Home / ComeDonChisciotte / LA GRECIA E’ STATA CESTINATA DA MO’. SI TRATTA DI ALTRO. (CON UNA NOTA SUL REFERENDUM)
14954-thumb.jpg

LA GRECIA E’ STATA CESTINATA DA MO’. SI TRATTA DI ALTRO. (CON UNA NOTA SUL REFERENDUM)

DI PAOLO BARNARD

paolobarnard.info

Io non so perché nessuno lo dice. La Grecia non esiste, la Grecia NON ESISTE, nessuno nell’Eurogruppo, nessuno al Tesoro USA, nessuno nella City di Londra ne parla. Non scherzo, NON scherzo. I colloqui VERI sono su altro e certo non nelle conferenze stampa, non sul Sole 24 o sul Financial Times.

La Grecia l’hanno cestinata da un secolo, non conta un cazzo quello che fa o non fa, se sta in euro o no.

Il gioco, come ci spiegò l’anno scorso Goldman Sachs, è tutto nella guerra monetaria fra Dollaro USA ed Euro; sta tutto nella guerra interna fra il Quantitative Easing di Draghi (pro USA) e i disegni euro-egemonici della BUBA, cioè della Bundesbank. Non capite? Leggete due semplici righe un po’ più sotto.

La cosa da capire è sempre la stessa: tutto quello che leggete e sapete è fuffa. Ma chi va a leggere quello che voi famiglie non potete leggere, cioè io, vi dice questo, e tenetevelo a mente perché l’ho già scritto 100 volte, 100:

ESISTE LA POLITICA PER USO DOMESTICO, ED ESISTE LA VERA POLITICA.

La farsa della crisi greca e tutte le chiacchiere relative sono ad USO DOMESTICO. La VERA politica che si gioca in UE oggi è un accordo con Washington sui valori di cambio di Dollaro ed euro, in cui la Grecia già defunta è usata come spauracchio da ping-pong fra americani, Bruxelles e i Mercati (mentre Russia e Cina stanno disegnando la nuova moneta di riserva del mondo). Questi giocatori hanno in mente l’export (ecco perché il valore di cambio US$ ed euro conta), sono ossessionati dall’export, perché convinti che l’economia è solo export, che l’export è il futuro della Galassia (non hanno mai letto la Mosler Economics purtroppo)

Complotti? Bè, allora ditelo ai rapporti dello staff di Ian Hatzius a Goldman Sachs.

Ultima nota. Il popolo greco, noi e voi, siamo sempre roba da tritacarne. Cosa fare e come ribellarsi l’ho scritto per 15 anni. Ciao.

Paolo Barnard

Fonte: www.paolobarnard.info

Link: http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=1210

28.06.2015

R600x

REFERENDUM GRECO STOCAZZO. E TSIPRAROUFAKIS LO SANNO.
Il referendum greco è una farsa oscena imboccata ai greci per tenerli buoni.
Tsipraroufakis lo sanno benissimo. I vostri giornalisti non capiscono un emerito cazzo coi loro ridicoli “Tsipras eroe!”. Ma andate sul vasino…
Infatti l’Eurogrppo ha detto NO alla richiesta greca dei giorni necessari per fare il referendum. La PROPOSTA UE SCADE PRIMA. Quindi il giorno in cui i greci andassero a votare NON CI SAREBBE PIÙ UNA PROPOSTA UE SU CUI VOTARE. Come fare un referendum su una legge che non esiste più.
Tsipraroufakis lo sanno, e sono da impiccare.
29.06.2015

Pubblicato da Davide

  • SanPap

    si anch’io ho la sensazione che siano fissati con l’export … ma non può esserci export senza import; chi è che dovrebbe importare se i potenziali importatori sono proprio i maggiori esportatori ?

    La Cina doveva essere uno dei nostri acquirenti privilegiati (così dicevano nel 2000 e dintorni); infatti ci hanno invaso. Una banalità. Ho acquistato un spruzzatore per le piante: 80 cent !

    tre tipi di materiali plastici + una molla metallica (forse); stoccaggio in Cina e in Italia, trasporti vari (componenti chimici di base, prodotto finito), assemblaggio e confezionamento manuale (è proposto in una busta di cellofan chiusa con un vezzoso fiocchetto): 80 cent e ci hanno guadagnato produttori vari, trasportatori, magazzinieri, grossisti e dettaglianti. Dimenticavo mi hanno fatto lo scontrino; il che vuol dire 50% del costo se lo è fottuto lo stato italiano.

    Siamo proprio sicuri sicuri di voler competere con loro ? 

  • gnorans

    Lo spruzzatore per le piante fino a um pò di tempo fa lo rimediavi gratis, bastava riutilizzare un qualunque spruzzatore per detersivo.
    Adesso lo devi buttare perchè spruzza solo in modo "vaporizzato".
    Ah, mi raccomando: gettarlo nell’apposito cassonetto per plastica e metallo.

  • clausneghe

    Vabbè, corro a comprarmi la lametta…

  • Toussaint

    Ho pensato anch’io, per tanti anni, che fosse in atto una specie di guerra dollaro/euro. In realtà non è mai esistita. L’euro è solo un figlio handicappato del dollaro, mentre UE, Eurozona etc. sono il più grande atto di servilismo mai concepito (spintaneamente) dagli europei nei riguardi degli Stati Uniti. 

    La guerra in atto non è fra dollaro e euro, ma fra gruppi di potere al seguito di ideologie ed interessi particolari. Magaldi, ad esempio, ci ha detto qualcosa, al riguardo, e nessuno fino ad ora l’ha portato in Tribunale.
  • FlavioBosio

    Non fatevi coglionare da Bernard…

    A che serve la sovranità monetaria della MMT se non a combattere una guerra di valute incentivando l’export nazionale, il bue che da del cornuto all’asino.
  • FlavioBosio

    http://francescosimoncelli.blogspot.it/2015/06/le-guerre-tr . . . [francescosimoncelli.blogspot.it]

  • Simplicissimus

    Ero ansioso di sentire finalmente la Voce della Verità che come al solito non riesce a capire nulla di politiche e ormai annega nella sua mitomiania da pseudo economista. Siamo veramente alla regressione infantile e forse qualcuno dovrebbe dirglielo.

  • Eshin
  • Stodler

    Cambiato di nuovo idea e adesso si rifà pubblicare da CDC, grande giornalista, ma per il resto peggio del PD…

    Per il resto, per l’EU conta l’export, per gli USA mi sembra abbia sempre importato l’import…. o aspettti geopolitici del commercio internazionale.
    Chissà che qualcosa non cominci a muoversi anche negli USA. Sarebbe ora che anche lì, a sinistra, si muovessero un po’.
  • Stodler

    Più che altro a riequilibrare i saldi e a redistribuire le risorse a chi non ne ha.

  • Maxim

    ma non avevi detto che non avresti piu’ postato articoli su CDC ?

  • FlavioBosio

    E giá lo stato che "redistribuisce" le risorse al posto mio dimenticavo…

    Certo é che se anziché derubarmi delle suddette per redistribuirle me le lasciasse penserei io a redistribuirle, sapesse quanto sono bravo a redistribuire le risorse…
    Certo le redistribuirei soltanto tra chi lavora ed ha qualcosa da offrirmi in cambio generando così domanda di beni e servizi e quindi lavoro vero.
  • FlavioBosio

    Zitto, non dirlo ai creditori cattivi che hai una Porche in garage…

    Fingi di essere povero, in miseria ed accusali di affamare i tuoi figli, sennò vorranno metter le mani sulla Porche!
    Bastardi capitalisti che affamano i poveri greci!!!
  • Ossimoro

    E quanto dura lo spruzzino da 80 cent?

    Molti prodotti a costi stracciati hanno una qualità pessima… Il che significa che nel momento del bisogno resti con in mano un oggetto che non funziona più ed è irreparabile.
    Quindi il consumatore ci guadagna davvero?
    Non sarebbe meglio uno spruzzino da 4 euro, robusto e resistente?
  • Ossimoro

    E chi non ha lavoro e non lo trova, muoia pure di fame… 

    O è anche un problema della collettività?
  • Fedeledellacroce

    A dire il vero in un post di un mesetto fa Barnard disse che avrebbe pubblicato "solamente" su CDC.

  • Stodler

    Il fatto è che 4 giorni fa ha scritto questo:

  • Stodler

    Per lui, come per altri, probabilmente no. Che crepino pure i poveri, tanto dalla fabbrica neoliberista ne spuntano comunque tanti.

  • IVANOE

    Rispondo un po’ a tutti e non mi metto qui a difendere Paolo barnard perche’palestrati so’ già che s.incazerebbe, pero voglio dire questo: mi accorgo che vi commenti che leggo sono tutti contro barnard non su quello che dice o pensa perché a questo punto la critica ‘ e’ un diritto ma la critica viene fatta sempre su quello che rappresenta.

    Io credo che barnard esponga i fatti da un’altro punto di vista da un’altra dimensione piu globale piu professionale ( un po’ quando noi vediamo la nazionale e siamo tutti allenatori mentre in realtà chi veramente ci capisce e’ il tecnico l’addetto ai lavori ).Ecco barnard e’ questo e io lo leggo e lo apprezzo per questo.
    Può sembrare a volte incoerente ma oggi e’ tutto incoerente tutto quello che si fa e tutto quello che facciamo e’ un continuo partire fermarsi e riposizionarsi…
    E’ questo il punto e’ questo il male dei nostri tempi…
    Per quanto riguarda la Grecia il mio personale punto di vista e’ che sara’ un referendum farsa perché sono convinto ( se fossero vere le intenzioni di tispras ) di dire no, che già i galoppini dellaUE sono al lavoro per pagare profumatamente i caporali greci del voto di scambio che con una manciata di lenticchie e di promesse al vento compreranno i voti dei miserabili greci che presi per fame voteranno incondizionatamente per il Si .
    E su questo son d’accordo anche se in modo diverso con barnard che il vero potere e’ un mostro che noi nemmeno riusciamo ad immaginare….
  • illupodeicieli

    Il punto è che euro o non euro, Grecia o immigrazione o Isis, i problemi quotidiani di persone che "vivono dentro le proprie gabbie come galline", non sono in agenda , non sono riportate nell’ordine del giorno: quindi non esistono. Come dice Barnard per la Grecia, lo stesso vale per gli insegnanti italiani, per i commercianti, per gli esodati, per tutti coloro che se sono vivi o morti non importa di certo a nessuno. Di sicuro non alle persone che rappresentano o meglio che sono il vero potere (giusto per citare Barnard). Ma allora chiedo, a me stesso innanzitutto: se dei miei problemi non si interessa nessuno, forse è il caso che me ne curi io da solo. Ogni volta che sembra si possa arrivare al dunque (ci ricordiamo dei forconi?) ecco che arriva qualche altro problema che sposta l’attenzione e gli interessi verso altro. Penso che il referendum e la Grecia non possano essere di aiuto per i nostri problemi (veri). Quanto all’import o all’export nostrano, mi infastidisce sentire che va meglio l’industria quando ci sono meno posti di lavoro e il potere di acquisto delle persone è in calo: quando vedrò che ci saranno assunzioni o comunque posti di lavoro, quando leggerò che ci saranno nuovi negozi (veri, non franchising o centri commerciali Ikea o Auchan o Leroy Marlin), forse mi ricrederò perché non saranno solo le società ad aumentare il fatturato e a ricevere gli utili di fine anno, ma ci sarà aumento del consumo interno, la gente avrà ripreso a consumare.

  • IVANOE

    Quoto in pieno

  • senzaesclusiva

    Il prodotto di pessima qualità che dopo un po’ sei costretto a ricomprare ha sostituito il "cilco di vita programmato" di qulche anno fa, che permetteva ai consumi di tirare avanti…

  • Albertof

    Condivido pienamente la parte che riguarda Barnard e, come hai detto tu, non tanto perchè abbia bisogno di essere difeso ma solo per una sorta di parità di trattamento. Ho letto su CDC, sopratutto ultimamente, dei commenti che fanno letteralmente rabbrividire e nessuno che abbia detto una parola. Benissimo! Ma allora credo sarebbe più corretto e costruttivo commentare e, perché no criticare quello che scrive, magari confutando le sue "teorie" o proponendo ragionamenti alternativi più che dargli addosso solo per partito preso. Poi, per carità, ognuno pensi quello che vuole sul "personaggio". 

  • Fedeledellacroce

    Oops, me l’ero perso
    Grazie per il link

  • Fedeledellacroce

    in usa la sinistra vera, popolare, non esiste
    e se esistesse la metterebbero nella lista delle organizzazioni terroristiche

  • Earth

    Infatti oggi la Merkel ha detto se vince il SI si apre il dialogo.

    Cazzo barnard ultimamente le stai mancando una dopo l’altra.
  • ilsanto

    guarda che l’iphone come quasi tutto lo fabbricano in cina solo che se prendi un prodotto cinese lo paghi meno se invece preferisci comprare il marchio lo paghi di più perchè il risparmio se lo fottono le multinazionali,  leggi bene le etichette. 

  • ilsanto

    Non è che sono ossessionati dall’export è che hanno la bilancia commerciale con un passivo mostruoso e strutturale, USA 700 miliardi di dollari e GB anche peggio 300 con un PIL che è un sesto degli USA e quindi ogni anno devono trovare chi li finanzia.

    Ma se sul mercato c’è anche la concorrenza dell’EURO, e su CINA, RUSSIA e GIAPPONE non puoi più contare allora va da sè che dicano venghino signori venghino in questi lidi sicuri mica vorrete andare dai PIIGS e dal loro periglioso EURO e anzi se l’EURO scompare tanto meglio, voglio vedere poi che concorrenza mi faranno dracme, lire, pesetas, escudo.
  • SanPap

    e certo che lo butto nel contenitore, ho tutta casa piena di contenitori

    "trashPride" Marino fa la raccolta differenziata quando lo dice lui, il problema è che non si sa, anzi si sa ma non passano, aspettano che incazzato li chiami

    io per tornare faccio come Pollicino: lui seguiva la briciole di pane, io sacchetti non raccolti della differenziata; il problema sono i cani randagi che li distruggono e allora ti puoi perdere; ma non tutto è perduto puoi seguire i topi.

  • Notturno

    concordo