Home / ComeDonChisciotte / LA DE-DOLLARIZZAZIONE ACCELERA

LA DE-DOLLARIZZAZIONE ACCELERA

DI TYLER DURDEN

I primi clienti di Gazprom stanno passando all’ Euros e al Renminbi, poi il Regno Unito ha firmato accordi di interscambio monetario con la Cina, poi la La Turchia, alleato NATO, taglia i legami e pensa alla de-dollarizzazione, la Svizzera è saltata dentro gli accordi di scambio monetario, e i BRICS hanno creato un proprio fondo – non fondato sul dollaro USA, e poi finalmente questa settimana, gli oligarchi russi hanno cominciato a mandare i soldi nelle banche di Hong Kong.

Ma questa settimana come scrive RT, le Banche Centrali di Russia e Cina sono arrivate anche ad un accordo monetario, che permetterà di incrementare i commerci con pagamenti nello loro rispettive valute interne e di tagliare i costi dovuti alla dipendenza dal dollaro USA nei pagamenti bilaterali. “Questo accordo stimolerà ulteriormente lo sviluppo di commerci diretti in yuan e rubli sul mercato interno degli scambi con l’estero di Russia e Cina,” ha riferito un portavoce Russo.

As RT reports,

Ai primi di luglio il Presidente della Banca Centrale Elvira Nabiullina ha informato che Mosca e Pechino erano vicine al raggiungimento di un accordo sui procedimenti da applicare alle operazioni di swap in valuta nazionale per stimolare il commercio. L’accordo è stato discusso durante il suo successivo viaggio in Cina.

Il Presidente Vladimir Putin, durante la sua visita a Shanghai dello scorso maggio, disse che la cooperazione tra le banche russe e cinesi stava crescendo, e che le due parti stavano verificando la strada migliore per sviluppare l’infrastruttura finanziaria.

Si sta lavorando per aumentare la quantità di pagamenti reciproci in valuta nazionale, e abbiamo intenzione di prendere in considerazione anche nuovi strumenti finanziari“, ha detto Putin dopo i suoi colloqui con il Presidente Xi Jinping.

Sembra che l’affare sia fatto

Le banche centrali di Russia e Cina si sono accordate sulle linee base per un contratto di scambio monetario, che consentirà ai due paesi di incrementare gli scambi in valute nazionali e liberarsi dalla dipendenza dal dollaro americano nei pagamenti bilaterali.

La bozza del documento tra le Banche Centrali della Russia e della Banca Popolare della Cina sugli scambi di valute nazionali è stata concordata tra le parti” ed deve ricevere solamente una approvazione formale, ha dichiarato il portavoce russo alla ITAR-TASS giovedì scorso.

La Banca Centrale russa non sta dando indicazioni precise sul volume degli scambi in valuta, né quando il progetto entrerà in vigore. Si dice che tutto dipenderà dalla domanda.

Secondo la banca, quest’accordo servirà come strumento accessorio per assicurare la stabilità finanziaria internazionale. Inoltre prevede la possibilità di ottenere liquidità nelle situazioni critiche.

L’accordo stimolerà ulteriormente lo sviluppo dei commerci diretti effettuati in yuan e in rubli sui mercati di scambi esteri domestici di Russia e Cina” ha dichiarato il portavoce russo.

Attualmente , oltre il 75% dei pagamenti relativi al commercio Russia-Cina sono effettuati in dollari USA, secondo il quotidiano Rossiyskaya Gazeta.

* * *

Come abbiamo ripetutamente spiegato in passato, più l’Occidente insisterà a fronteggiare, prendendo di petto la Russia, e più le sanzioni economiche la colpiranno, più la Russia sarà allontanata dal sistema commerciale dominato dal dollaro Usa per entrare in un nuovo sistema a cui si affacciano anche Cina e India.

Fonte: http://www.zerohedge.com

Link: http://www.zerohedge.com/news/2014-08-09/de-dollarization-accelerates-chinarussia-complete-currency-swap-agreement

9.08.2014

Il testo di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte comedonchisciotte.org e l’autore della traduzione Bosque Primario

Pubblicato da Bosque Primario