Home / ComeDonChisciotte / L'IMPLOSIONE DELL'UCRAINA IN UN MINUTO
14031-thumb.jpg

L'IMPLOSIONE DELL'UCRAINA IN UN MINUTO

DI PEPE ESCOBAR

facebook.com

Le riserve di Kiev si sono ridotte lo scorso mese di un enorme 23,2% e restano in cassa 12,6 miseri miliardi di dollari.

Entro la fine dell’anno il casino sarà ancora più grande.

Kiev deve pagare una bolletta del gas di 3,1 miliardi di dollari alla Gazprom, altrimenti … la banca centrale dovrà vendere altra valuta estera per sostenere la Grivna.

Poi ci saranno altre bollette del gas ancora più pesanti da pagare come anticipo al Generale Inverno.

C’è qualche possibilità che la UE, già devastata dall’austerity presti almeno qualche euro? Ovviamente no.

E’ tutto nelle mani del FMI, che ora è il proprietario di tutta l’Ucraina.

Eppure il FMI farà solo “un finanziamento di emergenza”, se Kiev farà la brava e metterà in atto gli ‘”aggiustamenti strutturali” – che permetteranno di far diventare una massa enorme di ucraini dei mendicanti per tutta la vita.

Questi sono i fatti. Il resto è spazzatura.

Pepe Escobar

Fonte: www.facebook.com

17.11.2014

Pubblicato da Davide

  • Aironeblu

    Tutta colpa di Putin!

  • albsorio

    Se fosse  vero che i popoli fanno le rivoluzioni, (cosa che non è) potrebbe il popolo ucraino cacciare a calci in culo i suoi oligarchi (ladri) e i loro servi nazisti.

    Purtroppo non sara cosi, l’Ucraina credo che dovrà soffrire un po ancora, poi forse, con l’aiuto della Russia, riusciranno a fare una contro rivoluzione.
  • albsorio
  • clausneghe

    Questi poveri di Spirito, inclini alla violenza e all’alcool, hanno ancora una volta seguito i falsi profeti, con la mente annebbiata da cupidigia ed egoismo. Bombardando, bruciando, impiccando,ma colorando tutto di giallo e blù, come bimbi scemi. Il copertone bruciato è il simbolo che si meritano.

    Loro unica speranza è che si levi qualcuno dal loro interno, cosa dubitevole, e cacci i nazisti, gli oligarchi e i militari. Altrimenti lo farà qualcun’altro al loro posto, ma non sarà piacevole e senza conseguenze, per loro, gli Ukri.