Home / ComeDonChisciotte / PAROLE INUTILI
16437-thumb.jpg

PAROLE INUTILI

DI CARLO BERTANI

carlobertani.blogspot.it

A che serve piangere i morti? A niente. Non si confortano i vivi, tanto meno si fa qualcosa per i trapassati. E’ del tutto evidente che – dalla cosiddetta “primavera araba” – l’attacco è salito all’Europa, non avevamo dubbi in tal senso, e riteniamo che anche la vittoria di Brexit faccia parte di questa strategia: isolare la Gran Bretagna dall’Europa toglie all’UE la metà delle potenzialità d’intervento militare nell’area mediterranea, navi, aerei, uomini e, soprattutto, basi. La NATO? Qualcuno crede ancora nella NATO come “alleanza” militare? A quel presidio militare statunitense in terra europea? Auguri, gli sciocchini possono accomodarsi. C’è, però, ancora un modo per tentare di fa venire a galla i veri mandanti, che non sono “l’America” – come qualcuno crede – ma forze interne all’apparato militare USA, ai servizi segreti, legati a doppio filo col mondo petrolifero. Che è transnazionale.

Serve a qualcosa bombardare quattro scalzacani nel Nord dell’Iraq o nell’Est della Siria? E’ servito a qualcosa? Allora, se vuoi eliminare la malattia, devi colpire i gangli vitali, le fonti di finanziamento: segui i soldi, non seguire le armi o qualche ridicolo califfo. L’Arabia Saudita ha mai preso una posizione chiara ed inequivocabile contro il terrorismo, sia esso nella versione 1.0 chiamata Al-Quaeda e sia nella 2.0, denominata ISIS? No, perché Osama Bin Laden faceva parte della famiglia reale saudita, era uno dei 25.000 che hanno questo privilegio, faceva (o fa?) parte della corte di Ryad. Ha eseguito con dovizia e professionalità i suoi compiti, dalla Bosnia all’Afghanistan, sempre dalla stessa parte: sempre contro i russi ed i loro alleati, e non diteci che Ryad non sapesse nulla…oh my God…non raccontateci frottole da festa di paese! Poi è arrivato un altro fantoccio, il cosiddetto Califfo: sarà il cognato del mullah Omar? Od il cugino del cognato dello zio di Saddam Hussein? Per favore: la carne tritata dei bambini di Nizza sanguina ancora sulla promenade des Anglais, non infiorate l’asfalto con parole indegne, stupide e prive di senso.

Certo, Hollande è in un bel guaio. Quasi completamente ereditato, dai tempi di de Gaulle – ricordate quel “Ici est la France!” pronunciato alla folla di Montreal? Gli americani si chiesero: “Why Canada must be French? – già, eredità malsane se non puoi permettertelo…ma all’Eliseo, oggi, c’è lui, e qualcosa deve inventarsi. Altrimenti, se ne vada.
La Francia, poi, ha aggravato la sua situazione correndo dietro all’atomo di Areva, e allontanandosi troppo dai destini (e profitti) delle Sette Sorelle, come i tedeschi correvano dietro al progetto Desertec: lì non è stato necessario fare molto, è bastato togliere di mezzo il referente in terra africana, ossia Gheddafi, e nemmeno un Watt giungerà mai dal deserto libico. Anche Mattei fece la stessa fine, pur essendo un petroliere ma – diciamo – un petroliere “illuminato”, che era già di troppo nel mondo del barile puzzolente.

Può fare qualcosa Hollande? Dubito, salvo sganciare un po’ di bombe, ammazzando quattro idioti armati e quattromila innocenti disarmati. Può incarcerare sette milioni di francesi d’origine maghrebina? Nemmeno Marine le Pen potrebbe farlo, anche se magari lo dice, tanto per acchiappare qualche voto. Un lavoro d’intelligence, sul fronte interno, sarebbe auspicabile, ma richiederebbe anni: nel frattempo, rimarrebbe qualcosa delle città francesi? Sarebbe un “lavoro” sullo stile israeliano: la Francia può permetterselo? L’Europa? Non facciamo ridere.
Sapendo che il flusso di denaro per il “califfetto” & i suoi tirapiedi parte da Ryad, proviamo a ribaltare la situazione. Sarebbe come, se noi radessimo al suolo Algeri, Tripoli od il Cairo, gli altri bombardassero quattro idioti sulle Alpi o nella Foresta Nera. E chissenefrega, sarebbe la risposta più ovvia.
Fatto salvo che ammazzare degli innocenti non serve a nulla – anzi, peggiora la situazione, quindi più niente bombe sulle cittadine orientali – si può provare a fare questo discorso:

“Cari colleghi del governo saudita (ed alleati: Qatar, EAU, Kuwait, ecc) al prossimo attentato in terra francese, arriverà una pioggia di missili su Ryad. La raderemo praticamente al suolo, senza armi nucleari – ovvio – bastano le navi e i sommergibili della Marine Nationale. Non “se ritirerete l’appoggio”, “se smetterete di finanziare”…eccetera…no, al primo attentato in terra francese scateneremo l’inferno sulla vostra bella “perla”, dove le donne non guidano, dove non si può bere una birra in santa pace e dove il boia affila la scimitarra un giorno la settimana e quello dopo pure. A voi così piace vivere, vi rispettiamo, ma c’infastidisce un po’ che, qui da noi, si debba lavare l’asfalto così spesso, e che l’acqua sia rossa di sangue. Dopo, non vi lamentate: siete stati avvertiti.”

Hollande potrebbe inviare la missiva per via diplomatica, ufficialmente, alla luce del sole, in modo che non vi sia nessun fraintendimento: dopo – come diceva Jannacci – sedersi, “per vedere di nascosto l’effetto che fa”. Nel mondo diplomatico, ovvio.

Altrimenti, caro Hollande, vai in Tv e dì ai francesi: “Cari francesi, dobbiamo abituarci ad un paio, forse tre attentati l’anno di questo tipo nella nostra terra. La polizia vigilerà, ammazzerà gli attentatori, i pompieri interverranno, le ambulanze pure e creeremo una bella unità di soccorso psicologico permanente, per spiegare ai francesi che dobbiamo crepare in silenzio, senza far troppo rumore.”

Poi, dimettiti e vai a goderti la pensione in un ameno paesino della Bretagna, con la tua amante ed una bella montagna di Viagra. Fino all’inevitabile infarto: così te ne andrai anche tu, in silenzio, senza disturbare troppo.
Adesso, caro Hollande, scegli.

Carlo Bertani

Fonte: http://carlobertani.blogspot.it/

Link: http://carlobertani.blogspot.it/2016/07/parole-inutili.html

15.07.2016

Pubblicato da Davide

  • giannis

    Tra l’ altro il governo francese negli ultimi giorni sta cercando di riallacciare i rapporti con la Russia , ai padroni USA non piace questo……punizione , cosi’ con gli attentati l’ europa e’ sempre piu’ militarizzata dalla NATO che vuole la guerra con la Russia

  • PietroGE

    Un Bla Bla senza senso che non dice niente e forse non vuol dire neanche niente.

    1.L’attentatore non era un terrorista professionista stile Al Qaeda o IS, era uno dei 30  e passa milioni di islamici che gli scemi buonisti imbevuti di ideologia multicultiuralista hanno fatto venire in Europa.
    2.A lui e ai suoi simili interessa relativamente quello che succede in Siria o in Iraq. La guerra, iniziata già da tempo, è tra la Umma islamica e l’occidente senza distinzione tra USA Europa, più guerre locali varie in Russia Cina e altrove.
    3.Un terrorismo del genere non è controllabile , credere di poterlo estirpare è assurdo.
    4. Fare la guerra all’IS in Siria non serve a scongiurare attentati terroristici in Europa (o in Russia), questo purtroppo non lo capiscono i molti commentatori che ora aprono bocca senza capire.
    5. E allora? Dobbiamo rassegnarci e considerare il terrorismo come i terremoti, una calmità naturale? Beh questo è quello che vogliono farci credere i soloni che infestano la tv oggi.
    6. L’islam ha come obiettivo la conquista dell’Europa. L’unico mezzo disponibile per combattere questa guerra sono il divieto dell’islam in quanto ideologia (non  religione!) contraria all’ordinamento democratico dei Pesi europei, la fine dell’immigrazione e le espulsioni di massa. Altro che ius soli.

  • Hamelin

    Articolo pietoso .

    I responsabili sono prorio i governanti Europei Traditori che agiscono su mandato per distruggere le popolazioni Europee .

    Basterebbe difendere i confini e vedere l’evidente .

    Basterebbe vedere gli invasori intergralisti islamici per quello che realmente sono = NEMICI .

    Non ci potrà mai essere pace se quello che vuoi stupidamente integrare vuole sottometterti e tagliarti la testa .

    Con il collasso economico finanziario si scatenerà una Guerra Civile furiosa … come da copione … Ordo Ab Chao

    Siate pronti e preparati.

  • Giancarlo54

    Logico quello che scrivi e purtroppo inevitabile quello che succederà, avere importato decine di milioni di muslim e continuare ad importarne ancora è un atto criminale compiuto contro i popoli europei, atto criminale che pagherà ahimè purtroppo la cosiddetta gente. Gente che ha anche le sue responsabilità, giacchè quando va a votare vota al 90% i partiti pro islam. Che fare? Nulla, siamo fottuti, o meglio l’unica cosa da fare, o meglio da sperare, è di non restare vittime di questi attentati che quotidianamente i nostri (vostri) fratelli islamici compiono. Poche storie e poche balle: finchè si massacrano tra di loro meglio, ma i fenomeni li hanno importati a decine di milioni in Europa e adesso ce li terremo, massacreranno noi (e i vostri figli) e si massacreranno tra di loro. Amen.

  • alberto_his

    Con tutte le miliardarie commesse, civili e militari, che la debosciata casa Saud assicura a USA ed Europa (Russia inclusa), la vedo durissima che si possa arrivare a un cambio di regime drastico a Riad, almeno non prima che si sia certi che detti contratti vengano fatti comunque rispettare dai successori. La faccenda è comunque delicata visto che i luoghi più sacri dell’Islam giacciono proprio in quel paese e, benché i Saud non siano proprio visti come musulmani esemplari nella umma, sono comunque munifici di elargizioni benefiche e un’eventuale ingerenza"crociata" potrebbe sollevare una reazione dal mondo islamico.

  • 1Al

    I primi nemici dell’Europa sono i loro stessi leader, Tutti fantocci in mano ai poteri forti finanziari, i veri padroni de vapore. Basta vedere la politica suicida che sta attuando l’UE da quando esiste.

  • pibi

    Perchè colpire proprio Nizza?

    Circa un anno fa il re saudita se ne andò arrabbiatissimo dalla villa che possiede o affittata  in questa città perchè il comune non gli dava il permesso di chiudere la spiaggia di fronte al pubblico in modo che le sue numerose mogli potessero godersi il mare al riparo della plebe per di più pagana.
  • Dostojevskij

    scrivere una fesseria come l’islam ha come obiettivo la conquista dell’europa rende il tuo blabla altrettanto insensato. 

    i cani sciolti non si possono controllare, i finanziatori e fomentatori palesi di queste formazioni sì. sono sotto gli occhi di tutti, parlare di espulsioni di massa quando i tuoi governanti stanno trattando l’entrata nell’UE di un paese che commercia petrolio con l’isis (turchia) dà la dimensione di quanto ti sfugga l’entità del problema.
    non è etnico, non è religioso, è ideologico. in questo hai quasi detto bene. ma qui il problema è l’ideologia delle nostre elite, non di quelle islamiche/radicali (difese, finanziate, importate dai NOSTRI leader)
  • giannis

    Aggiungo fin meccanica o Alenia che fa i caccia militari che vende quasi esclusivamente a Arabia saudita e quatar , principali finanziatori di ISIS , siamo tutti piu’ o meno responsabili

  • IVANOE

    Se i francesi non capiscono ( scusate il francesismo ) affanculo hollande questi bersaglieranno a ripetizione la francia e mietendo vittime civili e basta.
    Hollande continua imperterrito a rimanere saldo al comando sostenuto dai poteri forti prorprio quelli che non piacciono agli arabi estremisti, perchè solo Dio sa che gentaglia a dietro hollande.
    La risposta è facile averla. Perchè non è successo nulla durante gli europei di calcio ?
    Forse perchè tutti quei osldi che provengono dal calcio fanno comodo a tutti pure ai terroristi ed ad hollande ed a chi gli sta dietro ? Forse.
    E allora cosa aspettano i francesi ?
    Forse che questa tipica strategia della tensione è messa su ad arte, anche per bloccare le proteste operaie contro il job-acts francese ?
    Chissà…

  • whugo

    Ma santo cielo, Bertaniiiiii!!!!!!!!!!!!!!

    Ma quale pioggia di missili su Ryad, ma quali minacce al governo saudita! 
    Ma che articolo è questo? 
    Di fronte alla evidenza più che decennale di un TERRORISMO COMPLETAMENTE SINTETICO ideato e finanziato dalle maggiori potenze cosiddette occidentali in cui l Arabia Saudita è solo un importante comprimario pur sponsorizzante, l autore riesce nella titanica impresa di far  diventare quest ultima il Deus ex machina di tutta la faccenda.
    Non solo,ma riesce pure se ho ben compreso il senso, a metterla dalla altra parte della barricata rispetto alle suddette potenze occidentali, le quali dovrebbero smettere di bombardicchiare a destra e a manca ma concentrarsi sui Saud facendo valere una qualche intimidazione di tipo militare: "vi radiamo al suolo ma senza bomba atomica( ovvio visto che l impero del bene certe cose non le fa) e poi aspettiamo e vediamo l effetto che fa" suggerisce Bertani sEnza paura di finire nel grottesco.
    Un analisi completamente fuorviante, un post senza ne capo ne coda.
  • PikeBishop

    A questo punto ci andrebbe Isabella di Castiglia.  Non ne vedo in giro.

  • ZombiHolocaust

    Nessun accenno al fatto che dietro al reclutamento di tanti giovanotti senza ne arte ne parte verso questo Wahhabismo radicale ci sia il Mossad e la Cia
    Nessun accenno, niente , nada , nisba

  • Truman

    “Perchè non è successo nulla durante gli europei di calcio ?”

    La domanda è buona. Va valutata.

    Comunque il massacro di Nizza è in un giorno simbolico per la Francia e colpisce soprattutto i francesi. E’ un messaggio alla Francia, direi, che poteva essere frainteso se fosse avvenuta una strage durante gli europei di calcio.

  • gix

    A prescindere dall’articolo di Bertani, magari un pò tirato via, ma sicuramente verosimile per quello che ci sarebbe da fare in questo momento di lotte fra poteri mondiali e addirittura di guerre all’interno degli stessi poteri, pensare che l’Islam abbia come obiettivo la conquista dell’europa mi sembra quanto meno un po’ azzardato. Innanzitutto penso che sia evidente a tutti che un Islam compatto e uniforme non esiste, basta vedere come si scannano a casa loro tra "islamici", benché di varie correnti. Quello che esiste è un terreno comune tra tanti immigrati che sono giunti in europa, ma non certo solo ora,  per la maggior parte provenienti da paesi di religione musulmana. Per quanto riguarda Francia, Gran Bretagna e un po’ meno Germania, si tratta di gente che stava nelle colonie ed è stata accolta già da decenni, proprio per essere utilizzata e sfruttata soprattutto come manovalanza. Si può anche discutere sui motivi della mancata integrazione di costoro, ammesso che riguardi tutti, ma la verità è che "qualcuno" ha voluto creare il caos in europa, basandosi sulla complessità di questi risentimenti, forse anche religiosi certo, ma sicuramente non sullo spirito di conquista dell’europa da parte dell’Islam. Il Caos però una volta avviato non è così facile da governare

  • CarloBertani

    Cari amici,
               raramente intervengo nei vostri discorsi, nelle vostre contrapposizioni, perché questo è lo stile CDC, che ho imparato a condividere ed amare. Però, per evitarvi di spellarvi le dita dulla tastiera, volevo darvi un consiglio.
    Leggete "I sette pilastri della saggezza" di Thomas Edward Lawrence (nell’edizione originale, in italiano: ci sono pessime traduzioni in giro, quasi "fasulle", mentre in lingua inglese è veramente ostico da comprendere, non per l’inglese, per l’autore).
    Sarà che ho sempre "sentito" Lawrence come un fratello maggiore ma – vi prego – leggete quelle pagine, le pagine dell’uomo che più ha conosciuto il Medio Oriente, l’occidentale che più lo ha amato. Senza quelle pagine, a mio parere, non si può capire perché i tormenti dell’Higiaz siano giunti in Provenza. Lo dico senza spocchia né amarezza alcuna: leggetelo. Forse, dopo, potremmo discutere sul "consiglio" – paradossale, lo ammetto – di bombardare Ryad.
    E non vi stupirà nemmeno il (tentato?) golpe turco dei dunmeh.
    Saluti a tutti. Carlo Bertani

  • IVANOE

    Scusa Truman no  per fare il presuntuoso ma molte volte  pecchiamo d’ ingenuità.  

    Solo Dio sa cosa c’è dietro tutto questo che schifosi e perfidi intrecci e accordi diabolici ci sono tra arabi poteri forti europei e terroristi…gli europei di calcio sono stati un grosso affare per tutta questa gente….