Home / ComeDonChisciotte / IN ITALIA TORNA LA FAME, BENTORNATA VECCHIA COMPAGNA DELL’UOMO

IN ITALIA TORNA LA FAME, BENTORNATA VECCHIA COMPAGNA DELL’UOMO

FONTE: PETROLITICO (BLOG)

”I servizi sociali del Comune di Bologna registrano un aumento delle segnalazioni che arrivano dalle maestre su bambini che arrivano in classe, la mattina, senza aver cenato la sera prima perché le famiglie non ce la fanno più a fare la spesa.” *

Prima l’inflazione energetica, poi quella alimentare, poi i fallimenti a raffica, le sofferenze finanziarie, lo stato e gli enti falliti nei fatti (altrimenti i 100 e passa miliardi di debiti verso le imprese sarebbero versati, e da tempo…) e infine le ondate di suicidi… La scorsa settimana in Italia si son dati fuoco in tre, son cose che accadevano una o due volte l’anno in tempi normali e riguardavano persone con problemi mentali. Ora capita a chiunque.

E’ finito il sogno industriale, ma il bilancio si fa alla fine: i suicidi triplicheranno, i morti da stupide infezioni aumenteranno di quattro volte, i denutriti appariranno tra lo stupore generale già entro pochissimi anni. Mica male, tutto sommato si mangiava troppo e male, molto spesso e soprattutto tra le classi più incolte… Ma ci sembra sempre un problema del futuro, di chissà quando. Invece quel che mancava era l’ufficializzazione che famiglie intere, nel “ricco” nord, non riescono più a mangiare tutti i giorni e devono privare totalmente i figli del cibo*.

Ci avviciniamo a quel mondo in cui il pasto settimanale pubblico verrà distribuito solo a chi si fa trovare in casa il tal giorno alla tal ora. A quella data, comunque, non ce ne sarà affatto per tutti (salvo assalti, violenze varie a eventuali magazzini…), perchè altre migliaia di aziende agricole avranno fatto nel frattempo fallimento e ben pochi si saran messi a coltivare il proprio orto (senza soldi, ormai per molti è impossibile anche acquisto di semi, non voglio dire di accedere alla terra o simili) e dunque la spirale delle negatività non credo si fermerà, prima di parecchi decenni.

Moriremo tutti? Forse no. Ma moriranno in tantissimi, in modi sorprendenti e scandalosi. Questione di mesi, non secoli.

(A lato, in foto lo scenario rivisitato del “Limits to growth”, mi pare che ci stiamo dirigendo verso una situazione globale del genere. E non è una bella notizia.)

Fonte: http://petrolitico.blogspot.it/
Link: http://petrolitico.blogspot.it/2013/05/in-italia-torna-la-fame-bentornata.html
18.5.13

*link: http://www.imolaoggi.it/?p=50596

Pubblicato da Davide