Home / ComeDonChisciotte / IL SIMEC DI AURITI
12507-thumb.jpg

IL SIMEC DI AURITI

DI GZ
cobraf.com

Dieci anni fa Grillo era amico e citava il professor Giacinto Auriti che appena prima dell’introduzione dell’Euro fece questo esperimento apparentemente folle nel suo paese in Abruzzo, in qualche modo simile a quello di Silvio Gesell in un paesino austriaco.
Auriti aveva creato una moneta (“Simec”) che valeva il doppio di quella corrente (1), cioè 100mila Simec valevano 200 mila lire e il cambio dei 100mila Simec in 200mila lire li faceva personalmente Auriti. Poi contava sulla velocità di circolazione… (per evitare di infrangere le leggi Auriti lo aveva impostato in modo tale da rimetterci di tasca sua all’inizio, perchè per 100mila lire in pratica lui ti dava 200mila lire, ma dato che era lui l’emittente dei SIMEC poteva recuperare le perdite usandolo per comprare lui stesso e la sua famiglia una volta che fosse entrato in circolazione… Solo che non lo poteva dire apertamente, per cui la sua spiegazione sul punto cruciale qui sotto risulta poco chiara…). I magistrati gli sequestrarono tutto e poi Auriti vinse il ricorso, ma non riprovò più ed è morto nel 2006.

Adesso che è morto Grillo sfotte Auriti dipingendolo come un esaltato, ma se senti Grillo che parla qui per dieci minuti di Auriti, della moneta creata dal nulla, delle banche dell’oro ecc.. vedi che si era immerso in queste cose e poi ha deciso di lasciarle perdere

INTERVISTA AD AURITI SULLA MONETA “SIMEC” EMESSA IN ABRUZZO

Scusi professore, non vorrei entrare nel merito della sua teoria ma può spiegarci come funziona?

Il cittadino viene e cambia il simec alla pari con la lira. Poniamolo cosi: uno deposita centomila lire e prende in cambio centomila simec. I centomila simec in mano alla persona che effettua il cambio diventano duecentomila cioè il doppio, perché il simec per convenzione vale il doppio della lira, e siccome lui l’accetta e accetta anche di partecipare alla convenzione nasce un valore convenzionale che non ha riserva. Il simec è senza riserva: come il francobollo d’antiquariato.

Si spieghi meglio·

Il cittadino va dal commerciante a fare la spesa e quest’ultimo accetta i simec per il doppio perché vale il doppio. Quando vengono da me a fare il cambio, io li cambio per il doppio, perché tutti quanti lo accettano per il doppio.

E la differenza chi la paga?

Qualcuno afferma che non ho i soldi per fare fronte poi al pagamento della differenza. Ma il simec non è una cambiale con la quale si estingue un pagamento. La cambiale si paga e poi si strappa, il simec invece resta in circolazione perché ha già un valore. Se io non pago la cambiale sono inadempiente. Invece io le monete le cambio, ma non è l’obbligo di un debitore, è solo l’obbligo di chi cura una convertibilità punto e basta. La stessa cosa potrebbe essere con i dollari: supponiamo un cheque, se io non ho le lire sufficienti, effettuo il cambio per metà in lire e per metà in dollari e la stessa cosa vale per i simec, perché i simec sono già un valore indotto, cioè ho in mano il valore monetario, cambio la parte che gradualmente posso cambiare. E allora cosa avviene, che per effetto della velocità di circolazione, che potremmo definire come una dinamo, arrivo a cambiare rapidamente al doppio. Cioè quanta è la velocità tanta e l’energia (valore) prodotta. Le banche funzionano così, solo che lo fanno col 10 e anche col 15 per cento. Io lo faccio al 50%.

Che significa?

Significa che la banca con il 10% 15% tiene fronte ad un’esposizione debitoria del cento per cento. A me quello che interessa è la convertibilità, cioè quello che è avvenuto qui a Guardiagrele.

Che differenza c’è tra valore indotto e valore creditizio?

Il valore indotto è creato dalla convenzione, il valore creditizio è commisurato al valore del bene oggetto del credito.

Avete stabilito dei giorni per la convertibilità?

No, chi viene da noi lascia le lire e prende i simec, lascia i simec e ritira i soldi, e questo avviene continuamente, tutti i giorni.

Come reagisce la gente?

La gente è entusiasta perché qui è rinata Guardiagrele. Quando è entrato sul mercato il valore indotto del simec è ritornato il sangue nell’economia.

E i commercianti?

I piccoli commercianti sono rinati. La gente invece di andare negli Ipermercati va dai piccoli negozianti a comprare. Tanto che la grande distribuzione se ne accorta subito, eccome, perchè hanno visto calare le vendite.

Visto lo spirito con il quale nasce, l’iniziativa è rivolta solo ai piccoli commercianti, o all’intero organismo produttivo?

Solo per piccola e media impresa, perché per la grande distribuzione e le multinazionali, noi non siamo disponibili, e l’ho detto subito. Io voglio salvare la piccola e media impresa che è strozzata da questo mondo di grande capitale che basa, come noi sappiamo, sulla moneta-debito emessa dalle banche centrali. Questo noi l’abbiamo dimostrato nelle Università.

Che cosa farete adesso?

Aspettiamo fiduciosi perché noi abbiamo dalla nostra la legge. Per adesso l’importante è stato rompere il ghiaccio, e abbiamo dimostrato che senza avere riserva possiamo creare convenzionalmente valore indotto. E’ come un francobollo d’antiquariato. Inoltre il simec può essere abbinato alla lira. Quindi non c’è incompatibilità tra la lira e il simec. Anzi aumenta il potere d’acquisto nostra moneta. E siccome è valore convenzionale, è prodotto interno lordo.

A breve terrete qualche manifestazione?

Si, ci sarà presto una riunione con tutti i sindaci d’Italia.

Tema?

Il reddito di cittadinanza.

Leggi qui il resto

GZ
Fonte: www.cobraf.com
Link: http://www.cobraf.com/forum/coolpost.php?topic_id=3291&reply_id=123541796&topicGroupID=1

2.12.2013

1) http://www.disinformazione.it/giacinto_auriti.htm

Pubblicato da Davide

  • albsorio

    Le cose sono drammaticamente semplici, l’1% forse meno, controlla l’emissione di denaro FIAT, privato, garantito da debito pubblico, come ad esempio BCE con l’Euro, questo debito inestinguibile impoverisce gli Stati. Perchè emettere debito pubblico in misura superiore al valore nominale, anzichè emettere in primis il denaro al costo di fabbrica, quasi zero visto che solo il 6% è materializzato il resto è virtuale, numeri dentro a computer? Il coraggio per infrangere questo dogma lo ha trovato l’Ungheria, essa ha nazionalizzato la sua banca centrale ed ha cominciato ad emettere senza debito la sua moneta. Va altresí vietata la riserva frazionaria, dove le banche prestano oltre la raccolta di risparmio, ottenendo con soldi inesistenti interessi veri. Altra piaga che va sanata è l’HFT, i programmi per il commercio ad alta frequenza possono essere usati per turbare il mercato o per avere informazioni sulla sua tendenza, entrambe le cose sono reati, per difenderci da HFT basta separare fisicamente i server della borsa da quelli dei trader di qualche chilometro, invece stranamente sono coubicati.

  • Hamelin

    Uno dei motivi per cui diffido da Grillo e il suo compare Casaleggio ( Il Gatto e la Volpe che fanno fessi i tanti Pinocchio … ).
    Risulta quanto meno strano che uno che ha sempre denunciato il meccanismo truffa della Riserva Frazionaria e del Moltiplicatore Monetario su cui si fonda la Moneta Fiat a Debito ad un certo punto ritratti , inizi a fare il vago o taccia spudoratamente.
    Questa di solito è la Puzza della Cooptazione.
    Mi dispiace per i Parlamentari del M5S , gente molto in gamba che purtroppo non nota( forse per timore reverenziale , paura di esclusione ) il lato oscuro di Grillo e del suo compare che su alcuni argomenti sono in netta antitesi con i valori del movimento stesso.

  • alvise

    Non so chi sia questo GZ, forse gli utenti più “vecchi” di me lo conosceranno, anche solo come utente, però una cosa so. Chi pubblica qualcosa su forum e blog è responsabile, di quello che scrive e pubblica, quindi il filmato dal titolo “Grillo verme offende il prof. Auriti”, è del tutto gratuito e privo di fondamento nella realtà delle frasi. Non solo è offensivo dargli del verme, ma addirittura non offende Auriti.Un conto è rilevare e pubblicare frasi e parole tangibillmente offensive (se lo sono), un conto è pensarlo (male), rimane il fatto che per delle frasi dette non significa che siano intrise di scherno.Uno può comunque pensarlo, ma non si può offendere chi, invece non sta offedendo, è una contraddizione.Nel contesto di quello che stava dicendo Grillo, profferiva frasi di simpatia all’indirizzo del professore. Allora anche Don Floriano Abramovic offende Auriti quando va a fare incontri pubblici dove parla di signoraggio? Quindi egregio GZ, lei è il responsabile di aver pubblicato, o fatto pubblicare, un filmato offensivo sulla persona di Grillo.

  • karson

    Concordo! infatti in questo video non c’è nessuna offesa al prof. Auriti da parte di Grillo. Forse GZ voleva mostrarci un altro video… di sicuro gli è andato qualcosa storto…

  • MassimoContini

    vero.

  • ROE

    Il professor Auriti aveva ragione ma Grillo può solo ipotizzare di far sostituire l’euro con un’altra moneta a corso legale ma non con una moneta senza corso legale perché in tal vaso la sua vita sarebbe a rischio.

  • paulo

    Grillo vuole solo non essere assassinato. Chi, come lui influente nella società, parla apertamente dell’inganno dei banchieri viene eliminato fisicamente. Mi ricordo dei suoi discorsi sulla moneta, ad un tratto ha smesso di parlare e ha detto che non poteva interessarsi di tutto e, guarda caso, ha lasciato proprio il discorso della moneta.

  • luciom

    Se invece di comprere la moneta dall’usura bancaria della troika ce la facessimo noi popoli, col nostro ministero del tesoro, avremmo risolto ogni problema di debito.
    Ma la massa è troppo stupida per capire finanche delle semplici evidenze. crede solo + alla tv.

  • ROE

    Concordo sulla moneta del popolo ma non sul ministero del tesoro, che è una istituzione (governativa) dello stato e lo stato non è il popolo ma un mezzo per dominare il popolo.

  • luciom

    Grillo vuole solo non essere assassinato.
    Quoto. hai centrato il punto fondamentale.