Home / ComeDonChisciotte / PUTIN SI PREPARA ALLA GUERRA ECONOMICA E COMPRA 55 TONNELLATE D'ORO
14018-thumb.jpg

PUTIN SI PREPARA ALLA GUERRA ECONOMICA E COMPRA 55 TONNELLATE D'ORO

FONTE: ZEROHEDGE

La Russia nel terzo trimestre ha comprato più oro di tutti gli altri paesi messi insieme entro la fine dell’anno, inclusa la prossima asta, le banche centrali avranno acquistato fino a 500 tonnellate di oro. Il World Gold Council scrive, nella sua relazione, che questa situazione è dovuta alle tensioni geopolitiche e ai tentativi da parte di molti paesi di diversificare le loro riserve dal dollaro statunitense.

Mentre la Cina sta comprando petrolio ‘a basso prezzo’ con tutte e due le mani e anche coi piedi, secondo gli ultimi dati del World Gold Council (WGC) la Russia sta comprando oro in enormi quantità. Facendo impallidire gli acquisti fatti dal resto del mondo, la Russia nel 3° trimestre di quest’anno ha fatto crescere di 55 spendide tonnellate d’oro le sue riserve, è quanto riporta The Telegraph: Putin sta approfittando del ribasso del prezzo dell’oro per riempire le volte della banca centrale della Russia con il metallo prezioso, in modo da essere pronto per la possibilità di una lunga, estenuante guerra economica con l’Occidente.

La Russia nel terzo trimestre ha comprato più oro di tutti gli altri paesi messi insieme

* * *

* * *

Da The Telegraph

Il governo di Vladimir Putin intende accaparrarsi grandi quantità di oro e negli ultimi dieci anno ha triplicato le sue scorte fino a 1.150 tonnellate. Queste riserve potrebbero dare al Cremlino una potenza di fuoco vitale per cercare di compensare il forte calo del rublo.

La valuta russa è oggetto di forti pressioni da USA per effetto delle sanzioni europee e per il calo del prezzo del petrolio che hanno iniziato a far danni nell’economia del paese. I ricavi provenienti dalla vendita di petrolio e gas valgono il 45% circa delle entrate di bilancio del governo russo.

In totale, nel terzo trimestre le banche centrali di tutto il mondo hanno acquistato 93 tonnellate di metallo prezioso, segnando così il 15° trimestre consecutivo di acquisti netti. Nella sua relazione, il World Gold Council scrive che questa situazione è dovuta a una combinazione delle tensioni geopolitiche e ai tentativi da parte di molti paesi di diversificare le loro riserve dal dollaro statunitense.

Secondo Alistair Hewitt, capo dei servizi segreti di mercato al World Gold Council, entro la fine dell’anno, inclusa la prossima asta, le banche centrali avranno acquistato fino a 500 tonnellate di oro.

Dal 2009 le banche centrali continuano ad accumulare altro oro nelle loro riserve“, ha detto Hewitt al Telegraph.

Fonte: http://www.zerohedge.com

Link: http://www.zerohedge.com/news/2014-11-13/putin-prepares-economic-war-buys-stunning-55-tonnes-gold-q3

13.11.2014

Il testo di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte comedonchisciotte.org e l’autore della traduzione Bosque Primario

Pubblicato da Bosque Primario

  • mago

    La Cina compra petrolio,la Russia oro…a prezzi di saldo…francamente mi sfugge il senso logico… della politica Usa a meno che si stia preparando il botto di fine anno.

  • albsorio

    Forse perche il rublo russo va picco in questo istante è a 1$ contro 47 rubli.

    La banda massima di oscillazione fissata dalla banca centrale russa finiva a 1$ a 42…
    Comunque più che comprare oro dovrebbero sviluppare il mercato interno.
  • mago

    Caro albsorio la leggo sempre volentieri e le formulo una domandina….se i russi con i cinesi farebbero una moneta unica sulla falsariga di euro per gli usa sarebbe la fine.secondo me sarebbe l`occasione storica ed il timing adatto…

  • albsorio

    Non so risponderti sulla moneta unica, mia moglie è bielorussa, non hanno ancora un regime fiscale ne una sola  moneta nell’area doganale Russia, Bielorussia, Kazakistan e adesso Armenia, figuriamoci con macchina la cui moneta è del popolo.

    Credo che i problemi per noi verrebbero se i BRICS con magari i paesi non allineati.decidessero di sviluppare i loro rispettivi mercati interni, senza venere o svendere le loro risorse… allora si che i foglietti di carta conscriito debito o soldi ce li attacchi amo al culo, questo è il problema non l’oro on e borse, fantasia vs realtà…
  • albsorio

    figuriamoci con macchina la cui moneta è del popolo.

    Era
    figuriamoci con la Cina la cui moneta è del popolo.
    🙂
     
  • mago

    Il cancro si è sviluppato quando gli ex paesi comunisti o comunisti ai tempi con i fuoriusciti che hanno studiato in gb o usa sono ritornati oggi nei paesi di origine come teste di ponte,difatti la russia ed i paesi che hai indicato rappresentano per il momento un muro invalicabile….sono ancora ancorati come la cina a dottrine e ideologie passate per fare questo passo della moneta in comune…ma  oltre una guerra rimane la sola opzione percorribile….a parte la capitolazione senza ma e se agli usa e camerieri vari.