Home / ComeDonChisciotte / IL M5S PREFERISCE NON PRENDERE PIU' VOTI

IL M5S PREFERISCE NON PRENDERE PIU' VOTI

DI GIOVANNI ZIBORDI
cobraf.com

Se il M5S mandasse in TV gente come Bagnai e Borghi a parlare di economia avrebbe un impatto positivo di pubblico e la sua immagine, che per ora è legata ad ex-attore arruffato che urla dal palco, diventerebbe di colpo più seria. Sicuramente prenderebbe più voti insomma. Perché allora Grillo e Casaleggio non lo fanno ?

Barnard esagera come al solito (1) in modo stridente, però l’impressione a volte è che per Casaleggio il controllo sul movimento abbia la precedenza sulla sua crescita, come accadeva per Bossi e tanti altri (cioè meglio un partito più piccolo che controllo bene che uno più grande che mi sfugge poi di mano).

Un’ altra ipotesi è che i due Grillo e Casaleggio semplicemente non comprendano l’aspetto finanzario, vedi questa settimana in cui ripetono la solita balla che il problema è il deficit pubblico e non l’euro, cioè il contrario di quello che dicono quelli che sarebbero i loro “economisti di riferimento” (Bagnai e Borghi).Alla TV americana avevano dibattiti di fine d’anno che facevano il bilancio della situazione in cui apparivano i pezzi grossi di Wall Street e dichiaravano soddisfatti: “…e qui in america non abbiamo problemi di Default o “Spread” come in Europa perché abbiamo la nostra moneta…”. Ma questa notizia deve ancora arrivare nei dintorni di Genova.

su BeppeGrillo si continuano a diffondere le solite balle sulla spread e il deficit (2)

Spread: “Esatto. Più siete inefficienti come Stato più dovete pagare di interessi. Per chi compra è come giocare alla roulette. Si ricorda l’Argentina e i tango bond?”

Italiano qualunque: “Ma il debito può solo salire o anche scendere? Siamo arrivati a 2.000 miliardi di debito pubblico, qual è il limite, cosa c’è oltre lo spread?”

Spread: “Vedo che lei comincia a seguirmi. Oltre lo spread, quando il fosso diventa una voragine, c’è il default. Se voi vivete di debito e continuate a crearlo, a causa della vostra irresponsabilità politica, gli interessi aumentano in modo progressivo perché dovrete vendere nuovi titoli di Stato per pagare gli interessi che via via si accumulano. Il debito è una spirale. Voi siete nella spirale”.

Italiano qualunque: “Come si esce dalla spirale?”

Spread: “Si tagliano le spese non necessarie o si rinegoziano (“ristrutturano” è più dolce) gli interessi sul debito. In caso contrario gli interessi erodono nel tempo lo Stato sociale. Si chiudono scuole, ospedali, servizi pubblici, si spengono i lampioni delle strade, mentre il debito aumenta, implacabile.”
….
Italiano qualunque: “Qual è allora il motivo della sua discesa?”

Spread: “Vuolsi colà dove si puote, nelle agenzie di rating, direbbe il vostro Dante. Però le do qualche indizio. Rigor Montis ha riportato a casa centinaia di miliardi di vostro debito dalle banche francesi e tedesche e quindi il problema del debito sta diventando solo vostro e io c’entro sempre di meno. Quando il vostro debito pubblico ve lo sarete ricomprati al l’80/90% a nessuno interesserà più lo spread. Questa è la missione di Rigor Montis, far ritornare il debito in patria, impoverendo il Paese.”

Italiano qualunque: “Quindi, nel tempo, lei sparirà di scena e ci rimarrà un debito pubblico enorme, tutto sulle nostre spalle, che nessuno all’estero ci comprerà più e per metterlo sotto controllo ci vorranno decenni attingendo ai risparmi degli italiani”.

Questo è un STB (“Sono Tutte Balle”). Il debito lo riduci senza grandi problemi, con un inflazione non eccessiva (tra il 5 e l’8%), come si è sempre fatto dai tempi di babilonesi (a meno che non vuoi i default secchi…che sono peggio). America e Inghilterra da quattro anni pagano interessi dell’1% e rotti sul debito con inflazione sopra il 3% (in Inghilterra anche il 4%) e così stanno riducendo il debito reale…

Se i detentori di bonds strillano bisogna ricordare che per 30 anni hanno goduto di incrementi di reddito reale senza fare un tubo, che rappresentano (in larga maggioranza) la rendita finanziaria. Dopo 20 anni in cui imprese e lavoratori soffrono e la rendita finanziaria gode occorre fare un poco cambio perché una volta sgretolata l’economia reale poi di colpo arriva anche il crac finanziario e chi ha qualche patrimonio in Italia ci rimette di colpo anche lui. Bisogna ricordare che l’inflazione, come illustra bene Bagnai in alcune slide (3) sul suo sito, NON DANNEGGIA I LAVORATORI… (perché la componente principale dell’inflazione è la famosa “rincorsa salari-prezzi” in cui i salari che crescono spingono su i prezzi…).

Berlusconi e Tremonti invece queste cose finanziarie le capiscono di più se guardi alle loro ultime dichiarazioni e iniziative contro le tasse (“INIZIATIVA CIVILE CONTRO L’IMU, istanza di rimborso”) (4) e danno un’ idea di maggiore concretezza. Ovvio che non dicono in TV che occorre l’inflazione per ridurre il debito, ma se fanno campagna elettorale contro le tasse e quindi per maggiori deficit pubblici…

La previsione è che il M5S si fermerà al 15% e Lega/Tremonti+ Berlusconi recuperano il 30% senza problemi. Se poi per caso mettono come candidato premier Tremonti come chiede Maroni su Twitter (5) rischiano di vincere…

Giovanni Zibordi
Fonte: www.cobraf.com
7.01.2013

Ps

chi ha scritto questo pezzo (il sottoscritto) non intendeva criticare il M5S a favore di Berlusconi o Lega/Tremonti, ma notare che il declino nei sondaggi di Grillo è dovuto alla inspiegabile e plateale assenza di un “messaggio” sull’economia, assenza di cui avversari più scafati ora approfittano. sul mio forum ci si è chiesti spesso come mai Grillo non si circondi di gente in grado di parlare (sul web, ma anche alle tv e radio locali e anche alla temuta TV nazionale) di recessione, tasse, debito pubblico, spread ed euro e indicare una qualche alternativa COMPRENSIBILE all’austerità. Non è sulla privatizzazione dell’acqua, sugli inceneritori, sulle piste ciclabili e i pannelli solari che si gioca l’elezione ma sulla disoccupazione, depressione, tasse, imu e uscita dall’euro. Cacciare tutti i politici farabutti, mentitori e ladri non è un programma sufficiente perchè non siamo ancora alla frutta e nemmeno in Grecia dove sono alla frutta e oltre sono riusciti a scalzare alle elezioni i partiti che l’avevano governata ! (…prova a pensare…nemmeno in Grecia un movimento di opposizione è arrivato al 20%..) o tu hai gente che è in grado di parlare in modo credibile e in qualunque sede, dei problemi economici oppure perdi e sai perchè ? perchè la maggioranza degli italiani ha ancora un lavoro, ha ancora qualcosa da parte, è di età sopra i 40 anni, guarda le TV o ascolta la radio e devi spiegargli cosa faresti di diverso da Monti e soci il senso del pezzo era di dire: “ma perchè Grillo non capisce una cosa così evidente… perchè limita la “discorso” del M5S a due persone di numero, di cui una sola (lui) comunica e non nelle tv o radio !…” il senso era di dire: “… nel M5S c’è solo Grillo e basta che è autorizzato a comunicare e sull’economia non si sbilancia e non va nemmeno in TV o radio… chi glielo spiega a 40 milioni di elettori allora cosa vuole fare il M5S per le tasse di diverso ? ragazzi, se ogni osservazione critica di quello che fanno Grillo e Casaleggio (ora che ci sono elezioni e si gioca sul serio) viene presa come sacrilegio il M5S non ha speranze ——————
[se avessi capito che il pezzo veniva ripubblicato qui su donchisciotte lo avrei aggiustato perchè nel mio sito il contesto della discussione era più chiaro]

NOTE

1) http://comedonchisciotte.org/controinformazione/modules.php?name=News&file=article&sid=11309
2) http://www.beppegrillo.it/2013/01/dialogo_tra_un_italiano_qualunque_e_lo_spread.html
3) http://www.unich.it/docenti/bagnai/blog/Pescara.pdf
4) http://www.listalavoroliberta.it/sito
5) https://twitter.com/g_tremonti

Pubblicato da Davide