Home / ComeDonChisciotte / IL VECCHIO TRUCCO DELL'ATTENTATO ANTISEMITA ALLA VIGILIA DELLE EUROPEE
13294-thumb.jpg

IL VECCHIO TRUCCO DELL'ATTENTATO ANTISEMITA ALLA VIGILIA DELLE EUROPEE

DI ENRICO GALOPPINI

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Quale sia il “significato” di una sparatoria a Bruxelles nei pressi del Museo ebraico e della Sinagoga (1), che stando alle prime notizie avrebbe provocato almeno tre morti alla vigilia delle elezioni europee, è presto detto: “Europei, state attenti, comportatevi bene”. Cioè, “votate quelli giusti”.

I “media” riferiscono all’unisono ed ossessivamente di un “attacco antisemita” (questo deve stampigliarsi bene nella mente, anche se non si sa chi sono le vittime), ed i politici belgi per primi, tra cui il ministro degli Esteri che si trovava proprio nei paraggi a bere un caffè con la moglie, si sono detti “sconvolti”.

Renzi (2) non ha mancato di dire la sua, parlando di “barbarie nel cuore dell’Europa (3) in un momento così delicato per il nostro progetto comune”, citando “odio e violenza che covano”. Forse un nemmeno troppo velato riferimento al “violento” Beppe Grillo che rischia seriamente di farlo a brandelli – elettoralmente parlando – il giorno dopo?
Alcuni rappresentanti della locale “comunità ebraica” hanno fatto esplicito riferimento ad un altro comico con le idee molto chiare e senza peli sulla lingua entrato in politica ed additato come “antisemita” (Grillo non s’illuda: lo tengono d’occhio) (4): il “seminatore d’odio” Dieudonné, che nei giorni scorsi aveva suscitato il solito can can mediatico proprio in Belgio (5).

Intendiamoci, un atto del genere è sempre e comunque un gesto vile e criminale, chiunque ne sia il bersaglio, ma se vogliamo andare oltre l’aspetto emotivo (su cui punta il sistema) dobbiamo interrogarci sul luogo e la tempistica dell’accaduto, che sommati alla tipologia dell’obiettivo scelto non possono non destare inquietanti interrogativi.
Siamo infatti alla vigilia di elezioni europee (già cominciate per la verità in alcuni Stati) che stando alle previsioni danno gli “euro-scettici” in forte avanzata se non addirittura come vincitori in qualche Paese dell’Unione.

Quest’Unione Europea piace sempre meno alla gente: complici una moneta senza senso e l’afflusso sempre più massiccio ed irrazionale di “migranti”, la disoccupazione avanza, mentre il “rigore” soffoca la vita delle persone; così i decantati “diritti” che questa Europa avrebbe dovuto garantire ai suoi cittadini hanno lasciato il posto ad una “crisi” permanente che non sembra dispiacere affatto agli “eurocrati”, per i quali le “crisi” e le cessioni di sovranità sono passi avanti verso l’Europa, gli Stati Uniti d’Europa (Monti dixit).

Il Parlamento Europeo per il quale si è chiamati a votare conta poi come il famoso due di picche quando briscola è cuori, mentre “la Commissione” è intoccabile e sottratta ad ogni forma di controllo e di valutazione popolare. Siamo commissariati e non è un mistero. Comunque sia, veder salire la percentuale di europarlamentari dissidenti o in aperta rottura verso le linee dell’UE, col relativo significato politico di tale risultato elettorale e la prospettiva di defezioni dalla “zona euro” da parte di qualche importante Paese, non devono entusiasmare molto le élite europeiste.

Bisogna anche tenere bene a mente l’ideologia che sovrintende a tutto il “progetto europeista”: gli europei – oltre ad essere gli unici colpevoli d’ogni nefandezza in giro per il mondo – sarebbero solo buoni a scannarsi tra di loro, quindi va imposta loro una “pace perpetua” attraverso l’Unione Europea. Oltretutto, quando gli europei erano liberi di non essere “europeisti” si sono macchiati del crimine assoluto chiamato “Olocausto”.

Cerchiamo così di capire perché, proprio ora, un “attentato antisemita”.

Una cosa del genere, oltre a dare fiato alle trombe di chi mette costantemente in guardia dai “nazionalismi” e dai “rigurgiti fascisti e antisemiti” e che adesso avrà buon gioco nel presentarsi come “moderato” e unico garante nei confronti di ogni “estremismo”, mira ad influenzare a livello inconscio gli elettori europei, che “educati” dalla scuola, dai media e dalla cultura all’autoflagellazione di sé e a considerarsi come eterni “colpevoli” (la “cultura della memoria”) subiranno un condizionamento subliminale, un ricatto moralistico, al momento di dire “no” a questa Europa delle banche e della camicia di forza chiamata “euro”.

Un’Europa, oltretutto, i cui Paesi sono stati ficcati a forza, uno ad uno , in una “alleanza” (la Nato) che con la “moneta unica” completa il carcere vero e proprio costituito da questa “Unione” che ora i suoi fautori vedono minacciata dal montante voto di protesta.

Ma non è tutto. Quest’attentato ad orologeria, arriva mentre il Papa sta accingendosi a rendere visita alle autorità israeliane e palestinesi, pertanto dovrà soppesare, più di quanto non avrebbe fatto, ogni sua affermazione, altrimenti verrà impallinato dai “media”, che tutto sono tranne che filo-cattolici.

Anzi, dovranno tutti, dai religiosi ai politici, fare atto di contrizione per non aver tenuto “alta la guardia”, non aver “vigilato” abbastanza su questa “deriva antisemita” che sta travolgendo l’Europa, al punto che un deputato ebreo belga ha affermato: “Per gli ebrei questo è un posto molto difficile dove vivere, non a caso molti giovani ebrei stanno lasciano il paese”.

Non si rende conto questa signora (nientemeno che “presidente della lobby europea delle donne”!) che è l’intero territorio dell’Unione Europea ad essere diventato “un posto molto difficile dove vivere” per tutti quanti?
E lo è proprio perché quelli della sua combriccola spadroneggiano con una moneta di cui detengono l’assoluto potere e dettano legge con le loro fanfaronate ideologiche senza capo né coda. Ma lei – al contrario di noi “poveri cristi” – non avrà problemi, perché potrà sempre emigrare nella sua vera patria, esibendo il passaporto cortesemente concesso dalle stesse “autorità” che verosimilmente sono ben informate su questo recente “attentato antisemita”.

Come che vadano queste elezioni europee, la verità – al di là dei poveretti che ci hanno rimesso la pelle – è che gli eurocrati sono con l’acqua alla gola se devono ricorrere a questo consumato vecchio trucco.

Enrico Galoppini

24.05.2014

1) http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2014/05/24/belgio-sparatoria-vicino-sinagoga-bruxelles-3-morti_ceefef66-abad-4771-a1eb-38e927997c1f.html

2) http://www.stampalibera.com/?a=27070

3) http://www.repubblica.it/esteri/2014/05/24/news/bruxelles_sparatoria_sinagoga-87078793/?ref=HRER3-1

4) http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=45248

5) http://www.lemonde.fr/europeennes-2014/article/2014/05/04/belgique-un-congres-controverse-de-dieudonne-et-alain-soral-interdit_4411297_4350146.html

Pubblicato da Davide

  • Fernesto
     “E lo è proprio perché quelli della sua combriccola
    spadroneggiano con una moneta di cui detengono l’assoluto potere”

    Ma basta con questa
    propaganda fascistoide…  l’Euro è controllato dalla BCE
    …e Mario Draghi è cattolico … e la Markel pure…

  • Onilut

    "[…] altrimenti verrà impallinato dai “media”, che tutto sono tranne che filo-cattolici". Ultimamente non direi proprio. Pensate alla virata tanto sconcia quanto palese del palinsesto di RaiNews24.

  • nato

    A parte le puntualizzazioni riguardo coloro i quali spadroneggiano con l’ euro…l’ articolo ha spiegato altro per tutte le sue righe meno questa..dunque perchè dovrebbe cadere l’ occhio proprio solo su questa? Ad ogni modo la relazione tra"attentato antisemita"( quello che conta che sia stato diffuso come tale e le vittime di un attentato sono sempre e solo vittime) ed elezioni politiche europee potrebbe ben essere interpretato come forse l’ ultimo tentativo prima del voto ,  di screditare i movimenti populisti anti Bruxells e anti euro, dove per populisti bisogna intendere semplicemente "anti-casta".Se poi un progetto di tale portata può essere realizzato , ovvero se le caste (che di fatto sono pure loro trasversali alla società italiana) si lasceranno intimorire da una mero voto  di protesta – veemente e giustificata – ma sempre protesta , sarà proprio da vedere. Fino ad oggi non risulta che nessun privilegiato o parassita aprofittatore , si sia tolto dalla scena politica – o anche sociale- di sua volontà o che si sia impressionato più di tanto delle rimostranze dei gabbati.Non ultimo suonano ambigui gli avvertiementi del cavaliere riguardo i possibili disordini in caso di vittoria del "populista" nostrano.

  • iVi

    I rothschild sono contenti di leggere interventi come i tuoi. Un comunista che nega l evidenza per paura della verità. Che i pupazzi siano tutti cristiani, istruiti dai gesuiti (o circondati da gesuiti come la merkel), è cosa nota. C e chi dice che siano proprio i gesuiti a tirare i fili e che gli ebrei siano solo un parafulmine. Ma poi uno guarda i rothschild e capisce chi sono i veri "master of puppets". Chi possiede le banche centrali? Chi fa da tesoriere all organizzazione criminale che ha sede in vaticano? Chi aveva tra i propri dipendenti prodi, draghi, monti ecc.ecc.? La risposta alle tre domande è sempre la stessa, i rothschild.  Poi cosa facciamo distinzioni tra ebrei cristiani e mussulmani? Stesso dio, porco, stessa demenza di base, stessa cultura guerrafondaia di base, stessa bramosia di imporre la loro cultura totalitaria. Il loro dio, porco, è il dio danaro………e gli ebrei sono i figli prediletti del dio, porco, danaro.

    È dura da mandare giù per un comunista ma si sa i comunisti sono traviati, fin da piccoli, dagli scritti di marx…….il cugino sfigato dei bankieri skappellati che controllano il mondo occidentale da un paio di secoli.
  • iVi

    Se ci fai caso rainews 24 è diventato organo del vaticano con l arrivo del porco gesuita. Prima nn c era un quarto d ora di servizi sul papato per ogni ora di trasmissione…….nn che mineo fosse anticlaricale (come dovrebbero esserlo tutti gli uomini liberi).

  • kefos93

    Mi mancava !!!!!

  • Fernesto
    Hai mai provato con la psicoanalisi ?  

  • Petrus

    Si, ed è guarito, lui. Te? Andata male eh? 😀

  • Petrus

    L’ultimo punto meriterebbe potendo un grosso approfondimento. Io credo che Berlusconi (ma non solo lui) sia già al corrente dei piani di reazione predisposti dalle elites che vi governano per eventuali voti antieuropa.

  • Petrus

    Basta te con questa cecità da scimmiette ammaestrate!
    L’euro è controllato dalla BCE, la BCE è controllata dalle banche centrali europee che sono controllate dalle banche private delle diverse nazioni, banche private che sono controllate da chi, da ‘sto caxxo?

    Eddai, due più due fa sempre quattro o no?
  • francescosantoianni

    Sulla dinamica dell’attentato continuo a leggere (adesso su
    Repubblica on line) che le “notizie sono ancora molto confuse”. A 20 ore di
    distanza? Per un attentato (ammesso che si tratti di un attentato e non di una
    sparatoria tra gang)  capitato a
    Bruxelles?

    Oramai, siamo al grottesco.

  • cardisem

    Io ancora non so nulla del fatto in sé… rientrando in casa mia moglie mi ha accennato qualcosa, ma proprio non so nulla sulla dinamica dei fatti, sulle rivendicazioni, sugli obiettivi…
    Ma già questa è musica che proviene da taluni ambienti di chiara ispirazione israeliana:
    http://www.rightsreporter.org/il-trionfo-del-odio-antisemita-da-tolosa-a-bruxelles/

    Da anni a questa parte la rete è "inquinata” da una massiccia presenza di siti la cui ispirazione non è per nulla difficile da individuare. Quasi sempre sono autoreferenziali. Se provate a lasciare qualche commento in un sito come quello segnalato, vi accorgete quanto sono liberali loro, pur tacciando gli altri di "fascismo” e "nazismo”.

    Termino con una considerazione. Avevo letto il grosso volume di Tony Judt sull’Europa post-1945. Quello che mi impressionò maggiormente di quel libro fu il capitolo su quella che dovrebbe essere la "identità” di un’Europa che non c’è ovvero che è quella che vediamo: l’identità dell’Europa deve essere costruita tutta su Auschwitz, ovvero sulla Colpa, sull’Autoflagellazione, mettendo in galera quanti esercitano i metodi della scienza storica al di fuori delle tesi precostituite.

    Questa Europa è da abbattere a picconate come prima fase di un processo di Liberazione dei popoli d’Europa.

    Se andate al link, sopra segnalato:
    http://www.rightsreporter.org/il-trionfo-del-odio-antisemita-da-tolosa-a-bruxelles/
    trovate la stessa ideologia di Europa come piedistallo di Israele.

  • cardisem

    Ecco un altro dei siti di cui parlavo e che sono totalmente refrattario al contraddittorio:
    http://www.informazionecorretta.it/main.php?mediaId=115&sez=120&id=53534
    A essere di diverso avviso si rischia una incriminazione penale…

  • siletti86

    Certo che un ministro degli esteri che si trovava nei paraggi a bere un caffè, mi ricorda tanto un ministro degli interni che nel 1978 si trovava nei paraggi a … via, ma che vado a pensare! Sono troppo complottista….. 

  • cardisem

    Si rifletta su questo brano tratto dallo stesso sito:

    E allora? «Manca una politica complessiva che
    affronti il problema dell’antisemitismo, dal punto di vista educativo e
    politico. E manca anche che, quando si verificano attacchi anche minori
    alla comunità, i partiti si esprimano chiaramente contro ogni tipo di
    violazione». La comunità ebraica è nel mirino da tempo?
    ———-

    Che vuol dire?
    Che questi signori si attribuiscono il diritto di "educarci”.
    La definizione di "antisemitismo” è coniata da loro stessi, dalla ADL, la quale si arroga il diritto di dire chi e cosa è "antisemita”, dopo averne già ottenuto il titolo penale: essere "antisemiti” è reato, mentre non lo essere antirussi, anticomunisti, anti-islamici, anti-tuttoquelloche vuoi…
    Si scopre che a essere "antisemiti” sarebbero intere popolazioni, che quindi dovrebbero tutte essere incriminate e relegate in moderni Lager…

    Non è assurdo e allucinante tutto questo?

  • alexpayne

    Grazie per l’articolo.
    Industria dell’Olocausto.

  • eresiarca

    Ve l’eravate persa questa? La stessa cosa in funzione anti-FN…
    Due ebrei aggrediti fuori da sinagoga in Francia

    http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2014/05/25/due-ebrei-aggrediti-fuori-da-sinagoga-in-francia_71ec8214-de8c-40ec-a965-2fad0ef491a7.html

  • cardisem

    In pratica, ogni "ebreo” ha diritto in tutta Europa alla scorta personale.
    Per uno che venisse da Marte molte sarebbero le domande e piuttosto imbarazzante sarebbe il tentativo di rispondere… Che dico: imbarazzante?
    Pericoloso…
    A rischio di galera ogni domanda o opinione su questa materia.

  • haward

    Il lavaggio del cervello, iniziato da quando esistono i mezzi di comunicazione di massa ed il livello medio di istruzione è stato innalzato al livello più alto della storia dell’uomo, è arrivato già a buon punto. Un omicidio plurimo in un museo ebraico è, automaticamente, un gesto antisemita. Scatta nelle menti il riflesso condizionato lungamente e pazientemente costruito. Ebreo=vittima.Vittima ebrea=atto antisemita. Omosessuale=vittima. Vittima omosessuale=atto omofobo. Un’aggressione ad un ebreo è sempre e comunque antisemita.  

  • iVi

    Hai provato a rispondere punto su punto? No perchè sai di avere scritto idiozie? Neghi forse l evidenza? Chi possiede le banke? dai nn t incazzare con me se scrivo la verità, e nn t incazzare se la verità mette in cattiva luce chi crede al "culto dell olocausto" vera base religiosa del nuovo ordine mondiale….e nn te la prendere se non ho nessun rispetto per i miliardi di monoteisti e per il loro, porco, dio. Perchè gli ebrei son tarati male ma cristiani e mussulmani nn scherzano……e voi sinistroidi avete un bel numero di dogmi, esattamente come i monoteisti…..uno di questi dogmi prevede che nn si debba dire niente sui bankieri skappellati che stampano moneta dal nulla, dovete negare per evitare di spiegare i legami tra i vostri leader e i bankieri skappellati?