Home / ComeDonChisciotte / NON IMMEDESIMARSI IN CHI CREPA
13601-thumb.jpg

NON IMMEDESIMARSI IN CHI CREPA

DI PIETRANGELO BUTTAFUOCO

ilfoglio.it

Morto l’ultimo uomo che sganciò l’atomica su Hiroshima. Era Theodore Van Kirk (nella foto) e aveva 93 anni. Era il navigatore del bombardiere Enola Gay e aveva un così compiaciuto senso del già fatto che l’avrebbe volentieri ripetuto quel volo. Lo dichiarò al Guardian e siccome chi vince si prende tutto, eccetto il fastidio di immedesimarsi in chi crepa resta da considerare che ciò che ne derivò da quel giorno, un sei agosto, il fungo atomico diventato poi un poster s’è cancellato dall’immaginario.

Era il manifesto presente nella cameretta di ogni adolescente, si accompagnava al marchio No War e raccontava, nel suo ripetere la silhouette di un teschio, la morte totale. A un certo punto è successo che di quella foto s’è perso il ricordo. Tutta la giostra s’è messa nuovamente in moto per mietere un più fruttuoso raccolto.

Evidentemente la morte non ha avuto un esito totale e sarà per questo che chi vince, forte di ragione e giustizia, continua a prendersi tutto. Cancellature comprese. Eccetto il fastidio di immedesimarsi in chi dovrebbe avere il buongusto di sbrigarsi, levare le tende e crepare.

E’ successo che non è più tempo di Ilio. Non c’è una nuova Roma da fecondare perché poi è la guerra a essere totale, non la morte. Alla guerra, infatti, non c’è rimedio, alla morte sì. La morte si può cancellare.

Pietrangelo Buttafuoco
Fonte: www.ilfoglio.it
Link: http://www.ilfoglio.it/articoli/vr/119628/rubriche/riempitivo-morto-ultimo-uomo-atomica-hiroshima.htm
31.07.2014

Pubblicato da Davide

  • lucamartinelli

    Le guerre dimostrano che il filosofo dell’antica Grecia Eraclìto aveva ragione quando scriveva che la maggioranza della popolazione è costituita da imbecilli. Le guerre sono un inganno colossale dei padroni, ancora più grande di quella fiction che si chiama democrazia. E i popoli cadono come pere mature nelle trappole della propaganda arrivando a dare la vita per far arricchire ulteriormente i potenti. Purtroppo non c’è rimedio. Solo la presa di coscienza e la consapevolezza risolverebbero il problema. I ricchi vogliono aggredire una nazione? Bene, ci vadano loro con i loro viziati figli….etc etc….

  • uomospeciale

    Il fatto che personaggi come Van Kirk al pari di parecchi altri con le mani sporche del sangue di migliaia di persone, muoiano spesso e volentieri  sereni e a tardissima  età , quando invece è spesso alla gente onesta e perbene che capita di ritrovarsi magari da giovane in un letto d’ospedale costretta a crepare come un cane vomitando sangue ed urlando……………………….. Mi ha sempre fatto capire chiaramente che non esistono né principi, né diritti umani, Dio, né  giustizia alcuna.

    Non c’è un beneamato cazzo di niente.
    Tranne la canna di un fucile, e te.
    Te, che devi sempre fare in modo di trovarti dalla parte giusta della canna.
    Punto e basta.

      

  • TizianoS

    Questo Theodore Van Kirk avrebbe dovuto rifiutarsi di eseguire l’ordine di sganciare la bomba atomica su Hiroshima.
    Come allo stesso modo Erich Priebke avrebbe dovuto rifiutarsi di eseguire l’ordine relativo alla strage delle Fosse Ardeatine.
    Ambedue al contrario eseguirono gli ordini superiori, ma solo il secondo personaggio è considerato un criminale, anche se a mio parere quello di Hiroshima fu un crimine di guerra più grave (se non altro per il numero di morti innocenti) di quello delle Fosse Ardeatine.
    Ma non serve a niente parlare di questo, solo si può immaginare che se fossero stati gli Americani a perdere la guerra, oggi sarebbe questo Van Kirk ad essere ricordato come criminale.

  • cavalea

    Ottimo commento, da scrivere su ogni monumento ai caduti, accanto ai proclami retorici che  inneggiano a "vittorie", sacrifici, tribolazioni e sangue, versato da schiere infinite di soldati e civili, in nome di una non meglio identificata "gloria", associata a guerre che i poveri caduti, non avrebbero mai dichiarato e voluto.

  • lucamartinelli

    Qui si potrebbe aprire una bella discussione. La Guerra è un obbrobrio ma una volta accettata si accettano le sue regole. La rappresaglia è una regola di guerra , da sempre accettata. Quindi il crimine cosmico è il lancio della bomba atomica e non le Ardeatine. Ricordi che i nazisti furono condannati non per la strage in sè ma perchè ne avevano assassinati 5 di troppo?

  • luiginox

    ignobile,terribile disumano vecchietto.anche lui come fermi non si era mai pentito.almeno einstein,grande come scienziato e merdaccia come uomo,si era dispiaciuto della sua supplica a roosvelt per l’uso dell’atomica.comunque dimentichiamoli e speriamo che non ne nascano altri.

  • glab

    ma se costuii si sentiva orgoglioso di quel che faceva e poi ha continuato a sentirsi orgoglioso di quel che ha fatto occorre chiedersi: quale era ed è il suo grado di consapevolezza esistenziale ?

      
  • glab

    ben detto !

  • Wotan

    All’inferno.

  • lanzo

    Ma sai benissimo che i "loro viziati figli" non ci andranno mai !

    E finita con gli anni 60 – Kennedy bene o male "servi’" la patria, stessa cosa per l’orribile – mi sfugge il nome, il marito della Heinz ketchup, girala come vuoi ma una pallottola in testa gli poteva arrivare.
    Bush junior, il guerriero – era imboscato nella guardia nazionale e manco si faceva vedere.
    Clinton, idem.
    Cheney, idem e tutti gli ebreoni neocon, sicuramente non hanno mai fatto un giorno di servizio militare che ora, ripeto ora,  riservato per i goym bianchi disoccupati,   shwarz ed ora anche  gli ispanici illegali morti di fame pronti a farsi ammazzare e ad ammazzare gente che non gli ha fatto niente solo per la promessa di poter avere la residenza americana.
  • lanzo

    Attenzione !

    Non dimentichiamo gli orrori che i giapponesi hanno inflitto in Cina (Nanking) o i laboratori di ricerca – credo in Cina – per piacere nun me fate anna su ggogle – dove torturavano i prigionieri di guerra e civili per vedere gli effetti dei gas tossici o delle temperature sub zero.  Per fortuna dei giapponesi, evidentemente non c’era alcun ebreo.
    Nagasaky e Hiroshima (niente al confronto del bombardamento do Tokyio con bombe incendiarie, m di cui non si parla mai) sono state una PUNIZIONE nei confronto di questi bastardi che nei territori accupati tagliavano le teste a go-go, anzi gli ufficiali facevano a gara.
    Vergogna per gli USA di non aver impiccato l’ IMPERATORE.  I cui discendenti stanno ancora li’ a fare un cazzo. Io li avrei buttato anche altre 20 atomiche, ripeto, informatevi si Nanking, teste mozzate, donne stuprate in massa con rami inserite nella vagina a la mostro di Firenze – , ci sono anche le foto.
  • yakoviev

    29 agosto 1949. Solo questo ha impedito il peggio. 

  • yakoviev

    Tutto questo è verissimo, ma il Giappone era solo una cavia.

  • rebel69

    Concordo in pieno,consapevolezza e coscienza