Home / ComeDonChisciotte / IL SISTEMA-BESTIA CRESCE: IN NORVEGIA NON VOGLIONO PIU' I CONTANTI

IL SISTEMA-BESTIA CRESCE: IN NORVEGIA NON VOGLIONO PIU' I CONTANTI

dnb

La più grande banca norvegese sta chiedendo una eliminazione completa e totale del denaro contante. Già sono molte le filiali bancarie norvegesi che NEMMENO toccano più i “contanti” , ma questo non basta per la DNB.

Vuole che sia vietato, completamente, l’uso del contante, e stanno vendendo questa loro richiesta come un mezzo per reprimere i criminali ed il riciclo di denaro sporco. Alla fine però, la verità è che le banche vogliono costringere chiunque ad usare le banche per incassare le “fees” su tutte le transazioni.

Si tratta di un punto messo in agenda per motivi di pura avidità, ma che potrebbe anche aprire le porte ad una grande tirannia. Sfortunatamente, non stiamo solo assistendo ad un aggressivo movimento che porterà la società norvegese a vivere senza contanti, ma lo stesso sta accadendo anche in Svezia, in Danimarca e in molte altre nazioni in tutto il mondo. Questo Sistema Bestiale sta crescendo, ma sono solo pochisime le persone che sembrano allarmate da questo fatto.

Quando ho cominciato a capire quanto stava succedendo in Norvegia, sono rimasto assolutamente sbalordito. I miei antenati vennero in America arrivando da laggiù, e non avevo idea di quanto stava accadendo. Qui di seguito un articolo da the International Business Times

La più grande banca norvegese ha chiesto che nel paese venga bloccato l’uso del denaro contante, ha riferito un quotidiano locale di venerdì. Questa deve essere intesa come l’ultima mossa di un paese che è sempre stato in prima fila nella carica globale verso la moneta elettronica, negli ultimi anni, infatti diverse banche, nelle loro filiali, già non offrono più denaro contante e molte industrie cercano di ridurre l’uso della carta moneta.

Naturalmente questa idea viene venduta come qualcosa che farà veramente il bene della società norvegese.

DNB promette che l’eliminazione del denaro potrà aiutare le autorità a reprimere le attività criminali e il riciclaggio di denaro. Altri dettagli su the International Business Times

“Oggi, ci sono circa il 50 miliardi di corone in circolazione e [la banca centrale del paese] Norges Bank può dare conto solo per il 40 % del suo utilizzo. Ciò significa che il 60 % del denaro utilizzato è fuori da qualsiasi controllo. “Crediamo che ciò sia dovuto a denaro che passa di mano sotto il tavolo e a riciclaggio” ha dichiaratoTrond Bentestuen, dirigente DNB, al sito web VG.

Ci sono così tanti pericoli e svantaggi associati al denaro contante, che siamo giunti alla conclusione che dovrebbe essere abolito” ha aggiunto.

Ma oltre al fatto di poter catturare più criminali, ci sono molti altri motivi per cui ai governi piace molto l’idea di una società senza contanti. Questo significherebbe anche che nessuna transazione finanziaria potrebbe sfuggire alle tasse e questo permetterebbe ai governi di guardare, registrare e monitorare tutto ciò che facciamo molto più da vicino.

E le banche sarebbero assolutamente entusiaste in una società senza contanti. Qualsiasi membro della società sarebbe costretto a servirsi del sistema, sarebbero eliminate le file agli sportelli e ogni volta che chiunque dovesse usare una propria carta, le banche incasserebbero una commissione.

Oltre tutto, non ci sarebbe assolutamente nessun modo per sfuggire ai bail-in bancari che stanno arrivando in Europa. Se non ci fosse nessun modo per tenere i soldi fuori da questo sistema, non ci sarebbe nemmeno nessun modo per evitare quel tipo di furto che ora è stato istituzionalizzato dalle autorità europee. Ho parlato delle nuove regole di salvataggio delle banche che sono entrate in vigore in Europa dal 1° gen 2016 in un precedente articolo

Se siete titolari di un qualsiasi conto bancario in tutta Europa, è necessario leggere questo articolo. Il 1° gennaio 2016, un nuovo sistema di bail-in è antrato in vigore per tutte le banche europee. Questo nuovo sistema si basa sistema di bail-in sperimentata nelle banche di Cipro, a cui abbiamo assistito qualche anno fa. Ci ricorderemo che, per salvare le banche, presero soldi da tutti coloro che avevano più di 100.000 euro sul conto. Ora esattamente gli stessi principi utilizzati per Cipro stanno per essere applicati in tutta Europa.

Purtroppo, stiamo assistendo a una spinta sempre più forte verso una società senza contanti in tutto il pianeta.

Accade in Cina, in India, e in tutta Europa. Infatti molte nazioni in Europa hanno già vietato le transazioni in contanti oltre un certo livello. Ecco un paio di esempi

Come ho scritto precedentemente le transazioni in contanti oltre 2.500 euro sono già state vietate in Spagna e Francia e in Italia hanno vietato tutte le transazioni in contanti di 1.000 euro. (NdT: ora riportate a 3.000).

Poco a poco il contanti sta per essere sradicato e quanto abbiamo visto finora è solo l’inizio. Nel 2014, sono state effettuate 417 miliardi di operzioni “cashless” e la proiezione per il 2015 è molto superiore.

Naturalmente l’epicentro della transizione verso una società senza contanti continua ad essere l’Europa del Nord.

La Danimarca ha intenzione di sradicare completamente il contanti entro il 2030, e la transizione verso una società senza contanti in Svezia adesso è quasi completa

Lo sapevate che il 95 % di tutte le vendite al dettaglio in Svezia avvengono senza contanti? E lo sapevate che il governo danese ha come obiettivo dichiarato di “sradicare il contante” entro il 2030?

In tutto il mondo, stiamo assistendo a una marcia inarrestabile verso una società senza contanti, e in nessun luogo questo più vero che nel Nord Europa. In Svezia, centinaia di sportelli bancari non accettano più e non dispensano più denaro contante, e migliaia di sportelli bancomat sono stati rimossi in modo permanente. A questo punto, fatture e monete rappresentano appena il 2 % dell’economia svedese, e molti negozi non accetano più soldi da nessuno. La nozione di “società senza contanti” che una volta era considerata vera fantascienza, ora, ci dicono che, è “inevitabile”, e le autorità insistono che questo servirà per fermare criminali, terroristi, trafficanti di droga, riciclaggio di denaro e evasori fiscali. Ma quanto ci costerà tutto questo processo?

Una potenziale tirannia è quello che mi preoccupa di più.

Provate ad immaginare un mondo in cui nessuno può comprare, vendere, trovare un lavoro o aprire un conto in banca senza dover essere parte de “il sistema”.

Se qualcuno volesse scegliere di restare fuori…come potrebbe sopravvivere la sua famiglia?

E sarebbe veramente troppo facile per il governo stabilire quali sono i requisiti per essere dentro il sistema. Ad esempio, si potrebbe rendere illegale vendere qualcosa a chiunque non sia in possesso del modulo rilasciato dal governo che documenta l’identità personale, o si potrebbe richiedere una qualche forma di giuramento di fedeltà come pre-condizione per essere iscritti.

La guerra al contante è un assalto diretto alle libertà fondamentali e alla libertà di cui godiamo oggi. Possono prometterci che una società senza contanti renderà subito la nostra vita migliore, ma temo che domani questo potrebbe aprire la porta alla tirannia che potrà raggiungere un livello che la maggior parte di noi non riuscirebbe mai nemmeno ad immaginare.

Michael Snyder

24.01.2016
Il testo di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte comedonchisciotte.org e l’autore della traduzione Bosque Primario

Pubblicato da Bosque Primario

  • mago

    Nulla di nuovo..è stato scritto qualche migliaio di anni fa..tutto deve succedere affinché si compia quello che deve succedere…

  • illupodeicieli

    Ma oltre al fatto di poter catturare più criminali…

    Preferisco una società dove i criminali sono pochissimi o assenti: mi ricorda i discorsi annuali dei vari generali o capi della polizia, quando si vantano che "hanno ritirato tot patenti, catturato x assassini o rapinatori eccetera eccetera).

  • illupodeicieli

    Se qualcuno riesce a spiegare o a spiegarmi l’evasione fiscale, magari attraverso la storia di Clearstrem o similari: i contanti non mi pare che alimentino l’evasione, però è una mia opinione.

  • Jor-el

    Che la DANIMARCA, paese che più nordico non si può, si preoccupi dell’evasione fiscale al punto di dover abolire il contante per contrastarla mi sembra paradossale. Comprendo benissimo, però, che i padroni del denaro vogliano utilizzare tale strumento per appropriarsi di sempre più ricchezza e potere. 

  • rossland

    Ho visto oggi il film La scommessa e, pur sapendo molte delle cose narrate (come è nata e perché la crisi dei subprime che ha innescato la crisi del 2008), ne sono uscita con la conferma che da allora non solo nulla si è fermato, ma si è anzi amplificato diramandosi fin nei più piccoli menadri della vista quotidiana toccando a cascata tutto: perché la sanità deve diventare a gestione priva (risalendo la catena della sanità in alto trovi solo quelle due/tre multinazionali cui finisce per far capo tutto il denaro che nella sanità gira), le pensione, la scuola, ecc.
    Chi ancora pensa che l’obiettivo di far sparire il contante sia quello di scovare evasori (dell’euro del caffè? i grandi evasori agoscono a livelli macro, non sulle spese quotidiane) vive sperando che l’incubo futuro non sia possibile perché non vuole accettare la realtà davanti ai suoi occhi.
    Usare carte di credito e bancomat il meno possibile, fare prelievi e pagare contanti, costringere lo stato a venire allo scoperto: quando ci troveremo di fronte all’imposizione di dover pagare anche il caffè con il bancomat per legge, sarà troppo tardi per capire cosa sta già succedendo.
    Anzi, per come la vedo io, è già troppo tardi per tutto, ma almeno aprire gli occhi, saperlo…

  • spadaccinonero

    pretesto : evasione fiscale

    controllo delle persone pressoché totale
    w il "progresso"
  • AlbertoConti

    Statalizziamo tutte le banche e blindiamo la Costituzione. Poi, ma solo poi, se ne riparla.

    L’arroganza dei gestori privati del denaro della comunità sembra inarginabile, ma la storia presenterà presto il conto a questi criminali.

  • Sven

    Bella idea..una banca dà ordini, tutti eseguono.

    "E non potevano nè vendere nè comprare"…
    Dice l’Apocalisse..Senza il MARCHIO DELLA BESTIA.

  • RenatoT

    infatti è risaputo che le multinazionali fanno evasione fiscale tutta in contanti, caricano i container di soldi, monete e li spediscono nei paradisi fiscali… 

    tanto, prima el 2030, succederá qualcosa prima… e probabilmente si azzereranno tutte queste cose.
  • Fedeledellacroce

    Inschallah
    Spero che tu abbia ragione

  • Ariana

    I norvegesi dovrebbero occuparsi non tanto dei contanti, quanto della loro organizzazione privata , ma appoggiata dallo stato che lavora e vive su "child kidnapping"- Barnevarnet. Sono dei criminali legalizzati che rubano ogni anno migliaia di bambini dalle famiglie. Dall’inizio di quest’anno in tutto il mondo ci sono le manifestazioni contro barnevarnet. Il presidente di repubblica ceca ha promesso di combattere a livello di stato con questi ladri dei bambini, e aprire le negoziazioni perfino con il re norvegese. Aspettiamo gli articoli su questo problema dall’autore norvegese

  • annibale51

    Se i norvegesi vogliono veramente eliminare il contante…si arrangino, affari loro. Tempo qualche mese-anno e sicuramente torneranno indietro. Diverso il discorso sul bail in, secondo me non è tutto negativo…anzi! Costringerà il risparmiatore-correntista a vigilare di più. Si pretenderà maggiore onestà e trasparenza da parte dell’ amministrazione della propria banca. Io sono favorevole al bail in. 

  • Gtx1965

    mah… se uno ci crede allora hai ragione…

    Apocalisse 13:16-18
    Faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi ricevessero un marchio sulla mano destra e sulla fronte; e che nessuno potesse comprare o vendere senza avere tale marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome. Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia: essa rappresenta un nome d’uomo. E tal cifra è seicentosessantasei.
  • Fischio

    Buoni, di questo passo torneremo al baratto…

  • mago

    Anche il piu`scettico e uomo di buon fede vedendo quello che succede dovrebbe credere..e ravvedersi..purtroppo tutto deve accadere come scritto..questa comunque è la parte piu`( bella ) resta il mistero su quanto predetto migliaia di anni fa sia attuale e rapportato ai nostri tempi..

  • illupodeicieli

     Renato @ infatti è risaputo che le multinazionali fanno evasione fiscale tutta in contanti, caricano i container di soldi, monete e li spediscono nei paradisi fiscali… 


    Pur sapendo che ciò che dici (e diciamo in tanti) è vero, poche volte ho visto e letto di multinazionali che vengono accusate di evasione fiscale: per questo chiedevo se ci sono dati più esatti e precisi. Io sono fermo al caso Clearstrem : perciò avrei voluto qualcosa che "smerdi" coloro che attribuiscono ai commercianti, artigiani, a chi fa il lavoro nero, l’evasione. 
    Preciso, cogliendo l’occasione, che al sottoscritto, fallito nel 2004, non aprono c/c e giammai gli danno una carta di credito. 
  • fabKL

    Concordo con gran parte di quanto scritto ma non capisco perche’ in articoli sull’argomento non vengono mai riportati due concetti:
    1) perche’ l’europa non avvia un circuito di carte di credito (se non altro le commissioni rimarrebbero nel continente invece di volare verso gli US)

    2) la mancanza del contante fara’ ricomparire a livelli altissimi IL BARATTO che via via si perfezionera’ arrivando a nuovi intermediari di scambio e quindi alle monete sonanti

  • Gtx1965

    juppiiiiii…!!!