Home / ComeDonChisciotte / L’UCRAINA E LA FAMIGLIA ROTSCHILD

L’UCRAINA E LA FAMIGLIA ROTSCHILD

Franklin Templeton.

DI VALENTIN KATASONOV

strategic-culture.org

Un gruppo di grandi investitori internazionali ha acquistato titoli del governo ucraino. Franklin Templton è uno di questi. A fine agosto 2014, il gruppo di investimento ha comprato sull’unghia una grossa quantità di debito estero ucraino, per un valore nominale pari a quasi 5 miliardi di dollari -quasi un quinto dei titoli di debito ucraino in circolazione.

Franklin Templton ha tutte le caratteristiche di un fondo avvoltoio. Fino ad oggi la somma versata da essa per il 20% del debito nazionale dell’Ucraina continua ad essere un segreto commerciale. Gli “avvoltoi” acquistano titoli a basso prezzo (si tratta sempre di titoli spazzatura con scarso rating) per esigere successivamente il pagamento completo da parte dell’emittente. L’Argentina è un buon esempio dell’ attività distruttiva operata dagli avvoltoi.

Il paese fece un accordo sulla ristrutturazione con il 95-97% dei titolari di debito, ma il resto finì nelle mani di avvoltoi finanziari che hanno rovinato tutto, esigendo il pagamento al 100%. Gli avvoltoi (due fondi di investimento statunitensi) hanno iniziato un procedimento giudiziario per far dichiarare default all’Argentina. Il paese potrebbe essere spietatamente saccheggiato se il governo argentino si adeguasse agli ultimatum degli avvoltoi e al volere dei tribunali statunitensi.

La storia è un avvertimento per l’Ucraina che ha venduto i suoi titoli a Franklin Templton. Secondo un recente rapporto di Bloomberg, il fondo di investimento agisce sotto la giurisdizione degli Stati Uniti ed è controllato dai Rothschild, famiglia conosciuta per la sua nefasta influenza su molte vicende finanziarie.

L’anno scorso ho scritto nel mio articolo “Sulla situazione finanziaria del Regime di Kiev e prospettive per il default dell’Ucraina” che l’Ucraina può affrontare lo stesso default che «non arriverà mai», secondo le rassicurazioni fornite dal premier ucraino Arseniy Yatsenyuk. Alcuni potrebbero perdere miliardi, alcuni possono acquisire ricchezze senza precedenti. Come l’esperienza globale mostra, i default sovrani sono raramente imprevedibili. Normalmente sono pilotati.

A volte i preparativi possono durare per alcuni anni. L’Ucraina non è un’eccezione. Essa dichiarerà l’insolvenza. Il tempo sarà definito da disinteressati beneficiari di organizzazioni come Franklin Thompson. Al momento di scrivere questo articolo non sapevo i loro nomi. Ora sono venuti allo scoperto. E ‘ il segno che il dramma si sta avvicinando al suo epilogo.

La famiglia Rothschild ha messo a punto un’iniziativa per creare un gruppo di titolari di obbligazioni ucraine che possano modellare una politica comune in materia di regolamento del debito sovrano ucraino. Rothschild & Cie Banque, una banca francese appartenente al gruppo Rothschild, ha offerto il suo servizio in qualità di facilitatore nei colloqui tra il Ministero delle Finanze ucraino e i creditori riguardanti la ristrutturazione del debito. Ora i creditori sono in attesa che Kiev presenti le sue proposte a metà marzo, secondo Giovanni Salvetti, Co-responsabile di Russia e CIS a Rothschild Inc., che gestisce l’Europa centrale e orientale, oltre alla Comunità degli Stati Indipendenti. Salvetti ha detto che ci sono due opinioni fra i creditori circa l’istituzione del comitato: chi vuole aspettare e vedere le carte messe sul tavolo del governo e coloro che invece vogliono impostare «alcune linee invalicabili per essere pronti alla ristrutturazione, vale a dire che si sta cercando un compromesso ma si è altrettanto consapevoli del fatto che non siamo pronti ad accettare proposte preconfezionate»

Le informazioni date da Bloomberg non sono dettagliate, ma permettono di fare le seguenti conclusioni: in primo luogo, il default dell’ Ucraina è inevitabile e i creditori ne sono consapevoli; in secondo luogo il default sarà accompagnata da ristrutturazioni a condizioni sfavorevoli per l’Ucraina.

Un dettaglio salta all’occhio: il rumour sulla grande probabilità di una ristrutturazione del debito è coinciso con l’annuncio da parte del Fondo monetario internazionale, che è stato firmato l’accordo su un prestito di USD17.5 miliardi per la “dissanguata” Ucraina con lo scopo di mantenere la sua economia a galla. Il prestito FMI si sviluppa su quattro anni nel quadro del programma di stabilizzazione. La coincidenza può essere interpretata in vari modi.

Versione uno. Non vi è alcun coordinamento tra il Fondo monetario internazionale e il gruppo Rothschild; essi si contendono il controllo dell’economia ucraina.

Versione due. Non è una decisione «genuina» »del Fondo monetario internazionale, ma piuttosto un’azione di comunicazione intrapresa per prevenire l’ulteriore caduta degli investimenti e del rating sovrano ucraino.

Versione tre. La decisione è «autentica». L’Ucraina ottiene il denaro, ma solo in cambio di qualche effimero programma di stabilizzazione economica». Lo scopo è quello di garantire che la Franklin Templeton e gli altri predatori finanziari che agiscono sotto la maschera di rispettabili «fondi di investimento» ottengano il pagamento completo dei titoli dell’Ucraina.

Se è così, i Rothschild e il Fondo Monetario Internazionale coordinano davvero efficacemente le loro attività.

I detentori di debito ucraino sono fiduciosi circa l’inevitabilità di un’inadempienza dell’Ucraina. In questo caso il paese sarà governato da un duumvirato del governo degli Stati Uniti assistito dall’oligarchia finanziaria mondiale sulla base dell’accordo sulla ristrutturazione del debito che deve essere firmato a Kiev con i Rotschild.

Si può presumere che l’accordo confermerà il consenso del governo dell’Ucraina sulla completa privatizzazione del paese, tra cui ciò che rimane della proprietà industriale dello Stato, inclusi territorio e risorse naturali. Franklin Templton e altre strutture appartenenti al gruppo Rotschild ci guadagneranno.

Andrey Fursov, sociologo russo, storico e scrittore e pubblicista (autore di diversi libri sulla storia moderna), ritiene che iRotschild siano invisibilmente presenti in tutte le regioni dell’Ucraina, compresa la parte orientale del paese, e in vasti settori dell’economia. La missione principale è di stabilire il suo controllo sul Dnipropetrovsk Oblast, provincia del centro di Ucraina, dove Rotshields Europe Bank e la controllata Royal Dutch Shell già operano. Può essere chiamato una stazione di raccolta di intelligence legale in mano ai Rotschild. Gli esperti ritengono che le ramificazioni illegali siano così forti da includere singoli individui e aziende. In realtà, l’attuazione del programma di ristrutturazione del debito sovrano dell’Ucraina si baserà sui dati ricevuti dalle stazioni di spionaggio Rotschild legali e illegali operanti nel Paese.

Non è tutto così facile. I Rockefeller hanno un punto d’appoggio nella parte occidentale dell’Ucraina, paese in cui anche loro perseguono i propri obiettivi. I due gruppi cercano di dividere le sfere di interessi ma non possono farlo senza litigi.

Ad esempio, molti esperti ritengono che il magnate Dmitry Firtash sia il principale rappresentante di Rotschild in Ucraina.

La sua rimozione dalla scena è attribuita a Rockefeller che effettivamente utilizza il potenziale amministrativo di Washington a Kiev. Il duumvirato emergente in Ucraina e l’imminente default rendono la situazione in Ucraina meno prevedibile.

Valentin Katasonov

Fonte: www.strategic-culture.org

Link: http://www.strategic-culture.org/news/2015/03/17/ukraine-and-rothschild-family.html

17.03.2015

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di BUCANIERE

Pubblicato da Davide

  • Fedeledellacroce

    Certo, la stessa Templeton foundation che gratifica con assegni milionari gli scienziati che accennano all’idea di un "disegno divino".
    Qualcuno potrebbe contestare che non c’entra niente. E invece c’entra.
    Perché continuano a pompare bufale come dio e la religione?
    Per rincoglionire la ggente, per inculcare l’idea che un musulmano é diverso da un cretino, oops, volevo dire cristiano.

  • FBF

    LA CECENIA E LA FAMIGLIA ROTSCHILD

    Il leader ceceno Ramzan Kadyrov – che gode dell’appoggio del Presidente Russo Vladimir Putin – il 6 aprile 2013 acquista il cavallo Méandre da Edouard de Rothschild – banchiere e figlio di banchieri e famosi illuminati – francese ma naturalizzato israeliano.  Con il cavallo Méandre la Cecenia partecipò con colori dei ribelli ceceni al concorso ippico negli Emirati Arabi.