Home / ComeDonChisciotte / IL GROTTESCO CASO DI QUARTO
15918-thumb.jpg

IL GROTTESCO CASO DI QUARTO

DI MASSIMO FINI

ilfattoquotidiano.it

Il caso di Quarto è grottesco. Ammettiamo pure che il sindaco Rosa Capuozzo, che pure allo “stato” come avrebbe detto il buon Di Pietro non è indagata (ha però subìto una perquisizione e qui rivolgo una domanda ai giuristi: si può essere oggetto di una perquisizione anche se non si è indagati? Se la risposta è sì entriamo diritto e difilato in uno Stato di polizia), sia responsabile di non aver denunciato alla magistratura dei ricatti che le sarebbero stati fatti dall’ex consigliere comunale Giovanni De Robbio già espulso dai Cinque Stelle, per una trafficata storia di un minimo abuso edilizio che la stessa Capuozzo tentò di sanare con un condono, ma fuori tempo. IL CASO Quarto è grottesco per un’altra ragione.


Quarto è una cittadina di quarantamila abitanti e chi ha soffiato sul fuoco di questo caso montandolo a dismisura non è Santa Maria Goretti, ma, con l’appoggio di quasi tutti i media, il Pd che è totalmente implicato, penalmente, nel malaffare di “Mafia Capitale” a Roma, che oltre a essere Capitale ha qualche abitante in più di Quarto e proprio qualche giorno fa un suo esponente di spicco, Daniele Ozzimo, ex assessore alla Casa dei Dem, è stato condannato a 2 anni e 2 mesi di reclusione per un caso accertato di corruzione nell’ambito di quel sistema mafioso. Condannato quindi, non indagato o in sospetto di poterlo essere. Qui siamo fuori anche dal detto fiorentino “cencio dice male di straccio”. Perché “cencio”, alias il Pd, è infinitamente più sporco, in termini quantitativi e qualitativi, di “straccio”, vale a dire il sindaco grillino di Quarto, Rosa Capuozzo. È nota la tecnica dei politici italiani, che quando sono coinvolti in un grosso scandalo ne vanno a enfatizzare uno modestissimo per nascondere il primo. Ma nemmeno l’atteggiamento dei Cinque Stelle in questa vicenda mi ha convinto. Anzi mi ha inquietato in particolare una dichiarazione di Luigi Di Maio per giustificare la richiesta di dimissioni della Capuozzo.

Questa: “Il Movimento ha un garante che è Grillo. A decidere come sempre sono coloro che certificano le liste. Sono scelte relative ai comuni e a casi singoli. Solo che quando si dà il simbolo nessuno si chiede chi lo abbia deciso. Quando lo si toglie, nessuno lo ricorda”. Qui si entra in una logica che oserei definire staliniana, parlo proprio di Josif Vissarionovic Dzugasvili che eliminò tutti i principali protagonisti della Rivoluzione d’Ottobre da Trotsky a Zinoviev, a Kamenev, a Bucharin, col pretesto che facevano “oggettivamente il gioco del nemico”. Siamo su dimensioni storiche incommensurabili, perché la Capuozzo non è Trotsky (sul cui “onore di rivoluzionario” oltre – tutto, come scrisse lui stesso nel suo testamento, non c’era macchia alcuna) ma la logica espressa in questi giorni da Grillo, Casaleggio, Di Maio e altre frange del movimento grillino mi sembra la stessa. Non è il caso di scomodare la frase, spesso citata a capocchia e male, del vecchio e saggio Pietro Nenni: “Anche il più puro dei puri trova alla fine uno più puro di lui che lo epura”. Basta ricordare una vecchia canzone, mi pare di Carosone, che si intitolava E la barca tornò sola.

Massimo Fini

Fonte: www.ilfattoquotidiano.it

13.01.2016

Pubblicato da Davide

  • helios

    Il comune di Quarto era stato sciolto per mafia.I 5Stelle si sono presentati come unica lista politca nazionale in corsa e le previsioni di come sarebbero andate le cose c’erano….

    Quarto, il comune sciolto per mafia torna al voto

    Il M5S unica lista politica nazionale in corsa. Il Pd tagliato fuori

    Quarantamila abitanti a una manciata di viadotti e gallerie da
    Fuorigrotta, il quartiere più popoloso di Napoli. Siamo a Quarto, comune
    sciolto per mafia che oggi torna al voto avendo il M5S come unica lista
    politica nazionale in corsa. Pd, Ncd, Sel, Udc, Fratelli d’Italia,
    Centro Democratico
    e una lista civica sono rimasti fuori dopo che il
    Consiglio di Stato ha accolto un ricorso dei Cinquestelle che
    lamentavano irregolarità nella presentazione delle liste.
    Nulla di
    eclatante: il pubblico ufficiale incaricato della certificazione era
    residente nella vicina Pozzuoli e non a Quarto.  

     


    Dura lex, sed lex: fuori tutti tranne il Movimento. Non che questo
    spalanchi automaticamente le porte del municipio alla loro candidata,
    Rosa Capuozzo. Anzi. Forza Italia, che qui è dilaniata da una faida tra
    cugini, appoggerà informalmente Gabriele Di Criscio, che ha pensato bene
    di inserire il suo nome di battesimo nel simbolo fondando la lista
    Forza Gabriele. Il Pd, tagliato fuori, ha deciso di non convergere su
    nessuno dei candidati rimasti, chiedendo però ai suoi elettori di non
    votare Di Criscio. Un endorsement di fatto per la candidata del M5S. 

     


    I primi a esserne stupiti favorevolmente sono stati gli attivisti
    Cinquestelle, che hanno pure incassato l’appoggio di alcuni gruppi della
    sinistra-sinistra ma ci tengono a chiarire che in caso di vittoria non
    offriranno nessun assessorato ai democratici.
    Vogliono fare del paese un
    immenso museo a cielo aperto e per spiegarti cosa intendono ti portano a
    vedere la Fescina, un sacrario romano dove raccogliere le urne dei
    defunti che svetta tra rovi e sterpaglie, resistendo alla vegetazione
    aggressiva e alla minaccia, reiterata negli anni da varie
    amministrazioni, di piazzargli di fianco una discarica. Base cilindrica e
    sommità a cuspide; una forma particolarissima, testimonianza
    dell’influenza che ebbero gli scambi commerciali con l’Asia negli
    stilemi romani, l’unica costruzione del genere in tutta la zona dei
    Campi Flegrei, che è una sorta di el dorado archeologico.  

     

    Ma la potatura operata dal consiglio di Stato, l’endorsement
    implicito del Pd e i piani di rinascita storico-culturale potrebbero non
    bastare al M5S. Molti in città scommettono che, seppure la candidata
    Cinquestelle dovesse farcela, la sua giunta potrebbe durare appena un
    giorno. Le forze politiche rimaste fuori si starebbero attrezzando per
    votare lei ma non i suoi consiglieri, impedendole di ottenere la
    maggioranza.
    Tutto da rifare: fuori la politica e dentro il commissario
    straordinario.
    E la Fescina, che è li che aspetta da circa duemila anni,
    dovrebbe aspettare un altro po’ prima di tornare visitabile.

    http://www.lastampa.it/2015/05/30/italia/politica/quarto-il-comune-sciolto-per-mafia-torna-al-voto-YH5FJHGtbsidSrIh9gQ9tL/pagina.html

  • IVANOE

    Continua il depotenziamento pilotato al suo interno e concordato all’esterno del M5S.
    Abbiamo cominciato con le fuoriuscite dei grillini corrotti e dissidenti che come motivo della fuoriscita la più gossippata e boccaccesca e più fruibile e appetiblie per il popolino era quello di non voler consegnare parte del loro stipendione da parlamentare  oppure di aver fatto la cresta sugli scontrini, abile scusa per poter far dire al popolino : hai visto sono uguali agli altri, oppure hai visto che razza di selezione ha fatto grillo !
    Poi pian piano le facce di di battista, di maio di fico prima avvezzi alla tv perchè loro non andavano dal diavolo televisivo che tutto corrompe e tutto imbroglia…e invece eccoli li un giorno si e l’altro pure apparire in tv proprio in quei salotti vizziosi e ingannatori… ed anche qui studiando bene la psicologia del popolino che dice : hai visto anche loro sono diventati come tutti gli altri che vanno in tv parlano parlano e poi non succede niente ( la rai è piena di questre trasmissioni di finti che guevara che però gesitscono ed incassano i fiorenti budget aziendali… ).
    Per non parlare del canone rai con tanto di fico alla vigilanza… che fa dire alla gente . ma come c’è fico alla vigilanza nemmeno ai tempi di berlusconi avevano osato tanto e proprio adesso che c’ è fico hanno messo il canonne in bolletta !
    Poi qualche giorno fa la fuorisciuta polemica del prof. becchi che fa dire alla gente . ma come era tanto una brava persona e amico di grillo e se è uscito si vede che c’è del marcio .
    Adesso come ultimo canto del cigno nei più popolari e comuni siparietti italiani c’è il caso di quarto con tanto di sindaco che è stata intercettata a novembre e che aveva informato i capi del m5s perchè un consigliere del m5s è invischiato con la camorra..classico e nemmeo c’è tanto da immaginare i pensieri del popolino elettore che dice : hai visto il m5s parlano parlano son o3 anni che stanno in parlamento e non hanno combinato un tubo come di pietro come  bertinotti, sono tutti uguali, e poi pure loro sono in mezzo agli affari della camorra…
    Poi per peggiorare o meglio migliorare l’immagine del M5S ci si sono messi apposta di maio di battista e fico a dare giustificazioni in video….altra presa per i fondelli…
    Soratutto di maio che ormai ha la faccia in pandan con gli arredi del parlamento più vicino a casini che a un cittadino incazzato con il sistema…
    Tutto questo perchè è accaduto ?
    Per depotenziare il consenso attorno al m5s perchè poi bisogna governare per davvero e fare le cose serie perchè sennò la gente che vota poi s’incazza davvero e un conto raccimolare un paio di milioni di voti per far galleggiare i parlamentari del m5s ancora qualche legislatura un conto fare il pieno con 10-12 milioni di voto e poi dover andare veramente con il buldozzer a buttare giù tutto e ricostruire una società giusta, equa e seria… e allora no ! e mica è questo l’obbiettivo del m5s…macchè… gli ordini dall’alto sono precisi raccogliere consenso poi deluderli per continuare a mandare le cose avanti così come vanno da oltre 70 anni…
    E se volete la cartina di tornasole sono le ultimissime parole di renzi sulle riforme costituzionali : se perdo esco dalla politica… se  vabbè marameo… se renzi dice queste cose è  perchè a già la vittoria in tasca  ai referendum ad ottobre perchè il gioco è semplice .
    1) con i movimenti etero-diretti del m5s la gente è totalmente scoglionata e non andrà a votare
    2) renzi raccoglie gli iscritti al sindacato, ai partiti parlamentari e li manda a votare SI ed eccoquaà che vince i referendum a mani basse.
    Poi a fine 2016 vista la sonora sconfitta del m5s ecco che il movimento si scioglie e i suoi beneamati parlamentari si sparpaglieranno nei tanti partiti del parlamento.
    Fine dei giochi fine de lm5s e altra pres per i fondelli a ttuti quegli italiani distraziati che ogni volta ci credono…
    1)PCI DAL 1946 al 1989
    2)DP e PDUP fine anni 60
    3) radicali di pannella anni 70
    4) le lega di bossi
    5) di pietro
    6)RC di bertinotti
    7) SEL
    8)M5S
    9) la lega di salvini…

    Di generazione in generazione coglioni di italiani continuano a cascarci…

  • Rosanna

    Nel Caso Quarto si è fatto tanto rumore per nulla, se non ci fossero i
    soliti katekeepers del potere, falsi deologi del nulla e ora prezzolati
    dalla concorrenza sleale (Paolo Becchi in primis). Tanto rumore per
    nulla provocato dalla disonestà intellettuale … dalla malafede o dalla
    pigrizia intellettuale di giornalisti omologati e genuflessi al potere
    di turno. A proposito di questi ultimi l’oscar di ieri della
    scorrettezza va assegnato a Giannini, servile conduttore di Ballarò,
    insieme alla Gruber, domestica ad ore del gruppo Bielderberg

    https://www.youtube.com/watch?v=Y3RXsK1yx88ù

    Alla
    fine  la sindaca espulsa dal M5s, al momento neanche indagata, resta al
    suo posto, la camorra nel Comune di Quarto ha sbattuto il muso contro
    una porta chiusa, l’unico consigliere comunale infiltrato nel M5s e
    amico di camorristi fu espulso dal Movimento non appena si ebbe notizia
    delle sue frequentazioni.

    L’immagine morale del M5s non è
    dunque intaccata. Il primato della morale pubblica e politica resta ai
    pentastellati. E prima di trattare di etica pubblica e personale i
    renziani … i leghisti & com … farebbero bene a sciacquarsi parecchie
    volte la bocca.

  • Apollonio

     Di generazione in generazione milioni di italiani continuano a cascarci…purtroppo..!

    Che lo Story Telling vinca il referendum a mani basse ho seri dubbi, a mio parere invece va a casa a testa bassa.. !

    i sondaggisti li conosciamo anche loro..!

     

  • ilcomplottista

    Scagli la prima pietra chi non ha un cadavere – anche piccolissimo – nell’armadio.

    Entrando in politica, a quel punto, si è ricattabili in qualsiasi momento, e il gioco è fatto.  Si tace tutto ciò che si vede di storto per non fare emergere le proprie mancanze (o malefatte) passate, entrando così in un vortice dove tutti hanno qualcosa da nascondere che crea omertà reciproca.
    Il pericolo di questa logica è che tutti hanno da perdere e/o da guadagnare allo stesso modo, una sorta di "istigazione a delinquere" dove ognuno gioca il proprio ruolo per coprire l’altro, e al tempo tempo stesso ha la quasi certezza di essere coperto.
    Risulta molto difficile (se non impossibile) trovare soggetti "senza macchia" che possano svolgere il proprio mandato senza vincoli ricattatori, e quindi dobbiamo rassegnarci a leggere ogni tanto di questi casi grotteschi, che oggi ci appaiono in una direzione ma sicuramente avranno a breve un contraccolpo, visto che gli equilibri omertosi si sono infranti.
  • lopinot

    La situazione più che grottesca è miserabile. In un Paese ormai completamente imbevuto di corruzione e bande criminali hanno effettuato la saldatura completa economia losca-capitalismo losco-politica losca, l’unico schema interpretativo suggerito dalla peggior congrega di parassiti, cialtroni, venduti e privi di qualsiasi straccio di dignità e coraggio che è l’orda piddina in parlamento. L’unica cosa ripetuta fino alla mausea da questi immondi individui è: anche Lui è sporco, anche Lui ha i suoi indagati, Lui è peggio di Me; Serracchiani Dixit, Orfini Docet.
    Mentre operai, dipendenti pubblici, persino studenti vengono scientificamente pelati, suburnati, spogliati di diritti, minacciati spellati vivi, intimiditi se vai al cesso due minuti in più o se telefoni a casa per sapere se la figlia ha ancora la febbre, la gang politico- mafiosa-affaristica cerca di perpetuare se stessa eliminando persino l’illusione che possa esistere un qualcosa di diverso da farabutti venduti e ladri.
    Ma come ha detto Fassino, solone Pd buono per tutte le stagioni, accettando l’aiuto di Ghigo, ex presidente di regione martoriato dal PD per la solita storia di orologi d’oro, (in Italia nulla cambia e i Rolex sono la cifra del degrado, evidentemente), i voti sono come i soldi, pecunia no olet e per ogni evenienza quelli del PD usano i preparati dei periti settori per le autopsie al fine di rendere insensibili le narici.

  • cardisem

    Ho studiato abbastanza il caso e lo seguo costantemente nei suoi sviluppi. In questa sede non voglio entrare in dettagli, ma un sassolino me lo vorrei levare dalla scarpa:

    In Italia esistono tipiche organizzazione come Mafia, ndrngatea, camorra… che non possono essere definite semplici associazioni delinquenziali come l’occasionale convergenza per la rapina di una singola banca, non seguita da una successione di atti simile… Un solo colpo e basta. La Mafia è un’organizzazione permanente… Esistono studi e sociologia al riguardo e tutti ne sappiamo abbastanza.

    Ma…

    esistono ben altre organizzazioni, assai più perniciose, e perfettamente legalizzate:

    – sono i PARTITI POLITICI

    Il M5S è una reazione popolare contro i partiti politici e il modo di fare politica proprio dei partitici.

    L’appello alla «onestà», che fa pensare a una presunta e autoreferenziale «superiorità morale» da parte dei Cinque Stelle, è stata, a mio avviso, assai male spiegata nel suo concreto significato e nella concreta applicazione, dove Quarto è solo un caso.

    Cosa significa “onestà” nel nostro contesto?

    Da 70 anni a questa parte quanti si sono occupati, interessati, dati alla politica lo hanno fatto ed inteso come una scorciatoia per cercare fortuna e tentare di arricchirsi: chi ce l’ha fatto, si è in genere arricchito o ha lucrato vantaggio, rovinando un intero Paese e lasciandolo nel modo, nelle condizioni che tutti vediamo: in macerie!

    Il messaggio dei Cinque Stelle, sintetizzato con la parola semplificante “onestà”, è molto semplice: tutti i cittadini (che possono esercitare i diritti politici attivi e passivi) possono far parte del Movimento 5S, ma nessun cittadino deve pensare che il M5S sia la stessa cosa degli altri partiti, cioè un modo per tentare la fortuna e l’arricchimento. Sono richieste virtù civiche ed abnegazione, «onestà», cioè: amor patrio, condivisione, rispetto degli impegni sottoscritti, con i cittadini ma anche con gli altri attivisti, valori comuni non statici ma dinamici, un percorso di preparazione e maturazione, forme di democrazia diretta da sviluppare insieme in una ricerca costante…

    In fondo, al Movimento, la poltrona per la poltrona, NON interessa affatto… Interessa solo nella misura in cui consente di fare delle cose, quelle cose per le quali il Movimento è nato, per le quali esiste e senza le quali in Movimento stesso non ha nessun interesse ad esistere.

    Parola di un attivista!

  • IVANOE

    Cardisen,
    ti parla uno che in parte ha vissuto negli anni 70 i gruppi extra-parlamentari che se paragonati ai 5 stelle sono come i carriarmati contro le biciclette ( ovviamente i cinque stelle ).
    E’ facile dire : il m5s è aperto a tutti i cittadini che vogliono entrare in politica… ma chi c’ha tempi a Cardisen..
    Quello che servono sono la concretezza dei programmi e la gente si aspetta come priorità il programma economico e cioè come aumentare stipendi e pensioni falcidiati dall’euro e dare un reddito ai disoccupati, questa è la madre di tutti i programmi, non l’ambiente, l’energia pulita ecc. ecc. quelle vengono dopo…
    Ecco a me sembra che il M5S si sia mosso come si sono mossi i radicali ,i verdi sinistra ecologia e ambiente, di pietro ecc. ecc. tutto su lati marginali e qui viene il sospetto da un ex 70ino che probabilmente se il M5S si impegna sull’economia ci lascia gli zoccoli…. e li chi ti fa passare !!!
    Per questo dico che il M5S è inutile e si sta spemre più riempendo di fircchettoni alla rutelli tanto per intenderci…
    Ti faccio una domanda che ho fatto a di battista un pò di tempo fa e col c…zo che mi ha risposto : perchè il M5S non fonda un nuovo sindacato và nelle fabbriche fa proselitismo con un programma serio e se non viene accettato dai padroni bolcca le fabbirche e la produzione e la zozza ricchezza che alimenta questo sporco e corrotto sistema ?

  • spadaccinonero

    bravissimo IVAN

    il 5s NON vuole prendere in mano la situazione perché…
    lo dico dal 2011 il perché
  • cardisem

    Guarda… io non pretendo che tu sottoscriva quello che ho detto.
    Ho voluto rendere pubblica una mia analisi e lettura dei fatti: è una cosa che fanno tutti e che a me tocca sentire. In un  certo è come se parlassero di me, quota parte… Non devo rispondere? Sono un criminale? Mi devo nascondere?
    Quello che ho scritto sopra mi è venuto spontaneo ed è ciò che al momento penso…

    Per dare una risposta alla domanda che mi fai, se l’ho capita, la cosa più semplice che mi viene è questa:

    – se pensa che il M5S debba ripetere forme organizzative passate, che debba cioè risuscitare qualcosa, dove sono finiti quelli che facevano in passato le cose che dici? Sono tutti morti? Perché hanno smesso? Hanno fallito? E perché hanno fallito?
    – cosa fossero i gruppi extraparlamentari del 68, credo di saperlo: ne facevo parte e posso dirti che non si tratta della stessa cosa;
    – conosco abbastanza anche i radicali e posso dirti che non è la stessa cosa. Intanto i radicali sono spudoratamente “amerikani” e “sionisti”: non così il M5S, che è anzi sempre più attaccato dai sionisti..
    – il “reddito di cittadinanza” è una prima risposta a ciò che dici
    – esiste certamente una scala delle priorità e questa consapevolezza mi pare ci sia nel Movimento
    – quanto al resto, non avendo il M5S né capi né leader, può essere nel suo divenire tutto e il contrario di tutto: non sono in grado di prevedere il futuro, ma poiché il M5S è “aperto” proprio a tutti (rispettando certe regole) anziché starlo a criticare e aspettare che faccia qualcosa, è più coerente che ogni suo critico “costruttivo” (forse tu…) ne faccia parte, ci lavori dentro e cerchi di far evolvere il Movimento nella direzione desiderata…

    Spero di averti data la risposta alla domanda che ponevi… Adesso devo uscire… Dove vado? A una riunione del Movimento!… Quando il Movimento non ci sarà più, impiegherò lo stesso tempo a leggere qualcosa di interessante… o me vado a dormire prima.

  • dancingjulien

    Hai tutta la mia stima

  • spadaccinonero

    quanto vorrei che tu abbia scritto il vero caro cardisem…

  • IVANOE

    Hai detto tutto che potrebbe essere in parte condivisibile ma non hai risposto alla mia domanda :

    Perche’palestrati il movimento cinque stelle che ha capito subito che in parlamento la politica burocratica non sarebbe servita a niente non e’ passata alla politica operativa chiamiamola sindacale e non sono andati nei luoghi di lavoro a presentare appetibili piattaforme rivendicative che se non accettate avrebbe portato a degli scioperi totali ?
    Perche ?
    Io ho già una risposta ma aspetto la tua che sei come dici un attivista…
    Vedi i gruppi extraparlamentari stavano e stanno anni luce davanti a tutti ed anche al m5s.
    Dove sono andati a finire quelle persone extraparlamentari ?
    Te lo dico subito a casa fregandosene apertamente delle masse buoi che quando hanno dovuto prendere posizione verso i cosiddetti compagni che sbagliavano gli hanno scioperato contro ( se sei informato come dici ricordati del 1980 …)
    I risultati del tradimento di questi compagni che sbagliavano ce L’hai oggi con la situazione sociale che hai davanti tuttini giorni: un dilagare continuo di corruzione perenne senza fine e mentre noi boccheggiamo economicamente continuamente vessati da questi farabutti che ci comandano , godo solo al pensiero delle risate che si stanno facendo i cosiddetti compagni che sbagliavano ai quali hanno scioperto contro oggi con i capelli bianchi mentre dentro le loro case pensano : avete voluto così , PRENDETEVELA in DER culo !!!
    Ecco caro amico qual’ e’ il terreno del dopo dove e’ cresciuto il m5s…. In un terreno vile e fasullo dove gli esponenti di questo movimento sono i prodotti della cultura del niente che e’ venuta dopo i compagni che sbagliavano….
    Ribadisco che sono il primo a mettere il petto davanti quando ci sara’ un partito una persona o un movimento che metta come primissima priorità la redistribuzione della ricchezza il resto sono tutte chiacchere ….
    A differenza tua a me non va di fare un c….zo e sono contento quando qualcuno piu bravo di me mi rappresenti e con molta onesta tra andare a fare l’attivista delle cause perse e vedermi un bel film in televisione preferisco la seconda…magari piu interessante sarebbe combattere come garibaldino o tupamaros in qualche giusta causa piuttosto che stare seduti su uno sgabello aLa7 e parlare con la gruber per poi svegliarmi la mattina seguente con davanti sempre le stesse faccie da c…zo..
    TUT che ne pensi?
  • cardisem

    …Sono tornato dalla riunione…
    Mi dispiace di non aver soddisfatto alla tua domanda…
    Cerco di rimediare come posso…

    Intanto, alla riunione, c’era una persona che poneva i suoi problemi di lavoro e di tutto il settore in cui lavora… Sono tutti a rischio… per privacy non posso scendere in dettagli… come pure incontro con una certa frequenza… “esodati” che vivono questa loro condizione, stando nel Movimento…

    In effetti, mi riesce difficile rispondere alla tua domanda:

    tu mi stai chiedendo perché il Movimento non è un Sindacato che organizza degli scioperi, o che per lo meno li promuove, li sponsorizza…

    Non riesco a condividere la tua analisi…, ma non ho nessuna voglia di fare polemica…

    Lo ammetto: non sono in grado di rispondere alle tue domande, o di venire incontro alle tue richieste ed esigenze…

    Non credo di stare facendo del male a nessuno… Se dipendesse da me, tutti vivrebbero felice e contenti…. Per quel che posso cerca di procurare "felicità” al mio prossimo… È dura, ma se non tentassi di fare qualcosa, mi sentirei peggio…

  • IVANOE

    Non voglio assolutamente metterti in difficoltà e sopratutto spero che almeno le "nostre" sensibilità siano amalgamate.
    Da quello che riesco ad intuire tu sei una persona sensibile quanto lo sono io ew questo è già un bel punto.
    Come persona sono estremamente pragmatica a cui piace la concretezza invece delle parole, l’azione alle chiacchere…
    E in questo il M5S m ista deludendo come tutte le altre meteore psudo-rivoluzionarie che abbiamo viisto in questi ultimi 40 anni..
    povera italia…

  • gilberto6666

    L’espulsione di Rosa Capuozzo la trovo vergognosa, ma mi rendo conto che è pure inevitabile nel contesto della propaganda pentastellata.  Il problema è che quando non serviranno più ai Veri Poteri, saranno spazzati via con le stesse armi. Un’inchiesta di qua, un’avviso di garanzia di là..come ai bei tempi di Tangentopoli. E poi scissioni, espulsioni ed ex grillini ovunque a prendersi emolumenti senza autoriduzioni.

  • spadaccinonero

    questa è una non risposta