Home / ComeDonChisciotte / LA RUSSIA EFFETTUA FINO A 40 ATTACCHI AEREI AL GIORNO IN AIUTO AL FREE SYRIAN ARMY CHE COMBATTE I TERRORISTI
15808-thumb.jpg

LA RUSSIA EFFETTUA FINO A 40 ATTACCHI AEREI AL GIORNO IN AIUTO AL FREE SYRIAN ARMY CHE COMBATTE I TERRORISTI

FONTE: RT.COM

Lo Stato Maggiore russo dichiara che aerei da guerra della task force russa in Siria effettuano dai 30 ai 40 attacchi aerei al giorno a sostegno del Free Syrian Army. Circa 5.000 combattenti del FSA partecipano all’offensiva assieme all’esercito siriano nelle province di Hama, Homs, Aleppo e Raqqa.

Il numero di appartenenti all’FSA che stanno venendo in aiuto all’esercito siriano è in costante crescita, secondo quanto ha dichiarato il generale dell’Esercito Valery Gerasimov, Capo di stato maggiore delle Forze di Difesa della Russia.

Ha poi aggiunto che la task force della Russia in Siria fornisce alla unità di FSA anche di “armi, munizioni e altri materiali.” In questo modo, ha detto il generale, la Russia sta “promuovendo l’unione degli sforzi delle truppe governative e dei gruppi di opposizione al fine di sconfiggere i terroristi”.

Lunedì, un consigliere presidenziale russo per la cooperazione militare e tecnica ha rimproverato le proteste riguardanti le consegne di armi da parte di Mosca al Free Syrian Army.

RIA Novosti riferisce in merito al No detto da Vladimir Kozhin ai media mentre stava rispondendo a una domanda su presunte forniture di armi.

Secondo lo Stato Maggiore, i jet russi bombardano le infrastrutture petrolifere controllate dallo Stato islamico (IS, già ISIS/ISIL), quali ad esempio le raffinerie di petrolio, le stazioni di pompaggio degli oleodotti e i trasporti petroliferi nel percorso verso il confine turco allo scopo di tagliare il finanziamento ai terroristi.

Gerasimov ha detto che la task force russa in Siria sta impiegando bombe e missili esclusivamente per colpire le installazioni di infrastrutture terroristiche. Ha aggiunto che la Russia finora non ha ricevuto alcun sostegno sostanziale dai paesi che Mosca ha considerato dei partner nella lotta contro il terrorismo in Siria.

“Durante la lotta contro l’islamismo radicale non abbiamo ricevuto il sostegno da parte di questi [paesi] che abbiamo creduto essere nostri partner. Al contrario, abbiamo ricevuto una pugnalata alla schiena da parte di un jet da combattimento F-16 dell’Air Force turca che ha violato lo spazio aereo siriano e abbattuto un nostro Su-24“, ha dichiarato il Generale Gerasimov durante un briefing con gli addetti militari esteri a Mosca.

Nel frattempo, un altro gruppo di ribelli, che si è di recente formato con l’alleanza tra gruppi armati – tra cui alcuni che si identificano come FSA – ha confermato alla Reuters che i suoi combattenti hanno indirettamente beneficiato degli attacchi aerei russi durante una recente battaglia contro militanti dell’IS, tra cui il Fronte Al-Nusra. Tuttavia, hanno negato qualsiasi sostegno russo diretto.

Uno dei leader del Free Syrian Army, il generale Hossam Awak, ha detto che la FSA è pronto a fornire alla Russia una “precisa intelligence” sulle posizioni dei terroristi dell’IS ed è anche disposto a collaborare con Mosca nella lotta contro il gruppo estremista.

“Possiamo contare su un’intelligence sicura, documenti, mappe, e li possiamo condividere con i russi in modo che i loro attacchi contro Daesh [l’IS] siano più efficaci”, ha dichiarato Awak a Sputnik News.

Vogliamo davvero cooperare con i russi nella lotta contro Daesh a condizione che i loro raid aerei colpiscano esclusivamente obiettivi Daesh“, ha aggiunto.

Fonte: https://www.rt.com

Link: https://www.rt.com/news/325834-russia-strikes-support-fsa/

14.12.2015

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org da OLDHUNTER

Pubblicato da Davide

  • Gtx1965

    bella notizia questa… mi fa piacere per la siria ed il suo popolo che soffre giochetti sporchi da troppo tempo ormai… e per la russia è un’ulteriore conferma della bontà dell’azione intrapresa… le cosidette democrazie occidentali si devono vergognare per il loro atteggiamento contro la russia del tutto immotivato e gratuitamente filo americano, incredibilmente tradiamo i nostri interessi europei per chissachè… i turchi poi… europei… lasciamo perdere…

  • Toussaint

    Mi si perdoni un commento un po’ off-topic. Ma Erdogan ci è o ci fa? Sostiene di poter occupare la Russia in 7 giorni. 

  • idea3online

    La Russia ha ottenuto due vittorie strategiche, nel 2014 e 2015 ha ottenuto due successi, uno in Crimea(Ucraina) ed uno in Siria, trovare nella storia una potenza data per morta, ed essere super competitiva e vincere due battaglie di una guerra globale a pezzi per adesso, è oltre le previsioni dei più ottimisti e pessimisti. In poche parole siamo dentro una storia più grande degli uomini e dei mercanti, se gli stessi sono confusi e non capiscono più a quale ramo aggrapparsi e tanti preferiscono fare come le scimmie e tenersi per due rami attendendo che la Russia ceda e si metta da parte. Gli USA ancora non hanno dimostrato la loro potenza, desiderano convincere la Russia di non sfidare la storia made in USA, la Russia non si farà da parte, come non lo fece la Persia con Babilonia, ci troviamo dentro uno scontro in fase iniziale simile a quello tra Babilonia e Ciro il Grande. E’ qualcosa di straordinario, non parliamo di darwinismo evoluzionista di teorie senza origine, ma di uno scontro che contiene il passato, il presente ed il futuro.

  • Cataldo

    Non è da sottovalutare la deterrenza turca sul piano convenzionale*, hanno una panoplia di mezzi e sistemi d’arma, in grado di esercitare una pressione formidabile anche verso la Russia, il problema è che sono per lo più integrati nel sistema NATO, man mano che si alza il livello operativo dei mezzi  aumentano i vincoli alle azioni di Erdogan, tra parentesi questo spiega anche come la Turchia sia in fondo costretta ad utilizzare strumenti non convenzionali per perseguire obbiettivi strategici in proprio, come sta(va) facendo in Siria.

    Su questo punto Putin ha voluto dare una scappatoia alla NATO sull’abbattimento del SU24, l’utilizzo degli F16 è stato posto al confine dell’autonomia turca dai russi, non sarebbe cosi se, ad esempio, i turchi utilizzassero un missile tattico ATacMS, o missili antiaerei a lunga gittata, qui i russi vedrebbero il coinvolgimento ipso facto della NATO.

    *anche una base industriale locale a supporto dell’apparato militare è presente, anche se la dipendenza dall’import di tecnologie avanzate è ancora sostanziale.

  • omega86

    fsa non è il terminale offensivo di jabat al nusra?
    fsa non è una "nostra" creatura?

  • adestil

    gtx,perchè si dovrebbero vergognare per quello che stanno facendo alla russia?
    siamo in guerra,o pensi sia un gioco da tastiera?
    In guerra,come in amore,non ci sono regole..vince non solo il più forte ma quello che non rispetta le regole(che da che mondo è mondo esistono per imbrigliare gli altri e permettere ad altri di trasgredirle,vedi quelle delle finanza!!)che inganna,bara,tradisce,cambia alleanze,colpisce per prima meglio se alle spalle?
    tu parli di guerra come se fosse una cosa pulita..
    Può esistere  una cosa pulita che prevede il massacro di uomini donne e bambini?
    Sempre e cmq,da che mondo e mondo?
    E’ solo ipocrisia!

    Infine la russia è li non per aiutare la siria ma per evitare che il Quatar che altro non è che un enorme deposito di gas in mano alla EXXON ossia ai Rockfeller,costruisca un gasdotto che via Siria-Turchia arrivi in Europa e sostiuisca di fatto Gazprom
    e di fatto chiuda i rubinetti del denaro per la Russia o meglio per gli oligarchi che sono dietro a Putin…

    Ovvio che gli USA padroni del mondo reagiscano…
    ma per entrambi si tratta di una contesa di tipo energetico-economico-finanziaria..
    e nessuno dei due può cedere..
    per la Russia sarebbe un colpo troppo duro..
    per gli USA vicini al fallimento col suo enorme debito,80milioni di disoccupati(le cifre misurano i tassi di disoccupazione ossia la differenza tra due anni,non misurano il numero totale di quelli che non lavorano e non cercano più lavoro che sono circa 1/3 della popolazione USA),una crescita ridicola e gonfiata,una manifattura che produce solo armi e null’altro,si fa tutto all’estero…
    una moneta che se non fosse sorretta dal petroldollaro(ossia l’obbligo di acquistare dollari per comprare petrolio e materie prime)e quindi dal Pentagono(che minaccia e invade gli stati che non chiedono dollari in cambio della cessione di petrolio gas e materie prime)

    quindi entrambi hanno bisogno di vendere gas,petrolio etc…
    e magari per gli USA anche di controllare,aumentando il prezzo del gas,il suo principale competitori tecnologico e manifatturiero che sono pur sempre gli UE(primo anche nel PIL mentre gli USA sono terzi ,dopo la Cina,a parità di potere di acquisto della moneta,PPA)

    è quindi una lotta per interessi economice e finanziari
    mentre a leggere qui dentro sembra una lotta del bene contro il male..
    il male gli USA,il bene la Russia…
    capisco la simpatia per lo sfidante,ma si dovrebbe restare ai fatti