Home / Attualità / L`accordo della fondazione Clinton da il via alla campagna Anti-Trump in Italia.
boschi clinton

L`accordo della fondazione Clinton da il via alla campagna Anti-Trump in Italia.

 

DI MARCO PERIN

off-guardian.org

La signora Clinton cerca il sostegno straniero in un disperato tentativo di riguadagnare la sua posizione di vantaggio.

Con i sondaggi che vedono i suoi voti restringersi, Hillary Clinton sta probabilmente utilizzando la sua posizione nel dipartimento di stato per arrivare alla Casa Bianca. In particolare, per quanto riguarda l’Italia, Hillary fa uso di una proposta allettante che ha ricevuto nel luglio di quest’anno da un inviato italiano alla Convenzione Nazionale Democratica.

 Il punto è che uno dei timori del Primo Ministro Matteo Renzi è quello perdere il prossimo referendum costituzionale che si svolgerà solo pochi giorni dopo il culmine della campagna presidenziale americana. Per evitare tale sviluppo, Renzi ha cercato di garantire il sostegno delle amministrazioni statunitensi attuali e future.

Durante la DNC, quando Hillary Clinton era ancora in prima fila nella corsa alla carica di presidente, La Hillary  è stata visitata a Philadelphia dal delegato di Renzi, una giovane attraente, stella nascente del caleidoscopio politico italiano e ministro in carica per le riforme costituzionali, Maria Elena Boschi. Mentre il suo selfie con Bill Clinton era virale su Instagram, i risultati del suo discorso delicato con la Clinton a margine della DNC del 28 luglio sono andati invece in secondo piano (La Stampa ha pubblicato solo una nota preliminare su questo).

In realtà il ministro Boschi ha richiesto il sostegno pubblico della signora Clinton sulla riforma costituzione italiana a nome dei democratici americani. Ha anche ridisegnato l’attenzione di Hillary Clinton in Libia chiedendole di contribuire ad alleviare la pressione degli Stati Uniti sul governo italiano sollecitandolo a espandere il suo coinvolgimento in operazioni antiterrorismo nei settori post-Gheddafi. Tali pressioni infatti, stanno avendo un impatto negativo sul gabinetto di Renzi. Tuttavia, l’alternativa più probabile sarebbe il Movimento Cinque Stelle, un nuovo conglomerato politico italiano di cui i Democratici americani non hanno nessuna simpatia.

Le due signore hanno concluso l`affare. Come un favore di ritorno per la sua attività di lobbying la Clinton ha chiesto di garantire il sostegno della sua corsa presidenziale da parte dell’ influente diaspora italiana negli Stati Uniti. In aggiunta a questo, la candidata ha chiesto una campagna mediatica in Italia per screditare Trump e alcuni contributi extra per la Fondazione Clinton (ancora il Ministero italiano per la Tutela del Territorio è uno dei contribuenti “minori” alla Fondazione Clinton con una donazione totale fino a $ 250.000 ).

donazioni

Sembra che i Democratici americani stiano già formalmente rispettando la loro parte del “accordo italiano” . Durante il suo discorso al vertice del G20 a Hangzhou il Presidente Obama ha generosamente lodato PM Renzi per le “riforme di successo” e ora sta per ospitare una cena di stato per lui il 18 ottobre, quando Renzi arriva a Washington al vertice dell’ anatra zoppa. Dall’altra parte dell’oceano l’ambasciatore statunitense a Roma, John R. Phillips, in una tavola rotonda per il Brexit, ha scatenato una tempesta di fuoco che inequivocabilmente preme per il voto pro-riforma.

Mentre la signora Clinton cerca disperatamente in Europa dei partner accoglienti, le sue possibilità di farsi eleggere stanno scomparendo ogni giorno. Le iniziative estere dell’uscente amministrazione statunitense stanno totalmente ignorando le realtà politiche estere, minacciano di compromettere seriamente l’immagine americana in Italia e in altri paesi dell’UE.

 

Marco Perin

Fonte: https://off-guardian.org

Link: https://off-guardian.org/2016/09/26/clinton-foundation-deal-opens-italys-anti-trump-front/

26.09.2016

 

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org da HAMPSICORA

 

 

Pubblicato da Davide

  • PietroGE

    Mmmm, avrà tenuto le mani posto il vecchio Bill durante il selfie con La Boschi?
    Poi mi domando se il governo italiano sa che solo una piccola percentuale dei proventi della Fondazione Clinton va in beneficenza, il resto se lo pappano loro, specie la figlia Chelsea.
    Con quale diritto il governo italiano finanzia politici stranieri con i soldi dei contribuenti?

    • Tonguessy

      Il vecchio Bill è quello che usa le mutande per tenere calde le caviglie?

  • Enrico S.

    Hillary Clinton o Donald Trump? Bel dilemma.
    Un po’ come se noi dovessimo scegliere fra Renzi da una parte e Berlusconi dall’altra, il tutto ingigantito trecento volte.

    • fastidioso

      Sempre che rispetti quello che ha detto in campagna elettorale, Trump avebbe intenzione di sciogliere la nato.
      Noi avremmo 100.000.000 di euri al giorno da spendere per il nostro paese.
      Soldini che verrebbero meno ai bnksters che gestiscono gli introiti dei lobbysti delle fabbriche d’armi.

      E questo a me basta e avanza!

      • Enrico S.

        Se fossi cittadino americano non voterei, ma se mi costringessero voterei per Trump. Perché la Clinton è una serpe velenosa, e non lo dico per partito preso, ma per quello che ha fatto (nel caso occorressero prove, informarsi cercando su Google Hillary+Gheddafi+mail).
        Qui, al momento, a votare non mi costringe nessuno.

  • Briciolino

    La campagna Anti Trump è già partita da un bel pezzo. Basta sentire i collegamenti della Botteri o di Platero…

  • Vocenellanotte

    Questo gap di cui parla Perin a favore di Trump proprio non lo vedo. Mi sembra invece vero il contrario (purtroppo).
    Siamo sicuri che questo post non si tratti di depistaggio?

  • Adriano Pilotto

    Tout se tient, celebre e controversa locuzione di De Saussure intesa a definire quanto tutti gli elementi del linguaggio siano inscindibilmente connessi e vicendevolmente mutevoli, è un’espressione dal vasto, ma non infinito campo d’applicazione. Nel caso di questo articolo siamo nell’infinito.

  • Nicolass

    Killary è una bambolina di pezza nelle mani della lobby della guerra… Dio ci scanzi e liberi!!

    • Tonguessy

      Killary Klingon?

  • dadaolta

    La promessa:in caso di vittoria,Bill riceverà Maria Etruria
    alla Casa Bianca…”in pompa magna”… 🙂

  • Pare che quei fondi il Ministero li eroghi già da una decina d’anni.

    E tra i donatori alla Clinton Foundation ci sia anche… Donald Trump
    http://www.davidpuente.it/blog/2016/10/05/disinformazione-il-ministero-dellambiente-ha-finanziato-la-campagna-elettorale-di-hillary-clinton/