Home / ComeDonChisciotte / MARCIUME POLITICO ITALIANO. IL TEATRINO FRA RENZI, BERLUSCONI, ALFANO E VERDINI

MARCIUME POLITICO ITALIANO. IL TEATRINO FRA RENZI, BERLUSCONI, ALFANO E VERDINI

DI FUNNY KING

rischiocalcolato.it

Capisco che per molti è un argomento noioso ma qui vorrei ricapitolare ancora una volta come funziona la politica Italiana.

Come noto sia il Governo Letta che il Governo Renzi non hanno mai avuto i numeri per stare in piedi al Senato e fare le “riforme”.

Provvidenzialmente però, un bel giorno Angelino Alfano con grandi insulti e accuse reciproche con Berlusconi fece il primo spin off del PDL. Ncd, Ovvero la succursale governativa della famiglia Berlusconi in cambio di uno scudo per Mediaset.

Poi Renzi ha cominciato a trasformare il PD nella nuova Democrazia Cristiana scontentando gli appetiti di alcuni “vecchi” esponenti del fu PCI e accontentando quelli dei suoi amici. E dunque al Senato i numeri si sono rimessi a ballare, anche perchè l’NCD si è dimostrato il partito più indagato e condannato (in percentuale sugli eletti/nominati) della storia della repubblica.

E oggi cosa succede?

Il novello indagato per bancarotta (un attestato di merito) Denis Verdini…. oooops “litiga” con Berlusconi e si fa il suo gruppo parlamentare pronto a sorreggere le “riforme” di Matteo Renzi. Ed ecco quindi il secondo Spin Off dei nominati del fu PDL per continuare ad onorare il patto di non concorrenza e belligeranza conrtro Mediaset e altri eventuali interessi della famiglia Berlusconi.

Dunque Renzi si appresta a varare il Governo Renzi-Alfano-Verdini, e francamente i sisnstronzi ItagLioti se lo meritano. Hanno finalmente una visione chiara di ciò che è sempre stato il loro partito, quello col ditino alzato che dava lezioni agli “antropologicamente diversi”.

E si ci potete giurare sisnstronzi dei miei coglioni, siamo antropologicamente diversi.

p.s. e non me la venite a menare con la Lega. Salvini è l’avversario scelto da Renzi (e Berlusconi) per congelare e concentrare i voti del centro destra in un partito che non può strutturalmente vincere le elezioni per il semplice motivo che non ha voti al sud, e non gli avrà per anni (o forse mai). Chiedetevi come mai il buon Salvini è sempre in TV, su tutti i canali a qualsiasi orario in tutte le fasce possibili. A me spiace ripeterlo, e mi spiace ancora di più osservarne le proposte, ma oggi esiste un solo partito minimamente votabile se non altro per questioni di estraneità a questo enorme orrendo e raccapricciante teatro. Inutile che lo citi, tanto sapete benissimo quale è.

p.p.s. e comunque non esiste nessun partito in Italia che non metta al centro la superiorità dello Stato e dell’ordine costituito sull’individuo e la sua potenzialità.

Funny King

Fonte: www.rischiocalcolato.it

Link: http://www.rischiocalcolato.it/2015/07/marciume-politico-italiano-il-teatrino-fra-renzi-berlusconi-alfano-e-verdini.html

24.07.2015

Pubblicato da Davide