Home / ComeDonChisciotte / IL GOVERNO GRECO CERCA CAMPI MILITARI DA UTILIZZARE COME PRIGIONE PER I DEBITORI STATALI
11668-thumb.jpg

IL GOVERNO GRECO CERCA CAMPI MILITARI DA UTILIZZARE COME PRIGIONE PER I DEBITORI STATALI

FONTE: KEEPTALKINGGREECE

Un poco alla volta, la Grecia si sta trasformando in una versione del XXI secolo del mondo buio e tetro di Charles Dickens: famiglie che bruciano legna per scaldarsi, lavoratori che lavoro per due soldi… e, per mettere la ciliegina sulla torta greca, tra poco anche prigioni per i debitori! Ciò che abbiamo riferito a gennaio, è diventato realtà: prigioni fiscali! Il governo sta cercando dei campi militari per trasformarli in prigioni per coloro che non sono in grado di pagare i loro debiti: fisco o fondi per la previdenza sociale, ad esempio.

Tuttavia, le condizioni delle prigioni non saranno così dure come quelle della prigione Marshalsea, dove Willam Dorrit ha trascorso molto tempo.

I moderni debitori greci in prigione, vivranno in “condizioni umane” perché debitori di più di 5.000 € allo stato, come ha affermato il Ministro della Giustizia ai membri del parlamento giovedì.

“Lo stato sta cercando un campo militare entro i limiti della prefettura di Attica per la custodia dei debitori statali condannati a pene detentive”, ha detto il Ministro della Giustizia Kostas Karagounis al gruppo MPS, aggiungendo che la prigione speciale per debitori migliorerà le loro condizioni detentive, che diventeranno più umane.

Sì, il fattore umano sarà che non saranno tenuti insieme agli assassini, spacciatori o rapinatori.

Il piano di costruire prigioni economiche è inevitabile dopo le relative decisioni e le lettere circolari emesse dal Ministero delle Finanze. Lo scorso febbraio, il ministro ha deciso di imporre persino pene detentive per coloro che devono allo stato più di 5.000 €. I debitori avranno la possibilità di iniziare a pagare i loro debiti a rate – la data di scadenza è fino a 40 mesi – prima che vengano messi dietro le sbarre.

Il Ministro delle Finanze sembra considerare le pene detentive come l’unico modo per far rispettare il piccolo diavolo della bancarotta per “dare allo stato ciò che spetta allo stato”, persino la tassa di proprietà, la tassa di solidarietà e la tassa sul commercio e forse tasse sul reddito che possono arrivare al totale di 5.000 € di debito entro due anni, inclusi gli interessi.

Debiti e pene detentive

[Quando] un debitore deve:

5.000 € potrebbe andare in prigione per 12 mesi

10.000+ euro – almeno 6 mesi

50.000+ euro – almeno 1 anno

150.000+ euro – almeno 3 anni

Ovviamente, lo stato preferirebbe un accordo di pagamento in 48 rate cosicché i debitori possano pagare gradualmente l’ammontare di denaro che devono allo stato.

E se non pagano? E se non hanno nessun bene che lo stato può confiscare? Possono trascorrere diversi mesi in una cosiddetta “prigione fiscale” e godersi le condizioni umane…

E così nella compagnia “big fish”, come uomini d’affari che devono allo stato diversi milioni di euro o addirittura miliardi! Come, secondo quanto riportato dai media greci, l’uomo arrestato giovedì perché deve allo stato 6,3 miliardi di euro.

PS: Ho chiesto ad un amico: “Coloro che hanno portato il paese a questa situazione economica andranno in prigione?” Il suo consiglio è stato: “Togli il punto interrogativo!”

Siamo tornati ai tempi di Dickens e della piccola Dorrit.

Fonte: www.keeptalkinggreece.com
Link: http://www.keeptalkinggreece.com/2013/04/18/greek-govt-seeks-military-camp-to-serve-as-prison-for-state-debtors/
18.04.2013

Traduzione a cura di GIULIA PERINO per www.comedonchisciotte.org

Pubblicato da Davide

  • AND

    la domanda è, con quali soldi fanno questo? Quanto costa un detenuto per 6 mesi (debito 10.000 EUR) in una prigione come questa? il gioco vale la candela? mmmmm e allora perchè?

    non è che per caso diventeranno campi di lavoro?

  • SentieroIndiano

    Ma è possibile che il popolo greco accetti questo?
    Forse questo è solo un campo di prova: vedere la reazione del popolo greco a questo vero e proprio sistema di schiavizzazione della popolazione.
    Se funziona cercheranno di esportarlo negli altri paesi dell’eurozona.
    Non conosco i greci ma non credo comunque che riescano a porre in essere una cosa simile.

  • marco08

    La Grecia ormai è diventata terra di nessuno, accade molto peggio di quanto scritto in questo post leggete qui:
    http://www.lolandesevolante.net/blog/2013/04/grecia-sfruttamento-e-disperazione/#comment-5871

  • EasyGoing
  • OlausWormius

    Non sarebbe da escludere. In pieno stile ex-DDR dove è cresciuta A.Merkel.

  • Santos-Dumont

    Onestamente, non so come i greci possano accettare un simile sopruso. Se avessi il minimo sentore che le autorità stanno pianificando qualcosa del genere, mi procurerei un’arma, mi darei alla macchia e… come disse Leonidas di Sparta ai persiani, molon labe.

  • totalrec

    Comunque, per correttezza giornalistica, andrebbe chiarito che la prigione per debiti in Grecia esiste da sempre; e non solo per debiti nei confronti dello Stato, ma anche per debiti contratti verso privati (banche in primis). Non è quindi una novità introdotta dalla crisi. Semmai la crisi ha aumentato il numero dei detenuti e ne ha peggiorato le condizioni, da cui la proposta – partita da Alba Dorata – di aprire nuove prigioni per alleviare il disagio dei debitori detenuti.

    Nel gennaio del 2008, poco prima che la crisi si manifestasse in tutta la sua virulenza, la prigione per debiti era stata dichiarata incostituzionale in Grecia, per la prima volta dopo 173 anni (in ogni caso la detenzione era stata mantenuta per chi aveva debiti verso le banche).

    Attualmente, vista la situazione, anche il governo ha fatto marcia indietro sui buoni propositi del 2008, sebbene sull’incarcerazione per debiti penda una questione di costituzionalità che è spesso oggetto di interminabili procedimenti e di contrastanti sentenze da parte dei tribunali.

    (GF)

  • illupodeicieli

    In un post di Blondet di alcuni mesi fa, veniva richiamata l’attenzione sulla caccia che negli Usa viene data ai debitori: inseguiti nei boschi dagli ufficiali giudiziari. Come ben sappiamo lì ,almeno, si sanno difendere. Tanti di noi hanno lo stereotipo dell’americano grasso, che si ciba male, che ride per ogni coglionata, però chissà perché quando ,sopratutto i sudisti, ambiscono a indipendenza o si rifiutano di pagare tasse ,allora non ci ridono più tanto nemmeno i media. Dei greci come degli italiani, si tenta di dare un’immagine che, almeno per me è sbagliata:hanno cercato di convincerci che abbiamo speso più di quanto potevamo.Ma per quanto ne so ci lamentiamo,a livello di media, di non avere più brevetti depositati, di non brillare nel campo scientifico, di avere un livello basso di istruzione, di avere strade e ferrovie da rivedere, per non parlare di porti e aeroporti…allora i soldi dove sono finiti? Non credo nelle tasche dei presidi, semmai in qualche tangente ma, se pure fosse, sarebbero troppi anche per le tangenti. Ecco che effettuando una più attenta e dettagliata analisi, penso che si scoprirà che non è vero che abbiamo speso più di quanto potevamo. Quanto alle carceri ricordiamo che da noi proprio il pdl intendeva sposare il modello americano, ossia il carcere come serbatoio di manodopera a buon prezzo, il carcere come business da costruire e gestire. Che poi chi come me e altri non avendo modo di pagare debiti statali si veda aperte le porte del carcere, potrebbe anche essere. Non dimentichiamo la possibilità,nemmeno remota, di poter cedere crediti per pagare debiti: mettiamo che io sia un operatore di telefonia o dell’energia e ho diverse fatture da incassare.Se nel contratto o in un nuovo contratto che posso far sottoscrivere ci infilo la possibilità di cedere il credito a terzi, compreso lo stato,e se passasse (perché non so se c’è già o prevista) una norma per cui posso pagare che so tasse o altro allo stato cedendo questi crediti, da un giorno all’altro potrei ricevere una lettera in cui mi si avvisa che il mio debito è stato ceduto allo stato e un’altra lettera,questa volta dello stato, che si presenta come nuovo creditore nei miei confronti. E se non pago…

  • ericvonmaan

    Se ricevono tre pasti regolari al giorno magari stanno meglio dentro che fuori

  • nigel

    ARBEIT MACHT FREI

  • terzaposizione

    ed hai un tetto….avvilente ma realistico