Home / ComeDonChisciotte / KNIGHTS WHO SAY NI!
13767-thumb.jpg

KNIGHTS WHO SAY NI!

DI BARBARA TAMPIERI
il blog di Lameduck

La domanda del sondaggio era: “La Scozia dovrebbe essere indipendente?” La maggioranza ha risposto SI.
Un momento: 58+52= 110.
Ecco, lo vedete che è una cosa impossibile?
“Comunque la pensiate e anche se vi concediamo di votare, alla fine vinciamo sempre noi.”

P.S. A meno che, un Regno Unito unito non sia maggiormente auspicabile per far più male alla UE e mollarla al suo triste destino. Nigel è contento…


Pubblicato da Truman

  • rebel69

    Brogli, la prima cosa che ho pensato stamattina ascoltando la radio.Non capisco la perdita di tempo di andare al voto,oramai i  tempi sono maturi per metterci un collare al collo e farci vivere in capannoni simil pollai.Non so cosa aspettano.

  • IVANOE

    Ma perchè avete ancora dubbi ?
    E’ dal 1948 che si acchittano le elezioni.
    Il grande regista intercontinentale ma secondo voi fa andare le cose come vogliamo noi ?
    Ma dai…
    renzi che prende il 41%
    berlusconi che ne 2001 prende la maggioranza bulgara assoluta in parlamento e la gente si chiede ancora chi l’ha votato…
    Nel 1976 la vittoria a due mani del PCI era ormai scontata fino all’ultimo minuto et voilà ecco che la DC vince di una piccolissima misura e mantenne la maggioranza…
    Quando non ci sono le elezioni dei cittadini votano loro per il napolitano bis…
    Signori sveglia !!!
    Fino a quando avremo la bandiera a stelle e strisce tutto rimarrà così  i potenti le vecchie famiglie i vecchi sovrani i vecchi cittadini e  i vecchi media i vecchi servizi segreti a farla sempre da padroni e noi sempre da sudditi fin dal tempo dell’antica roma..
    Quale altro referendum ci aspetta ?
    Quello sulle pensioni ?
    Sono sicuro che vinceranno quelli che vogliono portare l’età pensionabile a 90 anni…
    Magari qualche migliaia di scrivani a mettere la x sul no alla modifica della legge fornero…
    E secondo voi un popolo si taglierebbe le palle per decidere di lavorare fino a 90 anni ?
    VIVA GLI STATI UNITI D’AMERICA ANCHE PERCHE’ SE UNO DICESSE IL CONTRARIO SAREBBE LO STESSO VINCEREBBERO COMUNQUE LORO…

  • Tao

    Altro che Braveheart. Dunque nessuna indipendenza. Hanno vinto gli europeisti-unionisti. A quanto sembra, dagli scrutini eseguiti sino a ora, per circa il 55% degli scozzesi è meglio rimanere con la Gran Bretagna. È una delusione forte, inutile negarlo, per una vicenda che per una volta almeno sembrava poter davvero segnare l’inizio di un cambiamento profondo a livello europeo, perché fatalmente, a “indipendenza” ottenuta, si sarebbe innescato un precedente importante per tanti Paesi dell’area in odore (e in speranza) di abbandonare il carrozzone dei Banksters. Beninteso, non è affatto certo che una Scozia indipendente avrebbe poi sul serio messo in atto tutta una serie di norme, prima tra tutte quella sulla sovranità monetaria, in grado di dare veramente scacco matto a questa Europa fatiscente che ci sta spingendo nel baratro (oltre che alla Gran Bretagna). Ma sarebbe stato certamente un inizio. E un indizio.

    Come a suo tempo fu per la Grecia, che scelse la strada europea e stiamo vedendo a cosa la stia portando, anche per la Scozia si ripete il medesimo copione. Solo che in questo caso le speranze, e i numeri, avrebbero potuto dire qualcosa di diverso. Se solo gli indecisi avessero avuto chiara la situazione. Non è un caso che in modo del tutto non convenzionale, e dal punto di vista diplomatico davvero sgradevole, siano scesi in campo, e nelle televisioni, e in ogni ordine e luogo, i premier di quasi tutti gli altri Paesi del mondo occidentale per scoraggiare – e in qualche caso minacciare – i cittadini scozzesi dal prendere una decisione di questo tipo. Oltre alla pletora dei maggiordomi dei Paesi dell’Eurozona si sono pronunciati anche quelli oltre all’Oceano, Barack Obama in testa.

    Una invasione di campo diplomatica senza precedenti. Che ha portato i suo frutti. Per quanto attiene a Londra, essa ha dapprima ignorato la possibilità dell’indipendenza, poi la ha derisa, poi la ha attaccata, e alla fine la ha letteralmente sabotata facendo offerte come al mercato. Rimanete con noi e vi faremo delle concessioni. Poco più della metà degli scozzesi ha abboccato. Cameron ha assicurato devolution a gennaio e maggiore autonomia anche a Inghilterra, Galles e Nordirlanda. Una barzelletta.

    E tutto rimane come prima. E questo risultato, bisogna pur dirlo, di cui gli scozzesi si pentiranno così come i cittadini greci, scoraggerà anche altre realtà dal tentare questa strada. Almeno per ora. Non sono ancora maturi i tempi, evidentemente. 

    Valerio Lo Monaco

    Fonte: http://www.ilribelle.com [www.ilribelle.com]

    19.09.2014

  • Marshall

    Era un risultato scontato, mi sarei meravigliato del contrario, le votazioni sono una farsa. Voglio comunque ricordare che 1. l’UE: moneta e costituzione è nata senza nemmeno la farsa elettiva hanno deciso tutto nelle stanze buie e per un caso gigantesco del genere non si è mosso un fiato. 2. Gli Irlandesi che hanno in costituzione di votare tutto andarono a votare per l’approvazione del Trattao di Lisbona siccome lo rifiutarno li fecero rivotare alla seconda dissero si. Tutto ok la democrazia è salva, risultato ottenuto. Quindi brogli o no fino a che il potere non giunge ai risultati che vuole tira avanti dopo la democrazia è salva e possiamo anche smettere di vuotare.
    In Iran c’è una dittatura? Può darsi non lo so e a dire il vero non me ne frega niente quello che mi interessa è che da noi dicono ci sia la democrazia invece qui la dittatura c’è ed è in espansione costante mentre le libertà reali e i diritti reali ogni giorno diminuiscono e sono soppressi, e il bello è che questi criminali dicono che lo fanno per noi. Addio pensioni per noi, addio lavoro per noi, addio diritti per noi anche le guerre del premio nobel per la pace le fanno per noi, una cosa è certa le fanno con i nostri soldi.

  • PikeBishop

    E’ stupefacente come quando le urne non esprimano il risultato che piace, c’e’ chi subito urla al broglio.  Altri penosamente fanno notare lo stato della scuola AMERICANA (lo svarione sulle percentuali e della CNN, in America).

    Ma i peggiori sono quelli che ciaciano di opportunita’ persa: non e’ perso niente per gli altri indipendentisti, siccome in Scozia, il Regno Unito ha PERMESSO votazioni che altrove sono VIETATE (come nell’italietta, tanto per dire).
    No, anzi i peggiori sono quelli che insinuano che in caso di vittoria dei SI la Scozia sarebbe diventata un paradiso di virtu’ democratiche e finanziarie, senza sapere che il progetto era invece quello di diventare un grande paradiso fiscale.
    Gli scozzesi comunque non se ne pentiranno, anzi: l’unico motivo per cui non sono messi come la Grecia o la Romania e’ proprio che sono connessi con l’Inghilterra.
  • RenatoT

    già… stanno aspettando di farlo piano piano senza che nessuno possa accorgersene.

    Hanno tutto il tempo che vogliono.
  • Hamelin

    Niente collare .
    E’ piu’ conveniente ed efficace un comodo Chip RFID ( tra l’altro in uso già per gli animali domestici )

  • Hamelin

    Secondo me non sono brogli quelli che hanno prodotto il risultato .
    Ma l’arma piu’ potente a cui soccombono quasi tutti gli esseri umani: la PAURA .

  • Servus

    Il voto in Scozia viene raccolto con dispositivi elettronici ? Se Si, è sicuramente falsato.

    Rileggere in proposito il post su CDC di Giulietto Chiesa:
  • alverman

    C’era da aspettarselo dopo il terrorismo psicomediatico dei giorni scorsi.

  • RenatoT

    già… stanno aspettando di farlo piano piano senza che nessuno possa accorgersene.

    Hanno tutto il tempo che vogliono.
  • refrattario

    Concordo con Marshall: questo referendum è una farsa.
    E’ stato istituito sapendo di perderlo.
    Un referendum di questa portata ha bisogno di un consenso acclarato di almeno i due terzi dell’elettorato
    Dovrebbero andare in Russia ad imparare come si fanno i referendum per l’autonomia, Crimea docet.
    Certo la Scozia otterra ulteriori autonomie, ma intanto hanno affossato gli altri moti indipendentisti.

  • iVi

    I brogli sono garantiti nelle moderne plutocrazie e la Scozia è servita per zittire tutti gl’ indipendentisti d Europa.

    Ma ci sembra che avrebbero permesso una cosa del genere? Gli stati devono rimanere come sono fino a che il loro debito è in mano ai bankieri……..se l Italia so dividesse in tre nazioni poi chi pagherebbe il debito pubblico?
  • Caleb367

    Brogli? non dico che ci sono sicuramente stati, dico però che è estremamente probabile visti gli interessi in ballo e la gente coinvolta. Se esultano personaggi di infima caratura morale come Rasmussen e Junker, cazzari seriali come Cameron, una troika che è andata ben oltre il ricatto e la truffa per i propri fini, figuriamoci se si fermerebbero davanti a un’inezia come truccare le elezioni. 

  • Ercole

    Per chi avesse ancora dei dubbi sulla" democrazia " (borghese ) ecco il benservito solo la LOTTA  paga non la scheda elettorale strumento in mano ai padroni in quanto non mette in discussione il capitalismo e le sue pratiche .La  borghesia si è affermata come classe sociale  non attraverso un referendum  ma ha dovuto fare la rivoluzione contro il clero e la monarchia : impariamo da chi ci domina e organizziamo il nostro esercito per spazzarli via dalla storia.

  • Truman

    Ulteriori commenti sulla Scozia nei forum:

    Scozia: vince il No ma l’Europa rimane in bilico

  • passante

    Il bello dei referendum è che non ci puoi ricamare sopra. O li vinci o li perdi. Gli Scozzesi hanno deciso di rimanere Inglesi. 
    A mio parere hanno fatto bene. Non sono un paese colonizzato, sono cittadini Inglesi e godono degli stessi diritti. 
    Se avessero vinto i separatisti, avremmo una Scozia costretta a sottostare al giogo dell’euro, perchè con qualcuno devi pur scambiare se vuoi sopravvivere e mantenere inalterati i rapporti con Londra avrebbe significato annullare il senso stesso del referendum, ed ad essere colonizzata dalle banche tedesche e dalla Sig. Merkel, come succede tristemente da noi.
    Per noi italiani, meglio un sistema corrotto, ma indipendente, che la colonizzazione straniera. Per loro molto meglio la libertà come Inglesi, che l’occupazione tedesca come Scozzesi.
    Io la penso così, ma a quanto pare la pensano così anche il 55% degli Scozzesi ed i referendum o si vincono o si perdono. Loro hanno vinto e gli indipendentisti hanno perso. 
    Sean Connery ha perso. Sono sicuro che starà rimuginando sull’occasione perduta di far parte della nobiltà britannica.

    Referendum truccato? A che pro? La Scozia è un piccolo paese e le sue scelte sono ininfluenti. E poi le elezioni si truccano con la manipolazione mediatica, mentre mi sembra di capire che gli indipendentisti abbiano avuto grande visibilità. 
    Comunque mi pare che questa battaglia degli Scozzesi non sia tanto diversa da quella dei Veneti sponsorizzati dalla Lega Nord. Se si pensa che quella scozzese sia una battaglia per la libertà, allora per onestà intellettuale bisogna avvallare anche quella del Veneto, cosa che sinceramente non credo essere ne vera ne sostanziale.
    Questo della Scozia è in realtà il primo referendum pro o contro l’Euro. Ha vinto il no all’euro.
    D.
  • Earth
    Brogli? Ma smettiamola di dire cazzate, mettiamo caso che sia anche il 10% di brogli che e’ tantissimo e sarebbe facilissimo scoprirlo, l’altro 40% dove esce fuori?
    Ricordate le facce della casta quando andavano in tv terrorizzati che potesse vincere il m5s? Erano terrorizzati perche’ sanno che si puo’ brogliare ma solo fino a un certo punto.
    Non volete accettare la realta’ delle cose e trovate scuse, il giorno che vinse Renzi le elezioni, non ci volevo credere, eppure su facebook spuntarono dal nulla milioni di persone che parlavano bene di lui e il giorno dopo a lavoro erano tutti contenti che aveva vinto Renzi. TUTTA GENTE NASCOSTA, CHE SEMBRAVA INESISTENTE. INVECE ESISTONO ECCOME.
    La verita’ e’ che la classe media ha paura, la classe media ha altri interessi, la classe media non sa cosa e’ buono e cosa no… la classe media e’ stupida. E i poveri chiedono consiglio alla classe media, quindi sono piu’ fessi dei fessi.
    La democrazia e’ un sistema che premia l’intelligenza, quindi e’ automatico che vinceranno sempre i ricchi, che pagano gli intelligenti per instupidire la gente.
    Le rivoluzioni sono state le uniche cose che hanno funzionato e che funzioneranno in futuro per il semplice motivo che chi stava bene, compresa la classe media, non partecipavano fisicamente alle rivoluzioni, al massimo pagavano all’esercito una cifra che gli potesse andare bene ma di sicuro non tutti i suoi averi, quindi alla fine vincevano i poveri perche’ molti degli avversari davano forfeit.
    E le rivoluzioni fin quando c’e’ la via democratica non esisteranno piu’, perche’ il rivoluzionario e’ un terrorista, e’ una persona cattiva e violenta, se appoggi una persona del genere sei violento anche tu, quindi sei cattivo anche tu. E le persone deboli mentalmente non ci dormono la notte se gli dici che e’ cattivo, sul serio.
    Il problema e’ che non e’ stato concepito ancora un modo per cambiare le cose che non sia o democratico o rivoluzionario.
  • kermit

    ancora con la storia dei dispositivi elettronici ! ormai dovrebbe essere chiaro che i brogli si fanno a mano marcando le schede bianche o invalidando le schede non gradite.
    Mel caso di referendum come quello scozzese basta mettere i si nella mucchia dei no, vedi qui:
    http://www.youtube.com/watch?v=kUR-HgAtwtg