Home / ComeDonChisciotte / L'IMPIANTO DI FUKUSHIMA STA PER SCOPPIARE ?

L'IMPIANTO DI FUKUSHIMA STA PER SCOPPIARE ?

Free Image Hosting at www.ImageShack.usDI ANTONY GUCCIARDI
thetruthseeker.co.uk

Dopo aver appreso che Il "Department of Health and Human Services" ha
ordinato 14 milioni di dosi di ioduro di potassio da consegnare entro e non
oltre il primo di febbraio, è facile prevedere che lo stesso governo federale si
senta responsabile per aver permesso, senza commentare, che fossero superati i
limiti radioattivi consentiti nei cibi e per aver disattivato i principali
punti di controllo sulle radiazioni nucleari nella costa ovest.

In questo modo, ora ci si può preparare, nel più assoluto riserbo, per una futura fissione nucleare degli impianti di Fukushima.

Lo stesso tipo di fusione nucleare avvenuto a Fukushima è stato immaginato da eminenti scienziati,
come quelli che, pochi mesi fa, hanno parlato denunciando i potenziali pericoli di Fukushima, durante il simposio scientifico tenutosi presso l’Università di Alberta. Scienziati come David Suzuki sono entrati nel merito ed hanno affermato che Fukushima è stata solo un terremoto devastante per il Giappone ma che con la eventuale ricaduta delle sue radioazioni potrà distruggere anche altre nazioni.

Durante la conferenza, Suzuki
ha detto :

«Ho visto un articolo che dice che se il quarto impianto dovesse essere
soggetto ad un terremoto, e quella zona è molto esposta, dovremmo non solo "dire bye bye al
Giappone" ma "tutti gli abitanti della costa occidentale" del Nord America dovrebbero
evacuare.»

E Suzuki non è l’unico che si preoccupa
tanto, anche se Suzuki è forse uno dei pochi che ottiene l’attenzione dei media per il suo status e per la sua notorietà dovuta ai suoi sedici importanti riconoscimenti accademici e per essere il conduttore
del popolare programma della CBC-TV, intitolato “The Nature of Things”.

Il Professor Charles Perrow, della Yale University, ha espresso preoccupazioni simili in un articolo intitolato eloquentemente “Fukushima Forever”, che mette
in evidenza la gravissima minaccia di una catastrofe nucleare a causa di un
errore umano, quando si tratta di rimuovere dalla centrale barre di
combustibile esausto.
Un pericolo che di certo il governo degli USA riconosce come legittimo sulla
base dell’analisi dei massimi esperti e che, senza dubbio, sta silenziosamente
preparandosi ad affrontare da dietro le quinte .

Perrow scrive:

E’ molto grave il pericolo che le barre di combustibile esausto che
si trovano nella parte superiore della Centrale Nucleare Numero quattro, si spacchino
sia per una tempesta o per un terremoto, ma anche in un tentativo fallito di rimuovere con
attenzione ciascuna delle 1.535 barre per metterle al sicuro immagazzinandole
nella piscina a 50 metri di distanza. Le condizioni della piscina
dell’impianto Nr. 4, che si trova a 100 metri da terra, sono pericolose e, se due qualsiasi
delle barre dovessero toccarsi, potrebbero causare reazioni nucleari incontrollabili. La
radiazione che possono emettere tutte
queste barre, se non mantenute sempre
fredde e separate, richiederebbero
l’evacuazione delle zone circostanti, compresa Tokyo. Proprio per l’emanazione
di queste radiazione 6.375 barre che
sono conservate nella piscina non hanno potuto essere raffreddate in continuazione,se per questo motivo si realizzasse una fissione nucleare, tutta l’umanità sarebbe minacciata per
migliaia di anni.

E, in sordina, il "Department of Health and Human Services" USA sta
stoccando enormi quantità di iodio, per prepararsi ad un evento di questo genere. Proprio stamattina, una fonte governativa mi
ha detto che questo acquisto è davvero curioso sia per la quantità (14 milioni
di dosi ) che per i tempi di consegna (entro il 1° febbraio), e va da sé
intendere, per le esperienze del passato, che quando ci si trova di fronte ad
un mega-acquisto-pubblico, del quale non si vede nessuna vera urgenza e nessun pericolo,
ci si sta preparado a qualcosa di eccezionale.

La verità è che anche farsi una piccola scorta di ioduro di potassio di bassa
di qualità – ed io, personalmente, non assumerei mai una pillola di iodio puro, nemmeno
di quello della miglior qualità – sta
diventando difficile perché nella popolazione si sta diffondendo la voce sulla pericolosità
dell’espansione dei danni di Fukushima anche ad altre zone del pianeta. Molti produttori già stanno
accumulando iodio greggio e lo trattano come una forma di investimento, con la
consapevolezza che il fenomeno di Fukushima può benissimo scoppiare nei prossimi
mesi. Per questo motivo, è stato difficile riuscire a brevettare la nuova formula dello iodio, che ha permesso a molti nel settore della
produzione di aver cominciato a riempire i propri magazzini già da un bel po’ di tempo.

Anthony Gucciardi è editor e fondatore del sito web di notizie alternative “www.Storyleak.com” , e ha fondato
anche “www.NaturalSociety.com”, il terzo sito web nel suo campo del mondo. E’
anche una personalità dei media e analista apprezzato da emittenti radio e televisive , tra cui Drudge Report, Michael Savage’s Savage Nation, Coast to Coast AM,
and RT.

Fonte: http://www.thetruthseeker.co.uk

Link: http://www.thetruthseeker.co.uk/?p=87698

1.01.2014

Traduzione per ComeDonChisciotte.org a cura di bosque.primario

Pubblicato da Bosque Primario

  • luiginox

    I catastrofisti in genere mi fanno un po pena ma in questo caso ritengo che il pericolo sia concreto e temibilissimo.il giappone e’ fottuto, i paesi vicini anche, la west coast idem appena dopo e l’emisfero boreale con lieve ritardo.sempre che non li si possa battere sul tempo con qualche vecchia centrale francese.

  • wld

    Dieci anni fa. Allora fra l’Australia e il Giappone bastava buttare
    la lenza per procurare pranzo e cena succulenti. Stavolta in tutto due
    sole prede. Dal Giappone alla California, poi, l’oceano è diventato un
    deserto assoluto formato da acqua e rottami. Uno dei pochissimi esseri
    viventi incontrati dal Giappone alla California era una balena che
    sembrava in fin di vita per un grosso tumore sul capo.

    Nessun altro animale. Non un solo richiamo di uccelli marini. Solo il
    rumore del vento, delle onde e dei grossi detriti che sbattono contro
    la chiglia trascinati in mare dallo tsunami del 2011, quello che ha dato
    il via alla crisi di Fukushima.

    Ma Fukushima ha solo amplificato un problema innescato dall’abitudine
    americana di affondare scorie nucleari al largo delle coste
    occidentali. Il Wall Street Journal, che sulla vicenda ha avviato
    un’inchiesta, reputa ci siano dai 29 ai 60 siti di sversamento di scorie
    non esattamente definite.Una legge della California del 1983 ordinava
    test annuali sui pesci per tenere sotto controllo l’impatto sulla
    fauna;ebbene nell’unico effettuato risultò che i pesci pescati fino a
    100 chilometri dal maggiore sito di deposito scorie al largo della
    California, presentavano tracce di Americio, un elemento metallico
    radioattivo derivato dal plutonio. Inoltre, sui fondali nei pressi dei
    barili carichi di rifiuti, il livello di plutonio era 1000 volte
    maggiore di quello normale.Dal marzo 1999 è diventato operativo Il Wipp
    (Waste Isolation Pilot Plant), questo il nome della discarica atomica;
    si trova a Carlsbad, nello Stato del New Mexico, in una miniera di sale a
    700 metri sotto terra . L’impianto, capace di accogliere 175.600 metri
    cubi di rifiuti transuranici,il cui intero trasferimento potrà essere
    completato prima del 2034. La messa in sicurezza del deposito sarà
    completata nel 2039. Solo tra più di un secolo, nel 2134, cesseranno,
    infine, i controlli attivi.

    Ma, il lupo perde il pelo e non il vizio,forse hanno solo cambiato
    tratto di mare;certamente sono stati antesignani del malcostume presto
    assunto a uso proprio da noi italiani,che come ogni discepolo tendiamo a superare il maestro.

    http://www.signoraggio.it/oceano-un-mare-di-acqua-nucleare-linchiesta-del-wall-street-journal/ [www.signoraggio.it]

  • esca
    Atro che pillola di iodio, e poi magari ci si infila una bella camicia di cemento e piombio per le radiazioni…Ma dove hanno il cervello questi esperti scienziati? 

    Mentre si continua sempre e solo a pensare a rimedi fantasiosi per le emrgenze provocate, si prendere in giro la collettività focalizzando l’attenzione su finti demoni da abbattere, come il terrificante devastatore CO2.

    Che fardello per la coscienza di chi mente e sa di farlo (se ce l’avesse).

      

  • esca

    Corr.: Piombo.

  • wld

    Uno
    studio finanziato dalla UE ha concluso che Fukushima ha rilasciato fino
    a 210 quadrilioni di becquerel (unita’ di misura della radiazione) di
    cesio-137 in atmosfera.

    E’ in fase di proiezione che la
    radioattivita’ alle acque costiere al largo della costa occidentale
    degli Stati Uniti potrebbe raddoppiare nei prossimi 5/6 anni.

    Il
    vice presidente del Comitato di Stato Duma della Russia per le risorse
    naturali,  Maxim Shingarkin, dice che il pesce catturato al largo delle
    coste nord occidentali degli Stati Uniti e’ talmente radioattivo che
    rappresenta un PERICOLO PER L’UMANITA’.

    Secondo una relazione
    scientifica recente , le radiazioni di Fukushima potrebbero interessare
    il nostro pesce per molte generazioni e infine ucidere piu’ di 1.000.000
    di persone.

    http://ningizhzidda.blogspot.it/2014/01/le-radiazioni-di-fukushima.html

  • TarasBulba
    3.295 – 20 marzo 2010

    Cari figli, aprite i vostri cuori al Dio della salvezza e
    della pace. Sono giunti i tempi da me predetti. L’umanità cammina verso
    l’abisso della distruzione che gli uomini hanno preparato con le proprie mani.
    Vi chiedo di essere uomini e donne di preghiera, perché solo così sarete capaci
    di sopportare il peso delle prove che già si stanno preparando. Voglio dirvi
    che questo è il tempo della grazia. Vi attendono ancora tempi dolorosi. Io sono
    vostra Madre e sono con voi. Non allontanatevi dal cammino che vi ho indicato.
    Quello che dovete fare non rimandatelo a domani. Un mega-sisma scuoterà il Giappone e i
    miei poveri figli piangeranno e si lamenteranno. Dolore maggiore non è mai
    esistito. Soffro per ciò che vi attende.
    Inginocchiatevi e pregate. Non sono venuta dal cielo per scherzo. Questo è il
    messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per
    avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del
    Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

    FONTE http://nostrasignoradianguera.blogspot.it/search?q=fukushima

  • mazzam

    A memoria non ricordo nessuna trama letteraria o cinematografica che consideri quale disastro possibile la morte del nostro mare, credo in quanto la portata di un tale evento può tranquillamente sfuggire anche all’artista. 

  • Tanita
    L’impianto di Fukushima é giá scoppiato, purtroppo per l’Umanitá.
    Siccome non si é mai dovuto affrontare, prima d’ora, un disastro di tale
    portata, non é possibile predire le conseguenze ultime.
    Si puó quindi far riscontro di quanto sta’ capitando, cioé l’incremento dei
    casi di cancro negli USA, Canada, Alaska e altrove, come pure delle nascite di
    bambini e bambine malformati/e o con hándicaps; l’aumento dei casi di problemi
    cognitivi; le malattie e le morti di animali marini (anche il primo caso
    riscontrato di una ballena con due teste e due code), uccelli, ecc…
    Per quanto capita e per il resto, saremo purtroppo spettatori
    inermi.