Home / ComeDonChisciotte / LE ELITE SI STANNO PREPARANDO AD UN COLLASSO IMMINENTE. E VOI?
15224-thumb.jpg

LE ELITE SI STANNO PREPARANDO AD UN COLLASSO IMMINENTE. E VOI?

DI MICHAEL SNYDER

theeconomiccollapseblog.com

Perché l’elite globale sta comprando compound estremamente remoti dotati di piste di atterraggio private​ nel bel mezzo del nulla dall’altra parte del pianeta? E perché hanno iniziato a vendere come pazzi sui mercati all’inizio di quest’anno? Sanno qualcosa che il resto di noi non sa? Le cose che sto per condividere con voi sono piuttosto allarmanti. Sembra che l’élite globale abbia un’idea precisa di ciò che sta arrivando, e ha già preso misure importanti per prepararsi. Purtroppo, la maggior parte della popolazione generale è assolutamente all’oscuro circa il collasso finanziario che sta per avere luogo, e quindi la maggior parte di noi arriverà al collasso completamente in maniera impreparata.

Come ho scritto l’altro giorno, l’unico modo per fare soldi nel mercato azionario è quello di uscirne in tempo. L’elite lo ha capito molto bene, ed è per questo che sta buttando giù i listini azionari. Ciò è qualcosa che è stato riportato anche nelle notizie mainstream. Ad esempio, questa viene da un articolo che è stato pubblicato da CNBC il 16 giugno…:

“Il cosiddetto smart money (l’insieme degli operatori più “intelligenti” del mercato) si sta tirando indietro dal rischio di mercato, con i gestori dei fondi che abbattono l’esposizione ai titoli, aumentando la disponibilità di cassa e acquistando le protezioni contro il rischio di un crollo generalizzato.”

Circa due settimane prima, ho discusso lo stesso fenomeno sul mio sito. L’articolo che ho pubblicato il 30 maggio si intitolava “Perché la Smart Money sta uscendo improvvisamente dall’azionario e dall’immobiliare?” (qui)

Lo sapeva la “smart money” ciò che stava per accadere? Dal momento di picco del mercato, il Dow ha già perso più più di 2200 punti. Tutti i guadagni a partire dalla fine dell’anno civile 2013 sono già stati completamente spazzati via.

E, naturalmente, la verità è che non avevi realmente bisogno di informazioni riservate per vedere che era il momento di uscire. Ho messo in guardia i miei lettori per mesi su quello che sarebbe successo. I segnali sono stati chiari come un campanello se erano disposti a guardarli. Basta considerare il seguente estratto da un recente brano di Michael Pento… …

“All’inizio dell’anno il debt margin era salito di oltre $ 30 miliardi arrivando a toccare i 507 miliardi di dollari, pari a una cifra record (circa il 2,87% del PIL degli USA). Questo supera il precedente massimo storico del 2,78% fissato a marzo 2000 – quando eravamo al picco della bolla Nasdaq.

E nonostante ogni gestore di fondi comuni garantisca in TV che hanno barche di denaro contante da distribuire a livelli “scontati”, nei primi di agosto i livelli di liquidità presenti nei fondi comuni di investimento sono affondati fino al loro livello più basso nella storia, del 3,2% (vedi tabella sotto). In percentuale della capitalizzazione del mercato azionario, i livelli di liquidità si stanno avvicinando anche al minimo storico del 2000, quando il Nasdaq raggiunse il picco e poi si schiantò di circa l’80%.”

I mercati finanziari sono assolutamente pronti a un arresto importante, e quando ciò accadrà molti tra quelli dell’elite saranno da qualche parte a scialarsi.

All’inizio di quest’anno, il Mirror ha pubblicato un articolo con questo titolo “I ricchi presi dal panico acquistano rifugi di lusso nel caso di crollo generalizzato dell’economia” (qui). Ecco un breve estratto …

“Robert Johnson, presidente dell’Institute of New Economic Thinking, ha detto alla gente presente al World Economic Forum di Davos che molti gestori di hedge fund stanno progettando la loro fuga.

Egli ha detto: “So che i gestori di hedge fund di tutto il mondo stanno acquistando piste di atterraggio e aziende agricole in posti come la Nuova Zelanda perché pensano che avranno bisogno di una via di fuga.”

Tenete a mente che queste non sono solo alcune voci che ha sentito Robert Johnson. Si tratta di persone che conosce personalmente e con cui interagisce con regolarità.

E Robert Johnson non è il solo a dirci questo. Proseguiamo con la lettura del Mirror….

I suoi commenti sono stati sostenuti da Stewart Wallis, direttore esecutivo della New Economics Foundation, che ha detto letteralmente : “Le automobili fantasma, le piste di atterraggio in Nuova Zelanda e tutto quel genere di cose sono sostanzialmente un modo per prepararsi al peggio.

“Se potessero scendere su un altro pianeta, alcuni di loro lo farebbero”.

Per qualche ragione, l’élite globale sembra avere una particolare affinità con la Nuova Zelanda. Forse è a causa della grande bellezza naturale della nazione unita al fatto che è in mezzo al nulla. Leggiamo il Daily Mail……

“La Nuova Zelanda, che ha all’incirca le dimensioni del Regno Unito, ma ha una popolazione di appena 4,4 milioni, offre loro tutti i lussi moderni che si aspettano – ma a miglia da qualsiasi paese che possa implodere nel caos.

Il paese è a 11.658 miglia di distanza dal Regno Unito, mentre il suo vicino più prossimo è Fiji – 1.612 miglia di distanza, più del doppio della distanza tra Lands End e John O’Groats (Lands End e John O’Groats sono posti alle estremità est ed ovest della Gran Bretagna, ndr).

Le case di fascia alta del mercato sono dotate di campi da tennis, piscine e sale multimediali – e alcune addirittura vantano moli personali in cui una famiglia può ormeggiare la barca.

Ma la ciliegina sulla torta per coloro che cercano di fare una rapida fuga si presenta sotto forma di eliporti privati ​​o, meglio ancora, di una propria pista di atterraggio.”

Per la maggior parte di noi, l’acquisto di un rifugio di lusso con una pista d’atterraggio privata in Nuova Zelanda non è una possibilità.

Ma tutti noi dovremmo essere sempre preparati.

Ho un contatto nel settore alimentare che mi ha detto che le vendite della sua azienda sono letteralmente esplose nel corso degli ultimi 10 giorni a causa delle persone che fanno scorte di cibo. In realtà, ha anche usato la parola “panico” per descrivere ciò che stava accadendo.

E gli americani hanno acquistato un numero record di pistole e

“Dati appena rilasciati, concernenti il mese di agosto, mostrano che l’FBI ha registrato 1,7 milioni di necessarie verifiche degli acquirenti di pistole presso i rivenditori autorizzati federali, il numero più alto registrato in ogni agosto da quando sono iniziati i controlli nel 1998. I numeri agostani confermano i nuovi massimi mensili di giugno (1,5 milioni) e luglio (1,6 milioni), un periodo in cui sono avvenuti una serie di attacchi mortali da armi – da Charleston a Roanoke – e in cui il Presidente Obama ha proposto nuove limitazioni per le armi da fuoco.”

Per molto tempo, ho messo in guardia la gente affinchè si preparasse.

Bene, ora stiamo siamo così vicini al punto di rottura che la gente si sta preparando.

Speriamo che voi lettori siate ben preparati per quello che sta per accadere. In caso contrario, è necessario che vi sbrighiate, non rimane più tempo.

I prossimi mesi cambieranno tutto. Preparatevi ora che è ancora possibile.

Michael Snyder

Fonte: http://theeconomiccollapseblog.com

Link: http://theeconomiccollapseblog.com/archives/the-elite-have-prepared-for-the-coming-collapse-have-you

6.09.2015

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura del BUCANIERE

Pubblicato da Davide

  • SanPap

    Quando leggo articoli come questo mi vengono in mente le Georgicon: il lavoro nei campi secondo chi non aveva mai preso una zappa in mano per chi non l’avrebbe mai presa una.

    Che posso fare, da povero contadino, per prepararmi alla catastrofe ? Acquistare un sacco di riso e alcuni cartoni d’acqua minerale. E poi ?

    Oppure devo provare ansia, angoscia, paura, paranoia e poi accettare qualsiasi cosa possa alleviarli ?

    Quid sit futurum cras, fuge quaerere et
    Quem fors dierum cumque dabit, lucro

    C’è pure il "lucro", quale consiglio migliore in questi tempi.

  • Denisio

    Che sia vero o no mi sembra la miglior notizia del giorno.

  • Rosberg

    Che puttanata!! Qualcuno vada a spiegare alle elite che la Nuova Zelanda si trova su questo pianeta!! Possono anche avere un aeroporto privato ma che ci fanno? Mi fanno pena questi articoli da clima del terrore, propaganda della tensione. Cha cazzo mi frega a me se succederà qualcosa. Come scriveva l’amico qui sopra posso comprarmi anche una tonnellata di cibo in scatola e riso, acqua a volontà e poi?? Devo prendere anche una sedia e sedermi fuori ad aspettare non si sa cosa?

    E queste famose elite intanto cosa farebbero in Nuova Zelanda? Tutti in piscina e poi a spolverare la pista d’atteraggio! Nel frattempo i morti di fame indigeni stanno a scatolette e riso.
    Snyder…..ma vaff….o và!!
  • ligius

    Che idiozia di articolo…..
    D’altra parte basta leggere il nome del forum per capire…

  • Tao

    Il nome del “forum” ?

  • ligius

    scusate, del sito/blog, il "blog del collasso economico", quello intendevo…

  • ilsanto

    Beh il posto è bello, quasi spopolato, buon clima, costi bassi per le fattorie, inoltre nel caso di guerra nucleare la circolazione atmosferica dell’emisfero nord che è isolata rispetto a quella sud non dovrebbe portare il fallout, e poi diciamola tutta quando ci saranno i supermercati chiusi avere una bella fattoria con grano, galline, mucche, vitelli, agnelli, frutta, ortaggi vicino ad un mare pescoso sarà l’unico modo per vivere. Un nuovo inizio, pensateci, e poi la terra non si svaluta mai, al limite avete fatto un buon investimento.