Home / ComeDonChisciotte / MASSIMO FINI: IO STO CON CHI STUPRA LA BAMBINA DI 4 ANNI (MA VOI LEGGETEMI VI SCONGIURO).
13683-thumb.jpg

MASSIMO FINI: IO STO CON CHI STUPRA LA BAMBINA DI 4 ANNI (MA VOI LEGGETEMI VI SCONGIURO).

DI PAOLO BARNARD

paolobarnard.info

Premessa di P Barnard: come non tramontare come giornalista inventandosi le più pezzenti provocazioni della storia del giornalismo da sempre. La ricetta di un certo Massimo Fini:

A) Leccare il retto sigmoideo di Marco Travaglio e farsi prendere da Il Fatto Quotidiano, con la piena collaborazione di quel giandone cerebro-ridente di Peter Gomez, poi…

B) Scrivere che:

“Io sto con gli infibulatori delle donne in Nigeria– Io sto con il Mukhabarat della Siria – Io sto con lloyd Blankfein – Io sto con quello che tocca la figa della nipote di 6 anni – Io sto con Janko Sezevitch che spaccia organi di bambini kurdi uccisi dal KLA – Io sto con il pugliese ubriaco che ha ammazzato in auto due gemelli e ha fatto 20 giorni di carcere – Io sto con chi picchia la moglie a morte – Io sto con i torturatori tunisini che prima di legare le donne a reti da letto collegate alla 220 le fanno stuprare da cani – Io sto con chiunque mi clicchi su internet… vi prego! vi scongiuro! vi do un polmone di mia nipote, ma VI PREGO LEGGETEMI E FATEMI FAMOSO!”

p.s. per le persone degne: Noam Chomsky, Ed Herman, Norman Finkelstein, John Pilger, Amy Goodman, Vittorio Arrigoni, Seymour Hersh, o Ettore Mo (e Paolo Barnard), che stanno a Massimo Fini come la Torre di Pisa sta a un gabinetto di treno, non si sono mai ridotti ad appoggiare pubblicamente torturatori, criminali, bestie umane e sterminatori di donne inventandosi sgangherate provocazioni pur di essere letti da 10 lettori in più. Né scrivono per il Fatto Quotidiano. Fini, fai pena da piangere.

Paolo Barnard

Fonte: http://paolobarnard.info

Link: http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=934

29.08.2014

ARTICOLO SU FINI SPIEGATO IN TRE PAROLE

Il giornalismo italiano è diventato una cloaca di modaioli pezzenti ammalati di visibilità di cui Fini è in assoluto il peggiore. Non per nulla ho citato Ettore Mo… che sti paraculi, che saltellano da Grillo (con immensa setta decorticata al seguito) a Travaglio (con immensa setta decorticata al seguito) nella disperata corsa ad apparire, manco sanno chi era e cosa ha fatto.

Ricordo al solito 0,2% di pensanti che fenomeni come Fini, Grillo o Travaglio esistono solo in Italia, in tutto il Pianeta. Lo 0,2% pensi al perché.

E siamo sempre alle solite in Italia. Chi da anni sbraita boati gastrici telecomandato, chi esalta gli infibulatori di donne islamiche, o chi serve una mafia di magistrati milanesi, ha seguiti oceanici. Chi da anni vi spiega il WTO, il FMI, il G30, la Commissione UE e poi Keynes o Kalecki per salvarvi la vita fa meno del 3% in Tv. Ma qui la colpa non è di Travaglio, Grillo o Fini, è degli ‘oceanici’ soliti italiani.

Paolo Barnard
Fonte: http://paolobarnard.info
Link: http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=935
29.08.2014

Pubblicato da Davide

  • Aironeblu

    “Io sto con gli infibulatori delle donne in Nigeria– Io sto con il Mukhabarat della Siria – Io sto con lloyd Blankfein – Io sto con quello che tocca la figa della nipote di 6 anni – Io sto con Janko Sezevitch che spaccia organi di bambini kurdi uccisi dal KLA – Io sto con il pugliese ubriaco che ha ammazzato in auto due gemelli e ha fatto 20 giorni di carcere – Io sto con chi picchia la moglie a morte – Io sto con i torturatori tunisini che prima di legare le donne a reti da letto collegate alla 220 le fanno stuprare da cani –"


    Ecco, ci risiamo, Barnard si è offeso per non essere stato citato anche lui.

  • ventosa

    Ma lo sai che, mentre TU continui a "volare alto", la stragrande maggioranza delle persone certe cose non le sa, perchè ci sono un mucchio di Barnard che scrivono solo per ristrette minoranze? E si scuotono solo quando qualche Fini gliele sbatte in faccia?
    Caro Barnard, stavolta non hai capito una sega

  • Primadellesabbie

    Ho cura di non leggere questo PB ma stavolta mi sono distratto per via di Fini, che mi interessa.

    Lo considero un ricattatore, e mi spiego.
    Qualcosa di sensato si annida, da qualche parte, tra le cose che dice, ma lo nasconde con pesanti cortine di morbosità, dosi massicce di psichismi di bassa corte coltivati amorevolmente, complessi di superiorità costruiti senza fondamenta ne’ giustificazione. 
    Il ricatto consiste nel tentativo di farti traversare tutte queste angoscianti esperienze per scovare quel poco di buon senso che sta sotto, e che si può trovare più agevolmente altrove senza dover superare tutta questa schiumante ricerca di antipatia.
    No grazie!
  • haward

    Una personale considerazione che giro alla redazione di Comedonchisciotte:
    forse il livello di queste invettive, parlo a livello di interesse
    giornalistico, sta scadendo al punto da renderle irrilevanti. Probabilmente
    altri articoli, in un frangente così particolare come quello che staimo vivendo,
    raccoglierebbero maggior interesse. Barnard (e lo stesso Fini) ha grandi
    meriti ma questi sfoghi non vedo cosa possano aggiungere all’informazione
    che noi avidi lettori di questo ottimo sito cerchiamo.
     

  • Nauseato

    È vero. Riesce difficile vedere "cosa possano aggiungere" (all’informazione che ecc.).

    Eppure nostro malgrado qualcosa aggiungono.
  • Nauseato
    Fatto 30, Barnard poteva fare 61 e sarebbe stato un minimo più corretto dare uno o più riferimenti precisi a quelle parole.
    Dove sono state scritte? Quando?
    Perché da quello che è qui scritto per mano di Barnard si capisce ben poco e a riportare quelle frasi in quel modo senza il loro contesto, non è a Fini che fanno fare una poco bella figura… 
  • mendi

    A me invece è Barnard che fa pena da piangere.

  • The_Essay

    Ciao!
    Ultimamente in certe discussioni nel mondo reale ho tirato fuori delle peculiari considerazioni le quali per chi è abituato a certa stampa ,mi ha detto:
    "Interessanti queste tue affermazioni",
    in modo particolare questa(ics)!
    E il tizio mi ha detto: se è lecito: da dove hai preso lo spunto per fare questa interessante riflessione?
    Ho risposto: da certe discussioni con dei nuovi amici!
    Fa lui di che area sono?
    Io di rimando: sono dei volteriani.

    SAPETE QUALE E’ STATA LA RISPOSTA?
    Gente pericolosa! E io perchè?
    L’astante ha risposto paradossalmente con una frase di Voltaire:
    "quando la gente comincia a ragionare, tutto è perduto".

    Ebbene alla luce di tale scenetta,che a definirsi comica è un eufemismo,
    lancio un appello al webmaster!

    Visto che sono pericolose certe tesi,invitate se vi è possibile gli autori di certi articoli ad essere più chiari come se scrivessero un saggio,che ne so di economia o altro.Sarebbero più efficaci!

    Cosa vuol dire!
    Se ci si accapiglia tra gente con degli orizzonti culturali ampi (mi riferisco a chi posta su CDC), e ci deve riprendere la mikaela di turno( per chi la conoscesse,domanda è il braccio dx di qualcuno??)  
    facendo difese di ufficio al tizio: ma P.B. aveva ragione,etc,etc
    [Re: LETTERA ALLA MAFIA. PER FAVORE, RIMANI MAFIA.
    di mikaela il Giovedì, 28 agosto @ 17:35:57 BST]
    questi indizi indicano che qualcosa non quadra.

    Se non sono stato chiaro, mettetevi di fronte una finestra ben illuminata,
     leggete a voce alta, per lameno tre volte consecutive il commento diprimadellesabbie,
    poi lo stampate e lo inviate via fax,mail,posta classica,piccione viaggiatore, a davide che posta gli articoli,
    e  ai due giornalisti in questione,che potrebbero essere una risorsa,ma ho il terribile sospetto che…
    a buon intenditor pauca.
    Bye,Bye

  • mikaela

    "Leccare il retto sigmoideo di Marco Travaglio"

    Chi lecca viene
    ripagato,fa carriera, o continua ad andare avanti.
    Nihil sub sole
    novi.
     
     Il buon Travaglio  sa come ripagare 
    chiunque sale sul suo carro,  infatti qualche anno fa trovai in rete
    un document di Travaglio indirizzato  ai suoi Fans  in
    cui  c’era scritto  che   Massimo  Fini l’aveva
    ringraziato per avergli mandato   circa
    ottocento   abbonati (quella settimana credo)  nel suo
    giornale in rete "Il Ribelle". 
      Dopo è nato il Fatto
    Quotidiano e poi  l’inizio della   collaborazione
    li.
    L’articolo di CDC non riporta l’anno ma credo fosse nel primo trise
    period dei bombardamenti in Palestina .
     http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6082 

  • Caleb367

    l’ennesima crisi isterica di un Barnard in pieno declino. "Do’ dello stupratore a un giornalista più quotato di me, scrivo un sacco di brutte parole come "figa" e "retto", insulto e sbraito, vi prego, datemi ascolto, guardatemi, fatemi sentire ancora importante!"

  • Firenze137

    Ormai apparire, essere citati, essere letti, essere comunque su un proscenio è divenuto merce molto ambìta.

    Cosa non si farebbe. Altro che vendere la propria madre ad un nano, come cantava de Andrè. Oggi la si venderebbe e si incasserebbe pure il corrispettivo senza batter ciglio. Tutto regolare.
    Questa cultura dell’apparire che vien alimentata da tutte le "diavolerie" tecnologiche (presto ci arriverà un  "app" anche per andare a fare la pipì ..) come dimostra peraltro anche il successo della catena di sant’Antonio delle secchiate di acqua ghiacciata, lo sarà sempre di più.
    Perchè qualunque "espediente" , anche un semplice post come sto scrivendo io ora – ci da modo di "resistere" nella gabbia  della nostra schiavitù quotidiana.

    Fatta di ansia per i soldi che sono sempre meno, ansia il "driiiin"  del postino con l’ennesima cartella di equitalia, ansia per lo squillo del ns. cellulare scrutando con apprensione il numero di chi chiama stressati ogni volta per capire che fare e :  "aspetta.. non mi conviene rispondere ora..magari gli dirò che l’avevo lasciato su silenzioso" , ansia e nevrosi di girare tutti ibanchi frutta del super e scoprire di non essere più padroni neppure poter scegliere di comprare un chilo di limoni siciliani. E siamo in Italia !. Sono tutti irrimediabilmnete "made" in argentina. Ho scoperto anche gli agli "bio"  anche loro argentini.

    L’Apparire quindi come espediente quotidiano e antidoto e rimedio usa e getta a tutto ciò. Le "porcate" attribuite o vergate direttamente da Fini – vere o non vere che siano – ma solo il concepire questo luridume e scriverlo è un segnale inequivocabile del livello della febbre sociale che ci pervade.  

    Ma alla verità non si sfugge. Alla nevrosi neppure, perchè la mente registra inesorabilmnete nel registro hiddden dell’inconscio – la menzogna reiterata verso noi stessi, per non vedere.  E alla fine presenta il conto. Salato. Prima singolarmente ad ognuno di noi. Ma in questo dilagare di "non vedo non sento"  ce lo presenterà a tutti ed allora saranno capperi duri. Davvero.

  • edoxxx

    Spassosissimo!!!

    Il miglior articolo di Barnard degli ultimi anni!
  • Tetris1917

    PB ha ragione da vendere.

  • speranza

    Piantatela di fare gli intelletualoidi di sto cazzo.I giornalisti sono per definizione dei disgraziati che vanno avanti a leccate di culo o a scoop da vomito.Barnard e’ un eccezione in questa merda.