Home / ComeDonChisciotte / QUEL DIAVOLO CHE DISTRUGGERA' LA VITA SULLA TERRA
16558-thumb.jpg

QUEL DIAVOLO CHE DISTRUGGERA' LA VITA SULLA TERRA


DI PAUL CRAIG ROBERTS
Counterpunch

Il World Wildlife Fund ci dice che sopravvivono solo 3.890 tigri in tutto il mondo. Questo è l’effetto di un capitalismo sfruttatore, che sta distruggendo l’ambiente pur di ottenere profitti a breve termine, l’habitat delle tigri sta rapidamente scomparendo. La distruzione dell’ambiente, insieme alla caccia – e alla caccia di frodo di chi si sente più virile e appagato uccidendo un magnifico animale – sta portando al rapido sterminio di questo bellissimo animale. Presto le tigri diventeranno come oggetti esposti negli zoo. Lo stesso sta accadendo per leoni, ghepardi, leopardi, rinoceronti, elefanti, linci, lupi, orsi, uccelli, farfalle, api.  Decidete voi come chiamare questo comportamento.
Quello a cui stiamo assistendo è l’irresponsabilità della razza umana, una forma-maledetta di vita-satanica che non appartiene a questo bellissimo pianeta Terra. Questi umani maledetti sono anche capaci di buttarsi in una guerra nucleare che distruggerebbe la vivibilità della Terra stessa.

Dio fece un errore quando diede agli esseri umani – affetti come sono dal diavolo del male – il potere sulla Terra. Avrebbe dovuto darlo agli animali. Guardate quello gli esseri umani stannno facendo agli animali.

Per esempio, Defenders of Wildlife scrive che uno stato corrotto – l’Alaska – sta massacrando lupi e orsi Grizzley in modo che lo Stato posso aumentare il numero delle licenze di caccia da vendere a quei cacciatori che vogliono macellare le alci. Ogni alce che viene catturata da un branco di lupi o da un grizzley è una alce in meno che può essere uccisa da un cacciatore. Quindi, è lo stato stesso che sta uccidendo quei predatori che possono far diminuire gli incassi per le licenza di caccia.

I cacciatori di quaglie vogliono che vengano ammazzati i Bobcats – le linci rosse – in modo che i cacciatori possano sparare a più uccelli. Il Fish and Game Department del New Hampshire ha votato per decretare una stagione di caccia aperta per i Bobcats, ma poi è dovuto tornare sulle sue decisioni quando è apparso evidente che anche la lince – animale in via di estinzione – sarebbe stata catturata nelle stesse trappole. Gli esseri umani considerano gli animali meritevoli di tutela solo quando sono ormai arrivati sull’orlo dell’estinzione.

Ma gli appelli che vengono inviati agli americani, contro gli omicidi e la morte non vanno solo contro i cacciatori. Quanti sono gli americani che conoscete che negli ultimi 15 anni si sono preoccupati per gli omicidi, per le mutilazioni, e per la fuga di milioni di musulmani da sette paesi del M.O.?

Qualche anno fa ci fu uno scandalo che coinvolse una stella della NBA che era un patron di quei combattimenti tra cani in cui gli americani portavano i loro cani per uccidere o per essere uccisi. Gli americani frequentano i combattimenti di galli in cui galli si uccidono o muoiono. Gli inglesi godevano dei combattimenti all’ultimo sangue tra orsi e cani e allevavano un cane speciale per la lotta contro gli orsi. Agli spagnoli piace vedere la morte del toro o del torero. Lo sport che macchiava di sangue il Colosseo a Roma è una componente della razza umana.

Ragazzini cresciuti malamente legano barattoli alle code di cani e gatti e ridono per come quegli animali corrono terrorizzati, spesso incontro alla morte sotto le ruote di qualche macchina.

A volte vado con un amico in un poligono di tiro per sparare a bersagli di carta. Una volta la nostra concentrazione venne disturbata dagli spari di una super-arma. Ho guardato meglio la persona che stava sparando e vidi che tremava ogni volta che sparava, così gli consigliai che, forse, sarebbe stato meglio sparare con un’arma meno potente, per fare pratica.

“Se solo potessi” mi disse. Il figlio era andato in Africa e aveva pagato 25.000 dollari per uccidere un leone e poi aveva insistito con il padre per andare a spassarsela insieme in quella sua impresa, e per questo motivo il padre ogni volta che sparava con la sua Magnum.375 H & H si stava provocando una contusione alla spalla. Ogni volta che tirava il grilletto rinculava e il salto indietro che faceva era più forte dello sparo.

Mi disse che voleva provare con il fucile, così io mi offersi di sistemarglielo in modo che tutti gli altri non fossero più disturbati e che potessero riprendere la loro attività di coordinazione occhio-mano. Accorgendosi che lo guardavamo storto, sbottò e cominciò a dire che non aveva nessuna voglia di andare a sparare a un leone, ma che i suoi amici e suo figlio avevano quel tipo di cultura, una cultura di caccia in cui ammazzare glii animali è una prova di virilità e sentiva che doveva farlo anche lui, per essere accettato.

Poi ci ha raccontato il modo in cui il grande cacciatore di leoni ammazza la bestia pericolosa.

In primo luogo, ci disse, si spara a un ippopotamo. Poi alcuni pezzi dell’animale morto vengono appesi come esca in un posto a una cinquantina di metri da una piattaforma alta cinque metri dove ci sono dei fucili puntati su un cavalletto – da usare nel caso non si riesca a impugnare il proprio fucile per sparare a un animale grande come il leone che sta a 50 metri di distanza -. Poi se non si riesce nemmeno a sparare, allora sarà il Great White Hunter, la guida a sparare e a premettere al cliente di vantarsi per aver sconfitto la bestia pericolosa.

Feci notare che lui non mi sembrava affatto propenso a partecipare a questa falsa scena di caccia e lui me lo confermò, ma aggiunse che ormai aveva pagato i suoi 25.000 dollari. Gli consigliai di annullare il viaggio e di considerare quei 25 mila come una tassa per evitare la vergogna di partecipare a un vile assassinio.

Gli elefanti sono creature magnifiche. La loro intelligenza è superiore a molti umani e la durata della loro vita, se non vengono uccisi, può essere più lunga della durata della vita umana. Eppure, per ammazzare un elefante si pagano prezzi esorbitanti. Nick Brandt, con le sue fotografie pubblicate su Across The Ravaged Land, documenta la loro scomparsa dall’Africa orientale.

The Guardian, un giornale inglese che una volta era tosto, ma che oggi si è ammosciato e dipende da Washington, segnala che nel 2014 sono stati ammazzati dai bracconieri 20.000 elefanti africani. Tanzania e Mozambico hanno perso più della metà della popolazioni dei loro elefanti per effetto della stessa devastazione di elefanti che avviene in tutta l’Africa Oriente e Centrale.

E di fronte a questo sterminio di elefanti, che cosa ha fatto quel governo corrotto della Unione Europea? Ha rifiutato metter il divieto sul commercio dell’avorio! Questo divieto potrebbe interferire con i profitti dei capitalisti!

Gli ideologi del libero mercato hanno inventato una teoria per cui il modo giusto per salvare gli animali è rendere redditizio ammazzarli. Pertanto, sarà meglio che gli animali siano ammazzati dai cacciatori ( piuttosto che da altri animali), in altre parole, gli animali esistono solo per il piacere che possono provare gli esseri umani ad ammazzarli.

Quello che ci rimane è solo una “civiltà occidentale”, che non è più una civiltà, ma una vera minaccia esistenziale per tutta la vita sulla Terra. Obama ha annunciato un programma di modernizzazione nucleare degli Stati Uniti per one trillion US dollar . Questa enorme somma, che verrà spesa per la morte, potrebbe invece essere spesa per la vita. Sono abbastanza soldi per finanziare molte grandi e ben protette riserve per la protezione della fauna selvatica di tutto il mondo.

Il male rappresentato dalle armi nucleari è incompatibile con la sopravvivenza della vita sulla Terra. Washington, ormai impazzita per il suo desiderio di egemonia su tutti gli altri, sta incautamente corteggiando l’idea di una guerra tra potenze nucleari. Solo Putin tra i leader mondiali sta lanciando dei moniti sul fatto che Washington stia prendendo una strada poco promettente per tutti.

Eppure, a prescindere da tutto, tanti americani, ancora illusi, si considerano come il sale della terra, come il “popolo eccezionale”, il “popolo indispensabile”.

Se questa illusione non potrà essere curata, saranno gli stessi esseri umani ad ammazzare la Terra.

Paul Craig Roberts ex Assistant Secretary of the US Treasury e Associate Editor del Wall Street Journal. How the Economy Was Lost è ora disponibile in formato elettronico su CounterPunch. Il suo ultimo libro è The Neoconservative Threat to World Order

Fonte: Counterpunch
Link: http://www.counterpunch.org/2016/08/18/will-human-evil-destroy-life-on-earth
18.08.2016

Il testo di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte comedonchisciotte.org e l’autore della traduzione Bosque Primario

Pubblicato da Bosque Primario

  • Unaltrouniverso

    La vita sulla terra non scomparirà. Spariranno molte specie, ma altre ne compariranno per effetto dell’evoluzione in qualche milioncino d’anni. Alla fin fine nessun danno o quasi. Quello che scomparirà probabilmente sarà l’essere umano, almeno così come lo conosciamo. Il momento è vicino. Appena si esaurirà il petrolio, addio resa agricola, si torna alle rese del 1800 con 9 miliardi di abitanti in più. Non oso pensare cosa accadrà.

  • Fischio

    Rapporto uomo natura. E lasciamo perdere il Dio invisibile.
    La terra ci ospita, ma il presupposto che l’uomo si senta una specie ‘esterna’ lo porta all’esaltazione dell’io superiore, tant’è che all’alba della civiltà, massimalizza via via lo sfruttamento a danno degli altri ‘regni’, il ciclo biologico nel suo insieme. Si consumano quelle violenze senza frontiere sottomettendo al proprio volere qualunque cosa. Diventa merce il simile che il gruppo privilegiato ha dichiarato inferiore, diventa merce l’animale non umano, diventano merce indiscriminatamente le risorse del pianeta. Però come sciveva Engels, l’uomo sarà costretto, dati i disastri prodotti dal suo agire, a ‘sentirsi’ e a ‘sapersi’ in armonia con la natura…Purtroppo al momento non si riscontrano tracce di ripensamenti nonostante la terra ci segnali il massacro in atto… e allora, perchè non rivolgersi a quel capovolgimento del Sistema, tra l’altro proposto dallo stesso Engels e dal suo compagno ancor più illustre, certo Marx? 

  • giannis

    Infatti secondo la teoria dell’ uomo creato dagli elohim ( comandanti , governatori dell’ antichita’ ) non siamo al 100% di questo pianeta , anche i genetisti dicono che nel nostro DNA ci sono parti che non si sa da dove vengono

  • Unaltrouniverso

    Teorie un po’ bislacche, secondo il mio modestissimo e umile parere.

  • AlbertoConti

    " … illusi,  si considerano come il sale della terra, come il "popolo eccezionale", il "popolo indispensabile""

    … solo americani? E gli inglesi, e gli "israeliani"? Ma anche i francesi, i russi, i cinesi, i toscani, i siciliani, i veneti, i milanesi, ecc. ecc. ecc.

    E’ una vera pandemia! E qual’è il virus? O è piuttosto un difetto genetico?

    Certo è che pubblicità, marketing, intrattenimento costituiscono un fattore scatenante endemico e potentissimo, veri e propri motori di infantilizzazione ed egocentrismo nichilista. Chi se ne sente immune non conosce se stesso, la parte più grande, quella, per l’appunto, inconscia.

    Ma quanti sono i "cacciatori", con doppietta o con droni, o con avvocati lobbisti?
    Una minoranza, potentissima ma pur sempre una esigua minoranza.

    E’ come per ladri e assassini, sono sempre esistiti e sono sempre stati combattuti, fino a renderli marginali, almeno nelle fasi di maggior civilizzazione. Conosci te stesso, e combatti la tua guerra interiore. Questo è il destino dell’uomo, metà bestia e metà spirito.

    Certo è che non invidio Paul, nato e vissuto nel peggior posto, dove questa guerra è praticamente perduta.

  • Hamelin

    E’ molto piu’ semplice di quello che sembra .
    Quando finiranno gli animali sarà il turno degli uomini .

    Già accade quotidianamente ( vedi le varie guerre sparse per il mondo ) .

    Solo dei vili vigliacchi indegni di calpestare la terra tolgono la vita ad un essere vivente per divertimento .

    Nonchè esseri dalla piena cecità spirituale .

    Gli uomini non appartengono a questo mondo , lo dimostrano giorno dopo giorno .

  • clausneghe

    Che schifo vedere la foto di questi due sub-umani obesi e gonfi di birra sopra la magnifica bestia morta uccisa, il Leone.

    Giuro che se ne avessi il potere, farei morire i due faccioni, non il Leone, infinitamente migliore di questi due ameri-cani merdosi.
  • Hamelin

    Per alcuni sarà bislacca ma per me "La Teoria dell’Antico Astonauta " è la piu’ plausibile  .

    Risove molti enigmi che gli scienziati non riescono a risovere molto importanti come :

    La comparsa dal nulla dell’Homo Sapiens .
    Lo Sterminio dell’uomo di Neanderthal .
    Le costruzioni megalitiche antiche e Pantheon di divinità molto simili ( Piramidi diffuse in tutto il mondo ed irrealizzabili con le tecniche dei tempi antichi , divinità molto simili in civiltà distanti migliaia di KM ) .

    E molto altro .

  • Unaltrouniverso

    Anche i miti greci e sacre scritture di ogni religione sono servite all’uopo. Poi, di fronte alle scoperte scientifiche, sono arretrate.

  • Hamelin

    Le scienza non spiega un sacco di cose .

    La scienza ormai è sfociata nello scientismo , un integralismo pari a quello religioso .

  • mazzam

    Su quel che accadrà la teoria di Olduvai ha già detto. 

    L’evoluzionismo è una stupidaggine modernista alla quale non credeva neppure Darwin e che sempre di più si scontra con la realtà e con i ritrovamenti.
    La terra è piatta.
  • uomospeciale

    La popolazione umana dovrà obbligatoriamente ridursi in modo drastico entro la fine di questo secolo, e infatti si ridurrà in un modo o nell’altro.
    Essendo ormai troppo tardi per un rientro demografico "dolce" non resta che  aspettare l’inevitabile catastrofe globale che ci attende e che già si intravede all’orizzonte…

    A me basta che la terra regga altri 30-35 anni…..Poi io sono a posto.
    Dopo di me l’abisso.
    Figli non he ho mai fatti e quindi li ho salvati per sempre dalla fame, dalla miseria, dalla guerra, dal dolore, dalla sofferenza, dalla fatica, dalla vecchiaia e dalla morte.

    Li ho resi eterni.

    Eppoi mi sento dire che non voglio bene ai bambini…..

  • giannis

    30-35 anni sono troppi , il disastro arrivera’ entro il 2020 , comunque anch’io non ho e non voglio figli