Home / ComeDonChisciotte / L'UCRAINA SI PREPARA AD ATTACCARE LA RUSSIA

L'UCRAINA SI PREPARA AD ATTACCARE LA RUSSIA

s300

DI ERIC ZUESSE

countercurrents.org

Dopo il colpo di stato i leader dell’Ucraina hanno continuato a ripetere che l’Ucraina dovrebbe annientare la Russia; ed ora, a partire dal 24 di febbraio, stanno posizionando l’elemento indispensabile per farlo, vale a dire l’avanzato sistema di missili anti-balistici (ABM) S-300, descritto da Wikipedia come segue:

“L’S-300 è considerato come uno dei più potenti sistemi missilistici anti-aereo attualmente in circolazione.[3] I suoi radar hanno l’abilità di tracciare simultaneamente fino a 100 obiettivi mentre stanno ingaggiando fino a 12/24/36 bersagli. Il tempo di schieramento dell’ S-300 è di cinque minuti. [3] I missili dell’ S-300 sono proiettili sigillati e non hanno bisogno di alcuna manutenzione. Una versione evoluta dell’ S-300 è l’ S-400 (La nato lo presenta come SA-21 Growler), entrato in servizio limitato nel 2004. ”

L’ S-300 (altrimenti chiamato “SAM C-300”) è concepito per proteggersi dalle rappresaglie. Lo scopo principale dell’ ABM è quello di disabilitare le ritorsioni. In questo modo, gli ABM sono le armi più aggressive in assoluto. Sono specificamente ideate per prevenire ritorsioni da una nazione che è stata attaccata e che sta inviando i propri bombardieri al contrattacco.

Di seguito un rapporto, del 2 febbraio, dell’installazione di queste ABM nella regione di Odessa comprensivo di foto delle armi su camion:

http://trassae95.com/all/news/2015/02/24/ot-chetyreh-do-shesti-kompleksov-raket-s-300-proehali-po-odesse-

Qua un altro rapporto simile con il video del sistema missilistico in via di installazione durante il 24 e il 25 febbraio:

http://fortruss.blogspot.com/2015/02/ukrainian-army-deploys-s-300s-in-odessa.html

Il presunto dispiegamento indicherebbe che il nuovo (dal golpe di febbraio del 2014) governo ucraino anti-russo avrebbe intenzione di spingere la NATO ad invadere la Russia provocandone un piccolo attacco (russo) che sarebbe poi respinto dagli S-300. Dopo avere superato la risposta Russa la NATO sosterrebbe che l’ Ucraina debba essere difesa dall’ aggressione Russia; e allora la Nato si incaricherebbe di eliminare la Russia – cosa che l’attuale leader ucraino (ed i suoi seguaci) vorrebbe che accadesse.

Altri motivi per il posizionamento dell’ ABM non avrebbero senso perchè i missili possono essere usati solo come scudo dalle rappresaglie.

Questi missili sono un’arma puramente di difesa; ma il governo ucraino non sta attendendo l’approvazione di Obama ed il suo supporto con altre armi di difesa; stanno andando oltre con quello che già hanno.

Dovremo anche notare, comunque, che la Russia ha posizionato gli S-300 in Crimea poco prima del referendum del 16 marzo 2014 concernente il ritorno alla Russia (di cui la Crimea ha fatto parte dal 1783 al 1954) o il sottostare all’ Ucraina, guidata dal nuovo governo insediatosi a Kiev. La Russia ha riferito che è stata un’azione preventiva per scoraggiare un bombardamento ucraino in Crimea durante il Referendum – un referendum che l’ Ucraina cercava di evitare e minacciava di bloccare. Oggi l’Ucraina dovrebbe analogamente essere in grado di dire che le nuove installazioni ABM sono state costruite in modo da prevenire un’invasione aerea Russa dell’ Ucraina.

Dire che qualsiasi installazione di ABM sia veramente difensiva è una considerazione che ogni individuo farebbe, basandosi sulla stima personale della realistica probabilità che la nazione sia veramente minacciata da un’invasione. Gli ABM sono armi da contrattacco, ma quando c’è una reale minaccia, contro quale si necessita degli ABM così da giustificarne l’installazione? Se la minaccia di armi dall’altra parte non è reale allora la minaccia delle armi da contrattacco è reale: è quindi una chiara preparazione al lancio di un attacco offensivo.

Di conseguenza, se un “arma di difesa” è il tipo di arma più aggressiva – premessa per scatenare un’offensiva – dipende dal fatto che ci sono le premesse per un attacco e solo ogni singolo osservatore può giudicare questo fatto. L’ Ucraina dice che il referendum in Crimea era esso stesso un attacco contro l’Ucraina. Comunque, l’Ucraina non ha posizionato l’ABM allora. Lo fanno oggi.

Credono veramente che la Russia stia per invadere l’Ucraina?

Hanno continuato a dire, dal colpo di stato, che la Russia li sta invadendo. Il governo americano e i suoi alleati hanno assecondato tali asserzioni. Ma mai fino ad ora l’Ucraina sia era preparata ad un invasione russa – oppure a preparare il terreno perchè i suoi alleati possano lanciare un attacco alla Russia.

Lo storico investigativo Eric Zeusse è l’autore, più recentemente, di They’re not even close: The democratic vs. Republican Economic Records, 1910-2010, e di Christ’s Ventriloquists: The event that created Christianity.

Fonte: www.countercurrents.org

Link: http://www.countercurrents.org/zuesse010315A.htm

1.03.2015

Tradotto per www.comedonchisciotte.org da Lord Diego.

Pubblicato da Davide

  • Cataldo

    Mi sembra un normale dispiegamento a copertura del porto, operato più che altro per avere una migliore visione delle operazioni aeree, segno semmai di una insufficente copertura e coordinamento del sistema antiaereo Ucraino, piuttosto che di un effetivo deterrente a supporto della tesi dell’articolo.

    Evidentemente ci tengono a non far vedere cosa stanno facendo in quell’area, ma sono tutti sforzi senza grandi prospettive di successo, in quanto ormai è chiaro che i russi sanno quello che fanno gli UScrAini prima ancora che transitino gli ordini per la loro "catena di comando", ed in fondo sarebbe strano il contrario. Inoltre dubito che l’efficenza del sistema sul piano dell’intercettazione sia ai livelli delle batterie russe in Crimea, stante che  l’esercito Ucraino o meglio, quel che è rimasto dopo il colpo di stato, ha mostrato i risultati tragici di anni ed anni di spoliazione delle risorse del paese anche sul piano degli stock di risorse militari .

  • albsorio

    Forse non ne hanno prese abbastanza.

    Poi credono che gli USA affronteranno la Russia di persona? 
    Non credo.
    Gli ucraini sono carne di porco pronta per la grigliata finale se pensano quello che scrive il giornalista.
  • lucamartinelli

    Credetemi, amici, è terribile al mattino del lunedì dover leggere articoli bufala. Secondo lo scrittore l’Ucraina avrebbe gli S-300………e da chi li avrebbe avuti? Dalla befana?

  • bstrnt

    Ammesso che ne abbia qualcuno ci sarebbe da domandarsi, vista la perizia con la quale ha gestito le armi convenzionali, se sarebbe in grado di farli funzionare, inoltre gli S-300 rimarrebbero impotenti contro sistemi d’arma asimmetrici come gli Iskander e Klub-K.

  • kefos93

    Mii sembra che il Cioccolataio le armi se le è belle e vendute in sieme alla sua cricca.
    Si son vendute armi tedesche, francesi ed americane.
    Tanto riceveranno le altre finché avranno la carne da cannone.

  • clausneghe

    No,no, guardate che i missili ss300 li hanno per davvero. Pochi e residuati dell’era Sovietica ma li hanno. Li ho visti io stesso, in un video visionabile c/o Colonel Igor Strelkov..

    Due o tre camion con quattro giganteschi tubi cadauno.
    Del resto perchè stupirci, basta guardare, sempre nel citato Sito o dal colonel Cassad, i crateri causati dai Toka-U , Smerch e Luna che non sono propriamente missiletti e che sono stati abbondantemente usati dagli Ukri-crucchi.
    Logico che schierino gli SS300 rubati all’armata Rossa, magari per farne un uso non ortodosso.
  • Truman

    Mi sembra normale che abbiano missili S-300, di produzione russa. Quello che mi è meno chiaro è dove fossero prima, perchè è difficile credere che siano un nuovo acquisto.
    Allora, come dice anche qualche altro lettore, saranno S-300 di qualche anno fa, presumibilmente meno efficienti di quelli che ha Russia, la quale comunque li conosce alla perfezione e magari conosce qualche trucco per scansarli, visto che li ha prodotti.
    Insomma tutta questa minaccia non la vedo.

  • aNOnymo

    Dai non scherziamo.

    Se l’Ucraina attaccasse Mosca, verrebbe polverizzata nel giro di una settimana
  • geopardy

    Dai su, finchè si scherza si scherza, lo stesso Pentagono ha affermato pochissimotempo fa, che non è assolutamente pronta ad affrontare "la minaccia militare russa", figuriamoci questi mentecatti qui.

  • Vimeno2

    In primo luogo gli s300 sono superati, solo una cosa; gli ucraini pensano veramente di poter provocare la russia e magari poi ricevere solo qualche rappresaglia?

    Se il governo russo decide per l’intervento in 48 ore o 72 ucraina, polonia e stati baltici sarebbero occupati dalle truppe russe, tutte le basi militari, NATO comprese, sarebbero distrutte!

    Quello che bisogna chiedersi, è forse quello che vogliono gli USA?

  • yakoviev

    Perché no? L’ S-300 nelle sue prime versioni mi pare risalga all’inizio degli anni 80, quindi in epoca sovietica. Certamente saranno stati in servizio anche in Ucraina e probabilmente alcuni lo sono tutt’ora. Nel corso degli anni poi il sistema si sarà certamente evoluto e le versioni successive saranno radicalmente diverse, più efficaci, potenti e con un corredo tecnologico-elettronico di sicuro non paragonabile. In questo senso non credo proprio che l’Ucraina con le pezze al culo abbia investito per sviluppare il sistema…