Home / ComeDonChisciotte / LA NSA SPIA LE ABITUDINI PORNO DEI …“RADICALIZERS”

LA NSA SPIA LE ABITUDINI PORNO DEI …“RADICALIZERS”

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

DI GLENN GREENWALD, RYAN GALLAGHER E RYAN GRIM

informationclearinghouse.info

Le attività della NSA sono servite anche a raccogliere una gran quantità di materiale su attività sessuale on-line di privati cittadini. Servirà tutto come prova nell’ambito di un progetto (che documenta visite a siti pornografici) per rovinare la reputazione di persone che, secondo la NSA, stanno divulgando materiali che possono infiammare il pubblico con discorsi incendiari.
Li chiamano “RADICALIZERS” e sono persone che hanno avuto contatti Internet con “soggetti sospettabili o sotto-controllo”.
Questo è quanto risulta da un documento top-secret della NSA. Il documento, che ha fatto circolare lo “spione” Edward Snowden, rivela il caso di “sei obiettivi- i radicalizers”, tutti musulmani, presi ad ” esempio ” di come la sorveglianza elettronica sulle persone sia usata per conoscere quei punti di vulnerabilità personale che potrebbero servire per minare la credibilità, la reputazione e l’autorità di chiunque.
Il documento della NSA, datato 3 Ottobre 2012, fa più volte riferimento al potere che possono esercitare certe accuse quando si vuol demolire la credibilità di qualcuno.
Un vecchio rapporto di tipo SIGINT — o intelligence basata sui segnali, cioè sull’intercettazione delle comunicazioni — sostiene che “la valutazione della radicalizzazione ha mostrato che i radicalizers appaiono essere particolarmente vulnerabili per quanto riguarda la loro autorità quando i loro comportamenti privati non sono coerenti con i comportamenti pubblici”.

Tra le vulnerabilità elencate dalla NSA, che possono essere sfruttate in modo efficace, ci sono ” la visualizzazione di materiale on-line sessualmente esplicito ” e “l’uso di un linguaggio sessualmente esplicito e persuasivo in comunicazioni personali con ragazze molto giovani . “

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Il direttore della National Security Agency – il “DIR.NSA” – è l’ “ideatore ” del documento. Al di là della stessa NSA, i beneficiari dell’indagine sono anche i funzionari dei Dipartimenti di Giustizia e del Commercio e la Drug Enforcement Administration.

“Senza parlare di qualcuno in particolare, non dovrebbe sorprendere il fatto che il governo USA utilizzi tutti gli strumenti legali a sua disposizione per bloccare gli sforzi di potenziali terroristi che cerchino di danneggiare la nazione e radicalizzando la violenza” ha detto Shawn Turner, direttore del Public Affairs for National Intelligence, in una e-mail di martedì scorso inviata a The Huffington Post.

Ma Jame el Jaffer, Vice Direttore Legale della American Civil Liberties-Union, ha detto che queste rivelazioni danno adito a serie di preoccupazioni su possibili abusi. “E’ importante ricordare che le attività di sorveglianza della NSA non sono generiche – l’agenzia sta raccogliendo enormi quantità di informazioni sensibili praticamente su tutti”.

“Ovunque voi siate, i database dell’archivio della NSA raccolgono informazioni sulle vostre opinioni politiche, sulla vostra salute, sulle relazioni intime e sulle attività on-line ” La NSA dice che non ci sarà nessun abuso di queste informazioni personali , ma questi documenti mostrano che la NSA probabilmente ha un concetto molto restrittivo di “abuso”. “

Nessuno dei sei soggetti presenti nel documento NSA è accusato di essere coinvolto in complotti terroristici. L’agenzia ritiene che tutti i sei soggeti attualmente risiedano fuori dagli Stati Uniti, ma ne identifica uno come “persona statunitense”, il che significa che o è un cittadino USA o un residente permanente. Un cittadino americano ha diritto a più tutele legali rispetto alla sorveglianza della NSA, rispetto a cittadini stranieri.

Stewart Baker, ex consigliere generale per la NSA e di alto funzionario della Homeland Security durante l’amministrazione Bush, ha detto che l’idea di usare informazioni potenzialmente imbarazzanti per minare la credibilità di obiettivi selezionati non suona male. “Se c’è gente impegnata a reclutare chi potrà uccidere cittadini americani e noi possiamo screditarla, dobbiamo farlo”- ha detto Baker – Nel complesso, “è più giusto e forse più umano ” che non mandare le bombe su quell’obiettivo, e poi questa tattica ” gli butta addosso solo la verità . ”

Si può abusare di qualsiasi sistema, ha ammesso Baker, ma il fatto che la politica possa utilizzare il sistema contro gli avversari politici interni non è sufficiente per rifiutare l’utilizzo del progetto. Per gli stessi motivi si potrebbe anche mettere in discussione quasiasi tattica usata in guerra e, ad un certo punto, bisogna pur dire che noi stiamo facendo lavorare i nostri impiegati per conoscere da che parte sta la gente”.

Oltre ad analizzare il contenuto delle loro attività su internet, la NSA ha anche esaminato i loro elenchi di contatti ed accusa due degli obiettivi di aver fatto propaganda per al Qaeda, ma riporta anche che la sorveglianza sulle comunicazioni di tre anglofoni ha registrato solo “contatti terroristici minimi”.

In particolare, ” solo sette contatti ( 1% ) del totale registrato nelle intercettazioni dei tre radicalizers di lingua inglese sono stati segnati da SIGINT come affiliati ad un gruppo estremista o ad un gruppo militante pakistano. Un profilo precedente sulle comunicazioni di uno [degli obiettivi ] rivela che 3 dei 213 individui con cui si era messo in contatto tra il 4 agosto e il 2 novembre 2010 erano sospetti di essere vicini al terrorismo”- si legge nel documento .

Il documento registra che i tre obiettivi di lingua araba hanno più contatti con gli affiliati di gruppi estremisti ma non riporta se anche loro sono coinvolti in eventuali complotti terroristici .

Invece, la NSA ritiene che le persone sotto controllo, stiano facendo propaganda-radicalizzando e divulgando idee controverse via YouTube, Facebook e altri siti di social media . Il loro pubblico , sia in lingua inglese che araba, “comprende persone che non hanno ancora idee estremiste, ma che sono sensibili al messaggio estremista “- si legge nel documento. La NSA dice che i discorsi e gli scritti dei sei individui ricevono una eco maggiore in paesi come Regno Unito, Germania, Svezia, Kenya, Pakistan, India e Arabia Saudita .

La NSA è in possesso di imbarazzanti informazioni dichiaratamente sessuali su almeno due degli obiettivi, grazie alla sorveglianza elettronica della loro attività online . La relazione afferma che molti dati sono stati raccolti in ossequio ai programmi di sorveglianza che la FBI svolge nell’ambito della legge Foreign Intelligence Surveillance.

Il documento aggiunge: ” Le informazioni raccolte si basano in gran parte su comunicazioni di estremisti sunniti e le informazioni SIGINT provengono da fonti di prima mano con accesso diretto e sono generalmente considerate affidabili. “

Secondo il documento, la NSA ritiene che fare uso della sorveglianza elettronica per rivelare al pubblico le attività sessuali on-line può rendere più difficile per questi ” radicalizers ” mantenere la loro credibilità. “Concentrarsi sugli accessi a internet permette di scoprire i potenziali punti di vulnerabilità che possono essere ancora più efficaci se combinati con altre vulnerabilità che riguardano il carattere o la attendibilità del soggetto, per distorcere l’idea che il pubblico può avere del soggetto e dei suoi seguaci “.

L’elenco ALLEGATO
Riporta gli ” argomenti” trattati da ogni target sorvegliato, in base ai quali la NSA lo classifica come “radicalizer” e indaga anche sulle ” vulnerabilità ” personali potrebbero far perdere credibilità, se diffusi.

L’argomento che serve a selezionare il bersaglio è ” i non musulmani sono una minaccia per l’ Islam”, e trattare questo argomento viene considerato ” promiscuità online”.
Un altro obiettivo è un cittadino straniero che la NSA descrive come un ” rispettato accademico”, che è del parere che ” una offensiva della jihad sia giustificata”, questa è “promiscuità online” ma l’obiettivo viene anche descritto come uno che ” pubblica articoli senza aver verificato i fatti. ”
Un terzo soggetto definito radicale viene descritto come una “nota celebrità dei media” di base in Medio Oriente, che ha sostenuto che furono “gli Stati Uniti a perpetrare l’attacco dell’11 settembre “. Come punto di vulnerabilità, si dice che faccia “una vita brillante “.
Anche un quarto obiettivo che sostiene che “gli Stati Uniti si siamo attaccati da soli l’11 settembre “, viene definito uno che fa “uso ingannevole dei fondi pubblici. ” Il documento esprime l’augurio che il rivelare informazioni personali dannose alle loro immagini possa compromettere la percezione dei loro messaggi che proclamano ” devozione alla causa jihadista”.

L’ Huffington Post non sta ancora pubblicando i nomi e le professioni dei sei individui interessati; le accuse formulate dalla NSA sulle loro attività online non possono essere verificate .

Il documento non indica se la NSA ha un piano per discreditare questi sei individui, né se abbia già preso contatti privati con le persone comunicando di aver acquisito informazioni su di loro o se le vuole rendere pubbliche. Nel documento non si fa nessun cenno su possibili vincoli legali o etici sull’utilizzo della sorveglianza elettronica per fini di questo genere.

Mentre Baker e altri spingono per l’utilizzo della sorveglianza per infangare la reputazione di gente che la NSA considera “radicalizers”, in passato funzionari USA hanno già utilizzato una tattica simile contro leader dei diritti civili, attivisti dei movimenti per il lavoro ecc…

Sotto J. Edgar Hoover, l’FBI molestava gli attivisti e preparava dossier segreti sui leader politici, in particolare su Martin Luther King, Jr.
Quanto la sorveglianza dell’FBI su esponenti politici sia stata utilizzata, non è ancora stato completamente divulgato fino ad oggi, perché i fascicoli su certe persone vengono resi noti solo dopo la loro morte, come prevede il Freedom of Information Act.
Le informazioni raccolte dall’FBI spesso incentrate solo sul sesso – l’omosessualità era un’ossessione durante il periodo di Hoover – e sulle relazioni extraconiugali furono usate per ricattare i politici e per soddisfare le esigenze del bureau.

L’attuale direttore dell’FBI James Comey recentemente ha chiesto agli agenti dell’FBI di visitare il Martin Luther King, Jr. Memorial, a Washington per capire ” quali possono essere i pericoli che può causare chi con le proprie idee svolge attività di supervisione e responsabilità. “

James Bamford, un giornalista che segue la NSA sin dal 1980, ha detto che l’ uso della sorveglianza su comportamenti privati imbarazzanti è proprio quello che ha portato agli ultimi scandali scoppiati negli Stati Uniti.” Il funzionamento della NSA è stranamente simile alle operazioni che faceva l’FBI sotto J. Edgar Hoover nel 1960, che usava le intercettazioni per scoprire i punti deboli, come l’attività sessuale, per neutralizzare i suoi avversari. ” Allora, l’ idea fu del Capo dell’FBI più longevo nella storia degli Stati Uniti, oggi è stata del Capo NSA più longevo nella storia degli Stati Uniti.”

Questa polemica , ha detto Bamford, ha coinvolto anche la NSA . «Anche allora la NSA si prestò per intercettare King e altri con l’Operazione Minareto. Qualcuno poi riesaminando il comportamento della NSA lo defini “ disdicevole- per non definirlo illegale”.

Baker ha detto che fino a prova contraria si sta abusando di questa tattica e che si dovrebbe solo aver fiducia sul potere discrezionale della NSA. ” Gli abusi che hanno coinvolto Martin Luther King avvennero molto prima che nascesse Eduard Snowden e penso che ormai ne possiamo parlare come fatti storici, piuttosto che come scandali. Prima di dire : ‘Siamo preoccupati per quello che fa una persona, mi piacerebbe vedere le prove che quello che dicono sia vero, ma finora, di prove, non se ne sono viste.”

Jaffer ricorda anche che le lezioni della storia dovrebbero servire a far riflettere la gente se un “Presidente chiede alla NSA di screditare un avversario politico, un giornalista o un attivista per i diritti umani, usando informazioni personali carpite con sistemi di sorveglianza segreti “.

” Se la NSA ha usato questo suo potere in passato, sarebbe ingenuo credere che non vorrà usare questo suo potere, nello stesso modo, anche in futuro .”

ARGOMENTI PER I QUALI SONO PRESI DI MIRA I RADICALIZERS :


Free Image Hosting at www.ImageShack.us
Free Image Hosting at www.ImageShack.us

DOVE HANNO MANDATO I DOCUMENTI :

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

LA SORVEGLIANZA ELETTRONICA

Free Image Hosting at www.ImageShack.us
Free Image Hosting at www.ImageShack.us
Free Image Hosting at www.ImageShack.us

GLENN GREENWALD, RYAN GALLAGHER E RYAN GRIM
Fonte: www.informationclearinghouse.info

Link: http://www.informationclearinghouse.info/article36983.htm
28.11.2013

Traduzione per ComeDonChisciotte.org a cura di Bosque Primario

Pubblicato da Bosque Primario

  • clausneghe

    Non sono certo un “radicalizers” e nemmeno un simpatizzante dei muslin, ma voglio semplicemente osservare che a questi spioni invasivi si può contrapporre la loro stessa arma, e cioè spiarli a nostra volta, così come hanno fatto Anonimus, Snowden ecc. Usiamo la Rete per sputtanarli, rivelando le loro nefadendezze che vanno ben al di là di stravaganze sessuali o robe del tipo. Loro hanno segreti inconfessabili da mantenere, che vanno dai sacrifici umani agli avvelenamenti di massa, altrochè. Sono LORO, intendo i padroni degli spioni, a dover temere prima di tuttti la VERITA’.

  • ericvonmaan

    Non ci si può fare più nemmeno una pippa in santa pace

  • Primadellesabbie

    Fin qua niente di nuovo.

    La cosa cambia se pensiamo che nessuno può sapere che debolezze abbiano contraddistinto Carl Marx o Ignacio de Loyola a 16 anni. Ora grazie alle memorie elettroniche si potrà ricattare chiunque tranne i santi nati tali.

  • lucamartinelli

    si che puoi, ma non davanti al pc……

  • adriano_53

    Solo due cose sono infinite, l’universo e la stupidità americana, e sono sicuro della seconda.