessuali in presenza di minori. Operazioni di proselitismo omosessuale pubblico su bambini e ragazzi, persone con una maturazione sessuale non conclusa, rappresentano una prevaricazione del forte sul debole. Perfino la Chiesa si astiene dal propagandare le sue inclinazioni. Se ne fa addirittura accusatrice. In pubblico.

Fulvio Grimaldi

Fonte: http://fulviogrimaldi.blogspot.it

Link: http://fulviogrimaldi.blogspot.it/2014/02/sara-gay-ma-me-fa-senso.html

17.02.2014

Pubblicato da Davide

  • IVANOE

    Scusa grimaldi ma la questione è trita e ritrita…
    Ma secondo te il tanto narrato e romanticamente ricordato in ogni circostanza chi lo ha fatto ?
    Quali masse hanno partecipato ?
    Ecco se ti fai queste domande e ti dai le risposte capisce che quel fr…io di luxuria altro non è che l’appendice borghese di quelli che hanno cominciato il 68 da un’estremo quello che non era ovviamente il loro per poi finire ai giorni nostri all’altro estremo quello di destra molto caro ai nostri conquistatori della seconda guerra mondiale…

  • cdcuser

    Grande Grimaldi!

  • Cataldo

    Grazie Fulvio e grazie Davide 🙂

  • Nyarlathotep

    Ma perchè chiamate "fascisti" i golpisti al soldo degli states, quando i "fascisti" sono stati sconfitti proprio dagli stessi atlantisti?

  • Cataldo

    I fascisti non sono stati "sconfitti", sono stati invece eliminati i nazionalismi e le istanze sociali intrecciate a questi,  i fascisti veri sopravvisuti alla guerra sono stati tutti incorporati nel nuovo quadro politico internazionale del dopoguerra, se non comprendi questo devi ripassare la storia dal 1945 a oggi; sarebbe altrimenti incomprensibile il riciclaggio dei caporioni fascisti nei partiti di destra del dopoguerra e sopratutto in organizzazioni iperatlantiste come P2 etc etc. coccolate in tutti i modi dalle amministrazioni USA di ogni epoca. Se nell’immediato dopoguerra si fossero voluti eliminare veramente i fascisti avremmo avuto una norimberga in ogni provincia e relative fucilazioni di massa, ma non era negli obiettivi USA che invece hanno sempre avuto una prospettiva globale, nella quale i fascismi erano utuilizzate in chiave antisovietica ed anticomunista, come utili cani da guardia del sistema capitalistico predatorio che andavano a costruire nel mondo.

  • luiginox

    Il foggiano vladimiro guadagno, invertito meglio noto come vladimir luxuria, appartiene a quella schiera di personaggi che fingendo di essere marxisti illuminati , lavorano e sono lautamente ricompensati dalle forze piu bieche del capitalismo.in italia ne abbiamo un bel gruppetto:vendola, boldrini ecc

  • Fedeledellacroce

    Grazie Cataldo, ottimo commento!

  • Primadellesabbie

    Sembra quasi che abbiano fatto tesoro dall’ingenua impresa nazista, ed abbiano rapidamente sostituito il piano tedesco per il dominio universale con il loro, più duttile e coinvolgente. I fascisti e gli ex, paroloni a parte, hanno collaborato subito con entusiasmo, a dimostrazione della sana schiettezza dei loro famosi ideali.

    L’Unione Sovietica, rafforzata dalla vittoria, era il grande incomodo che avrebbe potuto far fallire il nuovo piano. Ma ci siamo dimostrati deboli di stomaco, e adesso dobbiamo digerirci questi, di oltre atlantico, ci piaccia o non ci piaccia.

    Per certi aspetti questo rompipalle trans, con la sua patetica bandierina-provocazione, ci rappresenta. Rappresenta l’ebete occidentale che, a costo della vita, “rivendica” i diritti umani in una situazione che non capisce, in un luogo che non conosce, di cui non conosce l’intreccio problematico. Grande ebete. Non bastassero i “volontari” che portano “aiuti” di cui sono state infarcite le repubbliche ex.

    Lo abbiamo fatto anche noi per tutto il dopoguerra, guardando sempre da una parte, ‘che dall’altra c’é la libertà. Il risultato lo conosciamo. Adesso proviamo a girarci dalla parte dove abita la libertà e andare con le nostre bandierine o qualsiasi altra cosa a difendere i nostri di diritti (umani e non) là, da quelli che ci spingevano e ci fornivano gli argomenti!

    La Russia farà il suo gioco e poi, se riuscirà a resistere all’assalto della pelosa libertà occidentale, ce la farà pagare anch’essa.

  • patrocloo

    “Fingendo di essere marxisti illuminati”? Ma dai, per favore: quel cesso umano non riesce nemmeno a far finta di essere una donna!

  • Rosberg

    Oltre a non riuscire a far finta d’essere donna quell’oggetto chiamato Luxuria, di chi poi non si sa, è solo uno dei tanti coglioncelli che mettono a disposizione la loro faccia, da ebeti per altro, al soldo di quelli più furbi per prestarsi a giochi di cui non ne conoscono nemmeno l’origine. E comunque una cosa gli riesce bene. 

    Farci fare una figura di merda.
  • ericvonmaan

    AGGIO ACCAMPA’

  • Notturno

    Giusto per mera curiosità, una domandina:

    voi non nutrite sentimenti omofobi, giusto?

  • geopardy

    Specifico di essere contrario a qualsiasi strumentalizzazione dei diritti acquisiti dalle minoranze o da quelle categorie a lungo discriminate, non rende giustizia alla causa, bensì, secondo me, potrebbe lederla sul lungo termine.
    Le recentissime acquisizioni degli omosessuali nella nostra società, visto lo smodato utilizzo politico, fanno pensare più ad una macchinazione per creare solchi più profondi tra noi e molti altri paesi del mondo, in modo da esercitare un ipotetico primato morale sugli altri coercizzante, che rischia di esacerbare, anzichè favorire le posizioni differenti.
    Come fino a qualche anno fa, prima delle cosiddette primavere arabe, si utilizzava la mannaia dei diritti delle donne contro l’islam, oggi lo si fa con i diritti degli omosessuali, ma in antitesi a chi è inviso ai i nostri dominatori, mica contro gli arretratissimi, ma allineati, emirati e sauditi, naturalmente.
    Detto ciò, ritengo l’azione di Vladimir penosa e volta soltanto a mera publicità, che io sappia, terribilmente esagerata e ingiustificata per quanto riguarda la Russia.
    Non concordo sul paragone Honduregno, poichè lì non si è agito contro la sua omosessualità, bensì per impedire alla sua politica sociale di realizzarsi, quindi, la critica a Lussuria cade nel campo politico e non di genere.
    Per il resto, provo un certo imbarazzo, nel vedere che le nostre società siano reclamizzate da gente che fa della propria sessualità e del proprio corpo una macchina politica da guerra.

  • geopardy

    Io, assolutamente no.

  • astabada

    Ciascun paese ha il Vladimir che si merita.

  • lucamartinelli

    il fascismo è stato sconfitto dall’Armata Rossa..questo dice la storia.

  • lucamartinelli

    l’ho scritto e riscritto che i problemi dei froci non sono una priorità per il nostro disgraziato paese.. e per quanto mi riguarda possono fare quello che vogliono, basta che stiano a una spanna dalle mie natiche, come diceva mio nonno.

  • geopardy

    Se fossi omosessuale, però, mi indignerei nel divenire oggetto di strumentalizzazione, oltretutto in maniera così pacchianamente ostentata, per scopi, che con i miei diritti avrebbero veramente poco o niente a che fare.
    Non ho ancora sentito voci o prese di posizione in merito dal mondo Gay, non sento parlare di alcun dibattito sulla questione.
    Lo stesso varrebbe per qualsiasi categoria ottenesse diritti utilizzati, poi, come mannaia politica.
    Le cose sembrano scivolarci addosso, senza che noi e i diretti ineressati siamo coinvolti in alcun processo decisionale, tanti non se ne accorgono, ma è così e ne vediamo i risultati anche in politica (specialmente in Italia).
    Cose che, fino a qualche anno fa, come i matrimoni gay e le adozioni in patricolare, sarebbero state ritenute assurde, diventano  realtà dall’oggi al domani, senza alcun dibattito e confronto serio (al di là della giustezza, non è questo che voglio stigmatizzare) ed mprovvisamente vengono utilizzate come se fossero mature acquisizioni sedimentate da secoli nelle nostre società.
    Bene, questo mi spaventa, perchè con la medesima velocità con cui si danno i diritti, si potrebbero, utiizzando la stessa metodologia, revocare più avanti.

  • geopardy

    Bella questa!

  • clausneghe

    L’ho scritto anch’io, usando parole un po pesanti e per questo mi hanno censurato togliendo il mio commento. Chi se ne frega…

  • Bellerofon

    Se sei vecchio oppure un cesso, ne staranno ben lontani, tranquillo. Stesse dinamiche di noi etero. Oppure ti sei guardato il culo allo specchio e ti è piaciuto…?

  • dana74

    "reazionario, volgare, fascistoide, renziano, passato sugli schermi della tv, l’ “Isola dei Famosi”?"


    UNO stupido format AMERICANO sarebbe fascistoide e reazionario??

    Guarda che se non fosse per i partigiani e compagnucci mercenari a servizio insieme ai mafiosi IN ITALIA la mercanzia USA NON SAREBBE OBBLIGATORIA
  • dana74

    "golpisti fascisti al soldo degli Usa di Obama "


    Obama, noto leader di estrema destra amato da tutta la sinistra, peccato che l’uso di termini a cazzo tanto per fare la pisciatina territoriale sia tanto stupido e fuoriluogo
  • Skaff

    Da omosessuale che si ritiene uno che "che non si fa strumentalizzare dalla lobby", almeno spero, sono abbastanza d’accordo con l’articolo.

    Inoltre, Putin non mi dispiace, e non grido allo scandalo per le sue leggi anti gay propaganda, soprattutto perche’ sono consapevole che la Russia ha un drammatico problema demografico.
    Ma il finale dell’articolo è deludente:
    "Operazioni di proselitismo omosessuale pubblico su bambini e ragazzi, persone con una maturazione sessuale non conclusa, rappresentano una prevaricazione del forte sul debole." 

    Allora ci si dovrebbe scandalizzare anche per il proselitismo eterosessuale… Se i bambini non hanno raggiunto la propria maturazione sessuale, e quindi secondo l’autore non vanno influenzati, non dovrebbero neanche essere sottoposti alla propaganda eterosessuale. Come lo risolviamo questo paradosso?
  • geopardy

    Scusa, non ho capito cosa intendi per propaganda eterosessuale?
    Potresti esser più chiaro?

  • geopardy

    I diritti si dovrebbe provare piacere nell’acquisirli, non nell’utilizzarli per criminalizzare, chi non c’è arrivato con i nostri tempi ad acquisirne di identici.
    Questa è volontà di potenza, non il corretto cammino per renderli globali.
    Nessuno ha scritto qualcosa sulle imponenti manifestazioni in Francia, contro il matrimonio gay, che ha portato al congelamento del voto, per ora, da parte del governo francese.
    Vladimir non c’è andato in Francia, ma a Sochi sì, questo doveva dire Grimaldi, non utilizzare impropriamente l’esempio in Honduras.

  • geopardy

    Tantomeno, se ne guarda ogni anno di andare in Barhein alle maxi-gare di formula1 e lì, oltre a pene idicibili per gli omosessuali, c’è anche in corso un’enorme repressione del popolo che chiede democrazia, totalmente ignorato dalla mafia mediatica internazionale, perchè sta "dalla parte giusta".
    Quindi, quando vedo queste plateali manifestazioni mi viene, contemporaneamente, sia da ridere che un certo voltastomaco da due pesi e due misure, che è un problema che ha raggiunto un tale grottesco livello, da risultare vomitevole.

  • ottavino

    Non è la questione omosessuale da sola ad essere un problema.

    Il problema è tutto l’occidente.
    Tutto l’occidente è sbagliato
    La politica è sbagliata, la scuola è sbagliata, l’educazione è sbagliata, il cibo è sbagliato, la medicina è sbagliata, la gente è sbagliata, le concezioni sono sbagliate, andare al bar è sbagliato, lavorare è sbagliato, il commercio è sbagliato, consumare è sbagliato, e si potrebbe continuare all’infinito.
    Quindi non si dica che uno ce l’ha con gli omosessuali. Gli omosessuali sono solo una delle tante punte di iceberg che spuntano qua e là.
    E’ un devastante posto di merda in cui galleggiano anche dei personaggi sbagliati, tra i tanti, che si fanno chiamare "omosessuali".
    Si tratta solo di un elemento sbagliato tra milioni di altri.
  • Cataldo

    Ecco perchè leggo tutti i giorni comedonchisciotte, si trovano sempre perle di sintesi politica 😉

  • Cataldo

    Tranquillo, mi sembra che Skaff sia solo in preda a misticismo indotto da sovraesposizione ai media, si rileggerà, si guardera attorno  … e passerà.

  • Skaff

    Ciao geopardy,

    mi riferivo al fatto che, va da sé, se togli all’omosessualità la possibilità di manifestarsi in pubblico*, ecco che invece il modello eterosessuale si impone come unica scelta legittima e rispettabile anche agli occhi di chi, inevitabilmente, crescerà omosessuale. Se gli omosessuali non possono scambiarsi gesti d’affetto in pubblico, è giusto che invece gli eterosessuali possano farlo? 
    Per quanto l’omosessualità sia per pochi, deve essere anche altrettanto rispettabile che l’eterosessualità**.
    Ho letto il tuo commento più su, e sono d’accordo sui fini della strumentalizzazione di noi omosessuali, e ti assicuro che non sono simpatico neanche a quei "gay" che continuano ciecamente a spingere la nostra posizione oltre ogni decenza e utilità***. Un altra ragione per spingere l’omosessualità è quella di disgregare ulteriormente il tessuto sociale e il nucleo familiare come fonte di wellfare, nonché polarizzare e radicalizzare la questione anche qui in occidente, il che significa non solo creare più omosessuali (e il risultato è tutto da scoprire) ma anche creare più omofobi (che invece sta riuscendo benissimo). Salire sul carro degli "anti gay lobby" è troppo invitante per gli omofobi (omosessuali repressi) di ogni colore (soprattutto nero).
    *non parlo del gay pride, per altro infelice ma legittimo secondo me, ma mi riferisco al negare a una coppia omosessuale anche la possibilità di scambiarsi gesti d’affetto in pubblico o celebrare pubblicamente la propria unione, che sia ufficiale o no
    ** qui si potrebbero aprire altri topic..Davvero la famiglia tradizionale è questo fulgido esempio da tutelare a tutti i costi?
    ***perché mai uno dovrebbe rivendicare il diritto di chiamare l’unione civile tra omosessuali "matrimonio" ? Io non ne sento il bisogno, così come tanti altri. Ma lo sappiamo che i gruppi di attivisti sono sempre pagati per spingere questa o quella questione, non è vero? L’adozione poi è qualcosa a cui l’umanità non è ancora pronta per diversi motivi.
  • geopardy

    Grazie, mi hai delucidato, non si capiva bene dal commento che hai postato.
    Seconde me, sei una persona intelligente, non perchè mi dai ragione, ma per il motivo cha sei dotato di spirito critico, che tende a dissociarti dal pensiero embedded, sviluppando un tuo autonomo ragionamento, dote sempre più rara.

  • geopardy

    Grazie, mi hai delucidato, non si capiva bene dal commento che hai postato.
    Seconde me, sei una persona intelligente, non perchè mi dai ragione, ma per il motivo cha sei dotato di spirito critico, che tende a dissociarti dal pensiero embedded, sviluppando un tuo autonomo ragionamento, dote sempre più rara.

  • geopardy

    Bella come definizione, te la rubo se mi permetti, ma non credo, letta la risposta, sia il caso di Skaff.

  • rasna-zal
    A me pare evidente che la battaglia del movimento GLBT non è più (o forse, non è mai stata) quella di essere considerati al pari degli altri individui.

    Personalmente­­­­­ tendo a considerare un gay come un uomo, una lesbica come una donna e un trans come lo specifico genere originario a cui appartiene tranne che, per opportuno rispetto della sua libera scelta, accordarmi alla sua preferenza e trovo che questo mio atteggiamento dovrebbe essere abbastanza corretto.

    Ciò non è però sufficiente perché  questo movimento rivendica uno scisma improprio, non basato su disparità da colmare per via di differenze che non possono esistere, ma su preferenze in ambito sessuale da riconoscere come terza via, alla quale concedere senza eccezioni e per diritto costituzionale delle prerogative che la natura non gli ha concesso: la procreazione.

     

    Altrimenti il problema non esisteva. Altrimenti il riconoscimento dei diritti civili alle coppie di fatto siano etero, che gay oppure lesbo, sarebbe sufficiente a garantire un equo trattamento ad ogni persona sia come singolo individuo che come facente parte di un gruppo familiare comunque costituito.

    Sono d’accordo con Geopardy: Vladimir non è andato in Francia, dove anche molti gay si sono uniti alla manifestazione contro i matrimoni omossessuali, è andato in Russia dove i diritti delle minoranze sono comunque garantiti e dove la polemica era "facile", forse anche strumentale.
    Lungi dal suo pensiero si andare a protestare negli Emirati Arabi, dove esiste la pena di morte per gli omosessuali, magari per chiedere che dopo l’acquisizione delle quote Alitalia la compagnia – a breve – ex di bandiera si dichiarasse gay friendly…

  • Skaff

    Grazie per il complimento, mi fa davvero piacere, se non altro perché, come potrai immaginare, nella mia posizione non so più da che parte stare. 

    In bocca al lupo!
  • lucamartinelli

    Fai tu, per me è lo stesso. L’età è l’unica cosa che hai azzeccato. sono un ex-sessantottino…i conti sono presto fatti. Baci

  • Cataldo

    Sono tra le cose più sensate che ho sentito su questo argomento da tempo.
    Comunque a mio avviso Grimaldi si riferiva all’azione in Russia di ONG spinte dai soliti noti da fuori del paese, che utilizzano la questione di genere come grimaldello per influenzare la politica interna della Russia, purtroppo, come sicuramente saprai anche da solo, queste attiità eterodirete non possono che colpire in primis proprio gli omo, allontando, invece di avvicinare, una inclusione nella società Russa dei loro pieni diritti civili, che a ire il ero latitano anche nella nostra di società persono per gli etero non cattolici.

  • bagumako

    .. e che nn avete visto l’immagine sul web: rende ancora di più!

  • orlovi

    Sara gay, ma stavolta si e resa ridicola.