Home / ComeDonChisciotte / QUESTO HA SENSO RACCONTARE ADESSO: LO STATO SENZA TASSE DI BERLUSCA E’ POSSIBILE
11369-thumb.jpg

QUESTO HA SENSO RACCONTARE ADESSO: LO STATO SENZA TASSE DI BERLUSCA E’ POSSIBILE

DI ANTONIO MICLAVEZ

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Rispondiamo alle illuminate proposte di Silvio Berlusconi, tra cui quella di rifondere l’IMU e di condonare le tasse finora non pagate; così facendo Berlusconi dimostra di vedere bene e lontano. C’è chi dice che sono manovre elettorali, che sono cose impossibili da realizzare. Falso; sono proposte realistiche, bravo Silvio. La contabilità dello Stato infatti è cosa ben diversa della contabilità aziendale: lo Stato sovrano può creare il denaro che desidera, gestendone l’immissione come un buon padre di famiglia, ovvero nell’interesse dei suoi figli, i Cittadini. E senza creare BOT e CCT, ovvero senza creare Debito Pubblico.

Allo stato attuale invece, NESSUNA manovra può funzionare, poiché la coperta (il denaro circolante) è troppo piccola; la tiriamo su tassando la popolazione, facendo entrare denaro nelle casse dello Stato col risultato che i Cittadini e le aziende ne soffrono ed i piedi del malato rimangono scoperti; la tiriamo giù incentivando lo Stato sociale ed aiutando le aziende in difficoltà scoprendo il torace del paziente: le casse dello Stato ne soffrono. Il vero problema è che LA COPERTA E’ TROPPO PICCOLA !! Piccola e costosa, perché è in presa in prestito dal cartello bancario, e si erode continuamente per l’interesse di cui soffre, e perché le banche, i soldi che incassano, li investono su mercati lontani.

La Coperta può essere sostituita da un software bancario, dal costo di acquisto irrisorio (con 100€ per Provincia ne avete uno coi fiocchi), e dal costo di gestione di un qualsiasi gestionale. Con esso lo Stato sovrano può emettere a costo zero quel che vuole, e per far ciò deve mirare all’Euflazione, ovvero al mantenimento della massa monetaria adeguata alle esigenze del mercato commerciale (non certo del mercato finanziario), ed è qui che si differenzia dalla situazione attuale, dove la Sovranità monetaria è esercitata del cartello bancario che ha come interesse il mercato finanziario a svantaggio dello Stato di cui ha infiltrato i vertici con dei bancari.

Per “massa monetaria adeguata alle esigenze del mercato commerciale” intendo una massa monetaria che riesca a sostenere l’economia a vantaggio dei cittadini, accompagnandone la crescita, la decrescita o lo status quo. Tutte situazioni che hanno del buono, ma solo se accompagnate da una emissione monetaria adeguata, a vantaggio del cittadino. Ideale sarebbe mantenere i prezzi costanti, ma con l’esempio che sto per farvi, capirete come uno Stato virtuoso può mantenersi SENZA TASSE, SENZA IMU, SENZA CONTRIBUTI DI ALCUN TIPO e – se proprio volete – con una “sana inflazione” come dicono gli economisti monetaristi. E’ pura matematica, e serve a farvi capire che ciò che vi propina come unica soluzione possibile l’attuale sistema bancario-fiscale del “soffri adesso che dopo godi” ha un solo scopo; quello di derubarvi di tutto ciò che avete subito, dandovi niente dopo. Passiamo ai numeri: per pagare il carrozzone statale ci vogliono circa 700 miliardi l’anno.

La liquidità secondaria o M2 è intorno ai 7.000 miliardi. L’inflazione VERA è intorno al 10% all’anno. Bene; ciò vuol dire che, per comprare la stessa merce, l’anno dopo mi serviranno il 10% più soldi dell’anno prima. Lo Stato dovrebbe quindi creare dal nulla 700 miliardi per supplire alla mancanza di potere d’acquisto dovuta all’inflazione; altrimenti il denaro manca; vi è rarefazione monetaria. Basta che lo Stato pensi a stamparli, o crearli al computer dei vari Ministeri, per poi ridistribuirli alla Popolazione elargendo servizi e creando opere pubbliche. Niente più tasse, contributi, gabelle, Imu, studi di settore, Commercialisti, Guardia di Finanza, IVA, multe e galera per evasione fiscale; un paradiso in terra. In cambio del mantenimento dell’inflazione al livello che c’è già, ovvero il 10%. Semplice, vero? Geniale ! Perché nessuno ve lo dice? Perché capireste che le soluzioni ci sono, che la filastrocca che ci racconta Monti & co è una bufala, che le attuali non solo sono inefficaci: stanno distruggendo l’economia.

I soliti criticoni che vedono il dito invece della luna li sento già chiedere: “dove hai preso il dato 7.000 miliardi di Money supply, e dove quello del 10% di inflazione?” Faccio rispettosamente notare che entrambi i dati sono ignoti; se c’è qualcuno che li sa, ce lo dica, ne saremo felici. Nessuno crede all’inflazione dichiarata del 2%, e il mio stimato insegnante Marco Saba mi raccontò che interrogò la BCE sul contante emesso, e la risposta fu che non lo avrebbero detto. Ignoranza o reticenza?
Entrambe molto gravi, ma essendo la BCE un club privato che si fa le regole da solo, nulla di cui meravigliarsi. Fatto sta che, fra signoraggio primario, secondario e terziario è impossibile sapere in ogni momento se la BCC di Premariacco ha appena creato 100.000 € dal nulla per finanziare la casa del Sign. Gelindo Carnielutti aumentando di tale cifra la massa monetaria. I dati che riporto sono stimati anche se frutto di ricerche, e non credo siamo lontani dal vero. Ma quello che volevo evidenziare è che, per compensare l’inflazione che c’è, la Stato potrebbe creare il denaro che serve per mantenere il potere di acquisto del Cittadino, autofinanziandosi, senza batter cassa dai cittadini.
Questo presuppone che lo Stato diventi sovrano, ovvero padrone di creare la propria moneta.

Chiedo troppo ?
Vogliamo rimanere Euroschiavi?
Benissimo; creiamo una moneta complementare nazionale sovrana che viaggia in parallelo all’Euro. Un software bancario costa poco o niente (vedi www.monetacomplementarecomunale.com); usiamolo. Altre idee: vogliamo congelare il Debito pubblico per risparmiare 100 miliardi di cedolini all’anno? Vogliamo tassare seriamente le banche? Le multinazionali? Vogliamo farci tornare dalle Banche il reddito bancario da usura? Quante manovre potrebbe fare Berlusconi o chi al suo posto (Beppe Grillo) volesse veramente lavorare per i Cittadini !!!!!!!

Il resto son cazzate, non fatevi fregare; Berlusconi ha ragione, non sono fantasie né trovate pre-elettorali, sono manovre possibili; basta vedere se poi manterrà ciò che ha promesso.

Per la cronaca, prendendo spunto da Wikipedia, ricordo ai lettori il concetto di massa monetaria:

• M0 (o base monetaria), che comprende la moneta legale, ossia le banconote e le monete metalliche che per legge devono essere accettate in pagamento, e le attività finanziarie convertibili in moneta legale rapidamente e senza costi, costituite da passività della banca centrale verso le banche (e, in certi paesi, anche verso altri soggetti);

• M1 (o liquidità primaria), che comprende M0 più tutte le altre attività finanziarie che come la moneta possono fungere da mezzo di pagamento (essenzialmente i depositi in conto corrente, se trasferibili a vista mediante assegno, e i traveler’s cheque);

• M2 (o liquidità secondaria), che comprende M1 più tutte le altre attività finanziarie che, come la moneta, hanno elevata liquidità e valore certo in qualsiasi momento futuro (essenzialmente i depositi bancari e d’altro tipo, ad esempio quelli postali, non trasferibili a vista mediante assegno);

• M3, che comprende M2 più tutte le altre attività finanziarie che come la moneta possono fungere da riserva di valore (ad esempio i titoli a reddito fisso con scadenza a breve termine, come i BOT italiani).

Antonio Miclavez
7.02.2013

Pubblicato da Davide

  • Ercole

    L’unica cosa di cui l’umanità deve liberarsi e quella della schiavitù salariale imposta dal capitalismo e dalla finanza a livello planetario in tutte le sue varianti :non ci servono ne coperte ,ne monete nazionali ,o parallele serve la lotta di classe !!!!Il nemico non è a Bruxelles o a Berlino e in casa nostra.

  • Santos-Dumont

    Che il nemico più immediato stia in casa nostra è pacifico, che sia l’unico direi di no. Ma pensandoci meglio, per un internazionalista cosa significa “casa”? Le classi sono o no transnazionali?

  • Ercole

    Significa che il proletariato internazionale deve adoperarsi per la rovina della propria borghesia ,e non cadere nella trappola nazionalista ,dove si tenta di far passare il concetto che i sacrifici vengono imposti da altri paesi ,per cui si perde di vista il nemico interno ,per addossare la colpa ad altre nazioni.SI TENDE AD ASSOLVERE IL RUOLO DEL GOVERNO INTERNO ,E CREARE UN NEMICO ESTERNO,CONTRO LA QUALE INDIRIZZARE LA RABBIA!!!!!!

  • Jor-el

    “Il nemico è in casa nostra” è uno slogan della tradizione di noi comunisti, lo si usa in genere per risponder alla propaganda guerrafondaia che intende aizzare i proletari di un paese contro quelli di un altro paese, mente, ovviamente, “il nemico è in casa nostra”. Le classi sociali sono transnazionali, ma i guerrafondai esistono ancora, specie nel PD, che vagheggia iniziative “umanitarie” in africa in difesa dei “diritti umani” della NATO. Per quel che riguarda la lotta di classe, in questo momento la stanno facendo i ricchi.

  • nuvolenelcielo

    è ora di smetterla di spammare, questo utente se ne sbatte altamente del contenuto degli articoli e continua a ripetere la stessa frase con piccoli aggiustamenti… allora io vengo a fare la pubblicità della coca-cola ogni articolo che leggo.

  • Tanita

    In veritá “i ricchi” non stanno facendo nessuna guerra. Capeggiano dappertutto nel “Mondo Sviluppato” e dintorni.

    Anzi, si solazzano saccheggiando e facendosi quattro risate nel vedere fino a quale punto riescono a manipolare la gente perché faccia i cavoli loro (dei ricchi) a scapito di se stessi e dei propri figli.

    E’ di una perversione difficile da dimensionare.

  • MrStewie

    Sarei d’accordo. Ma bandirlo sarebbe eccessivo. Dopo le prime 3 parole smetti di leggerlo perchè ti viene la noia. Si censura da solo.

  • Hamelin

    C’ è un piccolo dettaglio che l’autore ha dimenticato di dire.
    Berlusconi vuole sottostare ai Dictat Europei e agli ordini che gli hanno impartito da Bruxelles.
    Data questa premessa , il suo discorso risulta aria fritta , o semplice Propaganda Populista Berlusconiana.
    Farsi abbindolare ancora dai politici con le vane promesse dopo 20 anni pensavo fosse piu’ dura…
    I politici sanno quali sono le cose corrette da fare , la realtà e che non le vogliono fare e non gliene frega un Quazzo della gente e dei loro problemi.
    In campagna rispolverano le 4 cose giuste che sanno e sperano che la gente se le beva e si prostri a 90° come sempre .
    Inutile dire che da dati statistici , putroppo la gente finisce sempre ad angolo retto…

  • Albertino

    quoto soprattutto la frase “Farsi abbindolare ancora dai politici con le vane promesse dopo 20 anni pensavo fosse piu’ dura…”
    Lo credevo anche io, ma forse non è così, se ci sono persone disposte a bersi le balle elettorali di un politico che per anni di balle ne ha sparate davvero tante (ovviamente b. non è l’ unico).
    ma davvero c’è qualcuno disposto a credre che un politico di quel calibro mantenga le promesse fatte in campagna elettorale, quando SEMPRE il comportamento suo e dei suoi sgherri le ha totalmente disattese ? (vedi l ‘appoggio unanime dato dal pdl a TUTTE le decisioni del governo monti)

  • lucamartinelli

    Ho letto l’articolo 3 volte perchè sentivo che qualcosa non tornava. Finalmente ho capito: non era il discorso proposto che non andava ma il presupposto. Lo stato NON è sovrano ma succube di bande massoniche anglo-americane. In più abbiamo perduto la guerra e le clausole segrete dell’armistizio di Cassibile sono ancora vigenti . Miclavez commette l’errore, molto grave, di far credere agli italioti beceri e semianalfabeti, che uno stato ancora occupato militarmente possa da un giorno con l’altro diventare sovrano. Non è così, caro Miclavez. Cmq, tutti tranquilli: San Remo è alle porte, il campionato procede e le prossime elezioni non cambieranno assolutamente nulla. Grecia e Spagna insegnano.

  • Giancarlo54

    Ercole, i gruppi sub-dominanti di casa nostra prendono le direttive di Bruxelles e di Wall Street. Ma che razza di comunista sei?

  • Giancarlo54

    Ma dove vivi? Ti informo che è la borghesia che ha distrutto il proletariato e vinto la guerra di classe, ma sei uscito di casa in questi ultimi 30 anni?

  • antomicla

    Cerrto, siamo non solo ancora sotto gli USA, ma siamo occupati da loro e ancora in guerra.
    Se leggi il mio articolo sulla guerra di 2 settimane fa, vedrai che concordo:
    Hai documenti sulle clausole segrete dell’armistizio di Cassibile? me le mandi per piacere alla mia email a.micla@libero.it ? Grazie

  • Ercole

    La borghesia ha distrutto quelli come te :forse sei tu che non sei più uscito di casa ….la lotta di classe non è mai finita e insita nella società dal momento che storicamente esiste una classe che domina, e un’altra che è sottomessa .

  • Ercole

    Ragionando così giustifichi tutte le bastonate che i nostri governanti ci impongono,e si cade nella trappola in cui la borghesia nostrana vuole portarci :ti stai accodando al “pensiero unico”e perdi di vista il nemico di classe , anche il fascismo per giustificare il proprio potere diceva che la colpa era delle PLUTOCRAZIE mondiali !!!!! Quante sberle dobbiamo ancora prendere per capire il giochino…….

  • Ercole

    A ciascuno il suo mestiere voi fatevi tutte le masturbazioni sul riformismo , io resto internazionalista.

  • nuvolenelcielo

    coca-cola di più! visita le nostre ultime offerte su coca-cola.it, puoi vincere tanti gadget!

  • qasiqasi

    ma il set di pentole arriverà prima o dopo l’assegno di rimborso?

  • Valterinus

    To’, ma guarda un po’… : questo articolo mi sa tanto di ME-MMT… e bravi Berlusconi e Miclavez, prendere le idee degli altri e non citarle!!!

  • Ercole

    Io prediligo solo i vini ROSSI d.o.c.

  • Primadellesabbie

    É da un po’ che mi chiedo se “Ercole” esista veramente, o se non si tratti di una invenzione dei responsabili di queste pagine per tenere vivo il dibattito. L’affermazione di essere un bevitore di vino rosso mi era sembrata per un momento una rivelazione, ma poi quel “d.o.c.” ha rimesso tutto in discussione.

    Ad ogni modo se esisti (caro Togliatti) giù il cappello, altrimenti complimenti all’inventore.

  • Nomoreuro

    Le classi sono da transnazionali son diventate sovranazionali.

  • Nomoreuro

    Nel discorso di Roma inneggiava a Biagi,ma che senso ha la legge Biagi in uno stato a moneta sovrana?

  • Kiddo

    Anche io ho il sospetto che sia un troll fatto da piu’ mani.