Home / ComeDonChisciotte / LA RI-SCHIAVIZZAZIONE DELLE GENTI OCCIDENTALI
15486-thumb.jpg

LA RI-SCHIAVIZZAZIONE DELLE GENTI OCCIDENTALI

DI PAUL CRAIG ROBERTS

counterpunch.org

Una nuova schiavizzazione delle popolazioni occidentali è in atto su diversi livelli. Uno di cui sto parlando da almeno dieci anni è la delocalizzazione del lavoro. Gli Stati Uniti, ad esempio, partecipano sempre meno alla produzione dei beni e dei servizi che finiscono sul loro mercato.

Ad un altro livello stiamo esperendo la finanziarizzazione dell’economia occidentale, della quale Michael Hudson è uno dei maggiori esperti (Killing the host). La finanziarizzazione è il processo di rimozione di ogni tipo di presenza pubblica nell’economia e la conversione del surplus economico nel pagamento di interessi al settore finanziario.

Questi due fattori privano la gente di prospettive economiche. Una terzo li priva dei diritti politici. Il TPP e il TTIP eliminano la sovranità politica e spostano il controllo sulle grandi aziende.

Questi cosiddetti “partenariati commerciali” non hanno nulla a che fare con il business. Questi accordi negoziati in segreto accordano immunità alle grandi aziende nei confronti delle leggi nazionali dei paesi in cui operano. Questo obiettivo viene raggiunto inquadrando ogni intromissione nei profitti aziendali da parte di leggi esistenti o potenziali come una limitazione agli affari, per la quale le aziende possono intentare causa ai governi “sovrani”. Per esempio il divieto in Francia ed altre nazioni riguardo gli OGM verrebbe annullato dal TTIP. La democrazia viene semplicemente sostituita dalle regole aziendali.

Avrei voluto parlare di più di tutto questo. Comunque altri, come Chris Hedges, stanno facendo un buon lavoro per spiegare la stretta del potere che sta eliminando i governi rappresentativi.

Le grandi aziende comprano il potere a basso prezzo. Hanno comprato la Camera dei Rappresentanti negli USA per meno di 200 milioni di dollari. Questo è quanto è stato dato al Congresso per proseguire con “Fast Track”, che permette al braccio delle corporation, il Rappresentante del Commercio USA, di negoziare segretamente senza spinta o supervisione da parte del Congresso stesso.

In altre parole un agente delle grandi aziende si relaziona con altri suoi simili nelle nazioni che compromettono la “partnership” e questo gruppetto di gente profumatamente prezzolata scrive accordi che soppiantano la legge a favore degli interessi aziendali. Nessuna delle persone coinvolte rappresenta gli interessi delle nazioni o delle loro popolazioni. I governi delle nazioni aderenti alla partnership possono solo votare sì o no all’accordo… e verranno pagati profumatamente per votare nel modo giusto.

Una volta che queste partnership sono attive, i governi stessi sono come privatizzati. Legislature, presidenti, primi ministri e giudici non hanno più alcuna ragione di esistere. I tribunali aziendali decidono le leggi e il funzionamento delle corti.

È probabile che questa “partnership” avranno conseguenze indesiderate. Per esempio, Russia e Cina non fanno parte degli accordi, così come Iran, Brasile, India e Sud Africa, benchè, separatamente, il governo indiano sembra essere stato comprato dai grandi capitali agricoli statunitensi e sia sulla strada della distruzione del proprio sistema autosufficiente di produzione del cibo. Questa nazioni saranno depositarie della sovranità nazionale e del controllo pubblico, mentre libertà e democrazia saranno estinte in Occidente e presso i suoi vassalli asiatici.

Rivoluzioni violente per tutto l’occidente e la completa eliminazione dell’ “un per cento” è un altro scenario possibile. Ad esempio, una volta che la popolazione francese avrà scoperto di aver perso il controllo sulla propria dieta a vantaggio della Monsanto e dell’agribusiness statunitense, i membri del governo francese che hanno condotto il paese verso una prigione alimentare di cibo tossico probabilmente verranno fatti a pezzi per le strade.

Eventi di questo tipo sono possibili in occidente solo se le popolazioni scopriranno di aver totalmente perso il controllo su ogni aspetto della loro vita e che l’unica scelta è tra la rivoluzione o la morte.

Paul Craig Roberts è un ex assistente segretario del Tesoro USA e Editore Associato del Wall Street Journal. How the economy was lost è ora disponibile da CounterPunch in formato elettronico. Il suo ultimo libro è How America was lost.

Fonte: http://www.counterpunch.org/

Link: http://www.counterpunch.org/2015/11/10/the-re-enserfment-of-western-peoples/

10.11.2015

Il testo di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte comedonchisciotte.org e l’autore della traduzione FA RANCO

Pubblicato da Davide

  • RenatoT

    "Eventi di questo tipo sono possibili in occidente solo se le popolazioni scopriranno di aver totalmente perso il controllo su ogni aspetto della loro vita e che l’unica scelta è tra la rivoluzione o la morte."


    Ma avviene giá ora e nessuno pensa a far la rivoluzione. 
    Per fare un esempio, i casi di autismo in 30 anni sono passati da 1 su 10.000 a 1 su 80 eppure nessuno lo sa o si chiede il perchè.
    Tutte le malattie croniche sono in aumento, cancro in testa, nel 2030, 2 su 3 si ammaleranno di cancro al pancreas…. e il resto degli altri cancri.
    Mangiare OGM e Anabolizzanti nella carne.. lascierá le statistiche in salita con la stessa pendenza… perchè giá ci fanno mangiare il peggio del peggio e sopratutto cibo per altre specie… 
    A loro, per continuar a fare propaganda basterá dire che i nuovi farmaci sono piu’ efficaci, basta produrre la stessa flebo di chemio con il 50% in piu’ di acqua ed ecco che la vita dei malati che fanno chemio si allunga, per riduzione dell’avvelenamento. Sono 70-80k$ all’anno di rendita… 3/3 della popolazione occidentale in cura sino alla morte è un businnes enorme.

    Sará graduale… nessuno si accorgerá di nulla perchè giá ora non se ne accorge.
    Solo la selezione naturale, sistemerá le cose.

  • Aironeblu

    Saranno molto improbabili le rivoluzioni contro "l’uno per cento" finchè questo uno per cento continuerà ad avere il pieno controllo dei mezzi di informazione. I francesi non scopriranno di aver perso il controllo sulla loro dieta a vantaggio della Monsanto, e passeranno a mangiare insetti al posto del camambert. 

    La sola speranza è che gli sfugga il controllo dell’informazione.
  • natascia

    Il potere sta nel consumo ed e’ questo che sta cambiando. Non ci saranno le rivoluzioni convenzionali. Anche perché il cittadino medio ha capito che il potere si e’ organizzato. Già quello che fin dagli anni ’50-’60 ci e’ stato passato  per necessario, si e’ realizzato che  necessario non e’ . Quindi con  buona volontà il cittadino, può già adesso  consumare cio’ che realmente gli necessita, quantificare ad esempio, il consumo annuo di alimenti sani,reperibili anche al di fuori del circuito. Mac Donald sta già prendendone atto. Unirsi  nell’uso di elettrodomestici, prevedere una solidarietà di quartiere già vissuta e sostenibile. Il  vero nodo  sta  nella scuola. La scuola non guida all’auto-sufficenza ,non apre a queste tematiche, non spinge alla necessità di un’informazione libera. Quindi il cittadino , oltre a consumare diversamente,  dovrà farsi carico di una parte  dell’insegnamento scolastico in quanto l’attuale,e’ strumentale alla ri-schiavizzazione di cui si parla nell’articolo. Si tratta di tematiche che l’umanità si e’ altre volte trovata ad affrontare e che ha risolto in comunità,nella condivisione. La comunità ebraica ne e’ un clamoroso esempio. Lasciando le attuali tossiche  iperbole . Prendiamo atto che i nostri saperi non sono piu’ liberi e che  molti Giordano Bruno non arsi, ma modernamente eliminati sia fisicamente che civilmente sono tra noi. Architettura, design, scienza,medicina, ingegnerie, letteratura, scienze sociali sono  al servigio  del pensiero unico. Qualche eccezione ci sta, giusto per far credere che tutto vada per il meglio. 

  • Hamelin

    Difficile l’idea di rivoluzione .
    Per effettuare una rivoluzione serve una massa critica di persone consapevoli non masse omogenee decerbrate sotto costante controllo totale dei media e del grande fratello .

    I padroni stanno progettando il nuovo mondo affinchè le persone diventino automi senza pensieri autonomi ne sentimenti .

  • lanzo

    I padroni sanno benissimo che per ogni scioperante povero e violento ci sono 2  sbirri disposti a spaccargli la testa per 4 soldi assicurati al mese.

  • natascia

    Dimenticavo la musica, strumento sociale di cura  ma anche di  distruzione.  Noto come sia monotona ripetitiva e  vuota  la musica attuale. Senza  temi o  progetti dispiegati e risolti. Solo ritmi ossessivi che corrispondono  all’assenza  o alla voluta sedazione di un  pensiero sottostante. Allievi , Einaudi si vorrebbero in Italia maestri attuali, ma  si tratta di poveri impegni pensando a maestri del passato  che infatti accompagnarono l’illuminismo.  La musica crea  e stimola il pensiero. Può curare l’ansia e forse le nevrosi, ed e’ una grande componente del declino intellettuale attuale. Oggi ho avuto modo di riascoltare dopo tanto tempo "L’intermezzo della Cavalleria Rusticana" del nostro maestro Mascagni. Se dovessi parlare  dell’Italia di oggi lo farei con questo brano, esso parla della nostra sofferenza, del nostro dolore, della nostra fragilità. Un’unicità irripetibile che sta per essere distrutta. 

  • RenatoT

    se lei si ciba di pasta, pane, latticini, zuccheri e prodotti conservati, tanto per fare un esempio… fa giá parte della massa incosapevole.

    Se le dico che fanno malissimo e sono la causa di tutte le malattie croniche che ci sono oggi… probabilmente, considererá quello che ho detto come una stupidaggine e continuerá a fare quello che si è sempre fatto… vivere per ammalarsi.
  • ohmygod

    made in USA: paulgraigroberts. quale ragione ti ha preso per mano?