Home / ComeDonChisciotte / #iVotedleave #EUReferendum

#iVotedleave #EUReferendum

FONTE: ROSSLAND

Mentre godiamo per conto terzi per il Brexit al 52% con il #iVotedLeave, è amarissimo ricordare che:

1. L’italia non può indire referendum popolari su trattati internazionali

2. che il nostro conducator Matteo Renzi ci sodomizza di prima mattina rassicurandoci con la vasellina che la Ue «Dobbiamo cambiarla per renderla più umana e più giusta. Ma l’Europa è la nostra casa e il nostro futuro»

3. che essendo l’Italia un paese di sudditi per default, anche senza l’Ue e grazie alla Nato, ancora attendiamo l’attuazione del risultato del Referendum sull’Acqua Pubblica del 2011, quindi c’é poco da esultare per i referendum altrui

4. che lo siamo al punto, sudditi, da esserci subiti quasi in silenzio un Presidente della Repubblica da impeachement e ci difetta la pratica della democrazia al punto di aver perfino tifato un Monti imposto contro un Berlusconi votato, poi un veloce ed etereo Letta, subito silurato perché poco pugnace, e l’attuale governo Renzi. Tutti servi messi lì per derubricare i nostri diritti, e a cambiare la Costituzione più bella del mondo, pur senza essere mai stati eletti da nessuno

5. che per consolarci dell’amaro risveglio, mentre godiamo per una Francia operaia che combatte contro Loi Travail, mentre Le Pen già preannuncia un uguale referendum per una Franexit (‘?) e l’Olanda pure, possiamo al più giocarci l’ambata 52-48 su ruota e su tutte, data la strana ricorrenza dell’abbinata, data già ieri a chiusura seggi uguale ma capovolta, cosa che va presa come una sfida della Dea Bendata da cogliere al volo.

Per consolarci ancora, sarebbe bello, per il sadico piacere della verità, che qualche comico giornalista che stanotte ci straziava le palle con le considerazioni a capocchia di Monti, confezionate come se il dato 52-48 per Remain di YouGov fosse il dato delle urne, mandasse in loop ogni 5′ e per tutte le prossime 24 ore, le boiate notturne dette da lui e loro con la prona sicumera dell’idiota verso un mero wishful thinking

Mi chiedo: tenuto conto dei ponti d’oro stesi all’immigrazione da sud vs nord, posso emigrare in Inghilterra e lì chiedere asilo politico?

Mi sfiora la perversa idea che come rifugiata nei centri di accoglienza di Sua Maestà, potrei avere un tenore di vita perfino migliore di quello che mi consente questo paese da Jobs Act con la prospettiva Fornero.

Buona giornata, gente.
E ricordate che forse (è dura, ma mai quanto lo è oggi), stavamo meglio perfino sotto i Borboni e i Savoia.

Fonte: http://rossland.blogspot.it

Link: http://rossland.blogspot.it/2016/06/ivotedleave-eureferendum.html

24.06.2016

Pubblicato da Davide