Home / ComeDonChisciotte / LA GUERRA E' DICHIARATA
15257-thumb.jpg

LA GUERRA E' DICHIARATA

DI FRANCOISE GARTEISER

la-chronique-agora.com

A partire dal 1 settembre in Francia sono ufficialmente proibiti i pagamenti in contanti di somme maggiori a 1000 euro. In Spagna le grandi banche da tempo tassano i prelievi ai bancomat, come sottolineava Simone Wapler. Il Financial Times ha pubblicato qualche giorno fa un articolo per chiedere la soppressione di “quest’altro relitto barbarico” che sarebbe il contante.

Sul sito web France 2022, lanciato su iniziativa di Jacques Attali, c’è una pagina intitolata “Sopprimere la moneta fiduciaria” nella quale sono elencati tutti i vantaggi che deriverebbero dall’abbandono del contante. Uno di questi vantaggi, non da poco, sarebbe la “fine della trasmissione di germi attraverso le monete”.

Ma si, dai! Abbasso queste zozze banconote e queste monete appiccicaticce! Ma non fermiamoci qui: sopprimiamo anche i sostegni negli autobus e nei tram, ripugnanti superfici brulicanti di virus e di batteri che nuocciono alla salute pubblica! Come dite, scusa? Che sarebbe assurdo, tutti cadrebbero a terra? Ma cari signori, sarebbe per la vostra sicurezza!

Scherzi a parte, la guerra condotta dalle autorità al contante sta prendendo una piega sempre più aggressiva. E c’è una ragione, come spiegava Bill Bonnerin un articolo del 3 settembre scorso [pubblicato su La Chronique Agora, http://la-chronique-agora.com/cash-2/ N.d.T.].

“Se le autorità riusciranno a bandire il contante vi avranno completamente in loro pugno. Farete investimenti solo quando vorranno che voi facciate investimenti. Comprerete solo quando vorranno che voi compriate e comprerete solo ciò che vorranno che voi compriate. Sarete costretti a tenere il denaro in una banca – una banca che beninteso sarà controllata dalle autorità. Direte di “avere del denaro in banca” ma non sarà vero. Tutto quello che avrete sarà un credito presso la banca. In questa situazione, la banca avrà contante reale, ma non a sufficienza per soddisfare tutti i suoi impegni. Se questo attacco andasse in porto, attraverso una legge, vi ritroverete completamente senza soldi. Sarete sotto ricatto. Se le autorità vorranno obbligarci a spendere… o investire il vostro denaro, basterà loro imporre un tasso d’interesse negativo, che non è altro che una tassa. A Cipro hanno imposto sui conti correnti più sostanziosi una tassa del 50% semplicemente perché le banche non avevano abbastanza liquidi. In Argentina hanno fatto che chiuderli, e quando li hanno riaperti i depositi in dollari erano stati convertiti in pesos, con una perdita del 66%!”

“(…) Nel 2008-2009 quasi tutte le grandi banche erano sull’orlo del fallimento. Se riuscissero ad allontanarci dal denaro contante, questa situazione potrebbe non prodursi mai più. Perché le banche non avranno da far altro che servirsi nei nostri conti, con la totale approvazione delle banche centrali, dei governi e degli zombi che ci sono un po’ ovunque”. Mi sembra abbastanza, non vi pare?

È venuto il momento di riprendere quanto abbiamo perso in termini di indipendenza e diritto a disporre liberamente del nostro denaro. Qui alle Publications Agora ci stiamo già muovendo: unitevi a noi firmando la nostra petizione [disponibile qui: http://nonalasocietesanscash.fr/2015/08/17/184/ N.d.T.]. Più saranno i firmatari, più il nostro appello si farà sentire.

Grazie

Françoise Garteiser

Fonte: http://la-chronique-agora.com

Link: http://la-chronique-agora.com/la-guerre-est-declaree/

5.09.2015

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di MARTINO LAURENTI

Pubblicato da Davide

  • NicolaP

    In realtà, in Italia è già così da tempo per ragioni fiscali.

  • sotis

      Jacques Attali ? e chi cavolo è questo genio? che sia una nuova marca di vaselina millesimèe francese?

  • sotis

    Jacques Attali: "Grazie ai migranti l’Europa diventerà la prima potenza" che effetti meravigliosi fa lo champagne…..

  • ilsanto

    Veramente mi sembra una roba da medioevo, io , magari sono l’eccezione, ma ho 64 anni e da quando nel 1971 lavoro ho l’accredito sul conto corrente dello stipendio e dei pagamenti dei clienti, pago solo con bonifici, RID, o carta di credito o pos, non ho mai contanti, investivo solo via internet, ora purtroppo non posso più permettermelo, non ricordo più quando ho visto 100 euro in contanti. Ammesso che uno si conservi in casa i contanti che autonomia potrebbe avere qualche giorno ? e come paga una casa o l’auto, mi scappa da ridere cosa fà va in posta a pagare tutte le bollette ? boh contento lui ! non so neanche come fà con gli acquisti via internet che fà ci rinuncia ? mamma mia vedo le vecchiette alla esselunga che cercano le monetine per pagare la spesa e mi fanno pena ho persino chiesto di rendere obbligatoria la tessera per ridurre le code. Roba da matti.

  • Zret

    Il marchio. 

  • marcorice

    Attali, quello de: "Non è colpa nostra se la plebaglia europea ha creduto che la moneta unica fosse stata creata per i suoi interessi".

    Oppure, in riferimento a 35/40enni francesi senza lavoro:"Questa gente deve capire che non ci serve".
    E oggi sul sito del corriere è intervistato in veste di "futurologo"…
    In fondo è solo un povero banchiere sionista.
  • Jor-el

    Attali? E’ uno dei padri dell’UE, quello che ha buttato giù le prime bozze della Trattato di Maastricht! Il suo motto, quando era consigliere speciale di Mitterrand, era «Io odio i poveri». Ricordati bene questo nome, quando ti ammalerai e, finiti i soldi, ti cacceranno dall’ospedale: A-T-T-A-L-I.

  • Albertof

    E’ un economista, banchiere, scrittore. Gli viene attribuita, tra le altre, la frase: <<Ma cosa crede, la plebaglia europea: che l’euro l’abbiamo creato per la loro felicità?»

    Leggiti il più grande crimine di P. Barnard e lo troverai ben collocato, insieme a tanti altri, nel progetto di annullamento dei popoli europei grazie all’euro e compagnia bella

  • mazzam

    16 Faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi ricevessero un marchio sulla mano destra e sulla fronte; 17 e che nessuno potesse comprare o vendere senza avere tale marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome.

  • SanPap

    scusami se mi intrometto, ma stai confondendo Potere con Dovere

    una cosa è poter scegliere tra pagare con bancomat, carta di credito, carta di debito, bonifico ecc o contanti; e un’altra è dover pagare solo con quei strumenti

    nel primo caso sei banca/stato-dipendente, nel secondo una qualche autonomia, magari piccola, ma ce l’hai

  • melisva1

    Dominare il mondo è uno dei sogni più ambigui ed antichi, un sogno che spesso ha generato guerre, distruzioni e sofferenze. Questo sogno continua ad ossessionare ancora oggi una certa categoria di uomini.

    E se nel passato i tentativi avvenivano principalmente tramite la forza delle armi, oggi l’arma principale è la tecnica occulta.

    Nel 1976, un alto funzionario del Federal Reserve  Board , fece una conferenza sulla “Cashless Society” (società senza denaro). Il nocciolo del suo discorso era che entro alcune decadi tutte le forme di commercio del mondo industriale e di quello ad esso connesso sarebbero state condotte senza ricorrere al denaro.  Questo  nuovo “sistema” finanziario dotato di alta tecnologia permette un maggior controllo sociale e può essere utilizzato ai fini del vecchio diabolico sogno del dominio del mondo.  La nuova tecnologia (computer, internet, etc.) rende possibile un sistema in cui un Governo Nazionale o Internazionale potrebbe estrarre dai popoli tutte le informazioni necessarie al controllo delle loro vite e trasmettere agli uomini solo quelle informazioni che aiutano questo stesso controllo. Al fine di ottenere un’acritica e passiva accettazione delle carte, si attua una tecnica graduale.

    Se si dovesse arrivare ad avere una società totalmente priva di denaro, e completamente dipendente da una carta o altro strumento simile, sarebbe molto difficile potersi opporre a questa società e a chi ne detiene il controllo, perché chiunque fosse individuato come un contestatore, un “ribelle”, verrebbe isolato e neutralizzato facilmente tramite la disattivazione della sua carta.

    Elettronica finanza e controllo sociale…………Un segno dei tempi, concetto sostenuto anche da studiosi come Art Buskin (Chicago Tribune del 07/08/1975) : ogni volta che si usa una carta, il tempo e il luogo del suo uso vengono registrate nella memoria del conto , fino a dare la possibilità di ricostruire una figura completa delle attività giornaliere di una persona.

    Il “Grande Fratello” sta divenendo una realtà…………………  

  • mago
    E se la carta non funziona che fai ? a me stranamente con 6 card varie quella di una nota banca ho dovuto cambiarla 2 volte in 2 anni ….solo quella e sono talmente scazzato che aspetto la scadenza naturale per cambiarla o chiudere il conto..
  • mago
    Certo che ci hanno azzeccato..non solo quello..i mercanti nel tempio,babele sodoma e gomorra.. e quanto altro..
  • MarioG

    Sono d’accordo con quanto hanno risposto quelli che mi hanno preceduto.

    Perche’ forzare a eliminare il contante?
    La transazione a mezzo di banconote avviene tra due soggetti e la puo’ fare anche sull’Everest, quella elettronica ha sempre bisogno di tre soggetti, di cui uno controllore assoluto.
    Quando tutti saranno obbligati a pagare elettronicamente, ovvero saranno dipendenti dal servizio bancario secondo per secondo e in maniera continuativa, con chi se la prendera’ (oltre a se stesso) quando potranno lucrare su ogni minuscola transazione?
    Una banconota da 10 euro costa pochi centesimi e probabilmente passera’ di mano nella sua molte centinaia di volte. Rrisultato: costo di ogni transazione da 10 euro = frazioni di millesimi.
  • AlbertoConti

    Sulle transazioni in contanti nessuna banca può avere il controllo e tantomeno applicare commissioni. Questo è intollerabile, secondo l’ideologia bancocentrica privatistica! Ma come, la Banca, l’impresa per le imprese (Montezemolo da presidente confindustria), che non può mettere il becco negli affari tra Tizio e Caio? E’ un affronto alle istituzioni (private) che tanto hanno faticato ad usurpare il ruolo delle istituzioni pubbliche!

    Come si vede è soprattutto una questione ideologica, ma ancor di più simbologica, nel senso dell’ideologia fondata sui simboli. I contanti hanno una carica simbolica troppo grande, si vedono e si toccano, puoi perfino nasconderli nel materasso. Troppo eversivi, troppo pericolosi!

  • Truman

    A me sono i pagamenti elettronici che sembrano da medioevo. Sto in fila per pagare alla cassa del supermercato, finchè la gente paga in contanti la fila avanza, poi arriva quello con carta di credito e la fila rallenta. A volte manca la connessione e il pagamento non si può fare. Altre volte il lettore fa cilecca e non accetta il pagamento. Così un’operazione semplicissima con i contanti diventa a volte un’avventura. Per non dire che una volta ho provato a pagare con il bancomat, primo tentativo a vuoto, secondo pure, al terzo tentativo finalmente (con la gente che sbuffava dietro) il pagamento viene accettato. A fine mese vedo sull’estratto conto della banca che la spesa è stata caricata due volte. Infinite complicazioni ho avuto per cancellare quel doppio addebito.

    Ancora più complessi i pagamenti di cifre sostanziose, il contante non si può usare e nessuno ha fiducia negli assegni. Quindi per comprare un’automobile devo pagare in anticipo e poi aspettare che la concessionaria incassi l’assegno prima di poter ritirare l’auto. Quando c’era il contante c’era la possibilità di pagare in contanti e ritirare contestualmente l’auto. Adesso con la lentezza dell’elettronica passano parecchi giorni.

    Tutto va a rilento perchè queste lentezze arricchiscono i banchieri.

    A proposito, avete mai provato a pagare qualcosa in banca con un assegno di un’altra banca?

  • searcher

    secondo me E’ già diventata una realtà

  • searcher

    denaro sterco del demonio ed assume sempre di più il suo vero volto.

    un altro aspetto che secondo me spesso non viene tenuto in considerazione e’ che nell’uso del contante virtuale si viene a perdere anche quel briciolo di scambio umano che la carta ancora consentiva,percio sempre più isolati,dipendenti e automatizzati
  • Veron

    Il contante non sparirà mai del tutto. Questo è e sarà la linfa vitale degli evasori fiscali e soprattutto dei trafficanti di droga, armi ed esseri umani. Su questi traffici le banche lucrano profitti enormi. 

    Un consiglio: guardiamo al progetto POSITIVE MONEY, che risolve gran parte dei problemi legati a un sistema finanziario marcio e fuori controllo.

  • luis

    quando si parla di eliminazione del contante e obbligo di utilizzo di strumenti alternativi mi viene sempre in mente :

    Apocalisse 13:16-18
    Faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi
    ricevessero un marchio sulla mano destra e sulla fronte; e che
    nessuno potesse comprare o vendere senza avere tale marchio, cioè il nome
    della bestia o il numero del suo nome. Qui sta la sapienza. Chi ha
    intelligenza calcoli il numero della bestia: essa rappresenta un nome
    d’uomo. E tal cifra è seicentosessantasei.

  • natascia

    Un click e la moneta virtuale non e’ "momentaneamente" disponibile, un click e una persona muore, un click e cade un governo. Il click ha sostituito le vergate sulla schiena, la presa della Bastiglia ,l’ambulanza. Questa e’ non e’ nuova civiltà, piuttosto vecchia barbarie. Uno stile molto atzeco . Nel burrone vitelli, vergini, ignavi.