Home / ComeDonChisciotte / MAIDAN 2.0 A KIEV ?
15058-thumb.jpg

MAIDAN 2.0 A KIEV ?

DI STEPHEN LENDMAN

counterpunch.org

Gli Ucraini hanno tutte le ragioni di opporsi ad un governo fascista molto peggiore di quello che hanno spodestato in precedenza – un mostro infestato da nazisti responsabile di disoccupazione di massa, povertà crescente, iperinflazione, ingiustizia sociale, terrificante miseria, repressione da Stato di polizia e della guerra infinita contro i suoi stessi cittadini del Donbass che vogliono diritti democratici fondamentali.

Anti-russo, antisemita, nazista dichiarato, criminale ricercato dall’Interpol (per “pubblico incitamento al terrorismo e attività estremistiche”), il leader di Settore Destro Dmytro Yarosh ha invitato la Guardia Nazionale Ucraina, l’esercito e le forze di sicurezza a disobbedire agli ordini di Kiev mentre la guerra intestina rischia di sfociare in Maidan 2,0 .

Definendo i funzionari di regime “traditori”, ha detto: ” fermiamo i venduti che occupano le più alte cariche e vogliono destabilizzare la situazione colpendoci alle spalle e…sciogliere i corpi di volontari”

Sono “banditi” che mirano esclusivamente all’arricchimento personale. “Mentre stiamo versando il nostro sangue difendendo la nostra Patria, essi stanno accumulando una fortuna e facendo tutto il possibile affinché la guerra continui il più a lungo possibile.”

Poroshenko ha ordinato alle forze di sicurezza di disarmare i gruppi armati non autorizzati. Il portavoce di Settore Destro Artem Skoropadsky ha risposto dicendo:

“La dichiarazione di Petro Poroshenko è indirizzata a gruppi armati illegali. Noi non siamo un gruppo armato illegale.”

“I gruppi armati illegali sono farabutti, e noi siamo corpi di volontari ucraini, che proteggono l’indipendenza e l’integrità territoriale dell’Ucraina. Pertanto, questa dichiarazione non si applica a noi.”

Il gruppo esige, tra gli altri ultimatum, le dimissioni del Ministro dell’Interno Arsen Avakov. Hanno esortato a protestare contro il regime a Maidan.

Hanno denunciato pubblicamente “i truffatori e oligarchi” al potere. Il 21 luglio, migliaia dei loro affiliati e sostenitori si sono radunati in Ucraina centrale invitando i funzionari di regime a rassegnare le dimissioni. “Morte ai nemici”, urlavano.

Yarosh ha annunciato un “nuovo stadio di sviluppo della rivoluzione ucraina. Noi siamo una forza rivoluzionaria disciplinata.” Egli ha annunciato di pianificare un referendum di sfiducia.

Le sezioni sul campo di Settore destro e i “comitati rivoluzionari” sparsi sul territorio inizieranno a lavorare per portare avanti un cambiamento di regime.

Yarosh propende per governare con la legge marziale. Forse ha qualcosa di simile alla Legge dei Pieni Poteri di Hitler in mente – che gli dia poteri da dittatore, permettendogli di promulgare leggi senza il coinvolgimento del Reichstag.

“La gente deve dare voce al suo pensiero verso ciò che sta accadendo nel Paese”, ha detto Yarosh. “Il governo deve sapere che se le persone non sono soddisfatte di lui, allora se ne deve andare.”

Se Kiev rifiuta di indire il referendum, i militanti di Settore Destro ne faranno uno da soli. Il corrispondente di RT International Murad Gazdiev in un servizio dall’Ucraina afferma che i comuni cittadini si sono uniti aYarosh – arrabbiati per le loro miserevoli condizioni.

Domenica scorsa, i manifestanti di Kiev si sono mobilitati contro i prezzi alti, i salari bassi, l’indifferenza per i lavoratori disoccupati, la perdita dei diritti acquisiti e i funzionari di regime preoccupati solo del potere e dell’arricchimento personale. Gli striscioni riportavano “Dove sono le riforme?” e “Stiamo morendo di fame.”

Membri di Settore Destro, suoi sostenitori e altri Ucraini indignati hanno organizzato manifestazioni di protesta in altre città. I sondaggi mostrano che la maggioranza ha un sentimento anti-regime.

Il Presidente del comitato affari esteri della Camera bassa della Duma, il russo Alexei Pushkov, ha detto che i manifestanti “stanno tramando una nuova ‘rivoluzione’ a Kiev, e Dmytro Yarosh è pronto ai dare ai suoi connazionali ucraini una serie di nuovi orientamenti per apportare cambiamenti rivoluzionari nel Paese.”

Nei giorni scorsi, il portavoce di Settore Destro Artem Skoropadsky ha detto che Poroshenko non riuscirà a fuggire dall’Ucraina come Yanukovych se sbattuto fuori dal suo ufficio.

Egli “non si può aspettare nient’altro che un’esecuzione in qualche oscuro scantinato da parte di un gruppo di giovani soldati ucraini o membri della Guardia nazionale.”

Migliaia di membri bene armati di Settore Destro sono una forza con cui fare i conti. Si tratta di una gang criminale ultranazionalista piena di Nazi, formata nel corso delle proteste a Kiev in piazza Maidan nell’autunno del 2013.

E’ vietato in Russia per una buona ragione. Yarosh è un ricercato. Che lui e i suoi sostenitori possano rovesciare il governo dell’Ucraina per la seconda volta in meno di 18 mesi è tutto da vedere.

Poroshenko è in guerra su due fronti. Ha perso di recente a Donbass – probabilmente succederà di nuovo contro una forza di gran lunga superiore, se egli ritornasse a combattere a tutto campo.

Sfidare i reparti bene armati di Settore Destro può essere la sua rovina. Il colpo di Stato promosso da Obama nel febbraio 2014 ha aperto un vespaio di problemi.

Ha afferrato una tigre per la coda. Il suo nuovo cliente di Stato pieno di Nazi sembra sia qualcosa di più di quanto abbia voluto. Forse scorrerà di nuovo sangue nelle strade di Kiev.

Stephen Lendman vive a Chicago. Può essere contattato a lendmanstephen@sbcglobal.net

Fonte: www.counterpunch.org

Link: http://www.counterpunch.org/2015/07/22/maidan-2-0-in-kiev/

22.07.2015

Tradotto per comedonchisciotte.org a cura di DELIO GUIDATO

Pubblicato da Davide

  • marcoferro

    iniziano a volare gli stracci. chi è causa del suo mal pianga se stesso. voglio vedere adesso come si libereranno degli invasori americani e dei loro accoliti.

  • tosco

    Beh, che cosa c’è di tanto imprevedibile? La destabilizzazione (balcanizzazione) di quella parte di quadrante regionale si persegue proprio in questo modo, non è un’operazione ordinata a step programmati rigidamente, vi è una parte di disinvolta fantasia nel disegno strategico NATO, inneschi un incendio con molti, eterogenei, zolfanelli, così che la gestione ed il controllo della cosa riesca comunque frastagliato, se cade un "leader" non è gran danno, ve ne sono altri in concorrenza.

  • giannis

    L Ucraina oggi e’ sotto controllo americano , gli USA con i loro schifosi
    dollari sporchi di sangue decideranno che fare dell’ ucraina