Home / Opinione / Il popolo americano può sconfiggere l’oligarchia che lo governa ?
popoloamericano

Il popolo americano può sconfiggere l’oligarchia che lo governa ?

DI PAUL CRAIG ROBERTS

counterpunch.org

Non siete sorpresi che Hillary e le sue puttane della stampa non abbiano incolpato Putin per il fatto che il direttore dell’FBI Comey ha riaperto il caso delle e-mail della Clinton? Queste hanno hanno messo in gioco la seconda carta a favore di Hillary. Hanno reso Comey il problema.

Secondo il Senatore Harry Reid e le puttane, non dobbiamo preoccuparci dei crimini di Hillary. Dopotutto, è solo una donna della politica che si sta creando il nido, come gli uomini in politica hanno fatto per anni. Perché tutti questi misogini continuano a tirarla in mezzo? Le puttane lamentano che il presunto crimine commesso da Comey sia molto più importante. Questo odiatore di donne repubblicano ha violato l’Hatch Act dicendo al Congresso che l’investigazione che aveva dichiarato chiusa è stata riaperta. Un’interpretazione molto strana dell’Hatch Act. Durante un’elezione va bene annunciare che il candidato presidente è innocente, ma non è ok dire che è sotto investigazione.

Nel luglio 2016 Comey ha violato l’Hatch Act quando, su ordini del corrotto Attorney General di Obama, ha detto che Hillary era pulita. Facendo così, Comey ha usato il prestigio che può dare l’annuncio federale di fine indagini per la violazione dei protocolli di sicurezza da parte della Clinton per spingerla dal punto di vista elettorale.

In effetti, la situazione di Hillary nei sondaggi è basata sul fatto che i sondaggisti danno maggior peso ai suoi supporter. È facile creare un favorito se pesi di più alcuni supporter nelle domande elettorali. Se si guarda alle persone che assistono alle apparizioni pubbliche, è chiaro che la popolazione statunitense preferisce Donald Trump, il quale si oppone alla guerra con la Russia e la Cina. La guerra con le potenze nucleari è una grossa parte di queste elezioni.

Il problema di Hillary ha messo in difficoltà l’oligarchia statunitense, di cui la Clinton è serva fedele. Cosa faranno se vince Trump? Farà la fine di JFK, Bob Kennedy, Martin Luther King, George Wallace? Ai posteri l’ardua sentenza. Arriverà un’inserviente di un hotel all’ultimo istante alla stessa maniera con cui le oligarchie si sono sbarazzate di Dominique Strauss-Kahn?

Tutte le femministe d’occidente, progressiste e di sinistra si erano fatte abbindolare dall’ovvia trappola tesa a Strauss-Kahn. Dopo che a Strauss-Kahn è stato impedito di candidarsi all’elezione presidenziale francese e lo si è messo nelle condizioni di dimettersi da presidente del FMI, le autorità di New York hanno dovuto far cadere tutte le accuse contro di lui. Washington però ha ottenuto il risultato di mettere il suo vassallo Sarkozy all’Eliseo.

Ecco come l’oligarchia fa a pezzi quelli che sospetta non servirebbero i suoi interessi. La corrotta ed autoreferenziale oligarchia fa in modo di avere in pugno i governi ed i media, i centri di pensiero e le maggiori università e, ovviamente grazie alle puttane della stampa, le menti degli Statunitensi.

Il primo interesse degli oligarchi ora è rimettere in sesto Hillary per la corsa alla presidenza, per cui vediamo se riusciranno ancora una volta ad ingannare la popolazione.

Mentre siamo in attesa, preoccupiamoci di un’altra questione importante. Il sindacato criminale della Clinton negli ultimi anni del 20° secolo ha permesso a un pugno di mega-corporations di consolidare tutti i media USA in poche mani. Questo accentramento di potere dell’oligarchia è stato ottenuto nonostante la legge antitrust. Le fusioni nel campo dei media hanno fatto a pezzi la tradizione di media divisi ed indipendenti.

Ma all’un percento cosa interessa la legge federale. Nulla. Il potere dell’un percento lo rende immune alla legge. I crimini di Hillary potrebbero costarle le elezioni, ma non andrà in prigione.

Non contenti del controllo del 90% dei media, l’oligarchia vuole ancora maggior concentrazione e maggior controllo. Sembra che ce la faranno, grazie al corrotto governo USA. La Federal Trade Commission dovrebbe rafforzare la legge antitrust. Invece, l’agenzia federale abitualmente viola l’antitrust permettendo concentrazioni a livello di monopolio di interessi economico-finanziari.

A causa del fallimento del governo federale di rafforzare le proprie stesse leggi, ora abbiamo banche “troppo grandi per fallire”, un monopolio incontrollato in Internet e la distruzione dei media indipendenti.

Non molto tempo fa c’era un campo dell’economia conosciuto come antitrust. Dottorandi si sono specializzati in questo campo e hanno scritto dissertazioni sul controllo pubblico dei poteri monopolistici. Suppongo che questa branca dell’economia, come gli Stati Uniti della mia gioventù, non esiste più.

Rahul Manchanda spiega che “di nuovo un enorme conglomerato mediatico sta per essere assorbito da un altro enorme conglomerato mediatico, per creare un altro gargantuesco outlet dei media, in un nuovo rafforzamento dell’enorme forza, del denaro, della ricchezza, del potere intimidatorio, delle cospirazioni e del controllo” facendo a pezzi la Costituzione ed il Primo Emendamento.

 

Paul Craig Roberts è un ex assistente segretario del Tesoro USA e Editore Associato del Wall Street Journal. Il suo libro How the Economy Was Lost è disponibile su counterpunh in formato digitale.Il suo ultimo libro è How America Was Lost.

2.11.2016

Fonte: http://www.counterpunch.org

Link: http://www.counterpunch.org/2016/11/02/can-the-american-people-defeat-the-oligarchy-that-rules-them/

Il testo di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte comedonchisciotte.org e l’autore della traduzione FA RANCO

 

Pubblicato da Davide

  • clausneghe

    A prima vista mi sembrava una patriota incinta, ma poi guardando meglio ho visto i peli sulle braccia..
    Povero popolo di obesi sotto incantesimo, non si sveglieranno mai, nemmeno quando suoneranno le trombe del giudizio..

    • RenatoT

      infatti lo zucchero e i carboidrati raffinati, oltre ad attivare diversi centri del piacere piú che gli oppiacei, portano rapidamente a ipoglicemia. Si riduce lo zucchero grazie all’insulina, penso fornita via siringa in questo caso e quindi si prova il classico senso di torpore che ti fa passar la voglia di fare qualsiasi cosa, finchè il cervello, comincia ad entrare in allarme perchè lo zucchero sta finendo e quindi richiede altro zucchero.
      E il malcapitato non ne esce piú… ma passerá il resto della vitá tra dottori e medicine.

      E’ una droga legalizzata che costa pochissimo in termini di denaro, ma tantissimo come effetti negativi sulla salute. In piú, come ho detto, riducendosi lo zucchero, si riduce il carburante del cervello che entra in modalitá risparmio… e da li assale la voglia di dormire, o almeno, non fare nulla. Il brutto è che diventa la normalitá… che fa da esempio agli altri, specialmente ai bambini.

      Non a caso le multinazionali che vendono cibo a base di zucchero, quelle che producono medicine e tutte quelle che ruotano attorno alla salute pubblica… fatturano alla grande.. i costi sanitari mettono in difficoltá i bilanci degli stessi stati con spese enormi, gran parte del pil.

      Per cosa… per recuperare il tossico di turno che entra in overdose… ormai anche in tenera etá.
      Quante appendicite hanno tolto a causa di questo modo di alimentare i bambini. Quante altre ghiandole. Tutto quello che si infiamma, le spie, i nostri allarmi naturali, ignorati e mutilati.

      Praticamente un popolo di non consapevoli che giocano con la causa primaria del cancro come se fosse uno scherzo.
      Nonni che riempiono i nipotini di zucchero per ottenerne il facile consenso.
      Nipotini che collegano il piacere dello zucchero con i nonni… che diventano inconsapevolmente pusher dei propri nipotini.

      Gestire un popolo così incline al divano, al telecomando, che si interessa solo di sesso, cibo e denaro (che permette di muoversi meno), è molto piu’ facile ed è quello che fanno, si capisce dai palinsesti… e uscire dalla dipendenza non è uno scherzo e nessuno solleva i giusti allarmi… quindi l’unica soluzione è aspettare.

      Su Waxxed riportano le curve dei casi di autismo in Usa. Una curva che continua a salire dagli anni 70 ormai quasi in verticale.
      Praticamente nel 2032, l’80% dei bambini in America saranno autistici, stessa cosa qui in Italia visto che la curva è uguale.
      Siccome sarebbe assurdo arrivare anche al 50%… prevedo che prima di quella date dovrá succedere qualcosa.
      Credo una grossa retata a livello mondiale, a partire dai pesci piccoli sino ai manager, politici e cosi via…

      Oppure si estinguerá il popolo americano e tutti i popoli che gli andranno dietro.
      Da qui non si scappa, quella curva continuerá a salire finchè non fermeranno questo genocidio che sta toccando tutti.

  • Stodler

    Solo un appunto, Strauss-Kahn è stato sostituito da Holland, non da Sarkozy, sia come candidato che poi come vincitore. Non che la cosa abbia cambiato poi molto le carte in tavola. Partito socialista francese e UMP erano e sono la stessa cosa.

  • Persicus Magus

    Prova.
    Come si fa a comunicare con la redazione?
    Vorrei iscrivermi per partecipare al forum na non è possibile inviare i moduli

  • Persicus Magus
  • Black Jack

    Forza ragazzi che la plebaglia informe ormai preme da tutte le parti.
    In Inghilterra la May si oppone alla decisione dell’Alta Corte in nome della volontà del popolo sovrano.
    In USA Trump è seguito soprattutto dai giovani.
    In Islanda ci sono i Pirati per i quali nel XXI secolo inizierà l’era degli “ordinary people”.
    Da noi c’è Grillo.
    In Francia la Le Pen e in Austria potrebbe vincere Hofer.

    Uno magari si aspettava che sarebbe cominciato tutto con una profonda e meditata presa di coscienza, di classe, personale, culturale…spirituale!!!…una roba con dibattito annesso per intenderci.
    Invece no, si fa tutto alla come viene viene con leader sgrammaticati che inciampano in strafalcioni, approssimazioni, volgarità e le rispettive basi che si accapigliano su internet come in una rissa da osteria.

    Evidentemente è così funziona e c’è anche da notare, obiettivamente, che la figura di gran lunga peggiore la sta facendo la sinistra.
    Per conto mio la rinnego definitivamente soprattutto guardando quell’androgino di Cuperlo (meglio ginantropo nel suo caso) che dichiara con il suo orrido birignao che alla fine voterà sì.

    Ora si vedrà di che pasta siamo fatti, il quattro dicembre.

    Per adesso gli unici veramente con le palle cubiche sono stati gli inglesi.
    Lì c’è poco da discutere, in quanto a cojones sono leggendari da secoli e lo hanno confermato alla grande ma c’è anche un’altra cosa da dire, che meriterebbe un post sul Forum se, ahimè, fossi autorizzatoa d accedervi: e cioè che la rulinf class britannica, per quanto terribilmente elitaria e classista (Pigmalion aka My Fair Lady) ha sempre pensato di avere una reale responsabilità verso il proprio popolo.

    Ecco, questo è un po’ il problema della situazione presente: il popolo avanza, non c’è dubbio ma “popolo” significa élite & plebe unite da vincoli di tradizione, lingua, a volte sangue e razza ma soprattutto da un lungo passato di lotte combattute insieme.

    I popoli latini, in particolare noi italiani, siamo pronti per questo o alla fine a nostra classe dominante tenderà come sempre a preferire l’alleanza con gli stranieri più forti al fine di mantenere il proprio privilegio anche a prezzo di rinunciare all’autonomia?
    E il popolo farà come sempre ossia rieterrà che la sua unica prospettiva sia quella di imitare i suoi padroni più prossimi?

    Il quattro dicembre sapremo.

    • Primadellesabbie

      Uelà !!!

      • Black Jack

        Ciao

        Qual è il sentiment in Albion?

        • Primadellesabbie

          Mi pare che hai appena sparigliato da consumato osservatore.

          Qui ciascuno sta acquattato, direi che il sentiment é attendista, qualcosa succederà, ma é preferibile non muoversi per primi. Una passata di rossetto, e via.

    • Il post sul Brexit è già stato pubblicato, ma non è stato tanto il popolo a decidere, c’è stata anche una buona parte della finanza che ha sostenuto una campagna di propaganda molto efficace attraverso tv e media, perché vuole affrancarsi finanziariamente dagli USA e favorire l’aspetto monetario e garantista, modello paradiso fiscale, per la City … i popoli non hanno potere per nulla, se mai sono abilmente pilotati dalle borghesie oligarchiche … per di più le rivoluzioni in UK sono sempre state borghesi, quindi diamo a Cesare quello che è di Cesare …
      http://comedonchisciotte.org/brexit-il-vizio-assurdo-della-democrazia/

      • Black Jack

        Rosanna per pietà cosa farfugli…sembri Mincuo…
        E’ molto più complessa la situazione e siamo a un bivio storico epocale.
        O andrà bene e la Storia rimarrà una rappresentazione in cui si recita a soggetto e la trama può prendere qualsiasi direzione e significato o una volta per sempre potremo dire addio all’Umanità come l’abbiamo sempre concepita.

        UNA DOMANDA DI GRAZIA: c’è un modo per accedere al forum con Disqus?

        SECONDO: le cose stanno in una maniera molto più complessa dei semplicismi mincueschi (e adesso, a sorpresa, anche rosanneschi…) del “il popolo non ha potere”, “il popolo no conta”, “contano solo le èlite” etc etc

        Ma se ne può parlare solo al forum.

        PS: Che fra l’altro è diventato di un brutto infame…

        • PietroGE

          E quale sarebbe il bivio storico epocale, il referendum il 4 Dicembre? Il voto americano? La caduta di Aleppo? Oppure l’aumento dei tassi di interesse con conseguente default dell’Italia e fine dell’euro?
          Il vero bivio storico epocale ci sarà quando i popoli europei riusciranno a disfarsi di queste classi dirigenti corrotte che li stanno portando alla rovina e al suicidio.

          • Black Jack

            Povero Pietro GE, nonostante passi il tempo non migliori dalla tua terribile condizione.

            Ascolta bene.
            No, non ho detto minimamente che il quattro dicembre è il bivio epocale.
            Ho scritto chiaramente qual è il bivio epocale.

            Ed è come dico io (sono anni che dico che questa è la tendenza), so anche dove portano le due strade ma non so quale delle due direzioni verrà effettivamente seguita.

            Il tuo discorso sulle classi dirigenti di cui bisognerebbe disfarsi detto così è una sciocchezza.
            Ma qui non c’è spazio per discuterne.

          • PietroGE

            Neanche tu migliori, sempre la solita fuffa. Il dire e non dire il “lo dico da anni” ma poi non lo dice. Il nulla condito di parole : la “profonda e meditata presa di coscienza, di classe, personale, culturale…” Quale? Per che cosa? Non lo sa evidentemente neanche chi le scrive simili cazzate. Parole in libertà. Fuffa, appunto.

          • Black Jack

            No Pietro non è fuffa sei tu che non hai capito e come sempre fai l’acido.
            Non hai capito, pace, riflettici su e vedrai che ho detto un’altra cosa.

            Il tuo discorso sul popolo che deve disfarsi dell classi dirigenti non serve nemmeno per farci conversazione dal barbiere.

            PS: Per essere chiari si sta verificando precisamente quella tendenza politico sociale di cui sto parlando da quasi cinque anni.
            Solo che no so come andrà a finire anche perché il punto importante che non avevo compreso è che sta accadendo in maniera del tutto disordinata quindi senza una leadership precisa mentre io credevo che sarebbe stata la società civile a prendere in mano le redini della situazione promettendo nuovi rapporti sociali ai subalterni che si fossero uniti a loro.

            Forse però, forse, questa cosa potrebbe accadere in USA e Inghilterra ma lì si tratta di gente con le palle cubiche, no latini rompicoglioni acidini.

        • Per accedere al forum devi iscriverti … comunque leggi l’articolo e poi mi saprai dire … ti chiedo però un esempio di cambiamento degli eventi storici per volontà dei popoli … un esempio recente naturalmente …

          • Black Jack

            ROSANNA PER GIOVE!!!

            Cosa dici…sei arrivata a questo punto?

            Questa tua frase:

            “ti chiedo però un esempio di cambiamento degli eventi storici per volontà dei popoli”

            ERA IL CAVALLO DI BATTAGLIA DI MINCUO e adesso la ripeti pure tu…
            Vedi che alla fine le donne si innamorano di chi le tratta male…eh, voi donne…

            https://www.youtube.com/watch?v=1h2uonc3z6Q&feature=youtu.be&t=16

            Ti ho detto che è un discorso complesso e ci posso scrivere per pagine ma SUL FORUM

            Allora…come faccio a iscrivermi, ho provato ma alla pagina del modulo mi dice sempre che non è stato possibile inviare la mia richiesta poi in un’altra pagina ho trovato scritto che le iscrizioni sono momentaneamente sospese.

            PS: La tua domanda è intrinsecamente fallace (come tutti gli argomenti di Mincuo) perché pretende una risposta secca IL CHE PERO’ A SUA VOLTA PRESUPPONE CHE DANDO QUESTA RISPOSTA UNO ACCETTI PIENAMENTE L’IMPIANTO FILOSOFICO CHE FA COMODO A TE.
            Io sono strutturalista amica mia, di quelli DOP degli anni settanta – ossia oltretutto uno strutturalismo free style – quindi per me il problema non è mai soalmente nei concetti o nei “fatti storici” ma verte prima di tutto sul quadro del discorso nel quale concetti e fatti acquistano quel determinato significato (che non sarà lo stesso in un altro ordine del discorso).

            Quindi il XXI potrà essere il secolo del popolo ma “popolo”, cara Rosanna, non è quello che pensi tu.

          • ahahahah … divertente! peccato che con Mincuo non fossi d’accordo quasi su nulla, comunque alla domanda non hai risposto, e mi accorgo che non ti sei accorto che qualcuno due secoli fa circa avrebbe detto una verità epocale, con il suo materialismo storico: è il capitale che cambia la storia, ed il capitale sta nelle tasche della borghesia, non certo dei popoli … che devono subire le decisioni del capitale … oggi anche finanziario

          • Black Jack

            Rosanna certo che ti rispondo ma SUL FORUM, non qui

            Mi dite come faccio a iscrivermi?

          • http://comedonchisciotte.org/contatti/
            Hai comunicazioni da fare? vuoi richiedere l’iscrizione al sito? utilizza il modulo qui sotto, ti risponderemo al più presto possibile
            Prima di scrivere, per favore, accertati di avere letto la pagina delle F.A.Q., le domande frequenti, forse trovi già una risposta lì, altrimenti scrivi …

          • Black Jack

            AAAAH…ma allora no ci senti…

            Ti ho detto che ogni volta che cerco di inviare quel modulo MI DICE CHE NON E’ STATO POSSIBILE INVIARLO, OK?

          • Forse però anche tu non ci senti molto …

          • Black Jack

            Rosanna ho provato adesso, ho riempito il modulo poi ho clikkato ed è apparsa questa scritta

            “C’è stato un errore nell’invio del tuo messaggio, ti preghiamo di riprovare”

            Fa sempre così.
            C’è un modo per risolvere?

    • ga950

      Adesso che è rientrato mi raccomando la forza di digitazione sulla tastiera.

      Ho sentito la sua assenza perché il livello è come sosteneva Pazzaglia
      Auguri..

      • Black Jack

        Auguri a lei 😀

        • ga950

          Provi a scrivere a comedonchisciotte@gmail.com, credo che il WM le suggerirà una soluzione.
          A rileggerla.

          • Black Jack

            Ho capito chi sei, ciao.
            Non mi ricordo il nick…però ho capito…
            Mi sa che avrò vita breve qui…:)

          • WM

            Molto breve.
            Il tempo di accorgersi che uno bannato dal sito si iscrive con un altro indirizzo su Disqus.

          • Primadellesabbie

            Speravo fosse scaduta la quarantena che avevo sospettato.

            Perché dobbiamo rinunciare a questo livello di interventi? :

            “…Uno magari si aspettava che sarebbe cominciato tutto con una profonda e meditata presa di coscienza, di classe, personale, culturale…spirituale!!!…una roba con dibattito annesso per intenderci.

            Invece no, si fa tutto alla come viene viene con leader sgrammaticati che inciampano in strafalcioni, approssimazioni, volgarità e le rispettive basi che si accapigliano su internet come in una rissa da osteria.

            Evidentemente è così funziona…”

            Non mi aspetto risposta, e sono ospite in casa d’altri.

          • WM

            Non faccio io la moderazione né tantomeno decido i ban.
            Se mi capita, come in questo caso, li faccio solo rispettare.
            Black Jack era bannato sul vecchio sito ed è stato bannato nel nuovo, ha potuto commentare solo perché si è iscritto a Disqus con un altro indirizzo email, è un escamotage che può andare bene finché qualcuno non se ne accorge.
            Non so perché sia stato bannato e non mi interessa, non è compito mio.
            Per qualsiasi chiarimento in merito, scrivi alla Redazione, dalla pagina dei contatti, evitiamo di continuare il discorso qui, non è in tema. Grazie

  • Black Jack

    A PROPOSITO DI POPOLO ITALIANO

    C’è questo articolo carinissimo di un blogger americano sul genio nordico e quello latino…Galileo Schwarz mi ha fatto morire…;)

    http://fredoneverything.org/nordic-genius-and-the-central-heat-theorem-adventures-in-genetics/