Home / ComeDonChisciotte / MANGIARE CARNE E' LEGALE. MA E' GIUSTO ?
15017-thumb.jpg

MANGIARE CARNE E' LEGALE. MA E' GIUSTO ?

DI M.B.

veganzetta.org

Il fatto che mangiare carne sia legale (e sia sempre stato così) non ci esime dal chiederci se sia una cosa giusta oppure no.

Ciò che è legale non significa che sia in assoluto giusto, ma è ciò che chi detiene il potere – attraverso un ordinamento sociale – ritiene sia giusto e il potere per definizione difende i propri interessi, mai quelli dei più deboli.

Anche l’apartheid, il delitto d’onore e l’impossibilità per le donne di votare erano legali fino all’altro ieri. Riversare nell’ambiente veleni che ci fanno ammalare è legale, la sedia elettrica è legale. Persino produrre e vendere armi è legale. Dichiarare guerra è legale. Mentre un sacco di cose che dovrebbero essere legali sono vietate.

Siamo noi che dobbiamo pensare con la nostra testa e fare delle scelte degne del nostro libero arbitrio, indipendentemente da ciò che è legale oppure no.

Fonte: www.veganzetta.org

Link: http://www.veganzetta.org/mangiare-carne-e-legale-ma-non-e-giusto/

10.7.2015

Pubblicato da Davide

  • blobbb

    Siamo noi che dobbiamo pensare con la nostra testa e fare delle scelte degne del nostro libero arbitrio, indipendentemente da ciò che è legale oppure no.


    appunto a nessuno si vieta di assumere una dieta vegana,
    mentre alcuni vegani ,vorrebbero impedire una dieta a base di proteine animali…
  • mago

    Chiaramente con la matura età una persona dovrebbe porsi se è etico mangiare animali e carne..io ho ridotto di molto anche in funzione di prevenzione a certe malattie…se guardiamo a come vengono anche allevati e torturati certi animali vorrei smettere del tutto…tuttavia il consumo di carne animale verrà in futuro drasticamente diminuito per i costi… produrre un kg di carne di manzo occorrono 15.000 litri di acqua secondo degli studi,ammesso che siano anche solo 5000 tempo al tempo e vedremo…

  • sotis

    magnatela te la carota!

  • iVi

    Perché sarebbe ingiusto?

  • lucazz

    Primo perché uccidi una vita ! Secondo perché l’essere umano non è fatto per mangiare carne. 

    Non siamo strutturati per cibarci di carcasse, che piaccia o no ma è così.
  • blobbb

    e da dove lo deduci che l’uomo non è strutturato per mangiare carne??

  • mixmux

    Premetto che coltivo la terra per vivere e mangiare (e sono onnivoro).

    La domanda se sia giusto o no mangiare animali me la faccio ogni volta che taglio alla base un’insalata o macino il grano; nel tempo la mia considerazione ed il rispetto che provo per il mondo vegetale è aumentato, man mano che mettevo in pratica le teorie dell’agricoltura naturale di Masanobu Fukuoka. E’ giusto mangiare vegetali che potrebbero andare a seme e riprodursi? E’ giusto macinare migliaia di semi di grano che potrebbero crescere e diventare piante adulte? Le piante provano dolore? Sì, è stato scientificamente provato, il problema è che non ce lo comunicano con un lamento, uno sguardo. Credo che il problema sia un altro, credo che i vegani siano nel giusto quando non uccidono animali ma che con la loro scelta entrino in quella che considero una forma di specismo. Mangio questo perchè non si lamenta, non mangio quest’altro perchè lo considero un atto malvagio, contro natura. Penso che ognuno si debba prendere le sue responsabilità, penso che cacciare o allevare animali in un certo modo sia culturalmente accettabile in determinate condizioni, credo invece che fare agricoltura chimica, che distrugge l’ecosistema, per crescere verdure "infelici" magari mangiate da vegani sia inaccettabile, è una questione di responsabilità personale e sociale.
  • blobbb

    10 e lode, 

    purtroppo la natura, o dio,  ha strutturato il mondo vivente ,in modo che per sopravvivere,
    devi mangiare altri esseri viventi,
     a questo punto fare distinzioni è puro specismo,
  • lucazz

    Da molte cose esaminando la nostra anatomia con quella dei carnivori.

    Dentatura, tipo di movimento mascellare, lunghezza degli intestini, la nostra totale assenza dell’enzima uricasi che tutti i carnivori hanno, ph del nostro organismo tendenzialmente basico e tante altre. Eliminando la carne si eliminano molte patologie comode a Big Pharma.
  • lucazz

    Ma i vegetali non hanno sistema nervoso, non possono provare dolore ! 🙂

    Condivido il discorso dell’agricoltura che distrugge l’ecosistema, ma che le piante provino dolore proprio no. Invece poi che pensare allo spreco di semi che vengono macinati che potrebbero diventare piante, pensiamo piuttosto alle tonnellate di cibo sprecato ad ingrassare vitelli che invece potrebbero sfamare milioni di persone…. Con la carne le multinazionali fottono 2 categorie. I poveri del terzo mondo che vedono tonnellate di cibo dato ad animali da macello, e noi occidentali belli pasciuti che ci ingozziamo di cibo che ci crea patologie che dobbiamo curare……. Questo si chiama massimizzare il profitto. 🙂
  • blobbb

    infatti noi siamo onnivori d’altronde lo dimostra il fatto che abbiamo una struttura mista 

    il fatto che non digeriamo la cellulosa è un esempio, d’altronde anche i principali primati sono onnivori.. 
  • blobbb

    i vegetali provano dolore ,questo è stato provato,,,

    se la discriminante è il dolore, allora basta sedare l’animale ed il dolore sparisce,
    poi per quanto riguarda gli allevamenti intesivi concordo, ma questo puo essere applicato anche in agricoltura
    detto ciò se si fa una questione di principio, non capisco perchè un vegetale, in quanto essere vivente puo esssere mangiato, mentre un animale no…
  • FlavioBosio

    Forse perché dall’Homo erectus abbiamo imparato a cucinarla ed a tagliarla, ed anche a conservarla (essiccata ed affumicata), non ci serve una dentatura da carnivoro, nessuno strappa brandelli di carne cruda a morsi da 400.000 anni.

  • Neriana

    Anticamente i popoli erano vegetariani, la religione europea era simili all’induismo. Poi, come gli indiani d’America si è arrivati a mangiare il Bisonte, ma solo quello che necessitava. io non sarei vegetariana, e penso che l’uomo sia realmente onnivoro. Il problema è che oggi gli allevamenti sono davvero obrobriosi e non tengono conto della vita dell’animale. Diverso era quando l’uomo allevava con amore e con rispetto l’animale, arrivando anche a sacrificarlo per le feste, ma in un contesto di rispetto per la Vita e per il Sacrificio . La Vita di qualsiasi essere non puo’ essere vista solo come prodotto di produzione perchè poi non bisogna meravigliarsi se anche noi saremo trattati come animali da sfruttare  senza rispetto per la Vita

  • ottavino

    Come Don Chisciotte è geopolitica al 99%, poi ogni tanto c’è un articolo di un vegano.

    Totale non senso e totale impossibilità di affrontare qualsiasi argomento, se non superficialmente.
  • sm

    Quando tagliare una spiga, uccidere per sbaglio una formica e macellare un
    vitello si equivalgono, di conseguenza anche l’essere umano ha lo stesso
    valore.
    Allora, perche’ non ti mangi la mamma ?

  • iVi

    Se nn siamo strutturati per mangiare carne perché riusciamo a mangiare carne?

    uccido un animale per sfamarmi…….vorresti vietare al leone di papparsi la gazzella?

  • searcher

    Peccato che di sola aria non si campa 🙂

  • iVi

    Big pharma? Miiii che paura…….meglio puntare su una bella dieta vegana che tanto piace a Monsanto.

  • patrocloo

    Avete rotto il cazzo! Mangiatevi tutte le verdurine che vi pare ma non veniteci a fare la lezioncina. E pensate a trombare…può darsi che vi sbollisce un po’ di acidità!

  • mincuo

    Questa è un’altra bufala inventata e ripetuta. L’uomo ha sempre mangiato tutto. E sofferto la fame anche.

  • Neriana
  • lucazz

    E invece no……. La carne cotta è peggio che peggio…… Prova ad informarti…. Non significa nulla il fatto che abbiamo imparato a conservarla e cucinarla…. Vattelo a cacciare un animale con le tua gambe i tuoi denti le tue mani, con ciò che la natura ti ha dato, sbudellatelo, ripuliscitelo, e mangiatelo…..vorrei vedere quanti ne sono capaci……siamo in grado solo di cacciare le buste al supermercato……:-)

  • lucazz

    Ti è andato di traverso l’ossicino ? …..tu non ti preoccupare che si tromba alla grande……:-)

  • lucazz

    Azz….hai ragione, meglio puntare su un’ottima bistecca piena di antibiotici, antidolorifici, e bombe chimiche per favorire la crescita…… Li Monsanto non c’entra nulla…..

  • lucazz

    Allora dimmi, se non siamo programmati a fumare come facciamo a fumare ? Se non siamo programmati ad assumere eroina come possiamo resistere del tempo ad assumere eroina ? Se non siamo programmati a bere alcool come facciamo a bere alcool ? Poi scusa, si sincero con te stesso….tu non uccidi nessun animale, ma vai al supermercato a comprarti la bistecchina……e poi un leone è leggermente diverso dall’essere umano…..suvvia….:-)

  • lucazz

    Se non si conosce la differenza tra essere vegetale ed animale è molto meglio lasciare perdere Qualsiasi tipo di discorso. Allora ragionando così posso tranquillamente paragonare l’essere umano ad un vegetale……ma suvvia…..hahahaahahhaa

  • lucazz

    Hahahahahahahaha concordo !

  • poisonedtooth

    Trovo assolutamento ingiusto e controproducente la pubblicazione periodica da parte di CDC di articoli che invitano ad alimentarsi meglio.
    In questo mondo sovrappopolato sarebbe molto più proficuo lasciare che i coprofagi supermercato-dipendenti avessero piena libertà di decidere di che morte morire: problemi cardio-circolatori, tumori, diabete e chi più ne ha più ne metta.
    Se al principiare di questo millennio infame la maggior parte degli individui non ha ancora indovinato quale è la causa dell’incremento esponenziale dell’incidenza delle malattie più mortali, allora che paghino le conseguenze del loro rifiuto di intendere e di volere.
    Nel futuro prossimo è molto probabile che la lotta alla sopravvivenza si combatta (per fortuna) sul terreno del quoziente intellettivo più che sulle disponibilità economiche, nel caso ciò avvenga il mondo sarà finalmente liberato dalla incontabile caterva di ignavi antropomorfi che lo popolano.

  • blobbb

    certo invece l’insalata cresce come natura crea, mica usano componenti chimici noooooo

  • blobbb

    se ne fai una questione etica che differenza c’è????

    si uccidono in entranbi i casi delle vite….
  • blobbb

    steve jobs è morto a 51 anni di tumore, ed era vegano.

    anzi di più fruttariano…..
    sei cosi sicuro che la dieta vegana sia cosi sana??
  • Vocenellanotte

    L’ortoressia al pari dell’anoressia è un disturbo della psiche. Non ci sono altri commenti.

  • castagna

    L’apparato digerente degli erbivori è
    ben differente da quello dell’uomo che in fatti non può digerire la
    cellulosa, non ha il rumine e non ha certi enzimi. L’uomo può
    digerire e vivere di vegetali come frutti, semi e radici. Ma di erba
    non può vivere.

    Non per niente l’uomo ha una dentatura
    onnivora di molari, canini e incisivi; e una disposizione degli occhi
    frontale, tipica del predatore che deve calcolare le distanze, e non
    laterale, tipica dell’erbivoro che deve avere una visione ampia per
    sfuggire i predatori.

    Che si possa vivere di
    soli vegetali è una idealizzazione e non una realtà, e questo non
    vuole dire che non si possa o non si debba vivere di soli vegetali,
    vuol dire che ciò non è nella realtà fisiologica e storica.

    In fatti non si è mai trovata una
    sola popolazione per quanto primitiva o addirittura estinta che si
    sia nutrita di soli vegetali, nemmeno l’uomo di Neanderthal, nemmeno
    gli aborigeni delle foreste pluviali che vivono in un ambiente
    ideale per potere sopravvivere di soli vegetali.

    E ancora e in fatti non sarebbe stato
    possibile per gli uomini, per esempio europei, sopravvivere ai lunghi
    inverni in cui non si trovano vegetali da mangiare: che cosa
    avrebbero potuto mangiare?

    L’alimentazione esclusivamente
    vegetariana è stata resa possibile solo dopo dell’avvento della
    agricoltura e della stanzialità delle comunità umane. Prima era
    pressoché impossibile ricavare e conservare tutta quella massa di
    carboidrati che costituiscono la base della dieta
    contadina-vegetariana.

    Prima della agricoltura di quali carboidrati
    in larga misura potevano disporre gli antiche uomini europei? delle
    castagne?

    E quando si parla dell’avvento dell’agricoltura si parla
    di qualcosa che è accaduto seimila anni fa solo per una parte della
    popolazione mediterranea mediorientale, ma nei paesi nord europei (o
    africani, asiatici etc) ciò accadde solamente duemila anni fa, prima
    era essenzialmente caccia, pesca, raccolta e pastorizia. In ogni
    caso anche seimila anni sono poca cosa nella storia umana.

    Gruppi e individui vegetariani si
    incontrano lungo tutta la storia dell’umanità (quel poco conosciuto)
    ma sembrano costituire più una evoluzione o una devianza, quale sia
    il giudizio di valore si voglia dare, più tosto che un ideale stadio
    primordiale e incontaminato.

    In estrema sintesi vorrei evidenziare
    due fattori generali che possono costituire una fallacia nella nostra
    disciplina spirituale.

    Il primo è il rassicurante bisogno di
    rifarci ad un tempo mitico, primordiale, eticamente fondante; e di
    non prenderci invece responsabilità per la nostra evoluzione
    spirituale con tutte le incognite e i dubbi che ciò comporta, con la
    “creazione” della nostra vita. Non credo che per essere
    vegetariani , o qualsiasi altra cosa, si debba avere la
    giustificazione del “ritorno al tempo mitico”. Lo si decide, e
    lo si crea, come propria personale e collettiva evoluzione, se si
    crede in quella determinata cosa, per esempio il vegetarianesimo.
    Non siamo forse qui per evolverci? e quale evoluzione sarebbe se
    dobbiamo sempre rifarci al “ritorno”? Il “Ritorno” è alla
    “Fine del Tempo”, e di strada ce n’è.

    E di strada ce ne è evidentemente
    tanta da fare. E ce n’è talmente tanta che credo non la si voglia
    vedere nella sua banale realtà. E questo è il secondo punto
    generale che vorrei evidenziare.

    Id est: in questo mondo comanda la
    forza bruta. Quale delle due: non ce ne siamo mai accorti o non
    vogliamo ammetterlo?

    Se siamo incarnati in questo mondo
    forse non siamo così evoluti. E di fatti una delle più terribili
    prove a cui siamo sottoposti è che per sopravvivere dobbiamo
    uccidere. Mangiamo esseri viventi, anche un cespo di insalata, anche
    un seme. Ed è così terribile che non vogliamo ammetterlo.

    La vita, in questo angolo del Lila, si
    nutre della morte; milioni di cellule nel nostro corpo e di batteri
    vivono e muoiono per permettere la cristallizzazione della nostra
    coscienza in quello che comunemente riteniamo sia l’”io”. Ogni
    nostra azione, sia anche la coltivazione di un campo, o la
    costruzione di un riparo o il semplice camminare comporta la
    distruzione, il dolore e la morte di innumerevoli altri esseri:
    minerali, elementali, vegetali e anche animali. Non vi è mai
    capitato di camminare in un bel prato e di avere ritegno nel
    calpestare tutte quelle erbe e quei fiorellini, di stare attento
    agli insettini?

    Tagliare un albero non comporta forse
    la morte di quell’albero e di tutte le creature che vivevano in
    quell’equilibrio che noi andiamo a mutare tagliandolo?

  • lucazz
    Il discorso che l’uomo non è in grado di digerire la cellulosa e quindi considerarlo non vegetariano, scusate fa ridere…… Non siamo mica erbivori ! Siamo Frugiveri !!!! Posso tranquillamente dire che allora non siamo carnivori in quanto l’uomo non è in grado di digerire la cartillagine della carcassa e il suo sangue.  
    Alcune prove sul fatto che siamo fruggiveri: 
     
    1) L’uomo è frugivoro perché privo di sufficienti acidi gastrici per disintegrare le proteine animali (10 volte meno acido cloridrico degli onnivori/carnivori nel proprio stomaco).
     
    2) L’uomo è frugivoro perché il suo sangue è alcalino al 7.30-7.50, e non acido 6.0-7.0 come negli onnivori/carnivori.
     
    3) L’uomo è frugivoro perché privo di enzima uricasi per disgregare i 28 grammi di acidi urici regalati da ogni kg di proteine animali (mentre gli onnivori/carnivori abbondano di tale enzima).
     
    4) L’uomo è frugivoro perché il latte materno umano ha la stessa percentuale proteica della frutta (4-5%), e non 15% come nel latte bovino, 30% come nei cani, 40% nei gatti, o 50% come nei topi.
     
    5) L’uomo è frugivoro perché dotato di un sistema gastrointestinale oblungo, stretto, spugnoso, pieno di curve e di risalite, la peggior cosa possibile per un pasto carneo (mentre onnivori/carnivori hanno un intestino corto, tozzo e liscio per una rapida digestione ed espulsione delle sostanze putrescenti).
     
    6) L’uomo è frugivoro perché il suo sistema immunitario è frugivoro (e accoglie i pasti carnei come nemici invasori, e con pesanti reazioni leucocitiche, come dimostrato da Kouchakoff).
     
    7) L’uomo è frugivoro perché dotato di mandibole mobili lateralmente, tipiche del frantumatore di frutta e di semi, mentre nei carnivori le mandibole sono fisse, adatte a strappare le carni alle vittime.
     
    8) L’uomo è frugivoro perché il solo cibo completo e libero da effetti collaterali ammalanti rimane il succo zuccherino vitaminizzato, mineralizzato, enzimizzato, elettrizzato dalla fotosintesi e dall’energia solare.
     
    9) L’uomo è frugivoro perché ogni esperimento di tipo vibrazionale (vedi André Simoneton) indica che solo la frutta raggiunge gli 8000-10000 Angstrom dell’infrarosso, di massima salute e vivificazione, mentre dalle patate-legumi-cereali poco-cotti alla verdura cruda si rimane sulle quote alte 6500-7500 con colore arancio e rosso, ma le carni stanno sui valori bassi dei 3000 e meno, con colori ammalanti e derubanti del grigio e dei raggi X.
     
    Ti elenco anche alcuni sportivi vegetariani:
    Dave Scott
    Edwin Moses
    Walter "Killer" Kowalski
    Martina Navratilova
    Carl Lewis
    Scott Jurek
    Elias Broms e i "VeganRunner"
    Andreas Cahling
    Billie Jean King
    Debbi Lawrence
    Desmond Howard
    Paavo Nurmi
    Pierre Vérot
    Ridgely Abele
    Robert Sweetgal
    Al Oerter
    Anthony Peeler
    Bill Pearl
    Murray Rose
    Ruth Heidrich
    Inoltre i nostri occhi frontali sono così posti in quanto siamo dei primati. Abbiamo mani prensili e viviamo in forma eretta……Usa le mani prensili con gli occhi posti lateralmente…..non funziona molto bene….
    Prova a strappare carne con i tuoi denti….. prova a vedere se i tuoi canini riescono a lacerare i muscoli.
    Non condivido assolutamente le tue affermazioni sulla spiritualità…. La spiritualità e la crescita vengono dalla vita e dalla gioia…… Interessante quanto dici che viviamo in un posto brutale. 
    Ti sbagli di grosso perchè vorrei vedere qualsiasi carnivoro mangiare carne 
    cacciata da lui stesso. 
    Se sei in grado di cacciarti un animale, ucciderlo a sangue freddo, pulirtelo, sbrandellartelo e mangiartelo allora saresti una persona coerente. Troppo facile dire che l’uomo è carnivoro comprandosi la bistecchina al supermercato. Poi magari ci si scandalizza perchè in cina si mangiano cani e gatti ? perche sto scandalo ? 
    La maggior parte della razza umana è schiava, e piena di dogmi lo dimostra dal fatto che non riesce più a reagire alle maialate che i governi e le lobbie ci propinano….. Non siamo in grado di reagire a nulla ormai, e non siamo in grado di combattere per un futuro migliore per i nostri figli…..altro che mondo brutale……mondo di ipocrisia, falsità e mancanza di attributi.
    Un mondo di pecorelle che si fanno fottere dal sistema……altro che mondo brutale….
    Questa è la verità……. 🙂
  • lucazz

    hahahahahahaahhaah, scusa ma mi vien da ridere…..

    Non si può prendere un caso ed additare la bonta o no di un dieta…..hahaahahahah
    Prima di tutto il caro jobs mangiava molto pesce…….
    Ma piuttosto vatti a leggere i test in cieco e doppio cieco sui risultati estrappolati su una vasta gamma di campioni……
    Ah…dimenticavo…….un mio amico è morto a 39 anni per un tumore allo stomaco…..lui mangiava carne……
    Cosi ragiono come te, scusami, ma questa è la verità…..:-)
  • poisonedtooth

    Evitare carne e pesce non assicura di certo un buono stato di salute se le verdure-cereali-legumi di cui ti nutri hanno la stessa qualità degli alimenti che eviti, hai rinunciato ad assumere antibiotici, ormoni, steroidi della carne di animali allevati e metalli pesanti di cui sono ricchi i pesci (altro che omega) ma non avrai nessun beneficio dal cocktail di sostanze venefiche di cui è zeppa la verdura che compri al supermercato.
    Parimenti un vegano con un’alimentazione pasta-oriented (piatto principale spaghetti al pomodoro ad esempio) non avrà nessun beneficio dall’evitare la carne e il pesce.
    Il veganismo non può nulla sulle nostre condizioni di salute se non si rivede tutto il regime alimentare iniziando con l’evitare come la peste i prodotti del supermercato: alta concentrazione di veleni e basso o nullo valore nutritivo.

    Quanto al tuo presunto onnivorismo, concediti qualche minuto davanti allo specchio e valuta le tua somiglianza con quella di altri animali in base al loro regime alimentare: sei uguale al leone carnivoro, al cane onnivoro o alla scimmia antropomorfa frugivora?