Home / ComeDonChisciotte / LA SITUAZIONE DELL'UCRAINA SPIEGATA SULLA MAPPA
12887-thumb.png

LA SITUAZIONE DELL'UCRAINA SPIEGATA SULLA MAPPA

DI TYLER DURDEN
Zero Hedge

Purtroppo, tutto quello che c’è da sapere sulla crisi in Ucraina si capisce da questa mappa, preoccupante, che indica con le “linee rosse” tutti gli intrecci e gli affari per cui il paese è di “importanza strategica”.

Su questa base non ci sono dubbi che non finirà; con una risoluzione pacifica.

Come Martin Armstrong (1) ha dichiarato questa mattina:

Sia gli USA e l’UE stanno finanziando i ribelli, proprio come la Russia finanzierà Yanukovich. A livello politico, l’Ucraina è una pedina sulla scacchiera. La guerra di propaganda è Est contro Ovest.

Tuttavia, questi giochi di potere stanno mascherando il vero problema principale che ha avuto inizio con la rivoluzione arancione la corruzione. Yanukovich è un dittatore che non potrà mai lasciare il suo incarico. È semplice. Non ci saranno nemmeno questa volta delle vere elezioni in Ucraina. E’ questo che si sta innescando, una spirale verso il basso in un confronto che il mondo intero non può ignorare.

Fonte : http://www.zerohedge.com

Link: http://www.zerohedge.com/news/2014-02-20/ukraine-situation-explained-one-map

20-2-2014

Il testo italiano di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte ComeDonChisciotte.org e l’autore della traduzione Bosque.Primario

1) http://armstrongeconomics.com/

Pubblicato da Bosque Primario

  • Tao

    Da testimonianze locali La rabbia a Kiev è di lunga data.
    Nasce dal genocidio ucraino (sette milioni e mezzo ad opera dei sovietici), cresce nella presenza di una nomenklatura stupida e arrogante.
    Si alimenta infine con i toni sprezzanti della parte ucraina russofona che non concede all’Ucraina lo status reale di nazione e che si riempie la bocca di rispolverata retorica bolscevica.

    La rabbia è di lunga data e dall’altra parte viene eccitata anche stupidamente.
    Poi ci sono gli avvoltoi, gli stessi che falirono la “rivoluzione arancione”.
    Sicché tra gli ucraini sono infiltrati, come provocatori, gli agit prop del Team Six dei Navy seals  la Divisione Operazioni Speciali della Cia ( Black Ops) e il Duvdevan Israeliano…
    In pratica i migliori reparti per missioni sotto copertura e destalibizzanti .

    I Seals sono nati per creare la guerriglia anti governativa in Laos ;.è dunque un operazione militare in  pieno stile…..così il governo ucraino sarà costretto a far intervenire l’Esercito, scoppierà la guerra civile ” guidata” come in Siria…….

    A meno che Putin e i tedeschi non trovino la soluzione politica e diplomatica necessaria.

    Fonte: http://www.noreporter.org
    Link: http://www.noreporter.org/index.php?option=com_content&view=article&id=21076:kiev-la-rabbia-e-gli-avvoltoi&catid=15:colored&Itemid=15 [www.noreporter.org]
    20.02.2014

  • bysantium

    Due dati,di cui nessuno parla, per contribuire a far chiarezza circa gli stretti rapporti fra Ucraina e russia :
    1. la Crimea è stata donata dalla Russia all’Ucraina nel 1954, gode di un’ampia autonomia ed è abitata per il 67% da russi
    2. l’Ucraina nel 1977 ha ceduto in affitto alla Russia fino al 2017, nel 2010 prorogato fino al 2042, il porto di Sebastopoli, base della flotta russa nel Mar nero.
    Poi basta leggere "La grande scacchiera"(1977) di Zbigniew Brzezinski,purtroppo difficilissimo da trovare, per capire l’importanza strategica che l’Ucraina riveste per "l’occidente" in quanto porta d’ingresso verso la Russia, e viceversa.

  • yakoviev

    A parte forse la ca@@ata della donazione della Crimea, fatta da Krushev, all’Ucraina, va detto che all’epoca erano, Russia e Ucraina, repubbliche facenti parte dell’URSS, per cui quello che cambiava era poco. Ho letto comunque che la Crimea ha lo status di Regione autonoma, con proprie istituzioni e un proprio parlamento e che (secondo Repubblica) si può rendere indipendente dall’attuale Ucraina. Va detto che la Crimea e Sebastopoli resistettero a lungo e eroicamente all’avanzata delle truppe naziste nella prima fase del II conflitto mondiale permettendo un’evacuazione ordinata delle truppe. Tanto sangue sovietico venne versato in quell’occasione. Certo sono convinto che la Russia non lascerà che la Crimea (ma anche Odessa) sia presa  da questa marmaglia. Su questo ci possiamo tranquillamente scommettere.