Home / ComeDonChisciotte / IL NOME DELLA VENDETTA
12305-thumb.jpg

IL NOME DELLA VENDETTA

FONTE: KEYNES (BLOG)

Nel recente “monito degli economisti” (1) pubblicato sul Financial Times, veniva richiamata la profezia che Keynes consegnò nel suo Le conseguenze economiche della pace. Allora – eravamo all’indomani della prima guerra mondiale – le potenze vincitrici imposero alla Germania pesantissimi risarcimenti. Secondo Keynes questa tenacia nel voler umiliare i tedeschi avrebbe prodotto quei risentimenti che poi favoriranno l’ascesa del Nazismo: «Se diamo per scontata la convinzione che la Germania debba esser tenuta in miseria, i suoi figli rimanere nella fame e nell’indigenza […], se miriamo deliberatamente alla umiliazione dell’Europa centrale, oso farmi profeta, la vendetta non tarderà».

Questa volta, forse, la vendetta non attenderà 14 anni. E sembra avere già un nome e un volto, quello di Marine Le Pen, leader del partito neofascista francese “Front National”.

In un sondaggio pubblicato ieri dal settimanale di sinistra Nouvel Observateur il FN è attestato al 24%, due punti più dei gollisti di Sarkozy e ben cinque più dei socialisti del presidente Hollande. Mancano solo sette mesi alle elezioni europee del maggio 2014. La Francia voterà con il proporzionale e quindi l’ascesa del FN non verrà limitata dal sistema a doppio turno.

Le previsioni sono difficili in politica come in economia. Nonostante ciò ci sentiamo di poter azzardare qualche scenario. Se le elezioni confermassero i risultati dei sondaggi, la vittoria di una forza dichiaratamente antieuropea porterebbe i mercati a scommettere nuovamente sull’uscita dei paesi periferici dall’area euro. Stavolta però entrerebbe in scena la BCE con il suo programma OMT di sostegno ai debiti sovrani in cambio di “garanzie”. Se da un lato ciò riporterebbe la calma sullo spread, dall’altro aumenterebbe la pressione, già altissima, sulle popolazioni colpite dall’austerità e i timidissimi passi verso un allentamento del rigore che si erano manifestati nei mesi scorsi sarebbero cancellati di colpo. Non si può escludere che a quel punto la Le Pen, che si dice già pronta a guidare la Francia come presidente, potrebbe diventare un esempio da seguire nelle periferie europee.

Di fronte al 24% pronosticato dal sondaggio, François Hollande non ha avuto meglio da dire che occorre “rialzare la testa di fronte agli estremismi e alla xenofobia”. Ma il prossimo successo della Le Pen è dovuto in buona parte al fatto che la Francia socialista ha abbassato la testa di fronte alla Germania. Hollande aveva promesso in campagna elettorale di ricontrattare il Fiscal Compact e imporre una svolta all’Europa, ma ha infranto questa promessa già pochi giorni dopo la vittoria.

Le classi dirigenti europee sembrano ignorare totalmente questi pericoli e insistono nel percorrere la strada del rigore e dell’abbattimento dei redditi. Sempre ieri, di fronte agli economisti americani riuniti ad Harvard, Mario Draghi ha ribadito l’irreversibilità dell’euro e si è vantato della riduzione dei deficit pubblici in Europa, molto più pronunciata di quella negli Stati Uniti.

Ben più dell’euro si gioca in questa partita e l’ostinazione nel non prendere atto dell’insostenibilità della moneta unica nella sua forma attuale sembra resistere di fronte all’evidenza, sorretta dall’illusione che l’austerità e le “riforme strutturali” stiano producendo un nuovo equilibrio nell’eurozona, mentre vi sono buone ragioni per ritenere la divaricazione di competitività tra “centro” e “periferia” si stia allargando e che le politiche sinora attuate stiano piantando i semi di una nuova crisi.

Nel frattempo l’Italia, guidata da una classe dirigente incapace di autocritica, si illude di ottenere qualcosa dall’UE rispettando i parametri di Maastricht alla lettera e presentandosi in Europa con il cappello in mano (2). “Le persone timide in posizione di responsabilità – scriveva Keynes – sono un passivo per la nazione”.

Fonte: http://keynesblog.com
Link: http://keynesblog.com/2013/10/10/il-nome-della-vendetta/#more-4796
10.10.2013

1) http://keynesblog.com/2013/09/23/il-monito-degli-economisti-continuando-cosi-leuropa-deflagrera/
2) http://keynesblog.com/2013/10/07/gli-autogol-del-portiere-letta/

Pubblicato da Davide

  • sisifo

    Mi sembra impossibile che la classe politica non si renda conto del baratro verso cui ci stanno portando, e visto che non è pensabile siano dei cretini totali, credo che abbiano l’idea di controllare la situazione con la forza.
    Inutile dire che questo è un giochetto molto pericoloso che rischia di portare l’Europa al collasso.
    Mi domando perché si continuino a fare sempre gli stessi errori. Sarà masochismo?

  • nuvolenelcielo

    bene, forza le pen! forza francia!

  • AlbertoConti

    Questo è il maggior “successo” dell’euro, vero Monti (altro che la Grecia)? E che stabilità, grazie Ciampi, Prodi, Draghi, Letta e quella merda totale che è diventata quella che un tempo si chiamava gloriosamente “sinistra”, vero Hollande? Morire per Maastricht … ma andateci voi a morire ammazzati, anzi andate subito affanculo che è meglio ! Que se vajan todos! (anche Grillo e Casaleggio, visto che insieme contano per due!)

  • ilsanto

    Uffa ma insomma siamo vissuti fino ad ora nella nostra ridotta con la maggioranza del mondo che moriva di fame e non fregava niente a nessuno, ora tutti a starnazzare perchè aperte le frontiere, il capitalismo mostra a noi il volto disumano di un sistema egoistico di selezione darwiniana ? Ora si tratta di capire se andiamo avanti così premiando quell’uno per cento che ha tutto e molto razionalmente dice che in un sistema aperto o riduciamo il nostro salario a livelli Cinesi o loro portano le fabbriche in Cina ed India o apriamo una critica al sistema e diciamo che noi i 99% del ricco occidente non ci stiamo a morire di fame sfruttati fino alla consunzione come nei lager. Non diamo la colpa solo ad un partito o a una classe politica o all’Europa o ad i banchieri questa è miopia, quello che non funziona è il “Sistema capitalistico” e prima lo capiamo meglio è.

  • X

    Quell’1 % si sta preparando la corda per una nuova piazzale Loreto…

  • ericvonmaan

    cit. “partito neofascista francese “Front National” ahahahahaha !!!

  • Aironeblu

    Mi associo alle tue affermazioni.

  • felixoro

    CONCORDO CON IL COMMENTO DI SOPRA.AGGIUNGENDO AI DESTINATARI ANCHE I DISCENDENTI FINO ALLA SETTIMA GENERAZIONE.VIA QUESTO FETORE !

  • nigel

    Come sempre, grande commento di AlbertoConti

  • nigel

    Come sempre, grande commento di AlbertoConti

  • nigel

    Marine vince e ovviamente deve fare gli interessi della Francia, ma viene sottoposta a garbate pressioni da parte degli eurocrati preoccupati. Nel frattempo si crea un effetto trascinamento in Italia, il trasformismo prende quota (historia docet) e rapidamente le pagine dei giornali e i talk show televisivi si riempiono di Soloni che asseriscono “io lo avevo detto 20 anni fa che l’euro sarebbe stato un fallimento”. Tuttavia, essendo la partita troppo grossa e corposa per i criminali dell’euro, è verosimile che questi ultimi possano mediare con la Le Pen affinché limiti le sue pretese di eurodistruzione in cambio di vantaggi corposi e sostanziali per la Francia ( vantaggi magari mascherati agli occhi dei PIGS ). Sarebbe opportuno perciò aggregarci al rifiuto francese ANCHE per evitare che accordi (Francia-UE) possano essere presi sulle nostre incolpevoli teste. Nessuno ci salverà, dovremo farlo da soli o quanto meno essere compartecipi attivi.

  • nigel

    o per un nuovo 1789

  • nigel

    Questo non è capitalismo, questo è PRE-capitalismo. La direzione è quella

  • nigel

    No, il comportamento dei governi è quello proprio di Vassalli, valvassini e valvassori

  • ROE
  • ROE

    No, questa (la finanziarizzazione) è la fine della fase estrema (l’imperialismo) del capitalismo.

  • ROE

    … se non ci fosse un altro 9% che lo aiuta ed il 90% che lo tollera.

  • sisifo

    Questo perché la classe politica ha rinunciato a fare Politica.
    Forse, come dicevo nel primo commento, lo fanno nell’illusione che quello che il “mercato” non riesce a far funzionare poi lo si possa far rientrare nei ranghi con l’uso della forza.
    Sono dei Pazzi.

  • Blackrose4400

    Sono semplicemente PAGATI per fare quello che stanno facendo… strano vero?