Home / ComeDonChisciotte / MIGRANTI: MOLTI PICCIONI CON UNA FAVA (USA-UE-NATO)
15127-thumb.jpg

MIGRANTI: MOLTI PICCIONI CON UNA FAVA (USA-UE-NATO)

DI FULVIO GRIMALDI

fulviogrimaldi.blogspot.it

Per apprendere chi vi domina basta scoprire chi non vi è permesso di criticare”.(Voltaire)
Ciò che pensiamo, o che conosciamo, o ciò in cui crediamo, alla fine dei conti produce pochi effetti. L’unico effetto viene da ciò che facciamo”. (John Ruskin)

All’origine – e nessuno delle anime belle dell’integrazione (non ambita da nessuno) e del meticciato felice e dei piagnoni ipocriti che si stracciano le vesti sulla vera disperazione e sul vero maltrattamento dei migranti, a sinistra e destra, lo considera – c’è un’unica causa: le guerre militari ed economiche della cupola finanziaria e dei suoi tentacoli Usa, UE e Nato.

E come deprecare l’allagamento della casa e assistere gli alluvionati senza pensare di chiudere il rubinetto e agevolare la volontà di ognuno di restare a casa sua, nella sua terra e cultura, tra la sua gente. Per prima cosa andrebbero denunziate e combattute le guerre dirette e di forze surrogate contro Stati sovrani ma disobbedienti all’Impero. Poi si dovrebbe evidenziare il doppio binario del sion-imperialismo: provocare migrazioni bibliche per sfoltire popolazioni e distruggere paesi e al tempo stesso cianciare di accoglienza e meticciato, con il bonus aggiuntivo Di riversarle sull’Europa, in particolare sulle sue componenti deboli, Grecia e Italia. Operazione finalizzata a destabilizzazione sociale, culturale, della coesione nazionale, di guerra tra poveri e scatafascio economico, a sfruttamento di lavoratori extracomunitari e di quelli autoctoni calmierati grazie ai primi e a intrecci politica-criminalità tipo mafia capitale.

Da quando, negli anni ’40 e ’50, la Cia ha promosso l’Unione Europea per togliere di mezzo gli Stati nazionali e le rispettive costituzioni democratiche (altrettanti scogli per la colonizzazione),sostituite da una bancocrazia non eletta e autocratica, sguattero Nato e pronta al TTIP, la strategia è di tenere sotto schiaffo un’Europa potenziale concorrente e deviante verso Est, indebolendola quanto basta a soffocarne bizze autonomiste. Le migrazioni provocate tutte dall’Impero sono perciò anche una guerra all’Europa, specie mediterranea, a cui le prefiche buoniste,c inici profittatori, sinistre varie e Vaticano famelico (con buona pace di Zanotelli), implicitamente collaborano. Senza dimenticare che, nell’immediato, il gigantesco e pianificato putiferio sui migranti serve anche a solidificare un’opinione pubblica decerebrata dietro al programmato nuovo assalto occidentale alla Libia e al Medioriente tutto. E che l’ideologia di chi si pone allo straniero in fuga come salvatore, cattolico o laico, da miserie e dittature, non fa altro che ripetere l’approccio colonialista del “fardello dell’uomo bianco” (vedi Rudyard Kipling). Che se ne renda conto o no.

Sia ben chiaro, a scanso di equivoci strumentali. Sarebbe da farabutti negare che, nella drammatica congiuntura dell’alluvione, sia prioritario e assolutamente doveroso, trovare sistemazione degna a questi flussi, contrastando con ogni vigore rigurgiti esclusivisti e xenofobi, più voluti che tollerati. A partire dalla eliminazione delle forme di abietto sfruttamento in fabbrica, campi e case e del conseguente adattamento al ribasso delle condizioni di lavoro e salario degli autoctoni. Ma si svuoterebbe il mare con un cucchiaino se simultaneamente non si lanciasse una capillare campagna di informazione sui motivi e obiettivi di chi provoca migrazioni e una grande lotta contro guerra e neoliberismo colonialisti.

Fulvio Grimaldi

Fonte: http://fulviogrimaldi.blogspot.it

Link: http://fulviogrimaldi.blogspot.it/2015/08/migranti-molti-piccioni-con-una-fava.html#more

12.08.2015

Pubblicato da Davide

  • iVi

    Tutto vero Grimaldi ma la maggior parte dei clandestini anzi la stragrande maggioranza dei clandestini non vengono da paesi oggetto di guerre NATO-USrael.

    Quindi li rimpatriamo o qualcuno vorrebbe farci credere che hanno la casa allagata?

    Dato che abbiamo sindacati, partiti e forze dell’ ordine che continuano a favorire l’ ingresso di delinquenti clandestini che nn fuggono da nessuna guerra come possiamo organizzarci per i rimpatri?

    No perché i problemi li vediamo ma nessuno che si azzardi a dare soluzioni.

    Le guerre NATO come le fermiamo? Picchiamo tutti i pirla in divisa che vanno a combatterle? Io già discrimino coloro che portano la divisa (tutti tranne i pompieri). Ma da solo non basto.

    Le corporation con le fermiamo? Io qualche idea ce l’ho ma è un discorso lungo. Grimaldi lei cosa farebbe?

    il TTIP e le altre porcate come le fermiamo? Sterminiamo i deputati del parlamento europeo che lo vogliono imporre nel silenzio totale dei media sionisti?

  • Hamelin

    I veri profughi sono al netta minoranza degli sbarcati .
    Perché viene qua anche altra gente ?

    Semplice perché vengono accolti e sussidiati meglio che in qualunque altra parte del mondo indipendentemente da chi essi siano ( spacciatori , assasini , integralisti , stupratori , gente comune in cerca di fortuna , gente che cerca di ricongiungersi ai parenti ).

    Siamo arrivati al paradosso che un clandestino ha piu’ diritti di un cittadino Italiano .

    Se i lo scopo dei politici é creare una guerra sociale , civile e raziale ci stanno riuscendo alla grande .

    Comunque é un colpo da maestro la botta finale per distruggere l’Italia e l’Europa ( intesa come popolazione ) .

    Un applauso ai discepoli di Kalegi .

  • cardisem

    le guerre militari ed economiche della cupola finanziaria e dei suoi tentacoli Usa, UE e Nato.
    —-
    È l’approccio giusto al problema… un approccio che non si trova nel pollaio-letamaio dei talk show cui si assiste ogni sera…

    Non ho tempo di soffermarmi oltre, ma è quello che anche io penso da parecchio tempo, sentendomi orfano per il fatto che non trovo riscontri….

  • lanzo

    Me sa’ che con commentatori cosi’  retrivi, CDC er "premio Kalergi o Calergi" nun lo becchera’ mai.

  • Gil_Grissom

    Non metto in dubbio che siano le elites finanziarie neoliberiste a favorire questo esodo biblico, ma allora mi chiedo, come mai solo l’Italia in tutta Europa ha spalancato le proprie frontiere in maniera indegna ed usa la marina militare come servizio traghetti per questa massa di disperati, derelitti e illusi? Come mai solo in Italia i cittadini con cittadinanza godono di meno diritti di chi sbarca clandestinamente? Le altre nazioni costruiscono muri, chiudono le frontiere, sparano ai clandestini, non si sognano nemmeno di far sbarcare sul proprio territorio profughi imbarcati sulle loro navi scaricandoli in Italia, rimpatriano chi non ha diritto di asilo. Solo l’Italia, per sua volonta’, e Grecia, perche’ ridotta allo sfascio, stanno sopportando da sole il peso di questa invasione barbarica: forse e’ in atto un mini piano Kalergi che prevede per ora l’invasione e la distruzione delle sole Italia e Grecia, ovviamente con l’aiuto dei rispettivi governi. La Merkel, che incarna il potere economico finanziario europeo, si guarda bene dal contaminare il popolo del Quarto Reich con questa massa di disperati: non tutte le nazioni hanno abdicato alla loro sovranita’.

  • MarioG

    L’obiezione mi pare superficiale.

    Ammetto che il livello dell’opinione pubblica degli altri paesi europei citati e’ un pochino superiore a quella italiana, per cui non si puo’ prenderla apertamente a calci in faccia come si fa con i traghettamenti  (praticamente di stato) di centinaia di migliaia di "profughi", come quelli che arrivano da noi.
    Ma e’ bene che non si facciano troppe illusioni. A ritmi diluiti la marea si travasera’ anche da loro, in modo che il loro governanti non si facciano troppo male. La "colpa" sara’ dell’Italia.
    D’altra parte la cosiddetta "Europa" (che ci dicono essere guidata dalla Germania) non ha sempre tuonato contro ipotesi blasfeme come i respingimenti?
    Cosa significa secondo lei?
    Per me significa GIOCO DELLE PARTI:
    i nostri governanti diranno: "l"Europa non ci aiuta"
    gli altri diranno: "L’Italia e’ un colabrodo"
    E il gioco va avanti.
    E’ difficile da capire? O e’ strano?
  • Gil_Grissom

    "A ritmi diluiti" come dice lei, il che significa che ogni cento clandestini arrivati in Italia 5 riusciranno ad andare in Francia o in Germania dove del resto verranno immediatamente rimpatriati se privi dei requisiti di legge. La colpa e’ del nostro lassismo non dell’Europa cattiva. Quanto al fatto che la Germania non sia il vero paese che guida l’Europa solo un fesso o uno in malafede puo’ dire che non e’ cosi’: il quarto Reich e’ tra noi.

  • MarioG

    Premetto che sono in malafede.

    Meglio che passare per fesso. Comunque sono disposto a riconoscere un simile credito anche a lei…
    Non so quale percentuale e in quanto tempo passino in Francia, in Germania o in Olanda o altrove. Una volta entrati in un paese europeo come l’Italia, il resto va da se’.  
    Non le chiedo se e’ d’accordo, perche’ le faccio credito della malafede. Quanto al Quarto Reich… si’  esso e’ tra noi e  Schäuble marcia al passo dell’oca in carozzella.
    Santa pazienza!
     
  • Gil_Grissom

    Schauble e’ straordinariamente somigliante, anche per infermita’ fisica, alla grande macchietta creata da Kubrick anni fa col dottor Stranamore. E tutto si puo’ dire di Kubrick tranne che fosse un fesso…………..a buon intenditor poche parole.

  • Gil_Grissom

    Del resto Schauble e’ un esempio perfetto di quello che i tedeschi intemdono per razza superiore: un deforme che ai tempi di Sparta  sarebbe stato gettato dalla rupe Trpea.

  • giannis

    Se qua in Italia diventeremo un ammasso di poveri disperati , stai tranquillo che andremo fino a Berlino a mangiare e rubare

  • MarioG

    Cardisem! Mi aiuti lei!

  • Gil_Grissom

    Mi sembra che gia’ buona parte d’Italia sia un ammasso di disperati, rasentiamo il cinquanta per cento di disoccupazione giovanile, dall’ingresso nell’euro abbiamo perso un PIL equivalente a quello che si perde con una guerra mondiale, ogni giorno chiudono migliaia di fabbriche e si suicidano sia lavoratori che imprenditori. Cosa ci vorrebbe secondo lei per definire un popolo disperato?

  • Gil_Grissom

    Cardisem? Quello che sostiene che Kennedy fu ucciso dagli ebrei?

  • MarioG

    Boh! Posso dire che finora non fa parte dei post che ho letto di lui.

  • Gil_Grissom

    Ma di quello che ho letto io si.

  • cardisem

    Sono ritornato nell’area commenti in un fase in cui il testo sta per essere archiviato… Conosco personalmente Grimaldi nel senso che mi capita di incontrarlo in conferenze e occasioni pubbliche…
    Le sue analisi mi trovano generalmente concorde…

    Tuttavia, al momento, mi interrogo sul senso non sono dei miei interventi a commento del testo, ma sugli interventi in genere…
    Sono utili?
    A chi si rivolgono?
    Perché vengono scritti?
    Sono monitorati dalla polizia postale e dai servizi segreti?
    Quale scoo si prefiggono?

    PER QUEL CHE MI RIGUARDA sono soltanto una riflessione istantanea ed immediata su ciò che mi capita di leggere… Una riflessione che deve essere il più istantanea possibile… Non certo un esercizio di stile linguistico-letterario come pretenderebbe da me un provocatore… (ad essere gentile)…

    IL PROBLEMA SERIO è se questo può essere un modo per aggredire il potere dei mainstream… Ma di ciò parlerò altra volta…

    Re: L’IMMIGRAZIONE ? E’ UNA STRATEGIA USA PER CONTROLLARE L’EUROPA (Voto: 1)
    di cardisem il Lunedì, 24 agosto @ 21:11:16 BST
    (Info Utente | Invia un Messaggio) Dell’immigrazione si possono dare molte e diverse interretazioni… magari tutte fondate…
    A me capita di pensare che si tratta di una Nemesi storica, soprattutto per noi italiani…
    Dai nostri porti sono partiti gli ebrei che hanno ripulito la Palestina… I palestinesi hanno di che esserci grati…

    Oggi,
    quelle ondate immigratorie che noi abbiamo favorito ai danni di terzi,
    ci ritornano con gli interessi… Ma il processo è appena all’inizio… E
    non è escluso che vi possa essere un grande rinsavimento di massa…