Home / ComeDonChisciotte / QUESTO HA SENSO RACCONTARE ADESSO (6)
11357-thumb.jpg

QUESTO HA SENSO RACCONTARE ADESSO (6)

DI PAOLO BARNARD
paolobarnard.info

6

Io e il Ciccio De Florio decidiamo di andare a figa. E cosa fanno due 25enni a luglio a Cesenatico? Ma siccome siamo scemi, decidiamo di farlo alle 5 del pomeriggio in giro per bar, mentre tutti sono in spiaggia. Però ci va bene. Becchiamo due ragazzine belline che girano in bici Graziella, solita tecnica, una pedala l’altra in piedi dietro. Quella dietro è la più carina devo dire, lunghi capelli biondo-castano a boccoli fino al sedere, due tette che mmmmm!, due occhioni da Bambi, nasino perfetto, con un bel pareo fino ai piedi. Bè, le branchiamo, io e il Ciccio mica facciamo schifo, due atleti, e due matti come pochi.
Finale: dopo circa 10 coca-Avana a testa e una mezza piadina per cena (e quando finalmente sto sole del cavolo è calato) si tromba in spiaggia, sui lettini. Yahhh! Io sono io, e mi prendo la più carina col pareo, caro Ciccio non c’è storia. L’unico ricordo che ho di quella notte è che io mentre trombavo la carina sentivo delle voci insistenti alla mia destra. E dicevo “Ciccio piantala di rompere il cazzo…”. Non era il Ciccio, ma la gente che faceva il passeggio. Va bè, ero così ubriaco che non ricordo altro, nemmeno lei.

Ma io sono io, e non sono uno scopatore usa e getta. Mi affeziono alle ragazze che trombo, sempre. Così va che io e la carina coi boccoli e gli occhioni da cerbiatta ci rivediamo nei giorni successivi, ma lei mi dà sempre appuntamento di giorno in spiaggia. La sera più. Cristo, e trombare? Ma com’è carina, delicata nei modi, intelligente, ha 21 anni, e sempre con quel pareo, fisso, non lo toglie mai. Mi metto a chiamarla “l’indonesiana”

Arriva il giorno che lei cede e mi invita a casa sua la sera. La trovo in salotto sdraiata sul divano, la porta aperta. Baci, scherzi, carezze, le tolgo il pareo mentre la bacio… ma quei due occhi di zucchero mi fissano diversi ora. Non so dire perché, ma quello sguardo mi ferma. La guardo, lei non cambia occhi di un’inezia, quasi mi commuove. Mi alzo, lei dà come un singulto, timido. E’ mutilata, non ha la gamba sinistra, troncata sotto l’anca. La protesi è sul letto dell’altra camera, la vedo anche se la luce è spenta.

Lei ha gli occhi chiusi ora. E’ lì davanti a me bella come un dono di Dio e senza una gamba. Non apre gli occhi, la chiamo, non li apre. Abbiamo fatto l’amore quella sera, non scopato, e lei non ha mai riaperto gli occhi.

Cosa ci vuole a ventuno anni a portarsi dietro una cosa del genere, a mostrarsi nel mondo dei ‘normali’, a desiderare di amare, di essere toccata, di avere anche tu il ragazzo come le altre, senza una gamba. A ventuno anni.

Dove sei ora? Che vita hai avuto? Vorrei tanto sapere di te, se ti hanno amata, se ti ricordi di me, se hai sorriso ancora come facevi davanti a quei coca-Avana. E’ orribile non poter sapere nulla di te, perché chi vive con una tonnellata inchiodata alla schiena fin da ragazzina, e comunque vive, merita tanto di più di quello che merita uno come me. Ma sai, Dio è indaffarato altrove ovviamente. Ti penso sai? Chissà mai che tu non legga queste righe.

Questo ha senso raccontare adesso.

Paolo Barnard
Fonte: http://paolobarnard.info
Link: http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=560
4.02.2013
 

 

Pubblicato da Davide

  • Faulken

    Molto bello e molto bello il 7 sul tuo sito. Perché invece di lasciarli in pasto alla rete non pensi ad un libro di tutto quel che vale raccontare ?

  • Mondart

    OK: anche i ripetuti articoli di Barnard su questo tono sono un “segno precursore” ( e sia detto senza nessuna malevole intenzione, anzi … )

    Barnard è sempre stato un costruttore e diffusore mediatico del nuovo immaginario necessario … e ben venga finalmente una direzione nuovamente “empatica” contro la visione meccanica, mercificante e alienante della vita e dei corpi fin qui inculcateci tramite i vari NCIS, sangue assassinii e trash vario a buon mercato finora diffuso attraverso il tubo catodico.

    E per un “semiologo” non è cosa da poco: per dirla con Modigliani, indica che siamo entrati a tutti gli effetti in una post-Era che chiude la precedente. E si comincia sempre dal fornire il nuovo immaginario sociale, ora di nuovo adiacente a quello più intrinsecamente naturale e umano.

    … E adesso sperate solo che duri qualcosa di più che un ventennio …

  • Firenze137

    checchè se ne dica di barnard questi “pensieri” dimostrano la sua sensibilità non comune. forse troppa. lo dice uno che sa che oggi la troppa sensibilità è molto scomoda e non tutti sono nati con un derma sufficientemente spesso per potersi proteggere e resistere. E penso ai miei figli..

  • nuvolenelcielo

    a me fa piacere leggere anche della letteratura sul sito, è una bella idea. spero che ci siano anche altri autori però…

  • nuvolenelcielo

    comunque belle come ho già detto (- solo quella di Gigetto a me non piace tanto).

  • kenoby

    ora ci sei caro Paolo, ora cominci a capire da dove si cambia il mondo, da dentro se stessi.

  • Albertino

    ma scusate, con tutto il rispetto per quella ragazza, se mai è esistita, ma questa storia non ha proprio senso. tu ti porti una ragazza in spiaggia a “scopare” sui lettini e non ti accorgi di una mutilazione così grande? va bene l’ espediente letterario, la finzione, il pretesto per narrare, ma questa è troppo grossa, da far cadere le braccia e fare perdere ogni interesse verso successive narrazioni.

  • Nauseato

    Quando qualcuno indica la luna, i più pare guardino giusto il dito 🙂 … vero?

  • A

    Complimenti. Parte bello pimpante e dici stai a vedere quando si leva il pareo c’è la sorpresa… ha raccatato il trans, stai a vedere ora la verga tra capo e collo. Invece il dramma. Gli manca una gamba. Niente di meno, non un dito, una gamba. Lui se ne accorge una settimana dopo. L’ha trombata bene tutta la notte e passavano le giornate successive al mare ma non si accorge di nulla, neanche sospetta. Tutto regolare. Ora da un punto di vista letterario… si aprono scenari diversi, prima, Il classico pelo di fica che tira più del carro… solo che qui ha spazzato via tutto quello che c’era come forma di vita intelligente nel raggio di parecchi chilometri. Oppure, cosa aveva bevuto veramente l’ autore? Ma soprattuto, ha smesso?

  • LeoneVerde

    ora comincia? Guarda che sono anni che è così. Con rispetto, ma sei tu che cominci ora a capire che Barnard lo sa e lo fa.

  • Bloodow

    Sinceramente preferisco il Barnard economista che stigmatizza puntualmente le truffe di questi quattro cialtroni che governano l’Europa

  • Tetris1917

    grande!!!

  • Ezechia

    Quoto in pieno….mi sembra un po’ una minchiata..
    cmq quella cosa del trans ad un mio amico è capitata davvero…solo che lui non vuole raccontare…vuole dimenticare al più presto!!

  • Mondart

    Parafrasando Debord, si può tranquillamente affermare che la verosimiglianza narrativa non conta una sega, se funziona emozionalmente la sua rappresentazione teatrale. Del resto vi bevete panzane ben maggiori, come quelle del debito pubblico, dell’ impero americano, della merkel cattiva culona teutonica, e che siete liberi di qualcosa … e potrei continuare fino a domattina.

    Conterebbe invece chiedersi il perchè di questa nuova campagna pubblicitaria di Barnard, cosa che del resto esula di molto dalle possibilità intellettive della maggior parte dei commentatori di questo sito.

    Quindi non chiedetevi MAI PIU’, per cortesia, perchè i media mentono, e cose del genere: anche nella migliore delle ipotesi e armati delle migliori intenzioni, gli idioti BISOGNA CONDURLI attraverso la propaganda, non ci sono cazzi … spiegar loro le cose è fatica inutile e sprecata, e non offre la minima garanzia di risultato.

    E lo dico dopo 10 anni di frequentazione del sito, al termine dei quali non vedo nei commentatori NESSUNA, ma proprio nessuna mutata capacità di sintesi. Solo le solite cazzate sparate tanto per dar aria ai denti.

  • oniat

    Credo che tutto questo si apreoccupante. Qualcuno aiuti Barnard

  • Ezechia

    Ciao Mondart, volevo solo dirti di rilassarti un po’, si fa per fare due risate…non hai senso dell’umorismo? Quella della travesta fa ridere…come del resto il racconto di Barnard….non è detto che uno che faccia un po’ di ironia è necessariamente un ritardato che non ha capito un c…o dei massimi sistemi…anzi forse proprio perchè ha tutto ben chiaro cerca di farsin una risata..altrimenti si sparerebbe.

  • A

    La letteratura è estremamente importante, la cultura è tutto quello che ci rimane. Come abbiamo visto ultimamente la cultura è sempre gestita dalla propaganda, perciò diventa necessario costruire mezzi di produzione del racconto. Nel caso la nuova narrazione barnardiana si interroga sopratutto sulla contemporaneità ponendo l’ uomo nudo davanti alla forza della natura e obbliga la società a porsi domande scomode: quanto è lunga la fava di Barnard in realtà? Il mandrillo in questione ci lascia intendere di averne decine e decine di centimetri a disposizione, forse metri, in modo da poter trombare praticamente a distanza, non venendo mai, a contatto con possibili malformazioni del partner. Questa predisposizione come ammette lui stesso può essere una sofferenza e abbiamo visto che ha le sue controindicazioni. La lettura opposta invece è di tipo mistico, Dio ti da e Dio ti toglie. Il terzo segreto di Fatima sarebbe quindi la terza gamba di Barnard, rappresentata dal suo grande uccello retraibile, e, da un punto di vista metafisico, è la gamba mancante di lei. A colpi d’uccello L’ Eroe Barnardiano le restituisce la gamba, tradotto, significa gli strumenti per camminare da sola. E qui c’è un richiamo evidente alla MMT per capire l’ Economia. Siamo sempre lì. Non molla mai il Nostro.

  • Ezechia

    Tu sei veramente un genio…chapeau!

  • mincuo

    C’è sempre però la pur minima speranza che la gente si stufi dei bugiardi, della gente senza scrupoli, di quelli che non indietreggiano di fronte a qualunque panzana pur di pietire simpatia, buona per i propri affari, e dei millantatori, dei paraculi, degli approfittatori della buona fede altrui. Tenue speranza ma non si sa mai.

  • kenoby

    Forse hai frainteso cosa ho detto e forse è per questo che non comprendo il significato della tua risposta, ma ok. va bene.

  • Aironeblu

    Ottima…

  • Aironeblu

    Ma non si sarà mica trmbato una bambola gonfiabile?!?

  • Mondart

    Beh, ti ringrazio per la spanciata di risate ed il comunque notevole costrutto retrostante. Fuori specifico, è invece mia opinione che il nostro cambi passo proprio perchè ormai non serve più “temporeggiare” su Euro e MMT ( i giochi sono fatti ) … servirà invece al sistema “ripartire” in qualche modo, e questo passa attraverso l’ induzione di emotività positiva, non basta ora l’ imbrigliamento del dissenso. E direi che ne servono proprio metafisici metri, più che centimetri …

  • Mondart

    Eh … il fatto è che non a caso i cicli hanno complessivamente la stessa durata della vita di un uomo … perchè la prossima generazione sarà ignara dell’ inganno quanto lo è stata la nostra … ed anche ammesso ( e non concesso ) che se ne avveda, sarà con fatica e sempre a giochi ormai fatti ( almeno per chi non riceve in eredità il libretto di istruzioni ).

  • Kevin

    Una storia molto triste. Questo è il Barnard che mi piace leggere. Non capisco però perchè ha senso raccontare queste storie drammatiche adesso. Perchè proprio adesso?

  • Mondart

    Ok, ok …

  • Ansar

    ero a cesentatico un agosto di fine anni settanta e rimasi molto colpito da una bella ragazza con i boccoli che era senza una gamba (non portava una protesi). Probabilmente la storia è vera

  • Hamelin

    Provo a risponderti io a mio parere.
    Barnard ahimé si é reso conto che le persone stanno velocemente perdendo tutte le caratteristiche che le rendono “Umani” .
    Questa cosa lo deve turbare molto .
    Questo momento é particolare in quanto il prossimo venturo Collasso della Società Occidentale ,lascierà nelle persone ben poco spazio all’Umanità ( anche se la maggior parte l’ha persa da un sacco di tempo e perde quello che gli resta giorno dopo giorno).
    Il peggior difetto dell’uomo è che non ricorda .
    Ricordarsi di essere umani é l’unica cosa che fa veramente la differenza .

  • nuvolenelcielo

    per poter collegare il suo lavoro economico-politico basato sull’attualità (l’adesso), a queste cose che valgono adesso come in qualsiasi altro tempo

  • Servus

    “Mi affeziono alle ragazze che trombo, sempre.” Come sei carino, Barnard.
    Se ti legge mia moglie ti manda a fan …..

  • Allarmerosso

    eheh è e lo dice dopo aver detto se mai è esistita…. 🙂

  • Allarmerosso

    l’alcol fa strani effetti … non lo sai ?

  • Allarmerosso

    Si è vero che tutto è preocupante.Ma lo è ancor di più la richiesta di aiuto che fai a suo nome.
    Se credi abbia bisogno di aiuto perchè delegare gli altri e non fai tu quel che chiedi agli altri ? …. Tranquillo Barnard ha meno bisogno di aiuto di quanto tu abbia bisogno di lui.

  • Allarmerosso

    Perchè dove stiamo per andare a finire non ci sarà più tempo per le chiacchere e i racconti !

  • Nauseato

    😀 … be’ pur vero che c’è anche chi non si affeziona proprio per nulla. Anzi.

  • Allarmerosso

    Ma anche questa è economia !!!

  • Mariano6734

    Caro Paolo, é sempre triste ascoltare la solitudine degli altri. I rimpianti del passato, una gioventú che non torna piú, una vita di fronte che ha meno avventure di quelle che ha giá offerto, e piú avanti quell’esperienza della vita, la Morte, che ci si ostina a voler né vedere né comprendere.

    Ancora piú triste, peró, é mischiare il dolore altrui (il dramma di una ragazza senza gamma), con l’autocompiacimento dell’ego che viene dal piacere, la volgaritá del cui godimento traspare chiaramente dal lessico.

    Caro Paolo, ma a che serve capire come il sistema economico funziona, se non si riesce a carpire il mistero della propria anima? Che serve smascherare gli inganni dei politici quando non siamo capaci di smascherare gli inganni che noi facciamo a noi stessi?

    Caró Paolo, la veritá é che per una bella ragazza ventunenne, con gamba o senza gamba, tu saresti pronto, qui seduta stante, a diventare anche il paladino di Rockfeller o della Goldman Sachs.

    Senti a me, lascia stare la MMT e cerca di capire cosa veramente vuoi dalla vita. Ció che tu ardisci ardentemente, ossia una sana trombata con una ventunenne, semmai anche menomata cosí che tu non ti possa sentire inferiore, non ti renderá piu felice o meno solo. In realtá la trombata con una ventunenne non é neanche ció che cerchi, ma un mezzo. Ció che tu cerchi tramite una simile esperienza é il riconoscimento del tuo ego, e la sensazione di vivere la vita pienamente.

    Il senso della vita, peró, non é da ricercare lí. E l’ego – inteso come io sensiente individuale – é un inganno ben piú grande e piú dannoso del debito pubblico.

    Lascia tutto, e vai a meditare.

  • massi

    Concordo il 7 è molto bello… al contrario di questo che non mi piace per niente.

  • totalrec

    Mi ha detto mio cuggino che una volta è stato con una che poi gli ha scritto sullo specchio “benvenuto nell’AIDS”…

    Mi ha detto mio cuggino che una volta sulla spiaggia ha visto un cane e invece era un topo…

    Mi ha detto mio cuggino che una volta si è trombato una bionda bellissima, ma poi non ci aveva una coscia…

    E va bene, la mitologia, l’inventare sempre nuove storie, è ciò che manca al mondo soffocato da due secoli di illuminismo; ogni collettività in cammino ha bisogno di riconoscersi in una propria narrazione dell’esistente.

    Però si può fare di meglio, e andiamo…

    (GF)

  • walterkurtz

    Bellissimo! hai un talento non comune

  • Stopgun

    A Paolo.. Se vai su FB la ritrovi e calmi la tua coscienza.

  • Earth

    Anche io ho capito come leone, anzi il tuo italiano fa intendere cio’. Saluti

  • cirano60

    Il significato recondito del racconto non riesco a vederlo, l’autore è libero di inventarsi la sua realtà; ma questa che sembrava la cronaca di una felice giornata di gioventù viene guastato dal finale melenso patetico.Per unirmi ai commenti sarcastici : ma il nostro aveva le mani anchilosate mentre si spupazzava il corpo della ragazza o ha fatto partire subito il suo sventrapapere senza sostare in normali effusioni?
    Oppure per davvero ha incappato in un trans e la storia della gamba mancante non è altro che la rimozione subminale sottrattiva ,le gambe erano tre!

  • sun

    Dio non è indaffarato altrove, Dio c’è sempre … sta solo a noi cercarlo.

  • Mariano6734

    a dimostrazione del fatto che Paolo Barnard ha seri problemi di solitudine: http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=562

  • Jor-el

    E’ successo anche a me. Non proprio la stessa cosa, ma quasi.

  • Jor-el

    Non ci sono due Barnard. Questo è me-mmt.

  • Jor-el

    quoto.

  • Mondart

    1) Il potere ( e restiamo nel vago per economia dialettica ) SELEZIONA SEMPRE la tipologia psicologica più adatta a costituire la PIRAMIDE DEL CONTROLLO del sistema che si andrà ad instaurare ( non costringetemi a menzionare ancora Kubrick, e “Full metal jaket” nella fattispecie ).

    2) La tipologia psicologica selezionata e ritenuta più idonea nella precedente fase -che sta per chiudersi- era quella sadomasochista. Al potere in fase distruttiva servono figli di puttana sadici, in sostanza.

    3) Il potere in fase costruttiva necessita di RINNOVATA FEDE E SPERANZA ( in vario modo riandate mentalmente agli anni ’60 ), meglio se NON CRITICA: il potere necessita SEMPRE DI UN ATTO FIDEISTICO, la ragione gli è sempre stata sul cazzo, ok !? ( L’ illuminismo altro non è che un fideismo del sofismo, Freda ) …

    4) La nuova tipologia psicologica da selezionare dovrà sì essere di tipo “empatico” ( quello che ora serve meglio la fase ricostruttiva ), ma meglio se un po’ cogliona e che non si pone tante domande, come sempre …

    5) LA FEDE -è questa che ora si cerca, vedi elezioni parbleu !!!- non si pone mai domande, vedi la Madonna Vergine, n’ est-ce pas !?!?

    Ora è più chiaro ??? … Barnard è il più fulgido esempio di “architetto dell’ immaginario” reperibile su questo sito, nel bene e/o nel male che sia ( ma questo è un VOSTRO problema, non mio ).

  • Mondart

    E sciogliendo ogni ulteriore riserva, torno a ribadire l’ estrema utilità della filmografia Kubrickiana a capire come il potere seleziona alla bisogna i suoi ATTUATORI: non a caso si va dall’ Alex di Arancia Meccanica al medico un po’ tonto di Eyes Wide Shut, l’ ultima tipologia, che RIFUGGE dal diabolico sadismo, perchè “costuituzionalmente incapace ed inadatto” …

    Lui è “il fidelio”, lui è onesto, empatico, sostanzialmente FEDELE alla moglie ( che in questo caso è invece sostanzialmente “puttana”, come comunque è sempre il servitore consapevole del potere, come lo sono in modo più esplicito le altre cortigiane che compaiono nella narrazione filmica ) …

    QUELLO è il tipo di attuatore che ORA serve al potere: empatico, onesto, “fidelio” appunto … ed un po’ tonto. ( Barnard come Kubrick, quindi … tutto sta a saperlo leggere, appunto ).

  • RicBo

    PB sa che il mondo nuovo si crea anche attraverso l’empatia, più che con le politiche economiche. Comunicare e diffondere le emozioni è la risposta più efficace alle nuove strategie di comunicazione del Potere, che si esplicitano in certe serie televisive statunitensi, in film come zero dark thirty, fino ad arrivare al trash nostrano di Canale 5 ed a Santoro, uno che ha fatto più danni che la De Filippi.

  • Mondart

    Il fideismo non guarda a questi particolari, vedi la Madonna Vergine. Anzi, sembra che essi vengano messi a bella posta a far da spartiacque: “o con me, o contro di me”. ( E Debord non ha scoperto che l’ acqua calda, ma con un linguaggio tanto acculturato quanto incomprensibile … )

    Dove il sistema necessitava prima dell’ estremo cinismo ( fino a sfociare nell’ aperto sadismo: tutta la produzione immaginifica era chiaramente volta a favorire questo tipo di background socio-psicologico ) ora par di capire si torni a privilegiare l’ empatia ( fino a sfociare nel fideismo bonario e un po’ tonto ). Il che è perfettamente logico se visto in concomitanza con la fase nuovamente “costruttiva” che il sistema deve ora avviare.

    Prova a rivedere in quest’ ottica anche “Eyes Wide Shut” di Kubrick, e ci troverai ancora una volta una strabiliante “profezia” …

  • Cataldo

    La storia è bislacca, ma evidenzia qualcosa, forse Barnard ha capito che per troppi anni ha vissuto senza guardare la realtà (a)effettiva che lo circondava, ora, con la maturità vuole giustamente recuperare: mi sembra un racconto automitologico, per esprimere questa sua volontà di redenzione. Mi chiedo se rientra negli scopi informativi del sito la necessità di dare spazio a questa ricerca, stante che l’Ego Barnardiano necessita di palcoscenico anche per queste cose privatissime, inoltre credo che il Nostro sia convinto fermamente che siamo, o siamo stati, tutti come lui, incapace di accorgersi se chi ci sta affianco ha una gamba o un braccio o altro in meno o in più.

    Solo che questa non è economia, dove pensare che tutti gli altri siano ignoranti o complici è, come nel suo caso, un atteggiamento tipico dei neofiti senza profondità nel campo di studi, questa è una melassa moraleggiante fastidiosa all’inverosimile.

  • Mariano6734

    infatti: ma perché sta storia é finita qui!?

  • Kevin

    Fantastico.