Home / ComeDonChisciotte / MA LA RUSSIA PUO' DAVVERO SALVARE LA GRECIA ?
14930-thumb.jpg

MA LA RUSSIA PUO' DAVVERO SALVARE LA GRECIA ?


FONTE: SECULAR INVESTOR

Mentre il Ministro delle Finanze Yanis Varoufakis stava contrattando il nuovo pacchetto di salvataggio in Lussemburgo, il Primo Ministro del governo greco Alexis Tsipras ha fatto un viaggio in Russia. Tutto ciò non era di sicuro una coincidenza.

Anche se sia i Russi sia i Greci inizialmente hanno sostenuto che la visita non avesse nulla a che fare con la crisi in Grecia, sia prima sia dopo l’incontro, alcuni ufficiali del governo russo hanno reso noto che se la Grecia facesse formale richiesta di aiuto, la Russia “tenterebbe di aiutarla”. Non è una coincidenza che Russia e Grecia abbiano già siglato il famoso “accordo del gasdotto” in cui entrambe le nazioni si impegnano a costruire un gasdotto per l’esportazione del gas naturale russo verso l’Europa attraverso la Turchia (per evitare i condotti che passano per l’Ucraina).

Questo accordo è importante per due ragioni. Prima di tutto il fatto che Russia e Grecia siano nuovamente migliori amiche innervosisce le nazioni europee, nonostante l’embargo economico che continua ad esserci. In secondo luogo, dettaglio che sembra essere trascurato dai media occidentali, la Russia sembra non nutrire rancore nei confronti dell’Europa occidentale (o almeno desidera che le relazioni rientrino nella normalità). Finchè le nazioni europee manterranno in vita l’embargo commerciale, la Russia potrebbe tranquillamente bloccare le forniture di gas all’Europa per mandare un segnale forte.

Greece pipeline

Source: RT

C’è anche una terza ragione potenziale per questo accordo. Evitando di far passare il gas per l’Ucraina, Putin potrebbe tentare di distrarre l’attenzione proprio dall’Ucraina, che era un’importantissima nazione di passaggio. Significa anche che la Russia preferirebbe non gettare alla Grecia un’ancora di salvezza, rischiando di compromettere le future relazioni e la possibilità di riconciliazione con le nazioni occidentali.

Per cui anche se la Russia ha la possibilità di salvare la Grecia (mettendole a disposizione qualche miliardo di euro, nonostante il suo deficit di bilancio) per molestare le nazioni occidentali, probabilmente non lo farà, poichè quale sia l’opinione circa Vladimir Putin, questi è un fine stratega e l’ultima cosa che desidera è una nuova guerra fredda.

Per cui no, la Grecia non dovrebbe fare affidamento sulla Russia e la sua unica speranza è di arrivare con una proposta appetibile al summit straordinario sull’Euro di lunedì. Sarà il meeting dell’ultima possibilità e sarà meglio per i Greci di avere maggiori dettagli a portata di mano a sostegno delle loro “proposte” precedenti. All’ultimo meeting dell’Eurogruppo Varoufakis aveva dei piani nuovi, ma si è dimenticato di tirar fuori anche un solo numero sugli introiti previsti, questo ha indisposto non poco gli altri negoziatori.

Un’altra soluzione per la Grecia potrebbe essere di vendere parte delle proprie riserve auree, ma questa possibilità è abbastanza remota, perchè garantirebbe alla nazione solo qualche settimana in più, dato che le riserve non bastano a coprire i debiti da pagare in luglio.

Per cui il motto “non ci sono alternative” non è mai stato calzante come in questo caso. La Grecia non dovrebbe fare affidamento sulla Russia e non può vendere il proprio oro per sfuggire al default. Per cui o riguadagna la credibilità persa all’interno dell’Eurozona al meeting di lunedì o sarà costretta a lasciarla. Non c’è alcuna possibile soluzione di mezzo.

Fonte: http://www.zerohedge.com/

Link: http://www.zerohedge.com/news/2015-06-21/could-russia-save-greece

21.06.2015

Il testo di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte comedonchisciotte.org e l’autore della traduzione FA RANCO

Pubblicato da Davide

  • PietroGE

    La Russia non impegna i miliardi nel salvataggio della Grecia perché sa che è un pozzo senza fondo e lascia quindi che a gettar via dalla finestra i miliardi siano i contribuenti europei.

    La fretta con cui la Russia cerca di costruire il gasdotto attraverso la Turchia e il fatto che Mosca non intende usare i rifornimenti di gas all’Europa come arma lo si deve al possibile sfruttamento da parte di Israele del gigantesco giacimento di gas Leviathan nel Mediterraneo vicino alle coste israeliane.

  • fabiou

    sapete che ridere quando i soldi in prestito a tsipras   saranno girati a putin per la costruzione del pezzo di gasdottto in grecia?? ?

  • sfruc

    Non ci sono alternative? 

    Basterebbe alla Grecia fare accordi (corretti) per sfruttare le sue riserve di idrocarburi nell’Egeo, valutati 700 miliardi di euro (ossia il doppio del debito pubblico greco totale).
    E magari questi accordi potrebbe farli con Gazprom, o no?
  • wld

    E’ tutta una questione di politica o meglio geo-politica, l’orso russo non è certo un benefattore, con alle sue porte la NATO e tutta l’Europa in quel dell’Ucraina, si appresta a rendere la pariglia incuneandosi nel mediterraneo con il gasdotto e, non è detto che faccia accordi con la Turchia; non sono nemmeno da sottovalutare i probabili accordi segreti fatti con la Germania che sta perdendo un mercato fiorente come quello Russo

    E’ una guerra di nervi cominciata dagli Yankee, che non lascia intravedere nulla di buono se si considera che la Cina si è già posizionata in tutta l’Africa Orientale e partner economico con la Russia e tutti i BRICS vale a dire l’altra metà del mondo.

    Non va inoltre dimenticato che lo Zar Vladimir (come dice l’articolo) è un ottimo stratega che arriva dal KGB; che che se ne dica la tensione è alta e, la subalterna Europa priva di una politica (quella vera) estera continuerà a fare il tafazzi della situazione martellandosi le ….

  • lanzo

    Io penso che si sia perso il senso dell realta’ – tutti i media a pompare che se la Grecia fallisce, esce  et cetera.

    Ma vi rendete conto che DETROIT che penso avesse un pil 10 volte la Grecia, e’ fallita.  Non mi pare che gli USA ne risentano – per non parlare della California – un PIL stratosferico – stava per fallire eppure , tutto procede come prima.
  • lanzo

    Per  Putin aiutare la Grecia, dai  sarebbero solo spiccioli – in Grecia sono 4 gatti – Si dice che la Grecia avrebbe – uso il condizionale – risorse  di gas e petrolio sottomarino (ogni accenno al sindaco di Roma e’ puramente casuale) Ma tanti hanno la memoria corta  il Messico – vabbe’ Compagnie petrolifere  – scoprirono che in Messico c’era MUCHO petrolio,ma per tirarlo fuori hai bisogno di MUCHO DINERO, e la  trivella e l’expertise costano miliardi di dollari, risultato" nonostante il petrolio il Messico si ritrovo’  ancora piu’ indebitato grazie al petrolio.

    Ammettiamo pure che Putin decidesse di levara la Grecia dalla merda, non essendo un coglione sa perfettamente che una qualche rivoluzione "colorata" scopierebbe – con tutti i disoccupati,basta una bella ONLUX che ti paga tot euro o dollari al giorno per fare casino, sai quanti ne trovi !
  • glab

    ma perchè la Russia dovrebbe salvare la Grecia? … la Grecia sono cazzi dell’europa … la Russia non può avere interesse a levare, a spese sue, le rogne all’europa;

    ho letto che l’europa si appresta a pagare più di un miliardo di euro di gas ucraino, … a chi? … alla Russia … ma nò.
  • Blackrose4400

    Pare che la Russia lo finanzi al 100%.

  • RenatoT

    anche io mi faccio la stessa domanda

  • RenatoT

    finchè possono stampare… 

  • RenatoT

    mi piace pensare che dietro ci sia anche una motivazione ecologica… 

    utopia probabilmente.
  • bottiglia

    Penso che in altri tempi, ormai per fortuna quasi dimenticati, questo atteggiamento dei Malfattori Padroni dell’Europa sarebbe stato un aperto atto di guerra nei confronti della Grecia. Ed è proprio quello che sta avvendendo: la Germania ci riprova, per la terza volta.