Home / ComeDonChisciotte / PRIVAZIONI PER GLI UCRAINI (E GLI AMERICANI SARANNO I PROSSIMI)
14883-thumb.jpg

PRIVAZIONI PER GLI UCRAINI (E GLI AMERICANI SARANNO I PROSSIMI)

DI PAUL CRAIG ROBERTS

paulcraigroberts.org

Durante gli ultimi 15 mesi gli Ucraini stanno pagando caro il rovesciamento del loro governo democraticamente eletto da parte di Washington. Stanno pagando un caro prezzo in morte, smembramento della loro nazione e distruzione delle relazioni commerciali con la Russia che è costato la perdita di forniture energetiche a prezzo sussidiarizzato. Gli Ucraini stanno perdendo le loro pensioni e tutti i tradizionali trasferimenti assistenziali, così la popolazione Ucraina sta procedendo dritta verso il cimitero.

Il 1° giugno l’agenzia di informazioni TASS ha riferito che il governo Ucraino ha smesso di pagare le pensioni agli anziani, ai veterani della seconda guerra mondiale, ai disabili e alle vittime di Chernobyl. Stando a questa fonte Kiev avrebbe anche eliminato le spese per i trasporti, l’assistenza sanitaria, i servizi e i sussidi agli ex prigionieri dei lager nazisti e ai detentori di alcuni titoli ed onorificenze di epoca sovietica.

Anche le compensazioni per le famiglie con bambini che vivono nelle aree contaminate da radiazioni dell’incidente di Chernobyl cesseranno. L’opposizione parlamentare Ucraina ritiene che l’ufficio del procuratore generale dovrebbe aprire un’ indagine sul Primo Ministro Arseniy Yatseniuk che ha attivamente promosso il decreto sull’ ‘’abolizione dei privilegi’’.

Questo significa privare di qualsiasi tutela gli anziani Ucraini, ritenuti ‘’bocche inutili da sfamare’’ e buttati letteralmente nel cestino dell’immondizia. Come si sentono adesso gli illusi e ingannati studenti del Maidan adesso che si sono resi colpevoli della distruzione delle tutele per i loro stessi nonni? E’ possibile che questi pazzi ingenui credano ancora nella rivoluzione del Maidan per come orchestrata da Washington? I crimini di cui questi stupidi studenti si sono resi complici sono orribili.

Yatseniuk, o Yats, come lo chiama Victoria Nuland, è il complice che il dipartimento di Stato Americano ha scelto per guidare il regime fantoccio manovrato da Washington. Yats infatti parla esattamente come un Repubblicano USA quando si riferisce a pensioni, compensazioni e servizi sociali come ‘’privilegi’’. Questa è esattamente la considerazione che hanno i Repubblicani per gli strumenti di tutela sociale e l’assistenza sanitaria, programmi pagati con le tasse dei lavoratori Americani. I repubblicani si sono appropriati delle tasse destinate ai servizi per spenderle nelle guerre che arricchiscono Wall Street e il complesso militare e adesso continuano a sostenere che sono ‘’le concessioni del welfare’’ la vera piaga fiscale per il bilancio USA.

Allora, se le cose stanno così, non è un privilegio per la Monsanto trasformare l’Ucraina in un enorme produttore di cibo OGM? Non è un privilegio il diritto concesso al figlio del vicepresidente Biden di distruggere il territorio Ucraino e le sue falde di acqua potabile con operazioni di estrazione ‘’fracking’’? Non è un privilegio imporre alla popolazione Ucraina i ‘’costi esternalizzati’’ di queste attività di saccheggio? Ma certo che no!!!! Questi non sono privilegi, sono operazioni di libero mercato che creano il maggior beneficio per il maggior numero!!! (siccome molti Americani ancora non sarebbero in grado di capire che sono sarcastico, tocca dire esplicitamente che lo sono).

Il rapporto non specifica se i ‘’privilegi’’ aboliti saranno parte di una riforma più ampia che sostituirà con altro i ‘’privilegi’’ cessati con un nuovo sistema di tutele sociali o meno. Probabilmente questo è il caso, ma dal momento che la cessazione dei pagamenti pensionistici ed altri pagamenti di welfare è stata causata dalla finanziaria di Yatseniuk finalizzata a ‘’stabilizzare la situazione finanziaria dell’Ucraina’’, lo scopo della distruzione del Sistema di welfare Ucraino potrebbe molto probabilmente essere quello di liberare cassa per pagare l’FMI e le banche occidentali. In Ucraina, proprio come in Grecia, una popolazione ingenua e facile da imbrogliare con la prospettiva ingenua della ‘’salvezza che viene dall’unione con l’Occidente’’ sarà ridotta sul lastrico proprio dai presunti salvatori.

Ovviamente però tutta la colpa è della Russia. Immagino già gli editoriali del New York Times e del Washington Post, le parole di Obama, della CNN, della Fox, come già le immaginano tutti i miei intelligenti lettori.

Esattamente lo stesso saccheggio è in corso in Gran Bretagna, Italia, Spagna, Portogallo e negli Stati Uniti. In Gran Bretagna tutto ciò che il partito laburista aveva ottenuto con strenui sforzi nel corso di decenni è stato annichilito, e non soltanto dai conservatori, ma dallo stesso leader del partito laburista Tony Blair.

Tony Blair si è venduto la sua quota di voti e deputati per soldi, così adesso è saldamente parte del famoso 1%. Bill Clinton ha fatto esattamente lo stesso. Bill e Hillary Clinton hanno speso tre milioni di dollari per il matrimonio della figlia, praticamente un record mondiale che fa impallidire le spese per i matrimoni di Hollywood. Obama non ha neanche terminato il suo incarico ed è già diventato ricchissimo. Tutti i fedeli vassalli degli USA: Merkel, Hollande, Cameron sanno che possono aspettarsi grandi ricchezze dopo aver eseguito bene il loro compito.

Aveva ragione Karl Marx quando sosteneva che il denaro corrompe al massimo grado. Qualsiasi cosa diventa un bene di compravendita scambiabile liberamente per mezzo del denaro.

Quando il denaro diventa il metro di valutazione del valore di una persona, vuol dire che la gente è diventata essa stessa corrotta, e questa è la situazione del mondo occidentale oggi.

In quale paese occidentale la ricchezza di un individuo, grande o esigua che sia, si può considerare al sicuro? Da nessuna parte. Washington ha demolito la privacy finanziaria ovunque in occidente. Persino la Svizzera è stata forzata da Washington a violare le sue stesse leggi per accomodare queste richieste di violazione della privacy finanziaria.

Per decenni i cittadini USA con conti bancari esteri sono stati obbligati a dichiarare i loro possessi esteri nelle dichiarazioni dei redditi e nelle richieste di risarcimenti fiscali. Adesso se un Americano possiede anche una sola monetina d’oro in una cassaforte estera lo dovrebbe dichiarare a Washington.

E se Washington sa dove sono le tue proprietà può confiscartele a piacere all’occorrenza. Basta che presentino un qualunque protesto o accusa e il patrimonio personale di qualcuno evapora.

Dal momento che però Washington ha stampato soldi all’impazzata per favorire un pugno di banche che controllano di fatto il Tesoro USA e la Federal Reserve, le cose sono due, o la Cina e la Russia si inchinano a diventare vassalli di Washington, oppure prima o poi il valore del dollaro inizierà una discesa verso il basso. Quando questo accadrà, allora la Federal reserve non potrà più creare soldi a piacimento per soddisfare i comodi di Washington.

Allora dove andranno a prendere i soldi? Ma è chiaro! Dalle pensioni degli Americani!

L’accumulazione pensionistica non è tassata e queste pensioni verranno tassate, come da copione, con la scusa che sono da sempre un privilegio.

E così ci potranno coprire quell’anno di budget magari. Ma cosa succederà dopo, quando il dollaro precipiterà sui mercati internazionali a causa dell’eccesso di emissione (eccesso di offerta)?

La risposta è che si passerà a un altro segmento di pensioni Americane, i fondi pensione privati, che saranno confiscati allo scopo di ‘’stabilizzare il settore finanziario’’. A questo punto qualsiasi forma di tutela sociale sarà da un pezzo soltanto un ricordo.

Alicia Munnel, che mi subentrò alla carica di Assistente Segretario al Tesoro per le politiche economiche sotto il governo Clinton, già anni fa sosteneva la necessità di confiscare i fondi pensione privati (incluse la IRA e 401K, fondi specifici in USA) calcolando che dal momento che non sono mai state tassate ciò agirebbe come compensazione delle fiscalità accumulate che lo Stato non ha volute esigere prima.

Questa Alicia ha una cattedra parassitaria in una università Americana dove continua a sostenere la causa del furto delle pensioni. L’attacco congiunto alle pensioni da parte dei Democratici di Clinton ai fondi pensione privati e dei Repubblicani sulle pensioni pubbliche si traduce nel fatto che i cittadini Americani possono scordarsi le pensioni. Gli Americani sono a un termine presidenziale dalla perdita definitiva delle loro pensioni ed è del tutto irrilevante per chi voteranno o non voteranno.

La sicurezza economica è un ricordo del passato. La sicurezza economica era un risultato del fatto che gli USA sono usciti come unica potenza economica prospera dalla Seconda guerra mondiale. In quei giorni le corporazioni, come il governo di Washington, credevano che le aziende avessero responsabilità non solo verso i loro investitori (shareholders) ma anche verso i loro impiegati, i loro clienti e ognuna delle comunità dove opera il business (stakeholders).

Significava una certa attenzione al benessere generale, diversamente da oggi dove non importa nulla tranne che il tornaconto di managers e azionisti.

Gli apologeti dello sfruttamento sostengono che i ricchi sono ricchi perché sono più intelligenti. Ma a me al contrario sembra che la stupidità dei ricchi sia piuttosto evidente. La loro folle avarizia ha demolito il mercato interno USA. Sul serio, come si fa ad essere così stupidi? Come faranno gli Americani a continuare ad acquistare quando tutti i lavori ben pagati nell’industria e nell’informatica saranno trasferiti all’estero (offshoring) e gli unici lavori disponibili saranno cameriere, barista, commesso e magazziniere part time da Walmart così che i profitti delle multinazionali possono continuare ad aumentare? Ma chi comprerà la merce che sostiene i profitti? Di sicuro non gli Americani che non avranno più la liquidità per sostenere i livelli attuali di consumi.

Il mito diffuso da Wall Street e dagli ‘’apologeti degli azionisti’’ che la responsabilità esclusiva delle aziende è verso i propri azionisti e i propri manager ha distrutto di fatto l’economia Americana.

Spostando la produzione nei paesi dove è più conveniente le aziende hanno demolito i redditi che sostenevano il mercato Americano dei consumi. Ad esempio i salari per produrre computer Apple, Ipads ed Iphones sono tutti pagati in Cina. I clienti Americani della Apple non sono i beneficiari dei salari associati alla produzione degli oggetti che la Apple continua a commercializzare e pubblicizzare.

Gli Americani sono già stati privati delle loro aspettative di vita e di carriera e la prossima vittima sono le pensioni. E ovunque vogliamo guardare il destino delle popolazioni sotto l’ ‘’influenza occidentale’’ è esattamente lo stesso. Sono sotto sfruttamento gli Ucraini, i Greci, i Britannici, gli Americani e tutti gli altri.

Ovunque l’occidente sia arrivato la popolazione è sotto sfruttamento: direi che lo sfruttamento dei pochi sui molti è il marchio distintivo dell’occidente. Un occidente che non è altro che un’entità decrepita, corrotta e che va avanti diretta verso il proprio collasso.

Paul Craig Roberts

Fonte: www.paulcraigroberts.org

Link: http://www.paulcraigroberts.org/2015/06/04/ukrainians-dispossessed-americans-next-paul-craig-roberts/

4.06.2015

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di CONZI

Pubblicato da Davide

  • clausneghe

    Questi zoticoni non potevano produrre nulla di buono con la loro "rivoluzione" colorata di nero, il fumo dei copertoni che hanno bruciato a tonnellate, al punto da intossicarsi da soli.

    Io Maidan la chiamo la rivoluzione dei copertoni.
    Questa Nazione è indegna di stare tra le nazioni civili, è in mano ai folli neonazisti, tanto ingenui quanto violenti e illiberali. Non li vogliamo in Europa.
    Ora raccolgono il frutto velenoso della violenza, fatto di fame, privazioni e ingiustizie.
    Sono i paria d’Europa e se lo meritano.
  • sotis

    Ben gli stà e poi, diciamolo, chi se ne frega!

  • marcoferro

    il nemico non sono i popoli, americano o ucraino, il vero nemico è la governance americana nazi-finanziaria. il popolo americano è la prima vittima di quella gente. sono 200 anni che vivono sotto dittatura con quei due partiti, che fingono di farsi la guerra e poi vanno a pranzo insieme e sono imparentati tra loro e si spartiscono il potere. sono sempre stesse le stesse famiglie, adesso alle prossime presidenziali si presenterà ancora uno dei figli scemi di bush, megli se lo sterilizzavano. oppure la pazza e cornuta guerrafondaia della clinton. sempre la stessa gente non esiste la democrazia, in un paese dove servono miliardi di dollari per una campagna elettorale quale uomo comune potrebbe vincere ? obama ha preso dalla lobbi delle armi 2 miliardi di dollari per la sua campagna e poi ce chi vorrebbe eliminare le armi ogni qualvolta c’è una nuova strage, ma come si fa è impossibile se il presidente prende soldi dalle lobbi.

  • adriano_53

    Paul Craig Roberts: un uomo che si sta velocemrnte liberando di qualsiasi illusione.

  • madelmo

    Ottima analisi . purtroppo riguarda anche l’Italia in quando colonia USA