Home / ComeDonChisciotte / LA DE-DOLLARIZZAZIONE – CONTINUA: UK E CINA
13401-thumb.gif

LA DE-DOLLARIZZAZIONE – CONTINUA: UK E CINA

zerohedge.com

Dopo i primi incontri sulla de-dollarizzazione, c’è stato un turbinìo di movimenti anti-dollaro in giro per il mondo (anche per il passaggio del 90% dei clienti di Gazprom al pagamento non-dollar). Comunque, sulla scia delle “discussioni sull’alleanza anti-dollaro di ieri, DW scrive che la Cina giovedì prossimo vorrebbe avviare dei rapporti commerciali basati su Sterlina Inglese e renminbi.

Il China’s Foreign Exchange Trade System (CFETS) ha confermato che Sterlina e yuan potrebbero essere scambiati direttamente senza usare il dollaro USA come intermediazione.

Via DW,

Il China’s Foreign Exchange Trade System (CFETS) mercoledì ha dichiarato che la Nazione asiatica potrebbe iniziare un inter-scambio diretto usando renminbi e Sterlina Inglese già dal giorno seguente.

“Sterlina e yuan potrebbero essere scambiati direttamente senza usare il dollaro USA come intermediazione” si può leggere nella piattaforma commerciale.

“La mossa intende promuovere il commercio bilaterale e gli investimenti tra la Cina e il Regno Unito e facilitare l’uso del renminbi e della sterlina nel commercio internazionale bilaterale” ha commentato il CFETS.

La Cina già da molto tempo intrattiene rapporti commerciali in valuta direttamente con gli Stati Uniti e recentemente tra le sue opzioni ha aggiunto lo yen giapponese, il dollaro australiano, neozelandese e canadese, il rublo russo e il ringgit malese .

L’annuncio di mercoledì è avvenuto durante una visita del Primo Ministro cinese Li Keqiang nel Regno Unito e dopo la firma di vari contratti commerciali bilaterali.

La Gran Bretagna da parte sua ha cercato di trasformare Londra in un hub europeo per il commercio estero in yuan in concorrenza con Francoforte e Parigi. La Banca Centrale Cinese ha annunciato che è stata scelta la China Construction Bank, sua controllata, per creare una clearing-house in yuan a Londra.

Eppure : C’è rimasto ancora l’ Iraq che continua a usare il dollaro per i suoi scambi commerciali …



Fonte: http://www.zerohedge.com

Link: http://www.zerohedge.com/news/2014-06-19/de-dollarization-continues-china-starts-direct-trade-uk

19.06.2014

Il testo di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte comedonchisciotte.org e l’autore della traduzione Bosque Primario.

Pubblicato da Bosque Primario

  • ilsanto

    Beh dopo l’invasione Americana è comprensibile no ? ma penso che lo stranamente fosse appunto ironico.

    Sapevo che il dollaro era la moneta di riferimento nel commercio e come riserva e questo gli dava un ruolo eccezionale, ma ignoravo che si dovesse passare attraverso il dollaro per convertire due monete come sterlina e yuan . 
    In fin dei conti la Cina è la prima potenza industriale del mondo anzi ha quasi doppiato gli USA ( 5.900 G$ contro 3.250 ), ha quattro volte gli abitanti degli USA, ha scambi commerciali con il mondo intero ed ancora usa i dollari ?
    è una anomalia incomprensibile, forse volevano tenere un profilo basso per non allarmare l’impero.
     
  • Tetris1917

    La Cina l’euro non lo vede proprio. MatteoV, ti sembra interessante questo articolo?