Home / ComeDonChisciotte / POST POLITICO, DEFINITIVO, (RELOAD, ORA SAPETE CONTRO CHI HA PERSO BERLUSCONI)
12274-thumb.jpg

POST POLITICO, DEFINITIVO, (RELOAD, ORA SAPETE CONTRO CHI HA PERSO BERLUSCONI)

DI FUNNYKING
rischiocalcolato.it

Nota di Rischio Calcolato: quando a metà Agosto ho scritto questo post, uno dei più letti del mese, non immaginavo che quanto sostenuto avrebbe trovato conferma così presto. Berlusconi ha perso di fronte ad un avversario formidabile, che di certo non è il PD ne “i cattolici” ne chissà quale altro potere oscuro. Il Post Politico Definitivo aveva già spiegato tutto due mesi fa. Buona ri-lettura.

Come noto il vostro qui presente amico (ma anche no) blogger, cioè io, pecca di una enorme autostima, un ego smisurato e di una conseguente, naturale, arroganza.

Dunque non stupitevi del titolo quanto segue non è una chiave di lettura per comprendere la politica moderna.

E’ LA chiave di lettura

E vi sfido a rileggere le penose vicende politiche italiane degli ultimi venti anni dopo aver letto quanto segue.

Buon Trip.

Preambolo: chi possiede il potere?

Chi ha veramente il potere, chi può decidere o influenzare seriamente la direzione politica generale che deve prendere una nazione, un continente o in certi casi e su certe questioni, l’intero pianeta?

I politici siano essi eletti o siano essi dittatori, nella media, no. Assolutamente no. I “nostri rappresentanti” o i “loro dittatori” nella migliore delle ipotesi hanno una qualche autonomia su questioni minori o di media importanza, possono persino farsi una guerra fra loro. Ma quando c’è da decidere qualcosa di veramente importante allora, no. Essi sono solo pupazzi manovrabili con una discreta anche se non perfetta facilità.

E allora chi comanda veramente, chi possiede il potere di alzare il telefono e determìnare la decisione dei nostri rappresentanti o dei loro dittatori?

O meglio, che cosa esattamente da il potere a chiunque la possegga, di far cambiare “opinione” alle persone.

Beh esiste una definizione molto fortunata di questa cosa:

E’ la cosa più desiderabile dall’uomo rispetto a tutte le altre

o meglio

E’ la merce più desiderabile rispetto a tutte le altre

E la cosa (merce) che l’uomo brama di più sopra ogni cosa è il denaro.

Chi possiede il denaro ha il potere. 

Possedere il denaro non significa possederne una enorme quantità.  Possedere il denaro significa poterlo creare o poterlo distruggere, potere discriminare a chi darlo e a chi toglierlo.

Chi possiede il denaro? Ovvero chi possiede ciò che l’uomo brama di più sopra ogni cosa? Ovvero chi ha il potere di decidere a chi darlo e a chi toglierlo?

Immaginate per un attimo un qualsiasi deputato di maggioranza, diciamo sia greco, mentre si appresta a votare l’ennesima fiducia al parlamento su un provvedimento liberticida che egli reputa per qualsiasi ragione, ingiusto.

Immaginate una telefonata qualche ora prima del voto in cui gli si fa notare:

  • Che il fido alla sua azienda o a quella di sua moglie, figlio, fidanzato, parente, amico potrebbe essere improvvisamente revocato (il potere di distruggere l’altrui denaro)
  • oppure, Che ci sarebbe pronta una nuova conveniente e quasi illimitata linea di credito, senza garanzie, per quel famoso suo progetto, o per quella azienda di sua moglie, figlio, fidanzato parente, amico… (il potere di creare denaro e distribuirlo ad altri)

Secondo voi come voterà il deputato Greco di maggioranza? Secondo le sue convinzioni o secondo quelle del tizio dall’altra parte del telefono.

Chi è il tizio dall’altra parte del telefono?

E’ un banchiere in rari casi più (magari convincere un capo di stato), oppure un suo lacchè nella stragrande maggioranza degli altri casi.

Ma invariabilmente l’argomento decisivo sarà sempre la cosa che gli uomini bramano sopra tutte le altre, l’interlocutore finale chi realmente la possiede.

Nel mondo moderno, il potere è dei banchieri. Non è sempre stato così, ma è così oggi.

Il potere del denaro è infallibile?

NO, questo è il primo errore comune fatto dal complottista medio, non esiste un potere assoluto e infallibile dell’uomo sull’uomo. Innanzitutto non è detto che “il banchiere” sia particolarmente intelligente e poi spesso avvengono delle vistose anomalie, dure, a volte apparentemente impossibili da correggere anche con il potere del denaro.

Il possesso del denaro è il potere più grande di tutti, ma non è un potere assoluto.

Esiste un solo grande potentato del denaro?

NO, questo è il secondo errore comune fatto dal complottista medio, intanto non esiste un solo denaro e gli affanni del (ex) Dio Dollaro ne sono la testimonianza, e poi esiste più di una fratellanza che ha il potere di creare, distruggere e distribuire il denaro. Queste fratellanze raramente collaborano e in quel caso determinano letteralmente un destino del mondo in un qualche periodo storico chiave. Normalmente si combattono mortalmente ( ma a morire fisicamente non sono i “fratelli” come ovvio)

Il potere del denaro determina tutte le scelte politiche ?

No, anzi al contrario, la stragrande maggioranza delle scelte politiche sono il frutto della discussione (o della zuffa) fra i nostri rappresentanti eletti, oppure fra i loro dittatori con i loro oppositori. La mossa geniale dei banchieri è essere invisibili, interferire il meno possibile.

Ma quando i banchieri interferiscono lo fanno su questioni fondamentali, cioè sulle questioni fondamentali che li riguardano.

Ad esempio, il dogma della quasi infallibilità dei debiti pubblici, costi quello che costo vi sembra una questione fondamentale per i normali cittadini? Come mai anche solo l’ipotesi di una bancarotta disordinata (cioè non concordata con le banche) di un qualsiasi stato europeo viene dipinta dal 100% dei politici e dal 100% dei media come qualcosa di peggio di una guerra termonucleare, o dell’avvento dell’anticristo.

Chi possiede il debito pubblico? E quale è la reale funzione del debito pubblico per i banchieri?

Mentre grande discussione ci può essere su questioni ridicole come se far pagare l’IMU sulla prima casa, farla pagare solo ai ricchi (boh) o non farla pagare a nessuno. Grande discussione ci può essere sulla fondamentale questione esistenziale dell’agibilità politica di un leader di partito condannato in via definitiva.

Meno discussione ci può essere sulla sopravvivenza di un governo affidabile, ovvero retto da una maggioranza sensibile alle telefonate di un banchiere.

fine preambolo.

Post Politico, Definitivo.

La politica nelle sue varie forme esiste, discute e decide. A basso e medio livello è influenzata dalle componenti e/o lobby che dominano una data società/stato. Ad alto livello è massimamente influenzata da chi possiede il denaro e dunque decide a chi dare o togliere la cosa che ogni uomo brama più di ogni altra.

Non sempre le cose vanno nel senso voluto dai banchieri, spesso avvengono delle anomalie, se dovessi indicarne due attuali italiane direi:

  • Berlusconi
  • Il Movimento 5 Stelle

Quante volte esponenti delle variegate opposizioni a Silvio Berlusconi lo hanno definito una anomalia?

Una anomalia per chi o per cosa?

Per un paese normale? E cosa è un paese normale? Sarà mica quel paese dove se un banchiere chiama il politico risponde si signore?

Silvio Berlusconi quando è entrato in politica lo ha fatto con un impero economico che stava per crollare sotto il peso dei debiti, ha fatto una mossa spregiudicata ed è stato appoggiato da più di una “fratellanza” di banchieri spaventati dai comunisti di Occhetto. Poi ha vinto ma non si è dimostrato abbastanza riconoscente, ad esempio ha appoggiato e si è fatto amico del nemico giurato di una delle fratellanze più forti al mondo: Vladimir Putin (indovinate di quale fratellanza di banchieri mi riferisco, ne ha sterminati fisicamente parecchi nel suo paese)

Il Movimento 5 Stelle è una anomalia assoluta per i banchieri. Il problema sta nell’argomento della telefonata. Cioè se il deputato da convincere al massimo ha un mutuo di 100.000 sulla casa e non ha ne parenti ne amici con interessi che superano la possibilità di farsi una vacanza ai caraibi, diventa piuttosto complicato offrire efficacemente il denaro. O meglio si può tentare la corruzione semplice, ma non si può ricattare (come lo togli un fido a uno che non lo ha?).

Qualsiasi giudizio personale e ideologico si voglia dare ai Cittadini Eletti del MoVimento 5 Stelle essi nell’insieme rappresentano una gigantesca anomalia fatta di persone normali, un bel problema da risolvere e per intanto è necessario prendere tempo ed evitare ad ogni costo elezioni a breve, oppure elezioni con questa legge elettorale.

Se l’M5s dovesse prendere il potere, a chi cavolo andrebbero a telefonare, a Grillo? a Casaleggio? Si va bene, ma poi in parlamento a schiacciare i bottoni ci sono loro con il pidocchioso mutuo da 100,000€ e al massimo un credito personale per il tv al plasma. Vuoi mettere la differenza con un bel deputatone  titolare di azienda… magari non esattamente florida (mi viene in mente un parlamentare usualmente descritto come un noto genere di serpente)

Ecco se volete spiegarvi il ginepraio della politica italiana di oggi:

  • Abbiamo un governo e orde di deputati molto influenzabili dal potere del denaro.
  • Abbiamo un leader di partito inaffidabile per molti e potenti banchieri ma a sua volta in grado di influenzare una banda di parlamentari inetti e senza voti, peraltro contando su una sua quantità di denaro e meno potenti “fratelli banchieri”
  • Abbiamo una remota possibilità di Caporetto per i banchieri ove si andasse ad elezioni con questa legge elettorale. Una vittoria dell’M5s (di oggi, quello che eventualmente si presenterebbe a prossime elezioni non saprei) è il peggiore scenario possibile. Dunque l’attuale legge elettorale che in teoria lo consente va cambiata prima delle elezioni, oppure non ci devono essere elezioni a breve.
  • Abbiamo, al solito il PD e la sinistra in generale, come interlocutore più affidabile per i banchieri dominanti (sapete quelli che Putin si diletta a sterminare per il mondo), leggere il Corriere della Sera e Repubblica per conferma, poi andate a guardare chi sono o chi è l’azionista o gli azionisti di riferimento.

Ecco Letta così (uaz uaz) la politica italiana si spiega meglio no. Anche quella mondiale tutto sommato.

FunnyKing
Fonte: www.rischiocalcolato.it
Link: http://www.rischiocalcolato.it/2013/10/post-politico-definitivo-reload-ora-sapete-contro-chi-ha-perso-berlusconi.html
2.10.2013

Pubblicato da Davide

  • albsorio

    ” O meglio, che cosa esattamente da il potere a chiunque la possegga, di far cambiare “opinione” alle persone.” —— ti dice niente DATA GATE? ——- Non ho capito cosa ha “predetto”.

  • A-Zero

    Forse nell’ambito del ‘comune’ blaterare fatto di categorie radicate tipo politica dx/sx, calcio e altre amenità l’estensore di predizioni (appunto, quali?) si vede quale fulgido lucifero.

    Eh si, ma ormai sarebbe ora che almeno su internet si parli fuori dagli schemini delle orazioni e dei rosari decennali di propaganda.

    OK esiste una gerarchia dei poteri ed esiste il potere del denaro. Bella scoperta.

    Un dubbio: l’unico mezzo di convincimento è il denaro? Le minacce, gli attentati e gli assassini, le sparizioni, no? La storia d’Italia è zeppa di omicidi politici e para-politici. Tanto per fare un’esempio di bassa lega: allora Marrazzo non c’aveva un mutuo da pagare vista la scia di morti ne suo caso.

    Ma poi non si so se piangere o ridere quando i nostro acuto auto-stimato porta la teoria al riscontro empirico delle faccende italiche.

    Berlusconi: è stato un pilastro dell’appoggio alla politica imperiale dei Bush, padre e figlio. Gli accordi che lui ha strombazzato con Putin e la politica verso Gheddafi è stato il continuum della politica estera dei decenni passati. Prodi tutt’ora va a farsi quattro risate con putin e già prima aveva fatto accordi economici strategici. Sulla libia Berlusconi non è stato capace, da vile ricattatbile qual’è, di fare niente per bloccare l’azione militare. Per dire, una gara di lacchè della NATO fra lui e D’Alema. Non avrebbe potuto farlo? Beh, la camera dei lord a mandato cortesemente a cagare Cameron e gli stranamore e nessuno ha battuto ciglio e nessuno osa dire che la Camera dei Lord sono una manica di antimperialisti. Ma fateci il piacere.

    La ciliegina sulla cagata viene, ovviamente, con il M5S (e CDC è sempre stato proattivo verso il M5S): per me il M5S fa parte della ristrutturazione teatrale. Il capocomico è vecchio e inaffidabile. Il M5S ha dato già ampia prova che con la riscossa popolare non c’entra una fava. Anzi, il M5S è un fattore preventivo di recupero
    delle possibili radicalizzazioni autonome dello scontento popolare alla ristrutturazione capitalistica. Dela serie: prima ci compriamo le sinistre parlamentari e poi ci buttiamo i sale con un partito legalista, piccoloborghese, che sta al gioco ‘democratico’ e che, dopo tanto tuonare, sae agli scranni e si mette a contare gli scontrini dei parlamentari alimentando l’ennesima psico-stronzata del legalismo, meritocrazia, antisprechi, le paranoie esistenziali del cazzo ecc… e intanto le travi continuano a passare lungo il fiume.
    MAMIFACCILPIACERE!

  • A-Zero

    Ah, dimenticavo: ancora stiamo aspettando la registrazione dello streaming dell’incontro con l’ambasciatore USA.

  • Aironeblu

    Articolo tutto da condividere, a parte il capovolgimento iniziale della relazione denaro-potere (in realtà è chi possiede il potere a possedere il denaro, insieme a molto altro, e non viceversa): la prova che Berlusconi e i 5 stelle siano una rara anomalia nel sistema di controllo occulto, è il trattamento loro riservato dal mainstream nazionale e internazionale, anche questo, insieme al denaro, in mano a “chi realmente comanda”. Una anomalia così forte da far tremare le stanze del potere.

  • IVANOE

    FUNNYKING, c’è un’altro potere pari al denaro ed è la violenza.
    E forse la violenza supera a volte il denaro.
    la storia ricorda Al Capone e le mafie del sud italia..
    Di fronte a gente decisa e ben armata difficilmente il denaro può servire a qualcosa…
    Il cile del 1976 insegna…

  • Aironeblu

    Il fatto è che il denaro, come la forza, come il condizionamento mentale, come gli intrallazzi, non sono forme di potere, ma STRUMENTI adoperati per ottenere e mantenere il potere. In Occidente all’uso della forza si è sostituito il denaro perchè si è dimostrato estremamente più efficace della prima, poichè permette di regnare col consenso dei sudditi.

    Sarebbe bello se si tornasse ai rapporti di forza, i parassiti che ci governano sarebbero spazzati via come delle zecche.

  • pasquale50

    E’ tutta FINZIONE, è chiaro ormai a tutti che Berlusconi è un alleato del Pd e più in generale del partito Europeista, lo conferma il labbiale di Letta :”un Grande”.
    Tutto il Pd e il Pdl sono composti da attori, i più comparse, che allestiscono uno spettacolo e uno scenario per questo popolo inebedtito da anni di tv e di telefilms americani.
    La verità è una sola, i soldi non ci stanno ( o meglio ci starebbero appatto di fare alcune cose giuste, che loro non faranno mai ) quindi tutto ciò serve per depistare il fatto che pagheremo Imu, Iva e le altre mille gabelle.
    Siamo alla canna del gas e loro, traditori, ci hanno venduto per mantenere una poltrona e privatizzarci e vendere fino al buco del nostro culo.

    Buon trip funnyking

  • saurowsky

    Passi l’analisi su Sivio berlusconi, passi l’analisi sugli eletti del M5s.

    Ma mi sembra qui sis tia tralasciando un fattore fondamentale: La Casaleggio associati, proprietaria del Blog del Leader del M5S e’ di proprieta anche di sasoon, che dal 1800 risulta direttamente imparentato ai Rotschild, cioe la famiglia di banchieri con piu potere su questo pianeta.

    Quindi, purtroppo, l’analisi non puo che essere peggiore, e cioe a dire, i BANCHIERI contollano direttamente maggioranza ed opposizione, percio vinceranno in qualunque caso!

    Che poi magari preferiscano “la casta” perche servi piu affidabilui e collaudati e’ senzaltro vero, ma non si faranno trovare MAI impreparati!

    io la vedo cosi

  • TarasBulba

    Io credo che siano invece assolutamente impreparati……
    Perchè con tutti gli auguri e gli scongiuri del caso che si devono ad ogni essere senziente e consapevole del dolore, nulla e nessuno può comunque cambiare l’inevitabile corso della vita.
    Ovvero che fra cento anni questi potentissimi signori saranno polvere ed ossa nè più nè meno come lo saremo io e praticamente tutti in questo blog….. ( scusatemi ma è la pura verità…)
    E ciò nonostante tutti i loro titanici sforzi : sono comunque fottuti come tutti noi.
    La loro sarà stata una breve vita ( per le loro aspirazioni sarà stata, anche quando lunga, certamente troppo breve) schiavizzata e dilaniata da una inestinguibile volontà di potenza tra cumuli di macerie, miserie ed infine vane illusioni.
    Cui prodest ?
    Se pensiamo ad una vita del genere come non amare la vera rivoluzione ?
    Quella della libertà senza limiti , della fiducia radicale nella natura e nelle creature di Francesco d’Assisi ? ( che peraltro si festeggia domani ).

  • A-Zero

    Io continuo a non condividere niente dell’articolo. Berlusconi si gira e si arrabatta “elasticamente”, ma fa parte del club. Se fosse realmente un probema l’avrebbero già eliminato.

    Ma ancora di più credo che il M5S sia uno strumento preventivo e di transizione del sistema di controlo della popolazione. Anzi a me fanno anche più paura, perchè so che saranno i carcerieri di domani. Sono totalmente di stante da M5S: loro dicono che il probema è cmbiare l’amministrazione di questo sistema. Per me il problema è questo sistema. M5S vuole la perpetuazione del sistema, di questa antropologia. I valore è l’onesta: scusate il turpiloquio, ma che c..o vuol dire onestà? Vuol dire che devo stare sotto e rispettare le leggi fatte per tenermi sotto? Onestà è un temrine ambiguo se non lo metti in un preciso contesto: come si fa a ‘dover’ essere onesti dentro un sistema radiclmente criminale, distruttivo e psicopatologico? Ma forse il vostro vivere certe cose non ve le può far capire. Boh! Ma vi ci siete mai trovati in situazioni in cui dovete rubare per vivere? Allora onestà è rubare ai ricchi e alle banche, ecc… ecc… E poi io devo essere onesto e lavorare meritoriamente all’interno di una macchina omicida, genocida ed ecocida che fa dello sfruttamento colonialistico e della guerra i suoi pilastri? Ma il benessere da dove credete che sia venuto? da tutte le risorse che stavano dentro i paesi occidentali? Boh, a me pare di stare su un altor pianeta.

  • A-Zero

    Parassiti? Zecche? Ma tu chi sei un autotrofo sociale? Ma tu non mangi dal cascame di sfruttamento planetario del dominio come tutti noi altri? ma tu ti produci tutto da te? Ma per farti campare bene e istruito quanta energia materiale, riorse naturali e sfruttamento umano c’è voluto? Ma te ne rendi conto minimamente? Parassiti, zecche?

    In occidente la violenza esiste eccome. Esiste il controllo sociale, esistono le galere, esistono gli eserciti, esistono le mafie legali (istituzioni) e quele cosidette ‘illegali’. L’Occidente vive e prospera di violenza. Ma te ne rendi minimamente conto? Boh.

  • ilsanto

    La cosa è un pò complicata il potere è il danaro, ma la politica può fare o distruggere il danaro, quale potere quello della politica nazionale ma se le multinazionali sovrastano gli stati ? il potere sono anche le armi intese come portaerei, missili, testate nucleari,virus caccia o droni o armi ad energia o climatiche.
    Potere è quello della mafia che ti dice tu non mi conosci ma io si, so chi sei dove abiti cosa fai chi è tua moglie a che scuola va tuo figlio cosa vuoi fare ? Potere è produrre ad un costo impossibile per l’occidente, potere sono i servizi segreti che manovrano la droga e le armi o fanno sparire oppositori, potere è achelon che spia tutte le conversazioni, potere è la ricerca ed i brevetti, potere sono i monopoli, potere sono le lobby e la massoneria. Potere sono le organizzazioni sovranazionali, spesso anche i giudici hanno un grande potere e persino anonimi burocrati di m…a da cui dipende se la pratica stà all’infinito nel suo cassetto o fà almeno un passo avanti. L’unico che non ha nessun potere è il cittadino che sia disoccupato, precario, pensionato, operaio, manovale, contadino, impiegato, artigiano perchè nonostante siano milioni e milioni si affidano ad una cosa buffa chiamata sindacati o al più ai partiti loro “rappresentanti” .