Home / ComeDonChisciotte / #PRESIDENTE M5S – IO LA PENSO COSI': TENTARE DI SPEZZARE IL NAZARENO
14352-thumb.png

#PRESIDENTE M5S – IO LA PENSO COSI': TENTARE DI SPEZZARE IL NAZARENO

DI STEFANO ALI

ilcappellopensatore.it

So che mi tirerò addosso gli improperi di molti militanti del Movimento 5 Stelle, con la mia posizione sul #PresidenteM5S, ma io la penso così e spiego il perché.

È evidente che i nomi più “affini” al Movimento 5 Stelle siano Cantone, Carlassare (che però ha già comunicato la sua indisponibilità), Di Matteo, Imposimato, Lannutti, Maddalena, Settis e Zagrebelsky.

Quante probabilità hanno questi sette nomi di vedere convergenze da parte di altri gruppi politici? Probabilmente nessuna.

Considerato che, teatrino a parte, il Patto del Nazareno ha il suo nome per la presidenza – ancorché non ancora svelato – è assai verosimile (per non dire che, per me, è certezza assoluta) che, alla fine della fiera, ci si ritroverà con un Presidente assai peggiore di quanto è stato Napolitano (il che è tutto dire).

È questo che il Movimento 5 Stelle vuole? Un candidato di bandiera da portare fino alla fine come #PresidenteM5S senza speranza alcuna? Senza neppure tentare di spezzare questo malefico “Patto” Berlusconi – Renzi?

È chiaro che – tenendo i voti 5 Stelle fermi su un nome – non sussisterebbe alcuna maggioranza alternativa possibile al Nazareno.

Ci si chiederà, ma non possono gli altri (intendendosi minoranze PD, Fittiani etc etc) convergere su uno del nomi 5 Stelle?

La risposta, qui, è sicuramente un categorico “no”.

Per mettere in difficoltà il Patto fra Renzi e Berlusconi occorre giocare in casa di Renzi che, altrimenti, avrebbe gioco facile contrapponendo un personaggio del PD. Come si fa a chiedere ai grandi elettori PD di votare uno che non è del loro partito? Certo, la coerenza non è stata del PD degli ultimi anni, ma avrebbero difficoltà a spiegare.

E il nome proposto deve essere una persona cui Renzi, almeno ufficialmente, non possa assolutamente dire di no senza doversi definitivamente iscrivere a Forza Italia il giorno dopo.

Ovviamente, io personalmente non voterei Prodi neppure sotto tortura a Guantanamo. Europeista ed eurista convinto (si picca di essere il padre dell’Euro). Anche dal punto di vista della trasparenza… cito NOMISMA e mi fermo li. Per non parlare della “schiena dritta”. Wikileaks ci spiega che Prodi ha perfino chiesto scusa per aver risposto ad una telefonata e giurato che non lo avrebbe fatto mai più, senza il permesso degli USA. 1

Prodi no. Assolutamente. Giusto per rammentarlo, poi, Prodi è il nome indicato dagli unici parlamentari PD che hanno risposto alla richiesta inviata via mail dal Movimento 5 Stelle che si era impegnato ad aggiungere la rosa di nomi del PD a quella dell’Assemblea congiunta dei Parlamentari M5S. Prodi, quindi, non poteva essere in lista “per parola data”.

Certo, non è che Bersani sia poi digeribilissimo, d’altro canto. I 5 Stelle ricordano la presa in giro quando si trattò della formazione del Governo nel Febbraio 2013 2. E anche le strane posizioni su vari temi. Gargamella (soprannome azzeccatissimo dato da Beppe Grillo).

Verissime anche le foto con Lusi, Penati, Mussari, Genovese, etc etc. Però non si può non riconoscere che fin’ora non ci sono state inchieste che lo abbiano sfiorato.

Ma se la minoranza PD e SEL convergessero su Bersani;

Ho la sensazione che anche i fittiani di Forza Italia non sarebbero restii. In fondo, l’alternativa, per loro, è votare un altro PD scelto da Renzi e Berlusconi.

E Bersani qualche sassolino dalla scarpa con Renzi se lo toglierebbe.

L’alternativa è un Napolitano 2 “La Vendetta”, il ritorno di Berlusconi a pieno titolo in politica e la subordinazione assoluta a Renzi nella trasformazione di quel che resta della Democrazia Parlamentare in dittatura.

Pensateci.

Stefano Ali

Fonte: http://ilcappellopensatore.it

Link: http://ilcappellopensatore.it/2015/01/presidentem5s-io-la-penso-cosi-tentare-di-spezzare-il-nazareno/

28.01.2015

1 http://ilcappellopensatore.it/2014/08/sinistra-italiana-zerbino-degli-usa-non-dellitalia/ .
2 http://ilcappellopensatore.it/2014/06/quegli-accordi-inconfessati/

Pubblicato da Davide

  • SanPap

    ieri ho letto i nomi dei candidati; a parte le polpette avvelenate, è la più bella rosa di candidati presentata; in questo clima di "do ut des" e assemblea di condominio (alla prima convocazione non ci si va !) è stata una lieta lettura; mi ha messo di buon umore; mi ha ridato visibilità su persone che non fanno venire i conati di vomito solo a sentirle nominare. Forse l’Italia ha ancora un futuro.

    Mi dispiace che la prof.ssa Carlassare abbia rinunciato, probabilmente avrei dato la mia preferenza a Lei. 

  • robotcoppola

    Magari fosse così …
    Io penso invece che qualsiasi nome votabile dal PD sarà comunque un disastro per la collettività, un concentrato di ipocrisia e menzogne come da loro tradizione.
    Nell’ipotesi che venisse scelto bersani (e peggio che mai prodi), ci metto la mano sul fuoco che, troverebbero un nuovo equilibrio in linea col patto del nazareno.
    Le riforme renziane sono una conquista eccezionale per le oligarchie dominanti che controllano il partito unico.
    Con questi inquietanti personaggi non vedo vie d’uscita, siamo fregati in partenza.
    Peraltro se il M5S scegliesse uno di quei nomi, i media cercherebbero di passare il messaggio che la base del movimento sceglie/desidera opzioni in contrasto con quelle dei suoi fondatori…

  • Hamelin

    Con la proposta fra i papabili di Bersani e Prodi il M5S ha perso i residui di credibilità che gli erano rimasti .

    Alle prossime elezioni ( se mai ci saranno ) prenderanno voti irrisori .

    Ormai il movimento puo’ essere anche sciolto .

    Il suo lavoro l’ha fatto .
    Ha incanalato la rabbia popolare che poteva prendere derive pericolose per il sistema ed ha annientato la resilienza dei pochi cittadini disposti a cambiare il paese per offrire un futuro alle nuove generazioni .

    ll M5S verrà ricordato come la flatulenza finale della seconda repubblica .

  • Nieuport

    Sostanzialmente Hamelin ha ragione, ma Beppe Grillo lo ha spiegato chiaramente: se non c’eravamo noi, c’era Alba Dorata.

  • francescosantoianni

    Questa brillante soluzione del "meno peggio" mi sembra il suicidio del Movimento Cinque Stelle. Come ho cercato di argomentare qui: 

  • Albertof

    il secondo nome piu votato dai Grillini è Prodi. no comment.

  • spadaccinonero

    articolo orrendo degno di un grillino – piddino

  • Cataldo

    Ho votato M5s, giusto per dire che non ho posizioni "contra"
    ma questa affermazione è solo una apodittica cavolata, la "spiegazione" di Grillo è una ipotesi mal fondata, nel migliore dei giudizi possibili

    Piuttosto che riferirsi ad esempi fuorvianti, si può dire con migliore precisione, a mio avviso, che M5s da ancora un credito alla possibilità di svolgere una "opposizione" nell’ambito delle istituzioni e  incanala in queste un dissenso, che altrimenti ne resterebbe alieno.

    Purtroppo visto lo stato delle istituzioni stesse, la loro precarietà di fronte al moloch del controllo informativo, ad oggi non è detto che questo si traduca ipso facto in un elemento positivo.

  • Cataldo

    Una flatulenza che addirittura incanala la rabbia etc etc, mi sembra un po contraddittorio.
    Mi
    sembra un giudizio scarsamente motivato, cerchiamo di tener conto delle
    difficoltà immense di una qualsiasi "opposizione", come dici tu stesso
    non si sa nemmeno se ci saranno le prossime elezioni, e comunque sembra
    proprio che si terranno con una legge ancora incostituzionale, tanto per
    dire.

    Vediamo quindi le cose in una prospettiva più ampia. La
    resilienza dei cittadini non ho ben capito cosa sia, io più che rabbia o
    resilienza vedo un crollo sistematico del senso critico, e di capacità
    di lettura della realtà, la vera battaglia è quella contro le sicurezze
    dogmatiche del mainstream, prima ancora della politica, su questo il
    movimento ha un suo ruolo, qualunque siano le intezioni dei suoi vertici
    o dei militanti stessi.

  • cardisem

    So
    che mi tirerò addosso gli improperi di molti militanti del Movimento 5
    Stelle, con la mia posizione sul #PresidenteM5S, ma io la penso così e
    spiego il perché.
    ——

    Mah! Ho letto il testo e non ci ho capito molto…
    Tranquillo! Puoi pensarla come ti pare, non è questo che mi turba… Ma appunto fatico a vedere il "pensiero” che dovrebbe irritare i "militanti" 5Stelle, e dunque anche il sottoscritto, che a titolo ASSOLUTAMENTE personale ti dice:

    Avendone la facoltà ho votato Imposimato, come vedo hanno fatto la gran parte…
    1. Questa facoltà non è concessa a nessun altro iscritto o militante negli altri partiti.
    2. Ancora prima di essere un "militante", non mi ha mai appassionato, riguardato l’elezione del Presidente della repubblica, mera espressione di una consorteria che non riguarda i cittadini, o certamente NON ha mai riguardato chi qui scrive, il quale beninteso SUBISCE un rituale del regime…
    3. Il Movimento è una forza politica ANTISISTEMA, cosa che è stata ben compresa dal Sistema stessa, che gettando facendo gettare loro la maschera hanno costretto i falsi "duellanti" (PDL, PD) a rivelarsiper ciò che erano: dei “compari” che per venti anni e passa hanno preso in giro in popolo italiano, conducendolo alla rovina presente…
    4. Il fatto che il Movimenti sia una forza "antisistema” non significa che sia stata alla scuola delle "Brigate rosse" o che possa ripristinare le "gambizzazioni": la nonviolenza del Movimento oltre che una "virtù” è anche una "necessità”.
    5. Personalmente, ripeto: personalmente, ripristinerei, anzi istituirei con legge costituzionale la pena di morte, ma riservata esclusivamente ai politici e messa nello stesso articolo che disciplina l’altro tradimento, fornendo dello stesso una maggiore specificazione.
    6. Il sistema ha tanto bene capito che il Movimento è antisistema, ovvero autenticamente rivoluzionario, da fare una legge elettorale unicamente per far fuori il Movimento da qualsiasi presenza istituzionale, legale, non violenta… Il Sistema ama e vuole l’opposizione violenta per per poter meglio usare gli apparati repressivi dello Stato…

    E mi pare che basti, per adesso…
    Ah! Per quello che mi riguarda posso assicurare il mio “critico” che ora più che mai farò cerchio intorno al Movimento…

  • cardisem

    Probabilmente sei dei PD…
    Cosa volevi dal Movimento o cosa ti aspettavi?

  • cardisem

    Alle prossime elezioni ( se mai ci saranno ) prenderanno voti irrisori .
    —-

    Come fai a saperlo?
    È un tuo desiderio o hai la sfera di cristallo?
    Se anche i voti saranno irrisori, ammesso che ci sia ancora qualcuno che creda abbia senso andare a votare, puoi star certo che fra quei voti irrisori ci sarà anche il mio: questo te lo puoi segnare come una certezza, per gli altri non posso dire e nessuno può dirlo se non per se stesso…

  • cardisem

    Ormai il movimento puo’ essere anche sciolto .

    da chi dovrebbe essere sciolto?

    Ciò che vado dicendo io nelle riunioni cui partecipo da "attivista certificato” è questo:
    ragazzi, questi hanno in mente il modello americano, dove per politica si intende l’esistenza di due partiti assolutamente intercambiabili, uno più uguale e liberticida dell’altro, basati soltanto sui danari delle multinazionali o dei superricchi… Faranno fuori, anche uccidendo fisicamente, chiunque voglia rompere il duopolio… Anche con il solo 25 % di elettori votanti per lor va benissimo… È illuminante ciò che ha detto un mio compagno d’infanzia divenuto cittadino americano: non è MAI andato a votare, considerando del tutto inutile se non dannoso e controproducente il farlo…
    Sarà così anche in Italia, se dovesse cessare la "flatulenza” del Movimento…

    Ho detto: questa è la scommessa: quanto più ci escluderanno dalle istituzioni, tanto maggiore deve essere il nostro "lavoro politico" nella società, per unire i cittadini, per far capire loro che la democrazia diretta non è una «idiozia», ma qualcosa di possibile e realizzabile se la si vuole per davvero e si lavora per realizzarla… Il criterio non è il “successo” ma la volontà di raggiungere l’obiettivo, la costanza nel tempo, anche di generazione in generazione… Di alternative o scorciatorie non se ne vedono, se mai ci sono… Ma… il 25 % di botto, al primo colpo, nonè cosa che si è mai vista da nessuna parte…

    Cosa dovevamo fare?
    Come il cane di La Fontaine, che avendo il compito di fare la guardia all’arrosto del padrone, vedono tutti gli altri cani che si lanciavano sull’arrosto, si è poi messo a partecipare al pasto? Questo si voleva dal Movimento….

    E basta! Non ho altro tempo per rispondere ad Hamelin…

  • cardisem

    PS. – Ho appunto una riunione di zona, del Movimento, che continua a lavorare ad ogni suo livello… La carnevalata dell‘elezione del Presidente, passerà come passa ogni carnevale… Non è da qui che gli Italiani troveranno la soluzione ai loro problemi, quelli seri, quelli veri…

  • yago

     Zagrebelsky è il mio preferito.  Prodi , Amato e similari sono un ritorno al passato di cui ci dovremmo vergognare. 

  • adriano_53

    de bono non intendeva appendere dei sonagli ai suoi cappelli per pensare.

  • cardisem

    Son rientrato e rileggo di nuovo il testo:

    «Quante probabilità hanno questi sette nomi di vedere convergenze da parte di altri gruppi politici? Probabilmente nessuna.»

    Commento:
    è questo il problema?
    Dove sta il problema?
    Quindi, il Movimento – se ben intendo – dovrebbe indicare un nome che abbia la probabibilità di essere condiviso dagli altri?

    Francamente, io non vedo così le cose…
    Dovrebbe essere ormai chiaro anche ai critici più accaniti che il Movimento non è "consociativo”…

    L’elezione del Presidente della Repubblica è sempre stata la Sagra del Consociativismo, la sua Sagra più alta…

    Il dubbio avrebbe potuto essere per me:
    se starsene interamente fuori del gioco, con un Vaffa indirizzato a tutti…
    oppure in qualche modo partecipare al gioco con una proprio distinta posizione, a prescindere che fosse o no condivisa dagli altri…

    Visto che nel Parlamento ci sta, e con numeri superiori a tanti altri, credo che sia stato saggio aver lanciato qualche carta e dato segni di presenza…

    Se mai sono gli altri che devono preoccuparsi del "gradimento da parte del Movimento di un qualsiasi candidato…

    Non mi pare che esista questa preoccupazione…

  • Aironeblu
    La considerazione da fare è appunto che il Nazareno ha già il suo nome per il Quirinale, anche se non l’ha ancora svelato. Pertanto inutile affannarsi troppo, se non allo scopo di mostrare agli elettori che il M5S i suoi tentativi li ha fatti.
    Piuttosto, si può tentare, come passatempo, di indovinare questo nome: che sia un  "outsider", filoamericanista dichiarato con la tessera Bilderberg, l’hobby della scrittura e adesso anche della regìa? Iesuichen Veltroni aspetta nell’ombra.
  • gimo

    Se mi permettete una riflessione….

    Le cose che sento dire piu spesso sono 
    La Finocchoaro va bene a Berlusconi,
    Prodi non va bene a Renzi e nemmeno a Berlusconi
    Bersani potrebbe andare bene anche a Berlusconi…
    Etc.
    Ma quando si dice "andare bene" o "piacere" a questo o quell non si sta certo parlando degli occhi azzurri o del modo di vestire…. O no?
    Tutti i giornalisti si stanno perdendo in queste elucubrazioni che somigliano piu a masturbazioni..  Ma nessuno parla a carte scoperte..
    Perche la Finocchiaro va bene a Berlusconi
    Perche Prodi no?
    Cioè quali sono gli intrighi, gli interessi che ci sono sotto questi nomi?
    Come ci pigliano per il culo bene e noi giu a fare la scimmiette che copiano gli stessi ragionamenti sentiti in TV SENZA AVERE LA MINIMA IDEA di cosa stanno parlando.
  • cardisem

    Hai solo cercato di "argomentare”, come tu dici, ma io l’argomento in interventi come i tuoi non li vedo, li trovo poco utili, non vale la pena di perderci del tempo…

    A te (e a tutti gli altri), chiedo:
    ma cosa avrebbe dovuto fare o dovrebbe fare il Movimento?
    Detto ciò giusto per capirci senza perdere troppo tempo e non perché io qui voglia fare il difensore d’ufficio, il partigiano del Movimento, che vive o muore anche senza i miei interventi difensivi…

    Una sola cosa posso dare come certa: che io ci sto e mi muovo nelle situazioni specifiche che sono alla mia portata…

    In questo caso, ho votato Imposimato…

    Quando mai nella storia della repubblica è mai stata data a un militante di partito la possibilità di scegliere direttamente il nome del Presidente della repubblica?

    Mi sono stufato di perdere del tempo con critici del movimento fin troppo saputi e saputelli…
    Fondino loro un partito, e facciano concorrenza a Grillo e al movimento…

  • cardisem

    Io ho votato Imposimato, ma non sto a dare addosso a chi ha votato altri nomi e non mi considero "vincitore” per aver votato Imposimato che ha ottenuto più voti di altri…

    Credo che la questione sia un’altra:
    – far vedere di essere presente a un gioco, a una danza, decisa da altri…

    Se non partecipi alla danza, ti criticano e danno addosso perché non partecipi alla danze, perché non porti risultati a casa, perché deludi quelli che ti hanno votato…

    Se partecipi alla danza, ti dicono che hai votato Prodi o qualcun altro…

    Sempre ti tirano le pietre quelli cui dà fastidio il solo fatto che tu esisti (dovresti "scioglierti" e non aspettano l’ora di vederti sparire dalla scena)…

    In realtà, io penso che il Movimento stia facendo bene:
    – occorre essere presente per conprendere i meccanismi del sistema, per poi poterli rompere quando i tempi saranno maturi senza rischio di fallimento o di "delusioni” come già vengono da tsispras che in Grecia vota (o proroga) le sanzioni alla Russia…
    – Un vecchio proverbio: dagli amici mi guardi Iddio, che ai nemici penso io: e qui penso ai vari Santoianni…
    – Se dovessi seguire il mio irrazionale e impolitico impulso, metterei nell’urna presidenziale un vistoso e colorato: "Vaffa…", ma riconosco che è un atto impulsivo di scarsa produttività strategica e tattica…

    In questo parlamento "illegittimo”, che produce un Presidente "illegittimo”, la sola unica forza politica che ha legittimità democratica è il Movimento Cinque Stelle, il quale stando agli stessi sondaggi dei nemici continua ancora a stare sopra il 20 % malgrado un incessante martellamento denigratorio da parte dei media di regime e di blogger come anche qui se ne trovano…

    Certo, vi sono ancora quelli che pensano alle barricate e ai “fucili”, ma è esattamente quello che ci si aspetta da parte del Regime per trasformare tutta la penisola in una superfice carceraria… La Gladio è già stata pianificata fin dagli anni 40/50… E dove non opera la Gladio, operano i media…

  • cardisem

    Mi dispiace… Avevo scritto un lungo e bel commento, che è però andato perso per una questione del sistema… Non mi va di riscrivere il ragionamento svolto…

  • cardisem

    In tempo reale:
    ho solo visto le battute iniziali di 8 e mezzo con il Filosofo Cacciare che “in tempi non sospetti” aveva divinato che il solo nome possibile era quello di Mattarella…

    A me che son fuori (come credo la totalità degli italiani) ed estraneo a tanta festa il pensiero va alla “festa del maiale”, come mi veniva raccontato si svolgesse nella società contadina dei miei nonni:

    – una volta all’anno si ammazzava il maiale ed era gran festa… Si mandava un piatto a parenti e vicini…