Home / ComeDonChisciotte / IL M5S PREFERISCE NON PRENDERE PIU' VOTI
11240-thumb.jpg

IL M5S PREFERISCE NON PRENDERE PIU' VOTI

DI GIOVANNI ZIBORDI
cobraf.com

Se il M5S mandasse in TV gente come Bagnai e Borghi a parlare di economia avrebbe un impatto positivo di pubblico e la sua immagine, che per ora è legata ad ex-attore arruffato che urla dal palco, diventerebbe di colpo più seria. Sicuramente prenderebbe più voti insomma. Perché allora Grillo e Casaleggio non lo fanno ?

Barnard esagera come al solito (1) in modo stridente, però l’impressione a volte è che per Casaleggio il controllo sul movimento abbia la precedenza sulla sua crescita, come accadeva per Bossi e tanti altri (cioè meglio un partito più piccolo che controllo bene che uno più grande che mi sfugge poi di mano).

Un’ altra ipotesi è che i due Grillo e Casaleggio semplicemente non comprendano l’aspetto finanzario, vedi questa settimana in cui ripetono la solita balla che il problema è il deficit pubblico e non l’euro, cioè il contrario di quello che dicono quelli che sarebbero i loro “economisti di riferimento” (Bagnai e Borghi).Alla TV americana avevano dibattiti di fine d’anno che facevano il bilancio della situazione in cui apparivano i pezzi grossi di Wall Street e dichiaravano soddisfatti: “…e qui in america non abbiamo problemi di Default o “Spread” come in Europa perché abbiamo la nostra moneta…”. Ma questa notizia deve ancora arrivare nei dintorni di Genova.

su BeppeGrillo si continuano a diffondere le solite balle sulla spread e il deficit (2)

Spread: “Esatto. Più siete inefficienti come Stato più dovete pagare di interessi. Per chi compra è come giocare alla roulette. Si ricorda l’Argentina e i tango bond?”

Italiano qualunque: “Ma il debito può solo salire o anche scendere? Siamo arrivati a 2.000 miliardi di debito pubblico, qual è il limite, cosa c’è oltre lo spread?”

Spread: “Vedo che lei comincia a seguirmi. Oltre lo spread, quando il fosso diventa una voragine, c’è il default. Se voi vivete di debito e continuate a crearlo, a causa della vostra irresponsabilità politica, gli interessi aumentano in modo progressivo perché dovrete vendere nuovi titoli di Stato per pagare gli interessi che via via si accumulano. Il debito è una spirale. Voi siete nella spirale”.

Italiano qualunque: “Come si esce dalla spirale?”

Spread: “Si tagliano le spese non necessarie o si rinegoziano (“ristrutturano” è più dolce) gli interessi sul debito. In caso contrario gli interessi erodono nel tempo lo Stato sociale. Si chiudono scuole, ospedali, servizi pubblici, si spengono i lampioni delle strade, mentre il debito aumenta, implacabile.”
….
Italiano qualunque: “Qual è allora il motivo della sua discesa?”

Spread: “Vuolsi colà dove si puote, nelle agenzie di rating, direbbe il vostro Dante. Però le do qualche indizio. Rigor Montis ha riportato a casa centinaia di miliardi di vostro debito dalle banche francesi e tedesche e quindi il problema del debito sta diventando solo vostro e io c’entro sempre di meno. Quando il vostro debito pubblico ve lo sarete ricomprati al l’80/90% a nessuno interesserà più lo spread. Questa è la missione di Rigor Montis, far ritornare il debito in patria, impoverendo il Paese.”

Italiano qualunque: “Quindi, nel tempo, lei sparirà di scena e ci rimarrà un debito pubblico enorme, tutto sulle nostre spalle, che nessuno all’estero ci comprerà più e per metterlo sotto controllo ci vorranno decenni attingendo ai risparmi degli italiani”.

Questo è un STB (“Sono Tutte Balle”). Il debito lo riduci senza grandi problemi, con un inflazione non eccessiva (tra il 5 e l’8%), come si è sempre fatto dai tempi di babilonesi (a meno che non vuoi i default secchi…che sono peggio). America e Inghilterra da quattro anni pagano interessi dell’1% e rotti sul debito con inflazione sopra il 3% (in Inghilterra anche il 4%) e così stanno riducendo il debito reale…

Se i detentori di bonds strillano bisogna ricordare che per 30 anni hanno goduto di incrementi di reddito reale senza fare un tubo, che rappresentano (in larga maggioranza) la rendita finanziaria. Dopo 20 anni in cui imprese e lavoratori soffrono e la rendita finanziaria gode occorre fare un poco cambio perché una volta sgretolata l’economia reale poi di colpo arriva anche il crac finanziario e chi ha qualche patrimonio in Italia ci rimette di colpo anche lui. Bisogna ricordare che l’inflazione, come illustra bene Bagnai in alcune slide (3) sul suo sito, NON DANNEGGIA I LAVORATORI… (perché la componente principale dell’inflazione è la famosa “rincorsa salari-prezzi” in cui i salari che crescono spingono su i prezzi…).

Berlusconi e Tremonti invece queste cose finanziarie le capiscono di più se guardi alle loro ultime dichiarazioni e iniziative contro le tasse (“INIZIATIVA CIVILE CONTRO L’IMU, istanza di rimborso”) (4) e danno un’ idea di maggiore concretezza. Ovvio che non dicono in TV che occorre l’inflazione per ridurre il debito, ma se fanno campagna elettorale contro le tasse e quindi per maggiori deficit pubblici…

La previsione è che il M5S si fermerà al 15% e Lega/Tremonti+ Berlusconi recuperano il 30% senza problemi. Se poi per caso mettono come candidato premier Tremonti come chiede Maroni su Twitter (5) rischiano di vincere…

Giovanni Zibordi
Fonte: www.cobraf.com
7.01.2013

Ps

chi ha scritto questo pezzo (il sottoscritto) non intendeva criticare il M5S a favore di Berlusconi o Lega/Tremonti, ma notare che il declino nei sondaggi di Grillo è dovuto alla inspiegabile e plateale assenza di un “messaggio” sull’economia, assenza di cui avversari più scafati ora approfittano. sul mio forum ci si è chiesti spesso come mai Grillo non si circondi di gente in grado di parlare (sul web, ma anche alle tv e radio locali e anche alla temuta TV nazionale) di recessione, tasse, debito pubblico, spread ed euro e indicare una qualche alternativa COMPRENSIBILE all’austerità. Non è sulla privatizzazione dell’acqua, sugli inceneritori, sulle piste ciclabili e i pannelli solari che si gioca l’elezione ma sulla disoccupazione, depressione, tasse, imu e uscita dall’euro. Cacciare tutti i politici farabutti, mentitori e ladri non è un programma sufficiente perchè non siamo ancora alla frutta e nemmeno in Grecia dove sono alla frutta e oltre sono riusciti a scalzare alle elezioni i partiti che l’avevano governata ! (…prova a pensare…nemmeno in Grecia un movimento di opposizione è arrivato al 20%..) o tu hai gente che è in grado di parlare in modo credibile e in qualunque sede, dei problemi economici oppure perdi e sai perchè ? perchè la maggioranza degli italiani ha ancora un lavoro, ha ancora qualcosa da parte, è di età sopra i 40 anni, guarda le TV o ascolta la radio e devi spiegargli cosa faresti di diverso da Monti e soci il senso del pezzo era di dire: “ma perchè Grillo non capisce una cosa così evidente… perchè limita la “discorso” del M5S a due persone di numero, di cui una sola (lui) comunica e non nelle tv o radio !…” il senso era di dire: “… nel M5S c’è solo Grillo e basta che è autorizzato a comunicare e sull’economia non si sbilancia e non va nemmeno in TV o radio… chi glielo spiega a 40 milioni di elettori allora cosa vuole fare il M5S per le tasse di diverso ? ragazzi, se ogni osservazione critica di quello che fanno Grillo e Casaleggio (ora che ci sono elezioni e si gioca sul serio) viene presa come sacrilegio il M5S non ha speranze ——————
[se avessi capito che il pezzo veniva ripubblicato qui su donchisciotte lo avrei aggiustato perchè nel mio sito il contesto della discussione era più chiaro]

NOTE

1) http://comedonchisciotte.org/controinformazione/modules.php?name=News&file=article&sid=11309
2) http://www.beppegrillo.it/2013/01/dialogo_tra_un_italiano_qualunque_e_lo_spread.html
3) http://www.unich.it/docenti/bagnai/blog/Pescara.pdf
4) http://www.listalavoroliberta.it/sito
5) https://twitter.com/g_tremonti

Pubblicato da Davide

  • Tashtego

    Ottimo! Grillo è il problema dell’Italia! Lo è sempre stato! E’ lui che ci ha ridotto così!
    Meglio un ritorno a Berlusca/Tremonti.
    Viva la TAV! Viva la privatizzazione dell’acqua (referendum carta straccia. Giusto: cittadini coglioni)!
    Viva le basi americane sul suolo patrio! Viva la social card! Viva il bunga bunga, le olgettine e la Minetti, fulgidi esempi della “concretezza” berlusconiana! Viva Belsito, il cerchio magico ed il trota! Viva Dell’Utri, Previti e Scajola! Finalmente dei nomi di grandi e immacolati eroi che ci porteranno fuori dal pantano grillino.
    Auguri.

  • Tashtego

    Un’altra cosa: “Berlusconi e Tremonti invece queste cose finanziarie le capiscono di più se guardi alle loro ultime dichiarazioni e iniziative contro le tasse (“INIZIATIVA CIVILE CONTRO L’IMU, istanza di rimborso”) (4) e danno un idea di maggiore concretezza. Ovvio che non dicono in TV che occorre l’inflazione per ridurre il debito, ma se fanno campagna elettorale contro le tasse e quindi per maggiori deficit pubblici…”
    Questa roba è ignobile, non pensavo di leggerla qui su CDC. Dopo Barnard, ‘sta roba qua… Davvero è così importante attaccare il M5S? Davvero devono vincere i Bersani, Berlusconi, Renzi, Monti, Casini?

  • Jor-el

    Alt, il debito lo riduci senza grandi problemi con l’inflazione se hai la sovranità monetaria, altrimenti con l’Euro l’inflazione te la devi fare alla tedesca, riducendo i salari e tagliando sanità e scuola. Dentro la gabbia dell’Euro l’analisi del sito di Grillo è impeccabile: Monti ha nazionalizzato il debito, mettendo i suoi amici al sicuro nell’ipotesi di un eventuale default dell’Italia. Come avevano fatto un anno fa in Grecia. Certo, se si esce dall’Euro si aprono possibilità che al momento non sono pensabili, ma che dice Grillo, si esce dall’Euro?

  • Tashtego

    Per ora propone un referendum perchè siano i cittadini a decidere. Non sarò una presa di posizione forte, ma è l’unico, in Italia, a farlo (intendo fra le forze politiche di una certa rilevanza). E davvero non è poco, basta vedere che fine ha fatto Papandreu in Grecia per averlo pensato.

  • Ercole

    Basta con questo teatrino della politica,contro l’inganno parlamentare borghese,bisogna rilanciare l’astensionismo di classe,partecipare alle elezioni,significa aiutare la borghesia nella sua dittatura :(economica,politica e militare)con il voto si legittima la nostra schiavitu …..

  • Ercole

    Papandreu e rimasto al suo posto, in parlamento…..e i polli abboccano…..

  • Allarmerosso

    il 28 dicembre il referendum sull’acqua se lo sono gia bevuto tutto.
    P.S hai letto l’articolo ho ha guardato solo le parole come se fossero delle immagini e fra tante hai notato solo la parola Berlusconi ?

  • Allarmerosso

    ribadisco come prima che non hai capito il senso.In parole povere dice ” ecchecazzo lo capiscono bene e lo dicono per campagna elettorale Berlusconi e Tremonti e non lo dice Grillo che ha tra le altre cose come economista di riferimento Bagnai che lo ripete da mesi ? ”

    riferendosi a Berlusconi e Tremonti infatti alla fine dell’articolo dice “rischiano di vincere…”

    Non mi pare che ci sia nessun attacco se non quello di dire ” O ma Grillo perchè dici nel blog il contrario di quello che dice uno degli economisti di riferimento del movimento a cui tu fai riferimento ? ”

    Ti è chiaro così il concetto ?!

  • Allarmerosso

    che ci vogliano le bombe a mano io è anni che lo dico ! 😉

  • Nauseato

    Ad avercene … che già non è semplice. Poi occorre anche la “carne da cannone” o “da bomba a mano” e la vedo ancor meno semplice, malgrado tutto … :-/

    La mia sensazione è che ce lo infileranno a tutti ben bene nel di dietro. Vediamo in Grecia (presa ripetutamente a riferimento…) dove tanto can can … e poi tutto prosegue indisturbatamente.

  • clausneghe

    Non so se Grillo si fermerà al 15% come dice l’articolista oppure se andrà oltre,magari speriamo fino alla maggioranza relativa.
    Apprezzo molto il fatto che snobba la Tv, bocca oscena vomitante menzogne infinite. La televisione così come è ora in Italia non serve alla causa del 5 stelle,anzi rischia di omologarlo o peggio sabotarlo.
    Bene fa il Beppe, memore delle tante offese subite dai giornalastri di regime, a rifiutare di entrare nella casa fatiscente e piena di muffa che è la tv di stato. Tieni duro M5S, possiamo vincere.

  • Aironeblu

    Molti continuano ad osservare le cose per compartimenti stagni, concentrando l’attenzione su una sola componente della crisi economica, giudicandola la causa di tutti i mali. È quanto fanno spesso coloro che si impegnano nella battaglia contro l’eurotruffa dei banchieri.

    Ed hanno pienamente ragione, ma c’è anche dell’altro, molto altro, il problema non si riduce tutto all’uscita (indispensabile) dall’Euro. Oltre a questo, bisogna affrontare la corruzione e inettitudine della nostra vecchia classe politica, orientare le scelte macroeconomiche verso direzioni inteligenti, soprattutto nel settore energetico, e occorre affrancarci dal cripto-colonialismo americano, per riprendere in mano il controllo della nostra nazione. Sono tutti temi portati avanti da Grillo, il solo che promuove una vera rivoluzione culturale, a partire dalla comunicazione, che per scelta rifiuta di omologarsi sui canali mainstream, ovvero la scenografia allestita per il vecchio teatrino.

    Grillo si è ripetutamente espresso contro l’euro, ma, come per il nucleare, lo strumento proposto per questo obbiettivo è il referendum.

  • ProjectCivilization

    …ma rottamare la finanza , e occuparsi di economia , cioe’ quantita’ di persone , spazi , qualita’ del cibo , lavoro che faccia qualita’ della vita….proprio non si puo’ ? Perche mai ?

  • Evitamina

    Se il M5S è arrivato al 15% in Sicilia senza l’appoggio della tv , vuol dire che la televisione è importante ma non fondamentale.
    Io non so se la rete in futuro sarà controllata, ma in questo momento puoi mettere su una notizia senza filtri.
    Non è escluso che Casaleggio abbia un disegno a lungo termine non piacevole per l’Italia. Ma adesso il M5S ci dice che vorrebbe fare delle cose semplici e molte di queste sono menzionate nella nostra Costituzione.
    Ora dalle due una, o è senzato applicare, in modo più equo possibile i diritti fondamentali della nostra Costituzione, o semplicemente non c’è la possiamo permettere.

  • albsorio

    Che i poteri forti che sono dietro Casaleggio & Associati abbiano creato M5S come valvola di sfogo è probabile, che debba in virtú del suo ruolo restare intorno al 10-15% è ovvio, però siamo noi a decidere….. Ora gli elettori italiani potrebbero, anche solo per divertimento, mettere una ics su M5S, tenendo conto che chi non vota è circa la metá degli aventi diritto basterebbe che anche solo la metá di questi decidesse di votare M5S e i giochi che sembrano essere gia fatti sarebbero cambiati….. personalmente sono iscritto ad un partito, diverso da M5S ma darò il voto a M5S. Perchè? Forse dobbiamo sempre ricordare che Monti & C. avevano i voti di ABC, quindi per me l’articolo 18 è stato modificato dal PD, l’IMU l’ha messa il PDL, cioè tutti questi devono essere cacciati via, in virtú di cio che hanno fatto contro il Paese e il loro elettorato……. Le invettive di Barnard mi fanno piacere, speriamo siano il segno che gli italiani prima della protesta e della violenza di piazza vogliano tentare con M5S.

  • Aironeblu

    Mi associo. Basta confondere l’economia con la finanza, e basta lasciare gestire l’economia dai finanzieri e dai loro servi: per questo ci vogliono dei politici, ma veri, capaci di pensare come fine ultimo al benessere reale dei cittadini per cui lavorano, piuttosto che ai coefficienti finanziari inventati proprio per sottrarlo, questo benessere.

  • Aironeblu

    Cit:

    La previsiome è che il M5S si fermerà 15%….

    Io dico che arriverà intorno al 25% e che sarà il partito di maggioranza. Scommettiamo?

  • Mattanza

    Da giu’ di testa ragazzi,il delirio.

  • Mattanza

    Ma sei fuori di testa?
    Ma chi dice che devono vincere Berlusconi o Bersani?
    Ma che credi che M5S potrebbe governare senza allearsi con loro?
    E anche se penso che M5S sia il meno peggio in Italia,che non si puo’ criticare?ARGOMENTA invece di piagnucolare!

  • Mattanza

    Grande Ercole!Sei inossidabile!

  • Mattanza

    Non ti rendi conto del fatto che se si smettesse di votare in massa crollerebbe il loro patto sociale,non sarebbero piu’ legittimati a governarci.
    Ma fino aquando si pensa che non votare sia come spararsi…..

  • Giancarlo54

    Quando vuoi. Non arriva nemmeno al 12%. Scommettiamo?

  • Jor-el

    Però è vero. Papandreu è ancora lì. Non si è stracciato le vesti, non si è dimesso dal Parlamento per protesta, non ha denunciato il golpe che lo ha esautorato. E’ stato zitto e ha dato i suoi voti alla troika. Lo stesso Berlusconi in Italia…

  • robotcoppola

    La situazione che abbiamo davanti è più semplice di quanto si possa pensare, per come sono messe le cose abbiamo 3 possibili scelte che produrranno 2 soli EFFETTI:

    1. Vittoria della banda montiana e/o delle accozzaglie (pd/pdl/udc ecc ecc) che supportano la sua politica di STERMINIO delle classi medio/basse. Questo risultato sarà ottunuto grazie all’apporto di 2 scelte:
      1. il voto diretto a questo CIARPAME;
      2. il NON VOTO;
    2. Vittoria del M5S

    Con il punto 1. sappiamo già cosa accadrà:

  • distruzione economica del paese;
  • svendita dell’apparato pubblico;
  • privatizzazione di TUTTI i servizi pubblici;
  • aumento progressivo delle tasse a causa dell’avitamento depressivo, amplificato dai precedenti trattati come MES e FISCAL COMPACT;
  • continuazione delle politiche di GUERRA, sotto nome di missioni “umanitarie”;
  • consegna delle nostre ultime sovranità nazionali ai NAZISTI €uropoidi;
  • riduzione progressiva dei nostri diritti
  • eliminazione del ceto medio. Rimarranno solo i poveri da una parte (la stragrande maggioranza) e i ricchi dall’altra, in perfetto bipolarismo;
  • ulteriore limitazione delle libertà di stampa, internet, ecc.
  • altro …
  • Con il punto 2. avremmo un FOGLIO BIANCO sul quale scrive noi il nostro destino.

    Da parte mia non c’è alcun dubbio su quale scelta fare. Preferisco “rischiare” con il M5S 😉

  • Jor-el

    Con me sfondi una porta aperta: mai votato in vita mia! Il discorso, però, non sta nel nel significato del non voto. Non votare non cambia nulla, esattamente come non cambia nulla votare. Nello stesso tempo le elezioni sono importanti, perché sono sempre un momento in cui il potere esce allo scoperto. Le elezioni non vanno considerate per quel che esprimono, ma per quel che nascondono, in esse le classi non esercitano un potere, lo subiscono.

  • robotcoppola

    In teoria avresti ragione, ma nel contesto attuale l’ASTENSIONE produrrebbe solo il risultato del tutto simile a quello di votare monti e/o i suoi supporters.

    L’astensione sarebbe l’arma migliore se e solo se si verificano CONTEMPORANEAMENTE le seguenti condizioni:

    1. la maggioranza della popolazione, almeno il 60%, si astiene al voto;
    2. l’astensione è di tipo COSCIENZIALE e NON di PROTESTA.

    Solo l’astensione di tipo coscienziale può portarci verso l’uscita da questo MANICOMIO, quella di PROTESTA è completamente INUTILE, anzi DANNOSA!

  • RicBo

    più va avanti questa pantomima, più aumentano queste sterili analisi e polemiche sulle prossime elezioni, più mi viene in mente il famoso adagio sulla tragedia che si tramuta in farsa..

  • nigel

    Ripeto: Meglio un salto nel buio che un suicidio assistito

  • AlbertoConti

    Premesso che concordo con robotcoppola qua sopra, resta l’ambiguità interpretativa sulla strategia Grillo in campagna elettorale. Conoscendo Casaleggio tale strategia dovrebbe essere più orientata a criteri di puro marketing, esattamente come ha sempre fatto berlusconi con metodi molto più “popolari”. E mi riferisco sia al contenuto della comunicazione che al mezzo per veicolarla. Casaleggio-Grillo si basano sulla rete internet, che per quanti progressi abbia fatto non è ancora lontanamente paragonabile all’impatto mediatico classico delle TV, meglio se in chiaro. Sui contenuti invece la strategia è opposta, quasi di sottomissione passiva al mainstream, col debole alibi del referendum sull’euro, debole nella misura in cui è solo annunciato senza entrare nel merito. Certo che mandare avanti degli economisti che si sostituiscono al classico stile-Grillo sarebbe poco coerente, ma il prezzo da pagare alla coerenza comunicativa è effettivamente molto alto. Indubbiamente il fenomeno Grillo ha i suoi limiti, e non è facile adeguarlo alle circostanze oggettivamente critiche e complesse. Da qui il rischio alto di essere inefficaci, o peggio efficaci a convogliare fuori campo il potenziale rivoluzionario. Se questa è l’unica via, all’italiana, occorrerà impegnarsi al massimo per percorrerla fino in fondo, con gli occhi sempre ben aperti.

  • Hamelin

    Ah ah ah , questa te la do 20 a 1 …

  • hobie

    complimenti, voi grillini siete proprio dei veri democratici. E se qualcuno prova a toccarvi il vostro capo cosa fate voi? Invece di entrare nel merito e rispondere con argomenti (non ne avete) allora attaccate a testa basta con il sarcasmo. La vostra violenza verbale la dice lunga sulla vostra idea di democrazia.

  • Tashtego

    Mattanza, forse sei tu fuori di testa. L’articolo è chiaro , rileggilo e secondo me, checchè ne dica l’autore nel ps per giustificarsi, contiene una chiara indicazione di voto per il pdl (se poi questa è involontaria è anche peggio). Non accenna al fatto che Berlusca/Tremonti pur capendo di economia più di Grillo (sarà vero? mai sentito tremonti prevedere il crack-parmalat…), ora fanno gli anti-politica (sentito stamattina in TV da Berlusca “io sono sempre stato l’antipolitica” !!!) per pèrendere i voti degli incazzati. Poi, una volta al governo, si piegheranno ai veri poteri (finanza-multinazionali-USA etc. la corporatocrazia). Questo è il punto. Se il M5S va in parlamento “spacca tutto”. Non basta, certo che no, ma almeno è la premessa per ricostruire. Questa casa non è più ristrutturabile.

  • nigel

    Il quadro è questo: la maggioranza dei vecchi politici (PD-UDC-PDL) pensa SOLO ED ESCLUSIVAMENTE alla conservazione di un potere (subalterno naturalmente a quello della Troika) che li pone comunque nella condizione di maggiordomi privilegiati rispetto ad una massa di schiavi da mungere e vessare. Il loro imperativo “morale” categorico è, molto semplicemente (e volgarmente, scusate..) quello di fare i froci con il culo degli altri. Il luminare della Bocconi ha toccato uno dei privilegi della Casta? No… c’è stato, a giudicare dalla semplice analisi dai fatti, un patto non scritto che potremmo tradurre cosi: ” Egregio Governo tecnico, noi assicureremo una maggioranza bulgara in Parlamento. Potrai fare ciò che vuoi, ma…attento. Non uno dei nostri privilegi deve cadere, perchè in tal caso non saremmo disponibili. Naturalmente noi dovremo inscenare per il nostro elettorato un’opposizione di facciata, puramente virtuale, almeno nei confronti dei provvedimenti più impopolari…” E’ o non è così ? Sapete tutti che i politici italiani vogliono solo sopravvivere strafregandosene del Bene comune e sono aggrappati al carro dei vincitori. E certo…la gabbia dell’Euro può anche essere un Eden dorato, se i privilegi sopravvivono…e per molte anime vili è più dolce la ricchezza se si è circondati da miserabili. Il fiscal compact e la miriade di provvedimenti prossimi venturi porteranno allo sfacelo il Paese in tappe forzate, perchè i sorrisi e la calma pre-elettorale sono soltanto la bonaccia prima dell’uragano.
    L’alternativa? C’è, ma è una strada in salita, che richiede coraggio e decisione, senza masturbazioni in sottili distinguo ideologici. Il voto contrario al suicidio assistito non potrà essere ignorato, perchè in questo caso dovremo tutti prendere coscienza del fatto che la democrazia è definitivamente morta. Ma la paura (e forte, molto forte) c’è anche a Bruxelles…anche se sembrano indifferenti. Perchè se noi dovessimo uscire dalla Gabbia le conseguenze sarebbero pesanti e poi altri seguirebbero. E queste conseguenze sarebbero imprevedibili, non solo per noi ma soprattutto per loro. E’ su queste basi che, in caso di improbabile vittoria del M5S, andrebbe intavolata una simpatica, amichevole trattativa con l’EU e i suoi profeti.

  • Hamelin

    Bah per me anche queste 2 opzioni sono il lato della stessa medaglia.
    E’ cosi’ difficile capire che la Democrazia è morta per sempre ( in verità lo è da sempre ) .
    Indipendentemente da chi voti il peggio od il meno peggio non risolveranno mai i tuoi problemi .
    Votate pure Grillo e tirate a campare giusto quei 10 minuti in piu'( I Potentati Internazionali , quelli che hanno il vero potere distruggeranno l’Italia in 5 secondi nel qual caso vinca Grillo, a meno che non se lo riescano a comprare , cosa tra l’altro assai facile visto che l’ha già fatto Casaleggio ).
    Il problema della gente è che ragiona sempre con gli stessi paradigmi mentali e non riesce ad uscire dagli schemi mentali che sono stati loro impressi.
    Mi fa sempre effetto vedere come la gente di sua spontanea volontà scelga di mettersi una catena piuttosto che un altra…
    Loro vincono non perchè vogliono che noi siamo loro schiavi, ma perchè fanno in modo che noi desideriamo esserlo ( e a quanto pare ci riescono ancora alla grande )…

  • Tashtego

    Vedi, hobie, io non sono grillino. La tecnica dell’etichettatura è vecchia e mi fa schifo, è funzionale al potere che così cerca di ghettizzare i pensatori e classificarli (anti-semita, grillino, comunista, fascista…). Io sono fascista se mi dichiaro fascista io stesso, sono comunista se mi dichiaro comunista io stesso, lo stesso dicasi per grillino (termine inventato dai media main stream, oltretutto, e questo la dice lunga). Ci sono vari interventi di utenti su CDC che esprimono dubbi sul M5S e, come avrai notato, io non intervengo violentemente per dissuaderli, trovando, di fatto, quei dubbi più che legittimi), ma le invettive di PB e la tesi di Zibordi che a fronte dei dubbi su M5S cita Berlusca/Tremonti come persone più in grado di comprendere l’economia, mi fanno davvero andare in bestia. I dubbi su cosa diventerà il M5S ce li ho anch’io, ma ho chiaro cosa è adesso: uno strumento di rottura. Inoltre, credendo che la politica debba governare l’economia e non viceversa (come un certo sistema ci stà imponendo), non ritengo così gravi certe lacune, mentre ritengo più importante distruggere un sistema che si basa sulla premiazione dei peggiori (un sistema voluto fuori dai nostri confini, e che premia i peggiori proprio perchè disposti a vendere se stessi, i propri servigi ed il proprio paese).

  • hobie

    DA GRILLO SILENZIO ASSORDANTE SULLE BANCHE RESPONSABILI DI USURA, DELLA CRISI, DEL DISASTRO FINANZIARIO GLOBALE. UNA VOLTA GRILLO PARLAVA DEGLI USURAI LEGALIZZATI, DEL SIGNORAGGIO ETC. ORA, A RIDOSSO DELLE ELEZIONI, SILENZIO. EPPURE SENZA USCIRE DALL’EURO E NAZIONALIZZARE LE BANCHE DI EMISSIONE NON SI PUO’ NEPPURE INIZIARE A PENSARE DI RISOLVERE GLI ALTRI PROBLEMI. MA GRILLO DECIDE, DIRIGE, SCOMUNICA E GLI ADEPTI ESEGUONO SENZA PENSARE, SENZA FIATARE, SENZA DISCUTERE, E CHI DISSENTE E’ FUORI (“DALLE BALLE”). FORSE GRILLO E I SUOI SPIN DOCTOR SONO STATI ATTENZIONATI DAI POTERI VERI, QUELLI FORTI, QUELLI CHE SE PISCI FUORI FAI LA FINE DI SINDONA O CALVI, ECCO PERCHE’ IL M5S NON FA + PAURA A NESSUNO: IN REALTA’ SI PUO’ CONTINUARE A GIOCARE AL TEATRINO DELLA POLITICA, SIMULANDO + O MENO “DEMOCRAZIA” USUM POPULI. L’IMPORTANTE E’ CHE, IN ECONOMIA, LA DEMOCRAZIA NON C’ENTRI MAI. GLI SCHIAVI DEVONO CONTINUARE A PAGARE PER LA RAZZA DEI SIGNORI, PER SEMPRE. E MUTI. SERVE IL BOICOTTAGGIO, LA DISOBBEDIENZA CIVILE, ALTRO CHE L’ENNESIMO PARTITINO TIPO IL M5S…

  • sganzo

    Almeno la finta l’ha fatta. La faccia ce l’ha messa e il periodo non era propizio. Senza nessuno alle spalle cosa avrebbe dovuto fare? Magari tiene famiglia….

  • hobie

    QUELLA DELL’AZIONE DIRETTA, DELLA DISOBBEDIENZA FISCALE E CIVILE. QUELLA DI AGIRE IN PRIMA PERSONA. SI CHIAMA RIVOLUZIONE. POVERI ILLUSI COLORO CHE CREDONO DI POTER ABBATTERE IL REGIME CON GLI STRUMENTI DEL REGIME.

  • nigel

    Credo che”politicamente” il M5S abbia deciso di utilizzare un basso profilo pre-elettorale. Proprio per acquisire i voti di chi sarebbe traumatizzato da scelte politiche che verrebbero vissute come “rivoluzionarie”.

  • Tashtego

    Se pensi che il M5S non fa più paura a nessuno non segui molto l’attacco concentrico di tutti media main stream sul movimento.
    Il boicottaggio delle elezioni serve a far vincere i soliti che, se non l’hai capito, se ne fregano se il 60% dei cittadini non vanno a votare. Meglio! cosiì vincono loro. O si va a votare e si riesce a cambiare le cose col voto (sperando che il M5S poi mantenga le promesse e le premesse) oppure si fa la rivoluzione, quella vera. Stare a casa nella propria nobile indignazione non serve ad una benemerita cippa, se non a delegare la gestione del proprio futuro a questi zombi.

  • robotcoppola

    Quello che dici contiene della verità, ma nel contesto attuale NON È PRATICABILE!

    L’astensione e la disobbedienza civile sarebbe l’arma migliore se e solo se si verificano CONTEMPORANEAMENTE le seguenti condizioni:

    1. la maggioranza della popolazione, almeno il 60%, si astiene al voto;
    2. l’astensione/disobbedienza civile è di tipo COSCIENZIALE e NON di PROTESTA.

    Solo l’astensione/disobbedienza civile di tipo coscienziale può portarci verso l’uscita da questo MANICOMIO, quella di PROTESTA è completamente INUTILE, anzi DANNOSA!

    Allo stato attuale abbiamo al massimo quella di PROTESTA che potrebbe condurci al CAOS e a rivoluzioni sanguinarie. Insomma avremmo come miglior risultato una nuova OLIGARCHIA al potere.

    DEPRIMENTE …

  • robotcoppola

    In realtà la democrazia NON ESISTE in alcuna parte del mondo, sono tutte OLIGARCHIE MASCHERATE.

    Ci stiamo dividendo per questioni di lana caprina e questo sarà solo a vantaggio delle OLIGARCHIE che vorremmo combattere.

    Non so se hai qualche conoscenza di teoria dei sistemi. Fino a qualche anno fa il nostro sistema socioeconomico era in equilibrio, ogni tanto qualche piccola crisetta, ma tutto rientrava nel giro di qualche mese (fasi di recessione).

    Ora stiamo attraversano LA CRISI FINALE e il sistema sta COLLASSANDO. Pertanto non siamo più in una situazione di equilibrio ma siamo dentro un TRANSITORIO (depressione economica) che ci sta portando verso un altro equilibrio.

    Quale? Dipenderà da NOI! Da quanta consapevolezza riusciremo ad acquisire e quindi fare le scelte giuste.

    Da una parte abbiamo la banda montiana a difesa di banche e speculazione finanziaria, dall’altra il M5S. Non c’è una terza scelta, ad esempio quella dell’ASTENSIONE (essendo in gran parte con poca CONSAPEVOLEZZA ma solo di PROTESTA) è una FALSA scelta, in quanto è del tutto a favore della banda montiana.

    Il M5S è l’unico strumento/arma che passa in convento per sbarazzarci dei montiani e dei loro DELIRI. Può far partire, per effetto TRIGGER, la rivoluzione delle coscienze. L’unica vera strada per uscire da questo manicomio.

    Dividerci sulla “poca” affidabilità di grillo/casaleggio non farà altro che aiutare il VERO potere criminale che sta dominando l’€uropa e tutto il mondo occidentale.

    Se parte la rivoluzione delle coscienze non ci saranno controlli/poteri che tengano, tutto verrà spazzato via, eccetto la nostra speranza di vivere in una società migliore di quella attuale.

  • Aloisio

    ottimo Zibordi, è sempre un piacere leggere i suoi commenti.

  • rocks

    secondo il mio modesto parere la strategia è di non arrivare alla maggioranza. di non dover formare un governo. Vi faccio l’esempio di Parma. Il M5S è andato al potere con un sacco di buone intenzioni, qualcosa di buono è stato fatto. Ma Parma assomiglia molto alla situazione nazionale. Ha un sacco di debiti ed esce da un commissariamento che ha impostato una strada per recuperare credibilità e ripagare i debiti. La strada è fatta di tagli e aumenti delle tasse. L’unico impegno del M5S è quello di cercare di razionalizzare i tagli in modo che non siano lineari ed iniqui. Ma per loro stessa ammissione non sarà possibile fermare la cementificazione nella città a più alto tasso di cementificazione. Sarà molto difficile fermare il funzionamento dell’inceneritore.Perchè? Perché quelli che hanno fatto il casino prima, debiti e inceneritore inutile, l’hanno fatto in modo tale che un’inversione di rotta richiederà un sacco di anni. Tornando alla politica nazionale il discorso non cambia, ma i riflettori sarebbero ancora più ampi. Andare al potere adesso per un movimento radicale come il 5S porterebbe a degli inevitabili compromessi. Con i poteri economici e finanziari, perché nel fratempo la macchina statale deve andare avanti. E’ un mostro. In sostanza credo sia nell’interesse di Grillo e Casaleggio rimanere all’opposizione. E non è un caso che in giro si comincia a sentire opinioni del tipo “li voto se sono sicuro che non superano il 20%”. Il che è paradossale, ma significa che molta gente ha voglia di un’opposizione onosta e credibile, più che di un governo improvvisato.

  • Hamelin

    Sottovaluti il Fatto che il collasso porta sempre al CAOS , è inevitabile .
    Purtroppo in quest’epoca di Falsa Logica Determista si è portati ad ignorare la basilare Legge Naturale.
    Non esiste un auto-riequilibrio delle cose , senza un Azione la parte prevalente che tende a sciacciare quella che sta soccombendo ed a cancellarla .
    Se nessuno agisce per portare le cose in equilibrio una parte ( debole ) sicuramente soccomberà all’altra parte ( forte ) .
    Noi trovandoci dalla parte debole ( si presuppone ) se non lottiamo soccomberemo ( cosa scontata che succederà ).
    L’astensione non è una Falsa scelta , la falsa scelta è il Voto .
    Utilizzare sistemi che ha creato il sistema stesso per autoperpetuarsi in eterno.
    La vera lotta avviene fuori dalle logiche del sistema .
    La consapevolezza e la rivoluzione delle coscienze dovrebbe partire da questo.
    Come posso legittimare e perpetuare un sistema stesso che infrange ogni giorno i miei diritti naturali portandomi alla rovina?
    Votando voi legittimate questo.
    Credere che si possa continuare utilizzando i vecchi sistemi è l’errore.
    Per Cambiare ( vale in ogni cambiamento nella vita ) bisogna abbandonare il vecchio per il nuovo .
    Chi tiene un piede nel vecchio e uno nel nuovo viene sempre rimane nel limbo finchè viene distrutto dalla incapacità di conciliare il vecchio con il nuovo ( quello che potrebbe accadere al M5S di Grillo ).
    Per ricostruire bisogna partire dalle ceneri…se non si abbatte un palazzo e si costruisce un altro palazzo sopra il risultato sarà solo quello di aver costruito un altro palazzo piu’ grande ,piu’ fragile ,piu’ instabile che verrà giu’ alla prima folata di vento .
    Per costruire un palazzo che duri bisogna scavare a fondo e costruire fondamenta solide su un terreno stabile.
    Grillo sta costuendo le fondamenta del suo palazzo sulla superficie cancrenosa di un vecchio palazzo putrescente.
    Il vero potere non si preoccupa certo di Grillo , chi ha creato il sistema sa bene che l’unico modo per uscirne è quello di Non Partecipare.
    Dal momento che usi il metodi del sistema hai già perso in partenza.
    Un po’ come il gioco d’azzardo … in cui il solo modo per vincere è quello di non giocare.

  • robotcoppola

    I nostri punti di vista sono abbastanza simili, eccetto alcuni dettagli.

    In questo momento, depressione economica (causata probabilmente dai padroni di draghi/monti/van rompuy ecc), siamo dentro un processo di spogliazione progressiva dei diritti umani: cinesizzazione.

    Agli OLIGARCHI non interessa se al voto ci va la maggioranza degli aventi diritto, ma solo che la maggioranza dei voti ricadano nell’area gestita dai loro SERVI.

    Attenzione a questo particolare, perché prenderlo sottogamba ci potrebbe costare carissimo.

    Se la parte montiana riprende il potere, avendo 5 anni davanti senza elezioni, cercherà, FOTTENDOSENE altamente di come la pensano gli italiani, di portarci verso il loro sistema di equilibrio: probabilmente un surrogato di dittatura/oligarchia di banche e finanza.

    Siccome la CONDIZIONE necessaria (ma non sufficiente) per acquisire la consapevolezza è il TEMPO LIBERO, ovviamente senza l’assillo della ricerca delle risorse principali (cibo/vestiti ecc + avere un tetto sopra la testa), se andrà al potere monti e/o i suoi simili avremmo un aumento progressivo dei problemi personali. Questo porterà le persone a dedicare sempre più tempo per risolverli, quindi avremmo come risultato i PROLET di 1984 (Orwell), cioè dei MORTI VIVENTI, dissanguati completamente della loro energia vitale e del proprio spirito.

    Insomma NON avremmo più alcuna possibilità per ribellarci.

    La scelta del M5S, male che vada, rallenterà il processo di cui sopra, dandoci più tempo per acquisire consapevolezza e quindi avere più probabilità per uscire fuori da questo casino.

  • Aironeblu

    Ok, mi ci gioco l’IMU!

  • Aironeblu

    Ok, io dico 25 e tu 12, tra un mese vediamo chi si è avvicinato di più, sempre che permettano al M5S di partecipare alle elezioni…

  • robotcoppola

    Se hai seguito la campagna elettorale in sicilia, grillo ha più volte criticato le banche, monti e la politica dominante in questo ventennio, basata sulla speculazione finanziaria, che ci ha condotto verso il disastro attuale.

    Su degli incontri in strada, tra la gente, ha pure ripreso il signoraggio bancario.

    Ovviamente non nella misura degli spettacoli di fine anni ’90…

  • Skaff

    Sono in parte d’accordo ma non completamente… Io credo che la funzione primaria del M5S non sia solo quella di contenere il dissenso, ma soprattutto di fare piazza pulita di quella che chiamiamo “Casta”. Infatti.. se a noi poveracci la Casta sta scomoda per diversi motivi, all’elite di globalisti la Casta italiana sta scomoda per altri.. tutto qui. Nei primi anni 90 usarono Mani pulite, ora viene piu’ comodo utilizzare il movimento.

  • RicBo

    mi sembra l’unica analisi razionale che ho letto, complimenti. in effetti Grillo ha detto più volte che non ha nessuna intenzione di andare al governo, sa bene che la sua è una “nave dei folli” a leggere certe interviste sembra che il successo di Parma lo abbia addirittura messo in difficoltà. la sua strategia è chiarissima, ed è quella di ridefinire l’opposizione e rinnovare la classe dirigente. con quali risultati, si vedrà…

  • giopaol

    Riguardo agli argomenti trattati sul blog, sono argomenti che servono a fare massa critica, chiamatelo pure prosetilitismo, hanno sempre avuto bisogno Grillo e Casaleggio, di aggregare sempre più gente possibile quindi è chiaro che devi palrlare loro con argomenti che conosco, di problemi che vivono tutti i giorni.

    Riguardo alla Tv c’è un vero e proprio scontro con l’obbiettivo di distruggere i vecchi mass media, Casaleggio vuole la supremazia del web su tutti gli altri mezzi se non è chiaro neanche questo!

  • paolodegregorio

    in questa situazione io continuo a pensare che al posto di Grillo avrei trasformato queste elezioni in un referendum sulla Casta per riscrivere le regole del gioco, così come a suo tempo ho scritto qui di seguito

    – se Grillo io fossi….. –
    di Paolo De Gregorio, 15 ottobre 2012

    Se accettiamo per buoni i sondaggi che danno Grillo e il suo movimento al 18%, risultato raggiunto senza soldi, senza ideologia, senza violenza, senza appoggio né di preti né di entità straniere, fondato sulla crisi irreversibile di tutti i partiti e su poche regole di salute pubblica discusse con i cittadini e messe nero su bianco in Rete, dobbiamo considerare questo fatto la più notevole novità POLITICA dal dopoguerra a oggi.
    Niente vi è di più falso e tendenzioso di definire questo movimento ANTIPOLITICA, visto che offre ai cittadini, disgustati e disillusi, una proposta di partecipazione POLITICA, rappresenta una valida alternativa alla passività dell’astensione e ha già ottenuto risultati proprio all’interno dei partiti in crisi, con la campagna delle due legislature e poi la ineleggibilità.
    La rinuncia di Veltroni a candidarsi alle prossime elezioni e forse quella di D’Alema, a cui aggiungere la nuova regola interna del PD che parla di 3 legislature e poi a casa, sono fatti nuovissimi il cui merito esclusivo è della proposta del M5S . Cosa vi è di antipolitico in questo movimento che sblocca la vita interna del maggior partito italiano, per anni imbalsamata dai veti della nomenklatura inamovibile e autoreferenziale, è proprio un mistero. Bisogna proprio essere in malafede per affermare questa menzogna.
    Gli effetti delle proposte di Grillo si possono notare anche nelle sbandierate (ma poco praticate) buone intenzioni della Casta di ridursi appannaggi, privilegi, vitalizi, auto blu, annusando l’aria che ogni scandalo che viene a galla, ogni ruberia di denaro pubblico, sono voti in più al M5S. Si ha l’impressione che la paura di perdere voti a favore di Grillo produca nei partiti un effetto moralizzatore maggiore dei moniti soporiferi di Napolitano e delle prediche dei Vescovi.
    Comunque parlare di abolizione del finanziamento pubblico ai partiti, abolizione dei vitalizi, diminuzione drastica degli stipendi dei parlamentari, dopo due legislature a casa, abolizione autoblu, referendum propositivi, trasformazione della RAI in Public Company con i cittadini che pagano il canone che eleggono il direttore generale, e molte altre regole di salute pubblica, è giusto ma non basta, e anche con il 20% degli eletti in Parlamento non si possono fare queste riforme.
    Se io fossi Grillo proporrei a quel 57% di italiani che l’anno scorso ci fecero vincere i Referendum su acqua pubblica, no al nucleare, no all’impunità per Berlusconi, di considerare le prossime elezioni un Referendum sulla Casta politica, e chiederei la maggioranza assoluta per riscrivere le regole del gioco, la prima delle quali due legislature e poi a casa (retroattiva) azzererebbe il 90% degli attuali nominati in Parlamento.
    Mi sembrerebbe una ambizione giusta quella di riscrivere le regole del gioco, compresa una nuova legge elettorale, per poi andare subito a nuove elezioni con la testa volta fondamentalmente alla economia e a fronteggiare la crisi.
    Le emergenze sono due: lo sputtanamento dei partiti politici, che non sono giudicati all’altezza di affrontare i problemi e la crisi della economia. Affrontarle in due fasi mi sembra una cosa credibile, poiché soltanto una nuova classe politica potrà affrontare il dramma della economia, del lavoro, del futuro.
    Quel 57% di italiani che ragionano e votano esiste, bisogna solo chiedergli il giusto, in modo comprensibile, spiegando che senza nuove regole saremo disarmati anche per governare la crisi, e in caso di vittoria, non sembrerebbe inopportuno immaginare un Monti bis pro-tempore, per il governo dell’economia e degli affari correnti, in attesa di votare con le nuove regole.
    Paolo De Gregorio

  • karson

    bravo hai detto una cosa sacrosanta che io condivido al 100%: il m5s è uno strumento di rottura! anche io come te ho gli stessi dubbi… ma x scalzare dalla poltrona questa gente è l’unica leva che abbiamo ora, tanto guardate che è impossibile trovaci davanti a gente peggiore di quella che c’è ora.. e se pure alla fine dovessero essere allo stesso livello… Beh almeno vedremo un pò di facce nuove…

  • newton

    Purtroppo Zibordi ha messo il dito nella piaga. Avevo già letto il post di Grillo in questione e sono rimasto perplesso di fronte alla trattazione dello spread fatta in modo così semplicistico e fuorviante ( per non dire completamente sbagliato). Voterò M5S alle prossime elezioni, meglio chiarirlo subito, perchè ritengo che l’onestà ed il desiderio di pulizia e moralizzazione del mondo della politica siano indispensabili per la ripresa della Nazione, ma allo stesso tempo mi trovo a sperare che l’aspetto finanziario del problema sia trattato in maniera meno superficiale. Se la presenza attiva dei cittadini nelle decisioni politiche può essere un toccasana per le decisioni locali e talora anche nazionali in merito a tasse, ecologia e sanità, problemi così complessi come la finanza, l’economia e la permanenza nell’euro non possono essere trattati con un semplice referendum come vuole fare Beppe. Sarebbe come dire che anche se il popolo italiano, nel suo insieme, non ha gli strumenti per orientare le proprie decisioni in materia di economia deve comunque farlo, anche se la scelta che ne scaturisce è una scelta suicida, perchè è comunque un suicidio democratico e quindi fulgido e soddisfacente. No, occorrono invece persone come Bagnai e come Borghi, che prima spieghino a Beppe e agli italiani cosa si nasconde davvero dietro allo spread, e che successivamente possano essere delegati, se i cittadini li riterranno degni di fiducia, a intraprendere le misure necessarie. Spero che il M5S intraprenda questa strada, usi la sua forza per dare più voce e visibilità a queste persone una volta che abbia raggiunto il traguardo politico che lo aspetta, di governo od opposizione che sia.

  • castigo

    Tashtego:

    Per ora propone un referendum perchè siano i cittadini a decidere.

    mangime per polli.
    la costituzione vieta espressamente referendum che abbiano per oggetto i trattati internazionali.
    credo lo si potrebbe denunciare per abuso della credulità popolare……

    Non sarò una presa di posizione forte, ma è l’unico, in Italia, a farlo (intendo fra le forze politiche di una certa rilevanza).

    è l’unico perché gli altri non sono scemi e tengono conto di quel che ti ho scritto sopra.
    e se anche lui lo sa ma continua a proporlo allora è peggio, perché prende per il culo i poveretti che gli vanno dietro.

    E davvero non è poco, basta vedere che fine ha fatto Papandreu in Grecia per averlo pensato.

    forse in grecia la costituzione prevede questa possibilità.
    ed in ogni caso, come ti hanno già fatto notare, il “poveretto” continua a sedere in parlamento ed a beneficiare dei suoi generosi emolumenti….. davvero una brutta fine…..

  • cardisem

    Non leggo tutto l’articolo, perché ormai quelle delle critiche a Grillo mi sembrano un genere letterario… Io voterò il Movimento Cinque Stelle… Non so quanti altri lo faranno insieme con me e mi importa relativamente, ma una delle ragioni per le quali lo voterà è proprio perché NON compare in Tv nei Talk Show…. Credo che questo elemento distintivo nel rapportarsi agli altri sia un aspetto positivo e rassicurante… E cosa dovrebbe stare a fare in Tv? A spiegare l’universo in contraddittorio con qualcuno? Proprio ieri sera, girano a caso, mi è capitato di assistere ad un contraddittorio dove da gran signore Tremonti diceva ad un suo interlocutore che non sapeva ciò di cui parlava e che fosse così me ne accorgevo perfino io… Dunque, andare in TV per cosa? Ma davvero crediamo noi di apprendere e capire qualcosa da questi spettacoli demenziali? Trovo squalificante quella ballerina che aveva infranto la regola di NON APPARIRE in Tv… Quindi, bene ha fatto Grillo a non andare mai a questi spettacoli che possono i cittadini italiani più idioti di quanto già non siano…

  • segretius

    Quindi cosa proponi?

  • karson

    hai ragione! ma nn solo la televisione… in Italia i giornalisti ( la maggior parte) di ogni ordine e grado sono servi del politicante di turno… e i politicanti di turno dichiarano sempre “guerra” a chi è meglio attrezzato x dargli fastidio… ora per l’appunto Grillo..

  • castigo

    premettendo che grillo secondo me è solo un gatekeeper e tale si dimostrerà alla prova dei fatti, ti rispondo con quel che ho già scritto in un post qualche tempo fa:

    “In ultima analisi, non è dunque un pugno di governanti quello che ci schiaccia, ma è l’incoscienza, la stupidità dei montoni di Panurgo che costituiscono il bestiame elettorale. Noi lavoreremo senza tregua in vista della conquista della “felicità immediata”, restando partigiani del solo metodo scientifico e proclamando con i nostri compagni astensionisti: L’ELETTORE, ECCO IL NEMICO!
    E adesso alle urne, bestiame!”

    (Manifesto dei redattori del giornale francese “L’Anarchie”, 1906)

    Se tramite il voto si potesse cambiare qualcosa, lo renderebbero illegale.

    (Emma Goldman)

    Andiamo tutti a votare, almeno faremo un po’ di moto per opporci alla vita sedentaria.
    D’altra parte ormai si è capito benissimo che entrando in Europa abbiamo rinunciato a qualsiasi forma di sovranità, in attesa di essere catalogati come bestiame (con il “passaporto biometrico contro il terrorismo”) e tassati direttamente da Bruxelles (con “l’anagrafe europea contro l’evasione fiscale” o qualche altra invenzione.)

    D’altra parte, se qualcuno continua a produrre nuove armi per il riot control, non sarà certo perché intende governare per far piacere a chi l’ha eletto.

    Tutto ciò mentre i cittadini vengono derubati con le tasse per andare a “liberare gli afghani” o altre scemenze assortite.

    Complimenti anche ai media, che hanno trovato pagine e pagine da riempire con la favoletta di monti salvatore della patria mentre il debito pubblico sfonda quota 2.000 MILIARDI di euro e la produzione s’inabissa ad oltre il -2%.

    Ma c’è una soluzione: votiamo tutti per il partito più bravo a baciare le natiche all’Europa (cosa in cui fanno tutti gran gara), firmiamo ancora tante petizioni, facciamo tante proteste in piazza con le bandiere colorate, “lo Stato siamo noi” (lo paghiamo pure profumatamente) e qualcuno sicuramente ci ascolterà (probabilmente con la solita intercettazione telefonica, appena finiscono di ampliare la centrale.)

    A voi chiedo: ma veramente pensate che a Bruxelles o in italia qualcuno si assuma la “responsabilità politica” di qualcosa? E chi gli va a presentare il conto, napolitano? alfano? grillo? L’opposizione con il solito striscione colorato? Gli elettori? E quando hanno pagato il “prezzo politico” finendo a fare i consulenti o dirigenti da qualche parte, ci teniamo le loro leggi di merda o cominciamo a fare qualche domanda?

    Andiamo avanti a prenderci in giro ancora per molto?

    Image Hosted by ImageShack.us

  • albsorio

    I globalisti, diversamente dal 92 hanno usato una strategia nuova, con Echelon o i centri d’ascolto sono in grado di conoscere vita morte e miracoli di chiunque, specialmente dei politici, li hanno trasformati in burattini consenzienti…. Non a caso la Lega è stata, giustamente, distrutta forse perchè non era completamente consenziente ed avrebbe voluto cavalcare il malcontento per aumentare il suo consenso.

  • gattocottero

    Zibordi mi ha convinto che è meglio evitare il Movimento 5 Stelle.

  • vraie

    per me il m5s è totalmente innocuo, anzi necessario a scongiurare la nascita di un sia pur piccolo partito serio di opposizione. Servirà a chi governerà dopo la farsa del voto, indipendentemente dalle percentuali di questo o quello: MM=poteri aventi la propria sede oltre confine

  • RicBo

    Bagnai e Borghi sono due personaggi esecrabili, specialmente il primo. Bene fa il M5S ad evitarli