Home / ComeDonChisciotte / IN GRAN BRETAGNA LA CROCE ROSSA LANCIA I PRIMI AIUTI ALIMENTARI DAI TEMPI DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE
12316-thumb.jpg

IN GRAN BRETAGNA LA CROCE ROSSA LANCIA I PRIMI AIUTI ALIMENTARI DAI TEMPI DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE

FONTE: RUSSIAN.RT.COM

Per la prima volta da cinquant’anni la Croce rossa distribuirà del cibo ai senzatetto britannici.

I volontari della Croce Rossa raccoglieranno fondi per il vitto dei londinesi meno abbienti per la prima volta dalla conclusione della Seconda Guerra Mondiale.

Gli esperti collegano questo fatto con la dura politica economica che viene imposta dal governo conservatore di David Cameron.

L’intervento di raccolta fondi, inizierà dal novembre 2013, ci informa The Independent. I volontari verranno mandati nei negozi e chiederanno ai clienti di fare donazioni con acquisti di beni alimentari. Dopodichè i collaboratori della Croce Rossa consegneranno il ricavato alla organizzazione britannica FareShare.

Quest’inverno FareShare comincerà a distribuire cibo tra i senzatetto britannici. Prepareranno kit di prodotti alimentari e li distribuiranno a chi ne avrà bisogno. In questo modo la Croce Rossa, per la prima volta dai tempi della Seconda Guerra Mondiale condurrà in Gran Bretagna azioni di sostegno ai senzatetto.

Il numero dei senza tetto e dei bisognosi in Bretagna sta aumentando. Dai dati risulta che nel maggio 2013 più di 500 mila cittadini del Regno Unito chiedono aiuto delle organizzazioni di beneficenza. Allo stesso tempo i politici conservatori rifiutano di ammettere il problema.

Come ha fatto Lord Freid, dichiarando che le persone che usufruiscono di cibo gratuito semplicemente vogliono vivere a carico del prossimo.

Michael Gove, ministro per l’Istruzione del governo di Cameron, a sua volta ha pero’ sottolineato come chiedano cibo ai donatori quelli che non ce la fanno con le proprie finanze.

Anche in Europa si sta verificando un repentino aumento del numero di persone che ricevono aiuti alimentari dalle organizzazioni di beneficenza. Negli ultimi tre anni il loro numero è cresciuto del 75%. E come minimo 120 milioni di abitanti del continente si trovano ora alle soglie della povertà.

«Comprendiamo che i governi abbiano bisogno di limitare le spese ma li esortiamo a non tagliare la sanità pubblica. Questo potrebbe costare molto caro», ha fatto notare il segretario generale della Croce Rossa, Bekele Geleta.

Fonte: http://russian.rt.com

Link: http://russian.rt.com/article/16664

11.10.2013

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di MASSIMO CONTINI

Pubblicato da Davide

  • grillone

    se i governanti occidentali non troveranno il coraggio per cambiare la loro economia(e non solo quella, ovviamente), sarà un disastro senza precedenti!!!

  • Affus
  • andyconti

    Ma perche’ il popolo sta aspettando que i governanti trovino questo coraggio? Mi pare una pia speranza.

  • cardisem

    Qui a Londra, dove al momento mi trovo, avevo appreso da un italiano, che vive qui da parecchio tempo, che vi era anche un problema per le persone anziani che non avevano di che riscaldarsi in inverno e vi erano decessi per questa ragione… può darsi che ricordi male o abbia confuso, ma questa notizia è in linea con quanto leggo sopra…. Quando raccontai a roma la cosa ad un mio amico, mi disse che non ci credeva ed io mi vergognai un poco come se avessi raccontato una balla… cosa che in genere non faccio mai…