Home / ComeDonChisciotte / L’ UOMO DAI VOTI TUTTI UGUALI
11324-thumb.jpg

L’ UOMO DAI VOTI TUTTI UGUALI

DI ALESSANDRA DANIELE
carmillaonline.com

Quest’anno decidere come votare sarà particolarmente facile.
Infatti, per chiunque voteremo, comunque voteremo per Monti.

– Votare PD è votare Monti.
L’intenzione di Bersani di allearsi con il cosiddetto centro moderato era già stata dichiarata, e ufficialmente ratificata nero su bianco fin dalle primarie, insieme all’impegno a restare sulla rotta segnata dall’Agenda Monti. Anche se otterrà la maggioranza al Senato (il che è difficile) il PD si accorderà comunque col centro, in un governo che vedrà il successore di Berlinguer, il delfino di Almirante, e quello di Forlani prendere tutti insieme ordini da Monti.– Votare SEL è votare Monti.
Vendola è un’appendice del PD. Gli servirà a raccattare qualche voto in più a sinistra, per raggiungere la percentuale necessaria ad allearsi con Monti. Poi sarà espulso.

– Votare PDL e i suoi spin-off (Fratelli D’Italia, La Destra) è votare Monti.
Berlusconi è come sempre a caccia di voti fascisti. Se riuscirà nella sua improbabile rimonta, sarà lui ad aver bisogno di Monti per andare al governo. Entrambi sapranno mettere da parte le incompatibilità, perlopiù inventate dalla loro propaganda, per concentrarsi sugli interessi della comune classe socio-economica di riferimento, come hanno fatto per un anno. Berlusconi dichiarerà ”Monti è una sanguisuga, una grande risorsa per il paese, l’ha portato alla rovina, solo lui può salvarlo. Monti è un comunista, il garante delle riforme liberali, l’abbiamo combattuto con tutti i mezzi, è il nostro alleato naturale”. Nessun berlusconiano obietterà.

In caso di sostanziale pareggio PD – PDL, Monti potrà scegliere il miglior offerente.

– Votare Lega è votare Monti.
La Lega è più che mai un’appendice di Berlusconi, ed è come sempre disposta a tutto pur di stare al governo, anche allearsi con chi ha insultato fino a un’ora prima. Con Berlusconi lo fa da decenni.

– Votare M5S è votare Monti.
Grillo rifiuta programmaticamente ogni alleanza. Quanto più sarà ingombrante e rumorosa la sua pattuglia di Sturmtruppen in Parlamento, tanto più Monti potrà chiedere e ottenere un governo d’unità nazionale contro la minaccia dell’ingovernabilità, dell’antipolitica e della deriva populista.

– Votare Rivoluzione Civile è votare Monti.
Il Senato è irraggiungibile per l’eterogenea lista-scialuppa di Ingroia. Se otterrà il quorum almeno alla Camera, ci manderà al massimo Ingroia, Di Pietro, e un paio di profughi rifondaroli tristemente mescolati a celerini, scilipoidi dipietristi, e avanzi grillieschi, che discorderanno su tutto, non conteranno niente, e serviranno solo al PD per proclamare ”l’inaffidabilità della sinistra” e l’ineludibile necessità dell’alleanza esclusiva con Monti.

– Votare una qualsiasi delle liste minori è votare Monti.
Non raggiungeranno il quorum per entrare in Parlamento. Riusciranno solo a sottrarre qualche manciata di voti ai partiti maggiori, che saranno un po’ più deboli nelle loro trattative con Monti.

– Astenersi è votare Monti.
Le elezioni saranno valide comunque. E se il tasso di astensionismo e schede bianche/nulle sarà particolarmente alto, Monti potrà chiedere e ottenere un altro governo tecnico per il dimostrato fallimento della politica.

Il sobrio professore, il tecnico disinteressato, il servitore dello Stato.

C’era da aspettarselo.

Alessandra Daniele
Fonte: www.carmillaonline.com
Link: http://www.carmillaonline.com/archives/2013/01/004606.html
28.01.2013

Pubblicato da Davide

  • IVANOE

    Tutto giusto ed è quello che ci hanno fatto pensare fino ad oggi, più per scoraggiare la gente ad andare al voto perchè è quello a cui tendono il PDL e sopratutto il PD – CGIL e COOP ROSSE in modo da far diventare determinanti i voti vincolati dai loro mili-tonti ossia le persone di apparato che si nutrono degli avanzi di bersani, camusso e company.
    Probabilmente sarà così astensione record al 57-60% e voti validi e orientati quelli delle persone di apparato politico, però c’ èun però una variabile impazzita che secondo me è la LEGA.
    La LEGA è una setta e non un partito che mischia piccoli imprenditori con alcuni grandi imprenditori assieme agli operai e tutti insieme generano un populismo genuino che tende a fare un unico corpo elettorale che va al di la dell’interesse della pagnotta ma sono uniti spesso come una unica famiglia rasentando quello che può essere un’associazione mafiosa….
    Maroni e gli altri della nomenclatura che sicuramente sono abili e propensi all’inciucio sanno perfettamente che se fanno una cazzata del genere probabilmente verrebero linciati nella peggiore delel ipotesi o nelle migliori cacciati via e sostituiti da altri che toglierebbero l’appoggio al PDL e il PDL sà cjhe non può permetterselo almeno per i prossimi tempi anche perchè dentro la Lega c’è un personaggio come G. Tremonti che sà molte cose del berlusca e company…
    Chi vota per la LEGA non è vero che vota per monti, penso che l’unico partito che veramente è avverso dal ssitema politico è proprio la LEGA proprio per la sua rete trasversale dei suoi ceti socilai che la compongono.

  • lucamartinelli

    Forse. In realtà questo articolo dice la verità in modo intuitivo, senza rendersene conto. Tutto vero, votare non cambia nulla, è solo una farsa o meglio il contentino per il popolo bue, becero e semianalfabeta, per rinforzarlo nella favola della democrazia. Il vero potere sta altrove, porta il cappuccio e il grembiulino verde ed è illuminato. Il resto favole, appunto.

  • daveross

    Votare M5S non è votare Monti, perché, a differenza degli altri è voto utile. L’utilità – che dipende da un suo successo oltre il 15% – sta nel fatto che farà opposizione per promuovere un metodo: quello della trasparenza e dell’ampiamento della partecipazione nelle istituzioni pubbliche.

    Sì, le prossime elezioni porteranno ad un Monti-bis o ad un Bersani (Monti moderato). Ma le elezioni successive, magari le europee, saranno probabilmente una rivoluzione.

  • pimpiu88

    Votare Marco Ferrando NON è votare Monti. Nella farsa del voto, almeno non sparisca ciò che è l’unica alternativa a questo stato di cose. Che resti quella che poteva essere un’alternativa, che si possa dire -c’era! Così chi ha sbagliato possa capire dove ha sbagliato. Se sparisce pure quello, non rimarrà nemmeno la memoria.

  • robotcoppola

    Tutto giusto eccetto il voto al M5S.

    In questo caso voti CONTRO la politica di monti senza se e senza ma!

    Ognuno si prenda le proprie responsabilità 😉

  • Aloisio

    cara Alessandra, ti piacerebbe che votare M5S sia come votare monti, ma NON è così.Il qualunquismo “sono tutti ladri sono tutti inutili,non funziona.Almeno per quanto mi riguarda. Ti è andata male.

  • daveross

    Marco Ferrano non sa cosa c’è in giro. E se lo sa, non gli importa un fico secco di darsi da fare per davvero fintanto che i sui 2-3 ‘compagni’ illusi lo votino per magari sedersi su qualche poltrona. Insomma, con 5.000 euro al mese lo tieni ben tranquillo…

  • tania

    Allora anch’io purtroppo , seguendo questa ratio , darò una mano a Monti perchè credo che non voterò . Credo di non riuscirci . Ci sarebbero Rivoluzione Civile o il PCL di Ferrando . Ma ho una profonda antipatia verso Ferrando oltre che per una certa demagogia anche perchè lo ritengo capace , se si trovasse in minoranza , di dividere il suo microscopico partito pur di esser leader di qualcosa . Rivoluzione Civile è infarcita di situazioni per me indigeribili : troppe , sia nella forma che nella sostanza . Gli altri partiti/movimenti non li considero nemmeno . Quindi , a questo punto , spero solo che la prossima legislatura sia breve .

  • Delusidalbamboo

    E’ incredibile come un articolo quasi tutto giusto possa rivelarsi uno strumento per la DISINFORMAZIONE.

    Il voto dato al M5S è l’unico credibile voto CONTRO Monti.

    E’ vero che un forte M5S unirà le forza montiane (antidemocratiche)contro il tentativo dei cittadini di riappropriarsi della loro sovranità.

    Però è anche vero che, da un lato, smaschererà i partiti del PUDE (Partito Unico dell’Euro) impedendo loro di ricoprire contemporaneamente i ruoli di maggioranza e “finta opposizione”.

    Dall’altro, una forte opposizione reale impedirà loro di emettere impunemente leggi assassine come quelle di questo ultimo anno.

    Quindi, prima di votare, ricordiamoci che non è vero che i partiti sono tutti uguali: sono i partiti del PUDE che sono tutti uguali in quanto, in realtà, sono un partito unico.

    Guido Mastrobuono – http://www.delusidalbamboo.org [www.delusidalbamboo.org]

  • clausneghe

    Se invece il M5* otterrà la maggioranza relativa non sarà affatto un voto utile al Bombanchiere & c., in quanto li manderemo TUTTI a casa, nel senso che non potranno più continuare con i loro sporchi giochetti, li controlleremo. Con buona pace della rassegnata Alessandra.

  • Ercole

    Proletari non andate a votare,rifiutate questo inganno, il nostro non e un invito alla passivita, o alla rassegnazione,anzi:il nostro voto lo daremo sui posti di lavoro ,e nelle piazze se decidiamo finalmente di fargliela pagare.Chi difende i proletari in parlamento? NESSUNO.Borghesi e proletari hanno interessi contrapposti e inconciliabili.Il parlamento e le istituzioni sono gestiti dai padroni che possiedono e gestiscono i capitali,le banche ,e le industrie ,sono gli strumenti giuridici e repressivi della borghesia ,sono completamente funzionali all’attuale sistema economico,che ogni giorno genera :crisi ,disoccupazione ,precarieta, fame ,e guerre.

  • pimpiu88

    Caro mio, la gran parte delle persone con 5000 euro al mese la tieni tranquilla, anche meno. Il problema è proprio questo, e Ferrando ne è l’unico portavoce. Che resista la memoria di un sistema alternativo a quello capitalistico mi sembra l’unica cosa importante a questo punto dove siamo arrivati. Che se mai rimarranno testimonianze, possano dire: c’era un’alternativa. Se resta pure il tuo commento, potranno dire: si, ma non erano all’altezza. D’accordo con te sui compagni illusi. So che mai si realizzerà nulla di simile, e so anche dell’ineluttabilità della morte. Nonostante ciò, continuo nella ricerca spirituale, così come m’illudo in quella politica. Tutto quello che si può fare per la società lo si fa nelle azioni di tutti i giorni, non certo con il voto. Io il mio cerco di farlo, Marco Ferrnando mi sembra altrettanto, e quindi ha il mio appoggio. Chi vive sperando morirà pure cagando, chi non spera invece è morto dentro un mare di merda. Preferisco la prima. Si sa mai che alla fine dei conti si riesca a fare uno stronzo ben formato.

  • pimpiu88

    Caro mio, la gran parte delle persone con 5000 euro al mese la tieni tranquilla, anche meno. Il problema è proprio questo, e Ferrando ne è l’unico portavoce. Che resista la memoria di un sistema alternativo a quello capitalistico mi sembra l’unica cosa importante a questo punto dove siamo arrivati. Che se mai rimarranno testimonianze, possano dire: c’era un’alternativa. Se resta pure il tuo commento, potranno dire: si, ma non erano all’altezza. D’accordo con te sui compagni illusi. So che mai si realizzerà nulla di simile, e so anche dell’ineluttabilità della morte. Nonostante ciò, continuo nella ricerca spirituale, così come m’illudo in quella politica. Tutto quello che si può fare per la società lo si fa nelle azioni di tutti i giorni, non certo con il voto. Io il mio cerco di farlo, Marco Ferrnando mi sembra altrettanto, e quindi ha il mio appoggio. Chi vive sperando morirà pure cagando, chi non spera invece è morto dentro un mare di merda. Preferisco la prima. Si sa mai che alla fine dei conti si riesca a fare uno stronzo ben formato.

  • Allarmerosso

    Ercole scusa ma certe tue affermazioni sono veramente al limite del ridicolo
    per non dire assolutamente anacronistiche e assolutamente mal calcolate.
    Parli ancora di Borghesi e Proletari ma te ne rendi conto ??? Ci sono imprenditori che si sono suicidati perchè ha pagato gli operai e non avevano più soldi per pagare le tasse.
    Scusami ma non hai capito un cazzo se parli dei banchieri e dei padroni dell’alta finanza inquadrandoli come borghesi.

  • pimpiu88

    Te pensi che invece quando vedono la torta continueranno a fare i cittadinelli vergini? Suvvia.. questione di tempo. Comunque con alcune cose che dice Grillo sono pienamente d’accordo, soprattutto quando fa appello alla responsabilità di ciascuno. E ascoltando i candidati delle piazze, alcuni, nella loro confusione, si avvicinano anche alle cose che dice Ferrando. Il problema è che se non fossero stati lobotomizzati per 20 anni, farebbero più paura, altro che web. Vedi Portogallo. Ma arriverà comunque quel momento.

  • Giancarlo54

    Mi sembra che la Daniele la faccia troppo facile, la sua analisi è troppo Monti-centrica e potrebbero esserci delle sorprese. Se PD e SEL conquistano la maggioranza anche al senato, potrebbero anche essere tentati di governare da soli, io non lo escluderei.

  • Johann

    Tutti: Bersani, Casini, Berlusconi, Vendola hanno appoggiato Monti, ma solo per interesse, non certo per convinzione o condivisione.
    Se Monti sarà, quanto durerà ?
    Si vedrà dal numero dei Ministri e dei Sottosegretari.
    Più saranno meno durerà.
    Dovranno comunque prendere atto di un PIL in continuo calo, risorse in declino, disoccupazione in aumento, malcontento popolare sempre più manifesto.
    Tanti Auguri di Buon Governo a tutti i Monti-Bersani-Casini-Berlusconi-Vendola eletti a Carnevale.

  • Johann

    Tutti: Bersani, Casini, Berlusconi, Vendola hanno appoggiato Monti, ma solo per interesse, non certo per convinzione o condivisione. Se Monti sarà, quanto durerà ? Si vedrà dal numero dei Ministri e dei Sottosegretari. Più saranno meno durerà. Dovranno comunque prendere atto di un PIL in continuo calo, risorse in declino, disoccupazione in aumento, malcontento popolare sempre più manifesto. Tanti Auguri di Buon Governo a tutti i Monti-Bersani-Casini-Berlusconi-Vendola eletti a Carnevale.

  • yago

    Visto che saranno eletti a carnevale:

    Carnevale vecchio e pazzo
    s’è venduto il materasso
    per comprare pane e vino
    tarallucci e cotechino.
    E mangiando a crepapelle
    la montagna di frittelle
    gli è cresciuto un gran pancione
    che somiglia ad un pallone.
    Beve, beve all’improvviso
    gli diventa rosso il viso
    poi gli scoppia anche la pancia
    mentre ancora mangia, mangia.
    Così muore Carnevale
    e gli fanno il funerale.
    (G: D’Annunzio)

  • Ercole

    Il capitalismo e cambiato da quello del secolo scorso:nel secolo scorso c’era il capitale,il lavoro salariato,il denaro, le merci ,la concorrenza, i monopoli ,le banche,il profitto ,la divisione in classi sociali .Se per te questo e scomparso mi pare che di anacronistico ci sia solo la tua analisi.Se mi dici a quale classe economica appartengono banchieri ,padroni ,e alta finanza te ne sono grato.

  • Aironeblu

    Be’, se davvero così fosse, se qualsiasi cosa facessimo equivarrebbe a votare Monti, allora a maggior ragione voterò M5S, almeno posso sperare in qualcuno all’interno del parlamento che faccia un’opposizione reale e soprattutto ci racconti cosa si trama.

  • stimiato

    Sono tutti ladri sono tutti inutili. Il sistema è strutturato così. Se non ci credi, prova tu a fondare un partito, magari su internet, come Grillo, e poi mi racconti.

  • nuvolenelcielo

    Certo, prendere un’aspirina è votare Monti e bere il caffè è votare Monti eccetera. E tutti i colori sono neri di notte. In realtà votare M5S, o anche Lega o Berlusconi o Ingroia non è votare Monti, ci sono gradazioni di vicinanza o lontananza a Monti ben visibili e definite, poco importa se Monti andrà comunque al governo, si vota per creare una crisi al futuro governo Monti, e l’entità e la natura di questa crisi sarà stabilità dal grado di lontananza e ostilità dei membri del parlamento all'”ultracentrismo” di Monti. Piuttosto semplice.

  • AlbertoConti

    Se nessuna opposizione può fare qualcosa contro Monti, ci sono sempre le uova marce. Tuttavia anche l’1% di probabilità di opposizione è sempre molto meglio dell’astensione. Quindi votiamo, non lasciamoli “vincere facile”, proprio adesso che la verità comincia a venire a galla, grazie alle fognature intasate sotto le banche.

  • yago

    Giusto. Non votare significa demandare le scelte a chi vota e siccome la maggioranza vota A B C non votare significa votare per loro. Il rimborso ai partiti viene inoltre diviso per quote che comprendono l’intero elettorato. Non votare pertanto significa dare soldi ai maggiori partiti.

  • RicardoDenner

    Bè..alla Lega interessa ormai poco la politica nazionale..vuole le Regioni e da lì imbastire richieste..

  • massi

    Contro la politica di Monti senza se e senza ma?
    …ne riparleremo.

  • robotcoppola

    No, sul M5S sei COMPLETAMENTE fuori strada e prima di scrivere dovresti informarti meglio.

    1. grillo non si candida!
    2. il M5S è l’UNICA forza politica che RINUNCIA ai rimborsi elettorali e non li ha mai presi finora. Stiamo parlando di DECINE di milioni di €uro!!!!
    3. i candidati sono soliti a ridursi lo stipendio e redicontare via web tutti i rimborsi presi. Tutto è trasparente.
    4. tutti gli altri partiti/movimenti NON rinunciano ad un solo € dei punti 2. e 3. di cui sopra! Compreso il movimento FAKE di ingroia.

    Quindi tra il M5S e tutto il resto c’è solo un ABISSO 😉

  • surfgigi

    la democrazia così come viene concepita e messa in atto oggi è il cavallo di troia che permette di far esercitare il vero potere a quel 2% di popolazione del mondo che controlla il 90% delle risorse del pianeta.per quel che riguarda il voto in italia il mese prossimo vorrei esercitare un voto punitivo,un voto contro,un voto che gli faccia male …

  • A

    – E leggere Carmilla è votare Monti.

  • Fedeledellacroce

    E un ex padrone che, per una ragione o per l’altra, non ha piú una lira, come lo chiami tu, professor rivoluzione?

  • albsorio

    Direi così, se fossi un elettore del PD,PDL, Lega etc…. Voterei M5S per punire chi mi ha tradito. IMU, IRPEF, IVA, TARSU hanno avuto anche i voti del PDL? Si, A CASA. Articolo 18, pensioni etc…, hanno avuto il voto del PD? Si, A CASA. Lega, dopo 20 anni ha ottenuto la possibilità di tassare i propri cittadini di più se vuole soldi, questo il federalismo fiscale, poi il cerchio magico… A CASA.—- Votare M5S non è dare i voti all’antipolitica è LEGITTIMA DIFESA.—- Alle prossime elezioni bisogna votare senza ideologia nè pietà, abbiamo solo una piccola possibilita, M5S.—- Tu che ti hanno tolto ogni speranza per un futuro degno, dagli un calcio in culo con una ics su M5S, è una delle poche cose gratis che sono rimaste in Italia 🙂

  • Writermax

    Che delusione Alessandra, questo asserire che qualsiasi voto sia per Monti è veramente una cosa misera.

    Forse una pausa ed un astensione dallo scrivere potrebbe farti bene, trascorri un po’ di tempo a pensare serenamente alle cazzate che hai scritto.

    Buon riposo!

  • Denisio

    Se ci provo io o ci prova uno qualsiasi…hai ragione ma BG non è mai stato uno qualunque, anzi ha avuto un passato scomodo come personaggio per le reti Tv con le quali ha lavorato, si giudica anche pensando agli ideali che l’hanno spinto in questa avventura e dalla sua coerenza , non è facile fare un tour di piazze se sei in malafede per mille ragioni. L’unica cosa sensata è capire le cose leggendo l’attualità attraverso personaggi come lui che apparentemente possono sembrare poco seri perchè non incarnano lo stereotipo della persona di successo tipo il cavaliere, ormai ho capito che questi stereotipi sono … sterili .

  • cardisem

    Non apprezzo questo articolo…

  • karson

    sono d’accordo con te, cercano di fare di tutta l’erba un fascio x disorientarci… sono quelli che in realtà nn vogliono cambiare niente perché a loro le cose stanno bene così… FORZA GRILLO!!

  • marcao

    bla bla bla capitalismo….bla bla bla proletari….bla bla padroni…bla bla bla rivoluzione e che palle sei un disco rotto….ma quanto ti danno per scrivere sempre le stesse cazzate?

  • Ercole

    anche io potrei farti la stessa domanda per quello che scrivi tu, caro Marcao

  • Ercole

    Io lo definisco ex imprenditore proletarizzato (caduto in poverta)P.S.quando una persona decide di lavorare in proprio deve necessariamente calcolare i rischi a cui potrebbe incorrere,se riesce a competere sul mercato e fa profitti ,li intasca lui ,se fallisce per colpa della concorrenza ,rientrera nei ranghi della societa meno abbiente vive la condizione di un proletario ,lo stesso accade a chi viene licenziato ,anche il lavoratore puo rimanere senza soldi ….deve porsi il problema della lotta e della sopravvivenza e prendersela con chi lo ha ridotto in questa condizione ,il capitalismo .

  • Ercole

    Non ci si difende dal parlamento borghese e dalle malefatte di chi ci ha tartassato ,mettendo una croce su un simbolo(M5S) ma con la lotta ,e mettendo al bando il capitalismo,il riformismo e fallito.Con la pratica del voto non si fa altro che giustificare il sistema vigente ,e la nostra sottomissione.

  • Fedeledellacroce

    di marcao il Lunedì, 28 gennaio @ 16:09:34 CST
    (Info Utente | Invia un Messaggio)

    bla bla bla capitalismo….bla bla bla proletari….bla bla padroni…bla bla bla rivoluzione e che palle sei un disco rotto….ma quanto ti danno per scrivere sempre le stesse cazzate?

  • Allarmerosso

    Ci sono imprenditori caro mio che si fanno il culo mille volte più di un operaio e ne pagano pure uno … togliti le etichette dal cervello che ti fanno male e comincia a guardare alla semplice realtà del mondo che è fatta di persone. I banchieri e i capitani dell’alta finanza capitalistica sono oligarchi ed è il nostro unico grosso problema Borghesia e Proletariato sono vecchi titoli tanto quanto sono vecchi i sistemi di cui TU parlavi prima e quegli oligarchi godono a sentire discorsi come i tuoi perchè accrescono il vecchio dividi et impera che li rende sempre più “pochi” che comandano i molti divisi fra loro e se la ridono pure … !!!

  • nuvolenelcielo

    metti il prezzo delle pistole e dei mitragliatori sul tuo prossimo post, altrimenti sembri Geppetto

  • jcache

    Ma che cos’è questa storia? La prima vera opposizione, antipartitica, antisistemica, innovativa nella storia della nostra repubblica e con una potenza di fuoco notevole (nel senso delle argomentazioni, di idee vere e forza per sostenerle) si appresta ad entrare in parlamento e l’articolista lo liquida come un voto a Monti?
    Eh no… a questo non ci sto. Ultimamente su CDC vedo ripetuti tentativi di scoraggiare gli italiani e farli ripiombare nel loro millenario qualunquismo. Proprio quello che ci ha impedito la ribellione e portati fin qui!
    Non va, non va…. cambiamo registro.

  • jcache

    Ahahah. Grazie di aver esplicitato il mio pensiero.

  • jcache

    Alla democrazia o ci si si crede e si vota e si partecipa alla vita attiva, oppure si fa la rivoluzione. Stare fermi per me non è una soluzione, perché avantaggia solo la concentrazione dei poteri già consolidati quindi non la considero un’opzione sensata.
    Tu a quale schieramento appartieni?

  • jcache

    Sarebbe a dire?

  • RicBo

    chiaro, limpido, efficace. non votate.

  • Mattanza

    Finche ci sara’ la propieta’ privata dei mezzi poroduttivi ci saranno borghesi e proletari,altro che, caro mio!
    Se poi i borghesi,piccoli medi imprenditori che stanno chiudendo per la crisi o facendo meno soldi di prima, soffrono dei soprusi dei grandi burattinai…e voglion far gruppo coi proletari…non abbiamo interessi comuni,economicamente parlando.
    La differenza di qualita’ di vita,sostanziale,abissale,tra chi non possiede i mezzi per produrre e chi si,e’ innegabile.
    Il capitalismo e’ il problema.
    E gli imprenditori,piccoli anche, ne sono una espressione.

    Nessuno qui sta a dire che gli imprenditori non stanno impegnati ore e ore,certo non si spaccano la schiena pero’ come un operaio,non dire cazzate dai,vai di piccone o mazzetta e scalpello,poi me lo vieni a raccontare!

  • Hamelin

    Articolo fazioso.
    Sarebbe dovuto partire da un punto ben preciso , l’Art 1 della Costituzione che è stato Violato.
    L’Italia non essendo piu’ un paese Sovrano ( Vedi Sovranità Monetaria e di Bilancio ) non è piu’ un paese Democratico .
    La sovranità non appartiene piu’ al popolo ma all’ Unione Europea .
    La pagliacciata delle votazioni ( sistema dell’espressione di scelta democratica ) dovrebbero essere buttate nel cesso ,in quanto praticamente inutili ( sono solo spese e basta ) .
    Purtroppo la gente ignorante crede e crederà di essere in Democrazia semplicemente fino a quando i suoi rituali e le sue consuetudini formali verranno rispettate.
    A mio avviso quindi astenersi è la cosa corretta , il voto non significa piu’ nulla indipendentemente se dal punto di vista formale venga eletto Pippo , Pluto o Paperino , perchè tanto chi comanda è un gruppo Internazionale , non eletto da nessuno .
    Com’è possibile che la gente non riesca a sentire i rintocchi delle campane a morto per lo “Stato Nazionale” e si ostini contro ogni evidenza a credere ancora in esso , per me questo è un mistero…

  • Primadellesabbie

    Mancano 25 giorni, se le astensioni arrivassero ad una quota allarmante farebbero un certo effetto, sono pur sempre l’espressione di una volontà (l’Europa avrà tanti difetti ma non può permettere un golpe militare). Il limite di questa opzione sta nel fatto che non c’é ricambio: sono tutti uguali, della stessa estrazione.

    L’opzione Grillo, raggiungendo numeri importanti, potrebbe dare un grosso scossone e, con un comportamento coerente e con un po’ di fortuna divenire un punto di riferimento (Grillo se lo meriterebbe). Il rischio di questa scelta é che, entro certi limiti, si tratta di un salto nel vuoto, potrebbe essere una mandria di cavalli ingovernabili (é difficile, in questo Paese, acquisire una cultura alternativa e costruttiva).

    L’essenziale é non frazionarsi: mettetevi d’accordo, sforzatevi di mettervi d’accordo.

  • Tetris1917

    L’unico voto utile, è il voto venduto: io ti voto, qualsiasi politicante tu sia, e tu mi dai 100, 200 euro o altri benefici. Questo è quello che avviene nel 60-70% dei voti: vendita coatta. O pensate che la ggente abbia ancora categorie politiche valide in cui credere? Quindi abbiamo un 60-70% dei voti manipolabili, contro un 30-40% ancora in liberta’. E’ in questa percentuale di minoranza che i partiti perdenti, continueranno a sbattere e a perdere. Forse le mazzate impartite da Berlusconi, il piu’ grande compratore di voti al mondo, al resto della politica nel 94, 2001,2008 non e’ bastata? La politica seria è la furbizia e la tenacia dei pochi che s’impongono alla grande disorganizzata massa, e ai capi di mezza tacca di riferimento.

  • Masaccio

    Ho letto l’inizio dell’articolo con interesse, ma arrivato alla frase dove si parla del Berlusca e dei fascisti ho deciso di lasciar perdere. In un articolo serio non c’è spazio per certi discorsi ridicoli degni d’una pellicola di Muccino.

  • surfgigi

    vorrei essere tricoteur ma per ora ripiegherò su m5s

  • clausneghe

    Hai perfettamente ragione quando dici che l’unico voto utile è quello venduto, se in cambio di qualcosa di importante, meglio. Difatti,io che sono disoccupato(la fabbrica Federal Mogul bs ha chiuso) senza salario,senza conto in banca,in poche parole al verde e disperato perchè mi dicono, ste stronzi,che sono troppo vecchio per lavorare,ma troppo giovane per la pensione. E allora, Beppe e il M5* mi dicono che da subito,cioè da Marzo, io avrò 900-1000 euro..Questo già mi basta per votarli e te lo dice uno che non votava più da anni.

  • Ransome

    Non sono d’accordo che votando M5S sia come votare per Monti.
    Ammiro Grillo per quello che sta facendo.Avrebbe potuto rimanere nella sua villa a godersi i suoi milioni o avrebbe potuto farne altri vestendo i panni del comico di regime dicendo qualche cazzata sul Berlusca e invece con questo freddo se ne va in giro per la penisola a fare comizi.E’ vero che a volte va un po troppo sopra le righe ma e che vogliamo che sia perfetto??!!
    Io lo voto.Da qualche parte bisogna pur cominciare per cambiare le cose.Non si puo’ volere tutto e subito oppure non voto.Mi sembra un atteggiamento infantile il suo Alessandra e anche preoccupante:se le persone informate come lei si fanno vincere dalla sfiducia beh allora che dire dalla maggior parte del popolo eterodiretto dalla stampa di regime??!!Ci vuole fiducia e coraggio.

  • Tetris1917

    spero che don Peppe mantenga la promessa…..già troppe volte l’ho visto dire tutto e il suo contrario…..poi sai la spendig review o il fiscal compact daranno poco margine o nullo di manovra, se non si fa come Alessandro Magno difronte al nodo Gordiano …… taglio netto

  • clausneghe

    Lo spero io ancora di più. Se tradisce brutalmente anche questo movimento,non resta che l’uso delle armi,contro se stessi, o contro terzi..
    Ciao

  • daveross

    Ferrando vive, anzi fa finta di vivere, negli anni ’70, quando il socialismo reale era… reale (un inferno) ed in lotta col capitalismo (molto meno infernale). Nel 2013, riproporre la consunta, pericolosa, inapplicabile visione del socialismo reale è, o mala fede, o ingenuità politica da nostalgico compagnodenoantri.

    Se vuoi una lettura seria della cosa: E.Severino, Il declino del capitalismo.