Home / ComeDonChisciotte / IL GOLPE ? SI, MA NEL MIRINO NON C'ERA BERLUSCONI…
13247-thumb.jpg

IL GOLPE ? SI, MA NEL MIRINO NON C'ERA BERLUSCONI…

DI FABIO FRANCHINI

ilsussidiario.net

Intervista a Giulio Sapelli

Timothy Geithner conferma: nel 2011 la Casa Bianca ricevette pressioni da parte di alcuni Paesi europei per far cadere Berlusconi. Il “golpe”, insomma, c’è stato. Ma secondo il leader azzurro, il libro di memorie dell’ex segretario del Tesoro degli Stati Uniti (Stress Test) non scopre l’acqua calda: “Non sono sorpreso. È la conferma di ciò che ho sempre sostenuto, che c’è stata una precisa volontà di togliere di mezzo un premier democraticamente eletto che difendeva gli interessi del suo Paese e contrastava quelli della Germania”, aggiungendo poi di come si sia trattato di un attacco alla sovranità nazionale italiana. Per bocca dello stesso ex presidente del Consiglio il comportamento di Barack Obama, in tutto questo, fu integerrimo: “Si comportò bene”.

Ma Secondo Giulio Sapelli, docente di Storia economica nell’Università di Milano, la tecnocrazia europea targata Angela Merkel aveva qualcun altro nel mirino…

Timothy Geithner, ex ministro del Tesoro statunitense, sgancia la bomba: “Funzionari dell’Ue chiesero a Obama di far dimettere Berlusconi”.

Per prima cosa bisogna contestualizzare il tutto. Timothy Geithner, ex capo di dipartimento di Stato americano, scrive un libro dove racconta come a far cadere il governo Berlusconi non siano stati gli Usa, bensì la tecnocrazia europea dominata dai tedeschi, o meglio dalla Merkel. Con quale motivo? Perché l’Italia si era detta non favorevole a salvare la Grecia portando quote ulteriori di capitali rispetto a quelli che già versava al fondo della comunità economica europea. Ecco, bisogna allora dire due cose.

Prego.

Se Geithner dice questo vuol dire, secondo la mia tesi già espressa nel mio libro Dove va il mondo?, che ora come ora i rapporti tra Germania e Usa sono lacerati, pessimi. Uno come lui che ha avuto responsabilità internazionali di altissimo livello (mentre oggi le ha nel mondo finanziario) e che scrive un libro con dentro cose di questo tipo…

Vada avanti, professore.

Il secondo, vero nodo è questo: è stato fatto cadere il governo Berlusconi, ma il vero nemico non era lui, bensì Giulio Tremonti (1): l’uomo da far fuori era lui. Consiglio di andare a sfogliare le appendici di Uscita di sicurezza, scritto dall’ex ministro dell’Econonomia: contengono delle verità terribili. Tremonti ha continuato ad avvisare la Comunità Europea sull’arrivo imminente della crisi, invitando a perseguire politiche antideflazionistiche, che andavano però a contrastare le mire tedesche. Andava allontanato…

L’Italia, o meglio Tremonti, vittima dunque di una vera e propria ritorsione?

Sì, ma anche della sua stessa debolezza politica: io mi rendo conto che quando un fa politica ha un’etica della responsabilità, ma avrebbe dovuto trovare il modo di dirle anche da ministro le cose che dice nel libro…

Ma quanto è grave il fatto che un governo venga destituito in questo modo?

Nella storia è successo infinite volte. Certo è che nella democraticissima Europa non era mai accaduto che un governo eletto fosse destituito così. Quell’esecutivo era sì traballante, ma non ancora sfiduciato dal Parlamento. Costituzionalmente parlando è una cosa gravissima.

E in tutto questo, il ruolo dello spread altro che non era che un grande imbroglio, uno specchietto per le allodole…

Per carità, la storia dello spread non ha alcun senso. Lo spread, come dimostrano i fatti di oggi, era un’invenzione: era tenuto volontariamente alto per creare una psicosi. Lo spread adesso è caduto mica per merito del governo Renzi, bensì perché i mercati dei Paesi emergenti, che prima tiravano, stanno manifestando i primi sentori di una crisi.

Alla vigilia del voto del 25 maggio, che conseguenze può avere una rivelazione di questa portata che svela queste trame?

La cosa interessante secondo me sta nel fatto che gli americani pubblicano un libro di questo tipo, ben sapendo dell’eco mediatica che avrà, in quanto hanno tutto l’interesse a destabilizzare la Merkel e i governi che la sostengono. Come diceva Churchill, gli americani sanno fare tante cose, ma non sanno fare mai diplomazia. Speriamo solo che questo non avvantaggi troppo Grillo…

Alla luce del retroscena di Geithner, il ruolo di Napolitano in quei convulsi mesi estivi e autunnali cambia o rimane invariato?

Dico solo una cosa: riflettiamo sul viaggio della regina Elisabetta in Italia: chi venuta a trovare la regina? il Papa e Napolitano. Ecco…

Fabio Franchini
Fonte: www.ilsussidiario.net
Link: http://www.ilsussidiario.net/News/Politica/2014/5/14/RETROSCENA-Sapelli-il-golpe-Si-ma-nel-mirino-non-c-era-Berlusconi-/2/499036/
14.05.2014

1) http://www.ilsussidiario.net/News/Politica/2014/5/10/RETROSCENA-Tremonti-ecco-il-colpo-di-Stato-dolce-avvenuto-nell-estate-2011/498044/

Pubblicato da Davide

  • robotcoppola

    Ennesimo caso ad orologeria prima delle elezioni, dove FI sta affogando nei loro stessi sondaggi 🙂

  • Gil_Grissom

    Che abbiano tolto di mezzo Berlusconi, la cui parabola politica volgeva gia’ chiaramente al termine, e’ sicuramente un fatto positivo per il nostro paese: quello che pero’ e’ davvero inaccettabile e inaudito per non dire criminale e’ che a sfiduciarlo non sia stato il parlamento italiano, ma una tiranna neonazista spalleggiata da quattro burocrati ottusi con l’avvallo di un presidente della repubblica golpista quando dovrebbe essere invece il guardiano della costituzione. Roba da impeachment o da dimissioni con infamia.

  • Gioia_di_Vivere

    Giusto,il presidente era ed è complice di queste trame straniere.

  • Servus

    Come dicevo da un’altra parte, ho il pensiero che gli americano vogliano dare un avviso al loro servetto Renzi: deve comprare gli F35, altrimenti appoggiano Berlusconi o altri.

  • IVANOE

    Ma guarda che casualità ?
    A 10 giorni dalle elezioni un ex funzionario USA dice quello che da quattro anni ci dice berlusconi… che è stata  una congiura di palazzo a fargli dare le dimissioni…
    Che strano..
    i tempi… questo onesto e galanutuomo ex funzionario USA perchè non lo ha detto a gennaio o magari a marzo ?
    Eppoi da che pulpito viene questa testimonianza… un funzionario USA l’esercito occupante del suolo italiano dal 1945 a sovranità limitata…
    Lo strano e il buffo si associano ad una sonora risata !!!
    Ma perchè il berlusca quando ha capito nel 2011 che lo stavano silurando non si è subito consigliato con questo suo amico ex funzionario di stato USA ?
    Comunque sia anche se stà tentando disperatamente un recupero elttorale al suo solito modo… sà perfettamente che non servirà a nulla, però punta a quel 2-3% in più per fare entrare in parlamento altre sue " assistenrti" protette… forse è quello a cui mira di più, piuttosto che fare qualcosa per il suo popolo…

  • dana74

    si Sapelli lo sappiamo. La Germania cattiva e potentissima che usa GLI USA a suo piacimento.

    La Germania cattiva che non vuole pagare i debiti delle altre nazioni rifiutando gli eurobond e si oppone alla trasformazione della BCE in Fed Reserve che tanto ha fatto ingrassare solo le banche.
  • mikaela

    Vi ricordate questo articolo scritto da   Barnard  "il
    Messia" nel 2009 ?

    http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6012

  • Bellerofon

    L’ennesima "rivelazione" ufficiale del complotto franco-tedesco contro
    l’Italia (questa volta rivelato da un peso massimo della politica USA),
    di quanto riuscirà a scalfire la dabbenaggine degli elettori piddini? Io
    dico: zero! Costoro già parlano di "fantapolitica", nonostante Geithner
    sia un testimone democratico, che ha messo tutta la faccenda
    nero-su-bianco…
    Prima o poi, bisognerà pur risolvere il male sistemico della cosiddetta "sinistra" italiana. Neanche la mafia potè tanto negli ultimi 22 anni…

  • mikaela
    Vi ricordate Paolo Barnard che denunciava il Golpe  a Matrix introdotto
    con la musica dei Templari ?

    Al min 08;44 dice "è stato scritto da
    una lobby europea nel 2010 sbattuto sul tavolo  di un governo sovrano
    -parlamento sospeso"……

    Quei cannibali presenti in studio se lo
    stavano mangiando vivo.

    Paolo Barnard Matrix 15-11-2011

    http://vimeo.com/33174683 [vimeo.com]

  • Petrus

    1°: Avallo, non avvallo.

    2°: se lo han tolto di mezzo quelli che vogliono farvi fuori è perché era per loro un ostacolo. E se era per loro un ostacolo, tanto merda non era, o no? Quanto meno, puzzava meno del PD con cui l’hanno rimpiazzato.
  • Petrus

    La smetti di pretendere che si usino i neuroni?

  • cardisem

    Su Tremonti:
    – non sono un suo fan o sostenitore o adulatore… niente di niente… e neppure pretendo di saperne gran che di economia, che non ritengo sia una scienza, ma
    ho sempre trovato di una grande lucidità e condivisibilità i discorsi di Tremonti…

    Sarà forse giunto il momento che legga i suoi libri.

  • mikaela
    NO! mettendo in moto I neuroni

    avremo il realistico quadro da cui
    ripartire.

    Su ‘la scommessa di Pascal’ di N. Chomsky vs P.
    Barnard

    http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=707 [paolobarnard.info]

  • lucamartinelli

    Non sono per nulla convinto della tesi sostenuta dall’articolista. Tremonti è stato uno degli ultimi ad accorgersi della crisi. Quando Benetazzo dava alle stampe "Duri e puri" , Tremonti pubblicava  libri che inneggiavano a "meno stato più mercato". L’italia conta come il due di picche e Tremonti pure. Non abbiamo voce in Europa e le raccomandazioni e i desiderata di Tremonti hanno fatto la fine della carta straccia. Credo invece che i padroni del mondo abbiano voluto defenestrare proprio Berlusconi, per l’unico colpo grosso fatto negli interessi dell’Italia: gli accordi con Gazprom e la partecipazioni al South Stream. Parte degli avvenimenti di questi giorni ne sono una conferma, compresa la proposta del negro serial killer americano di venderci il suo gas di scisto.