Home / ComeDonChisciotte / PER UN PIL…
16576-thumb.jpg

PER UN PIL…


FONTE: ROSSLAND

Il presidente grillino della commissione attacca il giornalista di Porta a Porta: “Vergogna dire che i morti producono Pil. E’ inadatto alla tv pubblica”. Sotto accusa alcune frasi dette in trasmissione con il ministro Delrio…

“…Affermare che il terremoto produce economia è a dir poco criminale”.
Si possono accusare Vespa e Del Rio di inopportuno realismo televisivo (fatta salva l’antipatia personale, che però non dovrebbe offuscare il giudizio di un Ministro), non certo di essere “criminali”. 

Nell’elenco qui sotto Robert Kennedy non cita i terremoti, “solo” le testate nucleari (cit. da Wikipedia). Ma c’é tempo per tutto, e di questi tempi meglio non escludere niente.”

«Non possiamo misurare lo spirito nazionale sulla base dell’indice Dow Jones né i successi del Paese sulla base del Prodotto Interno Lordo. Il PIL comprende l’inquinamento dell’aria, la pubblicità delle sigarette, le ambulanze per sgombrare le nostre autostrade dalle carneficine del fine settimana… Comprende programmi televisivi che valorizzano la violenza per vendere prodotti violenti ai bambini. Cresce con la produzione di napalm, missili e testate nucleari. Il PIL non tiene conto della salute delle nostre famiglie, della qualità della loro istruzione e della gioia dei loro momenti di svago. Non comprende la bellezza della nostra poesia e la solidità dei valori familiari. Non tiene conto della giustizia dei nostri tribunali, né dell’equità dei rapporti fra noi. Non misura né la nostra arguzia né il nostro coraggio né la nostra saggezza né la nostra conoscenza né la nostra compassione. Misura tutto, eccetto ciò che rende la vita degna di essere vissuta » (Robert Kennedy – Discorso tenuto il 18 marzo 1968 alla Kansas University)

In attesa che il Ministro 5S si attivi per far cambiare il sistema di misurazione internazionale per far adottare, come in Butan, il Fil (Felicità Interna Lorda) per misurare il benessere di un paese, ecco un ripassino su cosa misura il Pil:

Il PIL tratta tutte le transazioni come positive, cosicché entrano a farne parte, ad esempio, i danni provocati dai crimini (riciclaggio di denaro), dall’inquinamento, dalle catastrofi naturali, i costi ospedalieri per diagnosi e trattamento di patologie non legate all’invecchiamento e altrimenti evitabili. In questo modo il PIL non fa distinzione tra le attività che contribuiscono al benessere e quelle che lo diminuiscono: persino morire, con i servizi connessi ai funerali, fa crescere il PIL.

Fonte: Rossland
Link: Per Un Pil…
26.08.2016

Pubblicato da Davide

  • Vocenellanotte

    Il contesto era del tutto fuori luogo. Se in una trasmissione televisiva (sia chiaro che personalmente non posseggo TV da 15 anni, anche se purtroppo conosco i personaggi citati) dove si parla di un disastro naturale che ha portato circa 300 lutti in famiglie, vuoi demolire il dolore delle persone dicendo loro che col loro dolore l’economia gira, sarà pur vero (Kennedy docet), ma è da criminali.

    Punto e basta.

  • Rosanna
    Ed ecco Rossland che ci inebria con la sua smaccata retorica bloggeriana … e come al solito fa una polemica pretestuosa e piuttosto banale sul solito 5 stelle preso di mira, ma probabilmente è uno sport nazionale di questi tempi … 
    Vespa e Del Rio sono chiaramente dei "criminali", perché rappresentano un sistema "criminale", che sostiene il dio denaro e l’interesse dei banksters e uccide i propri cittadini per mancanza di prevenzione e assistenza, 
    e i motivi sono tanti … per esempio non dicono che   circa cinque milioni di euro donati dagli italiani per "dare una mano" alla ricostruzione dei luoghi colpiti dal sisma del 2009, sono fermi nei forzieri degli istituti di credito …
    poi sappiamo che Del Rio sappiamo che è accusato di collusione mafiosa per infiltrazioni sugli appalti, in riferimento all’inchiesta Aemilia e a un viaggio a Cutro, "culla" calabrese della ‘ndrangheta emiliana, del titolare delle Infrastrutture quando era sindaco di Reggio Emilia … 
    Mentre Vespa si guadagna milioni di euro annualmente per spacciare fandonie a volontà e tenere all’oscuro gli italiani sul progetto "criminale" che li sta portando dritti dritti verso la miseria e la disoccupazione … 
    Non c’è bisogno di nominare Robert Kennedy, che per altro era un diretto esponente di questo sistema, basta leggersi qualche autore, meno implicato finanziariamente e quindi molto più attendibile: 
    Lo spettacolo sottomette gli uomini viventi nella misura in cui l’economia li ha totalmente sottomessi (Debord 1967: tesi 16).
    Venne infine un tempo in cui tutto ciò che gli uomini avevano considerato come inalienabile divenne oggetto di scambio, di traffico, e poteva essere alienato; il tempo in cui quelle stesse cose che fino allora erano state comunicate ma mai barattate, donate ma mai vendute, acquisite ma mai acquistate – virtù, amore, opinione, scienza, coscienza, ecc. – tutto divenne commercio. È il tempo della corruzione generale, della venalità universale, o, per parlare in termini di economia politica, il tempo in cui ogni realtà, morale e fisica, divenuta valore venale, viene portata al mercato per essere apprezzata al suo giusto valore (Marx 1847: Cap. I §1).
  • rossland

    Questione di sensibilità, concordo, ma una buona volta dovremmo decidere se in tv vogliamo cruda verità o pacchi di melensaggine lenitiva.
    Perché poi, se stabiliamo che il rispetto per il dolore vale più della realtà oggettiva dei fatti, ci dobbiamo rassegnare al buonismo che salva la forma mentre ci occulta la sostanza.
    Per me, dovremmo saper accettare di far convivere insieme la nostra sensibilità e rispetto del dolore con la dura pragmaticità del vivere quotidiano.
    Siamo adulti, dovremmo sapere che mentre piangiamo i morti dobbiamo pensare anche a quanto ci costano i funerali e le tombe.
    O parlarne è criminale perché ci ricorda che anche questo è la vita?

  • rossland

    Nessuna polemica, tantomeno pretestuosa: non difendo Vespa né Del Rio, colpevoli di tutto ciò che lei ci riassume e sicuramente portatori di interessi che disprezzo.
    Ciò non toglie che per essere credibili, quando muoviamo delle accuse, dovremmo attenerci allo specifico dei fatti contestati, non confondere lo specifico con l’universale.
    Se è vero che "non c’è bisogno di nominare Robert Kennedy, che per altro era un diretto esponente di questo sistema", bisognerà ragionare su come cambiare il sistema. Perché, finché questo è, ci piaccia o meno, la realtà è questa: i terremoti, come tutte le catastrofi naturali, muovendo denaro aumentano il Pil.
    Vespa e Del Rio sono dei criminali?
    Concordo, ma questo non cambia i fatti: i terremoti, fra funerali, aiuti, ricostruzioni, ecc, mettono in movimento valanghe di denaro. E questo entra nella misurazione del Prodotto Intereno Lordo.
    Poi, se invece che attenerci al punto vogliamo spaziare su crimini&misfatti dei due o su quelli dell’ìuniverso mondo facciamolo, ma cambiamo il thread perché, fin qui, la "retorica bloggeriana" si limita a evidenziare una cantonata del Ministro Fico, il quale dovrebbe tenere a freno la propria antipatia per i personaggi se vuole colpirli davvero e a fondo.
    E se non gli sta bene oosa misura il Pil, si attivi per far adottare dal sistema internazionale il Fil.
    Fin lì, Vespa e Del Rio, per quanto rappresentanti di tutto ciò di cui li si accusa e forse anche di più, sul punto dicono un’ovvietà.
    Sgradevole, fuori luogo, inopportuna dato il momento, ma nulla di più

  • fabionew

    Il discorso di Kennedy affermava proprio che se utilizziamo il
    PIL come parametro di crescita dell’economia, saremmo incentivati a vedere in
    modo positivo tutti gli eventi che ne provocano l’aumento, cioè "l’inquinamento dell’aria, la pubblicità
    delle sigarette, le ambulanze per sgombrare le nostre autostrade dalle
    carneficine del fine settimana …
    ", mentre se vogliamo davvero misurare la
    crescita di un paese, dobbiamo misurare "ciò che rende la vita degna di essere vissuta".

    Con questo ennesimo terremoto, il nostro paese "non è diventato ricco", come dice
    Vespa, anche se provoca "una bella
    botta per l’economia
    " o "farà
    PIL
    ", meno che mai può essere un "esempio meraviglioso" o "una cosa virtuosa". E’ sempre e comunque una tragedia economica e soprattutto umana,
    per chi l’ha subito, che poteva e doveva essere evitata.

    Ma invece di denunciare ciò che non è stato fatto per
    prevenire un evento scientificamente conosciuto e tecnicamente risolvibile, Vespa
    preferisce celebrarne gli aspetti positivi per "l’economia".

    Kennedy si rivolta nella tomba ascoltando le parole di questi
    servi del potere, pronti sempre a celebrare il Governo di turno. Il terremoto non è certamente "ciò che rende la vita
    degna di essere vissuta" o una "fortuna" come dice Vespa.

    Interessante l’intervento finale di Armando Zambrano,
    Presidente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri, che come me sa bene qual’è
    la differenza, dal punto di vista umano ma anche dal punto di vista economico,
    cioè del costo, tra mettere in sicurezza un edificio che ria in grado di
    resistere ad un sisma come questo, e dover consolidare o ricostruire dopo il
    terremoto.

    Se avessimo utilizzato i soldi spesi per riparare i danni
    dei terremoti, questo "probabilmente
    avrebbe risolto il problema della stragran parte dei fabbricati che hanno dei
    problemi
    ". Ed avremmo evitato la morte e la sofferenza di una larga
    parte della popolazione.

    La messa in sicurezza di tutti gli edifici avremmo potuto chiamarla giustamente "una bella botta per l’economia" e
    Kennedy non si sarebbe rivoltato nella tomba ! Ma il Governo deve pensare a salvare le banche ed i mercati finanziari, quelli sì che sono la nostra ricchezza !

    Riporto sotto esattamente le parole di Bruno Vespa, Graziano
    Del Rio e Armando Zambrano
    , chi preferisce il video lo può trovare QUI. Buona lettura e buon ascolto.

    Bruno Vespa:
    "Però il Friuli era povero e con il terremoto è diventato ricco. Per me
    quello è un esempio meraviglioso. … Là ci sono stati dei Sindaci meravigliosi,
    guardi, una popolazione straordinaria. Io incontrai un industriale davanti alle
    macerie della sua fabbrica, felice. Ma scusi. le è crollata la fabbrica. Ma
    adesso la rifaccio più bella. Ecco l’ottimismo, questo ci serve l’ottimismo, la
    voglia di fare. Se non altro questo sarebbe una bella botta di ripresa per l’economia,
    eh, perché pensi l’edilizia cosa non potrebbe fare, insomma, cioè una cosa
    virtuosa …"

    Graziano Del Rio :
    "Adesso L’Aquila è il più grande
    cantiere d’Europa, di fatto …
    "

    Bruno Vespa:
    "Eh, appunto!!"

    Graziano Del Rio :
    "… e anche l’Emilia è un grandissimo
    cantiere in crescita, farà Pil
    ";

    Bruno Vespa:
    "Eh sì! Lavora un sacco di gente".

    Armando Zambrano,
    Presidente del Consiglio nazionale degli Ingegneri :
    "La verità è che negli ultimi 40 anni il
    paese ha speso 147 mld di euro per riparare i danni dei terremoti, … e ci
    rendiamo conto che se li avessimo spesi per mettere in sicurezza i fabbricati, probabilmente
    avrebbe risolto il problema della stragran parte dei fabbricati che hanno dei
    problemi.
    "

  • Rosanna
    Dato che il discredito quotidiano verso i 5 stelle è diventato uno sport nazionale, proporrei alla sindaca Raggi di rivedere il proprio diniego alle prossime olimpiadi … perché tutte le medaglie d’oro le vinceremmo senza alcun dubbio noi …
    E dunque quei "criminali" di Vespa e Del Rio non dicono nemmeno che questi terremoti sono provocati dalle trivellazioni che vengono fatte sul fragile territorio italiano per estrarre il solito oro nero o gas dorato … 
    Ciò non toglie che per essere credibili quando muoviamo le accuse, e Rossland le ha mosse e le sta muovendo contro Roberto Fico che è un 5 stelle, bisognerebbe documentarsi su tutto quello che fanno, che dicono e che propongono i  5 stelle, e non lanciare accuse gratuite e senza giustificazioni concrete …
    Quindi Rossland, visto che fa affermazioni documentate, dovrebbe sapere che il potere legislativo in Italia  è diviso fra diversi agenti, alcuni dei quali,  come il Parlamento, presentano moltissime  proposte, che però molto raramente diventano legge, mentre l’85% delle leggi promulgate nella XVII Legislatura sono state proposte dall’Esecutivo (prima con il Governo Letta e poi con il Governo Renzi), lasciando a quello che dovrebbe essere il detentore del potere legislativo (il Parlamento), solamente il 15% delle 100 leggi approvate.
    La Costituzione Italiana poi conferisce a diversi agenti il potere di proporre leggi all’attenzione di Camera e Senato … e i disegni di legge possono anche essere di iniziativa popolare, regionale e da parte del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro (Cnel).
    In realtà però le leggi proposte da questi ultimi,  da inizio Legislatura ben 78 disegni di legge, raggiungono una percentuale di successo dello 0%. Quindi ad oggi solamente 15 ddl presentati da Senatori o Deputati dell’opposizione (tra cui M5S) sono diventati legge. Considerando le oltre 4.000 proposte, parliamo di una percentuale di successo sotto l’1% (0,36%).
    Per di più non so se Rossland si è accorta che il M5S è all’opposizione e non al governo, quindi prima di fare delle accuse pretestuose (ripeto) , grezze, grossolane, luogocomuniste  e bloggeriane … 
    la prossima volta dovrebbe informarsi meglio …
    Parente per caso con Jacques de La Palice?
  • GioCo

    scusi @ROSSLAND, perchè se il giornalista doveva parlare di PIL in merito al disastro?
    Era obbligatorio?

  • rossland

    Si rassereni Rosanna: mi informo e non mi sfugge che il M5S, com’é normale che sia, essendo all’opposizione è "sotto attacco".
    Ma proprio perché mi rappresenta l’opposizione, e forse la migliore che ci sia mai stata da molti anni a questa parte, invito i 5S a fare maggior attenzione a non pretendere di aver di default l’esclusiva della ragione.
    A volte sbagliano, e meglio sarebbe per i loro supporters stare sul punto in discussione, anziché arrampicarsi sugli specchi allargando il tema fino alla notte dei tempi pur di non ammettere di prendere ogni tanto delle cantonate.
    Il Min. Fico, in quanto presidente della commissione Rai, può provvedere a che nei giorni delle tragedie non si tratti mai l’altra faccia del dolore, cioè i benefici economici che se ne possono ricavare.
    Se poi si ritiene che i 5S debbano essere esentati dalle accuse "pretestuose, grezze, luogocomuniste e bloggeriane" in quanto intoccabili, ci adegueremo ai voleri dei loro supporters…

  • rossland

    Non lo era. Ma se voleva evitarlo (per questioni di sensibilità), il Presidente della Commissione parlamentare di Vigilanza Rai, cioè il Min. Fico, doveva provvedere a imporre limitazioni a Vespa…Ammesso che porre delle limitazioni quand’anche per ragioni di "sensibilità", sia democraticamente più accettabile che il sentir parlare di Pil sul terremoto mentre ancora la terra trema…

  • Rosanna
    In realtà Roberto Fico (perché Min?) avrebbe detto quanto segue, per essere più precisi:
    Un Ministro della Repubblica che pensa che i terremoti creino Pil a me fa orrore. 
    Doveva alzarsi e andarsene. Non avallare quella avulsa teoria. 
    Del Rio lo vada a dire alle famiglie delle vittime che il Pil crescerà!
    CHIEDA SCUSA
    E poi durante la trasmissione la sensibilità del ministro Del Rio lo avrebbe indotto a dire che : "L’Aquila è il più grande cantiere d’Europa". Sì certo, un cantiere a cielo aperto per altri 20 anni
    L’Aquila sette anni dopo il sisma, sparita un’intera generazione
    Se ne sono andati gli ex adolescenti
    «Tornare a casa, in un cantiere a cielo aperto»
    «Probabilmente rientreremo nella nostra casa di via Cascina a settembre: sono terminati i lavori di altri tre aggregati ma il resto della strada è ancora da iniziare e ci sarà anche il problema, in autunno, dell’inizio dei sotto servizi. Rientreremo in una casa risistemata, forse non bella come lo è stata per le 3 generazioni che ci hanno preceduto, sicuramente efficiente dal punto di vista energetico, non molto più sicura di prima, siamo da generazioni architetti ed ingegneri e la casa ci ha protetto e fatti uscire sani e salvi, e soprattutto per i prossimi anni (10/20?) vivremo in un cantiere a cielo aperto. Il centro, per chi ci rientrerà oggi, è un non luogo: di giorno è quasi impensabile pensare di potere uscire per comprare qualsiasi genere alimentare, i due o tre eroici commercianti che hanno riaperto sono disseminati qua e là e non esistono più negozi di prossimità, il pullulare di imprese e mezzi, inoltre, rende l’aria irrespirabile e di sera se non frequenti pub o birrerie sei out».
    Ecco … carissima Rossland, lei ha difeso questa gentaglia, non solo criminali, ma anche aguzzini che lucrano sulle disgrazie del popolo italiano … 
  • Rosanna
    Per di più da quando Roberto Fico sarebbe stato nominato MINISTRO ??
    oddio … 
  • clausneghe

    Stavolta li hai bastonati per bene, Rossa..

    D’altra parte qualche ripassino sul significato semantico delle sigle Statali se lo devono fare e meglio se da strigliati.
    Nessuno nasce imparato, come dicono a Napoli…
    Attenzione prima di parlare, cittadini eletti dal  mov.
  • IVANOE

    Ok vespa e’ un massone che cade sempre in piedi come del resto la 80% dei dipendenti RAI ok…delRio e’ sotto ricatto delle cosche mafiose  visto che ha figliato come i conigli e quindi difficilmente riuscirebbe a sottrarsi aplease benedizioni della mafia… ma sentire pontificare uno come Fico un fricchettone falso come un soldo bucato sulle vergogne RAI dove il primo a vergognarsi dovrebbe essere lui che è  riuscito a far mettere il.canone RAI nella bolletta elettrica e’ tutto dire. .. perché lui non si è  dimesso ? Perché lui è  come vespa e delrio (raggi dovete. ..bona pure lei…) BUFFONI! !

  • Rosanna
    Già fatta la Riforma Costituzionale ?? buono a sapersi …
  • Pyter
    Il morire per rinascere, in riductio ab maceria, è diventato, in mano a questi paramasons, il distruggere per riedificare, sotto l’astro del Pil, che per architetti e ingegneri (e non solo) diventa il Pilastro. E in piatto ricco mi ci Fico.
    Mala tempora currunt.
  • spadaccinonero

    ecco, bravi 5s

    adesso caccerete dal vostro partito tutti quelli che sono euristi?
  • maristaurru

    allora ci limiteremo a dire che son degli imbecilli che non sanno, alla loro veneranda età , che  a chi ha subito un lutto.non gli batti sorridendo la mano sulla spalla ricordandogli che da quel lutto se ne potrà trarre profitto. Inadatti  al rispettivo ruolo affidato a gente che  NOI paghiamo fior di quattrini..tanto più quando tutti sappiamo come han funzionato le ricostruzioni e  come i terremoti siano stati spesso una festa per chi aveva le mani in pasta.. e quella festa i due super pagati ad ufo..hanno rappresentato…..E se posso questa mentalità gretta ove tutto viene visto solo in funzione del benessere dei soliti.al di la  ed oltre al dolore  delle vittime di un sistema amorale e gretto, comincia a pesare ed a schifare sempre di più le persone normali  che ancora provano sentimenti ed empatia.. gli altri forse è il caso si facciamo curare..ormai siamo da parte loro nella irrazionalità fredda e alienata degna degli intossicati..il solco si fa sempre più profondo.. diventano sempre più un corpo estraneo da espellere assolutamente

  • neroscuro2014

    Certo, fa crescere il PIL subito, ma poi il problema è che ad occhio e croce c’è una perdita secca che si ripercuoterà negli anni a venire. Da definizione nel PIL non si calcola il valore di ciò che è stato fatto ed è questo il suo problema, misura la crescita, non quanto si è cresciuti. Quando un sistema di misurazione che ha sicuramente dei risvolti pratici in certi ambiti, viene applicato a tutto ed elevato a giudice supremo del senso di uno Stato o anche solo a punto di vista "positivo" sulla tragedia del recente terremoto, si hanno delle catastrofi logiche come quelle elencate nell’articolo. Evidentemente, anche pensare delle idiozie aumenta il PIL.

  • spadaccinonero

    come non quotare Ivanoe?

  • FlavioBosio

    All’italopiteco la cruda realtà fa male…

  • maristaurru

    ma si, è stata una ottima cosa che Vespa, Del Rio e, in altra occasione, Grasso abbiano mostrato agli italiani il volto gretto, rozzo, del nuovo che avanza in questo paese..in totale autonomia rispetto ai problemi di globalizzazione e moneta..no, si tratta di una nostra involuzione: dall’Uomo all’ominide famelico di  quel danaro e quel potere tanto agognati..ed ecco il fenomeno di mafia capitale col tizio felice della tragedia della immigrazione: "ao’ questa è mejio della droga e della prostituzione!!" più o meno il "profondo pensiero espresso dagli artefici dello sfascio di Roma..in fregole per soldi e potere..questi episodi sono manna dal cielo che cade sul deserto melmoso e puzzolente della disinformazione di Stato.. quando c’è un cancro..bisogna individuarlo, ma la sua forza è stata fin ora di esser rimasto  nascosto e semisconosciuto..ora cominciamo a capire..possiamo scegliere secondo le  propensioni del nostro animo… occhi aperti: italiani.. fate il vostro gioco!!

  • italosvevo

    A parte che siamo in fase di piena emergenza per quanto riguarda quest’ultimo evento sismico , e che quando l’ORCOLAT come lo chiamano in Friuli, batte non c’è via di scampo , Fukushima docet , ma ve le ricordate le polemiche sui nuovissimi capannoni che si sono sbriciolati sotto agli occhi dei poveri emiliani , capannoni le cui colonne non erano state vincolate alle travi del tetto tanto lì non era zona sismica ,mi pare che gli americani che videro l’eruzione del Vesuvio del 1944 predissero che l’Italia si sarebbe presto sbriciolata e purtroppo o per fortuna ci vivo anch’io .

  • Truman

    Renzi, Pil in aumento dell’1 per cento

    15:49
    (ANSA) –

    ROMA
    – Pil in aumento dell’1% e deficit al
    2,4%. Sono i numeri che compaiono nelle trenta slide diffuse da
    Palazzo Chigi per illustrare il lavoro dei trenta mesi del
    governo Renzi.

    http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Politica/Renzi-Pil-aumento-dell-cento/31-08-2016/1-A_031611220.shtml