Home / ComeDonChisciotte / IL DOTTOR MONTY E IL NUOVO SISTEMA MONDIALE
15103-thumb.jpg

IL DOTTOR MONTY E IL NUOVO SISTEMA MONDIALE

FONTE: LAMEDUCK (BLOG)

“La casa di proprietà diventerà un retaggio del passato. I costi delle abitazioni e dei mutui diverranno gradualmente così elevati che i più non potranno permetterseli. Coloro che già possedevano la propria abitazione avranno la facoltà di tenerla ma, col passare degli anni, per i giovani sarà sempre più difficile acquistare un casa. I giovani diventeranno in misura sempre maggiore inquilini in affitto, in particolare in appartamenti e condomini. In numero sempre più consistente le case resteranno invendute e sfitte; le persone non potranno permettersele, ma i prezzi non scenderanno. Verrebbe giustamente da pensare, casa sfitta, prezzo in ribasso, la gente acquista. Tuttavia vi furono alcune dichiarazioni indicanti che i prezzi verrebbero mantenuti elevati nonostante la grande disponibilità, in modo da paralizzare il mercato.

La gente non riuscirebbe ad acquistare queste case e gradualmente una fetta sempre più consistente della popolazione
si ritroverebbe costretta in piccoli appartamenti, non in grado di ospitare molti bambini. Poi, con la diminuzione dei proprietari di abitazioni, questi diventerebbero una minoranza. Costoro non riscuoterebbero alcuna simpatia da parte della maggioranza insediata in appartamenti, quindi le case di proprietà verrebbero sottratte/pignorate a causa di tasse sempre più elevate o altri regolamenti che risulterebbero deleteri per la proprietà e accettabili dalla maggioranza. Infine, alla gente verrebbe assegnato lo spazio in cui abitare, dove sarebbe comune convivere con individui estranei alla propria famiglia. Questo tramite il non sapere fino a che punto fidarsi potersi fidare di qualcuno. Tutto ricadrebbe sotto il controllo di un’autorità centrale per gli alloggi. Tenetelo presente nel 1990 quando vi chiederanno, “Quante stanze da letto ci sono nella sua abitazione? Quanti bagni? Dispone di una stanza per i giochi?” Queste informazioni sono personali e in base alla Costituzione vigente non rivestono alcun interesse per il governo. Tuttavia ve le richiederanno, quindi deciderete se e in che modo fornirle/come replicare”.
Questo brano, che sembra scritto ieri da Mario Monti e che descrive assai bene l’attacco della shock economy alla fortezza casa, è invece tratto da un articolo che si trova ripetuto pressoché identico in svariati siti di controinformazione del genere complottista e quindi, secondo le personcine ammodo, di nessun valore. L’articolo tratterebbe dei piani per un “Nuovo Sistema Mondiale”, rivelati nel 1969 (sic!) da un certo dottor Day ad un convegno della Pittsburgh Paediatric Society e raccolti nel 1988 in alcuni nastri da un suo allievo di allora, un certo dottor Lawrence Dunegan, sulla base dei suoi ricordi personali.
Vi consiglio di leggere almeno i titoli degli altri capitoli per rendervi conto come in quel testo vi siano coincidenze significative a profusione. C’è di tutto: dall’attacco alla famiglia tradizionale e al welfare alle famigerate riforme di scuola, casa, lavoro. Ma anche la teoria gender, i piani di ripopolamento e oltre. Non c’è tutto ciò che ci sta accadendo ma buona parte si ed è sorprendente se dobbiamo credere trattarsi, with all respect, di fregnacce cospirazioniste.

In effetti, Day è morto, la memoria di Dunegan è quello che è, sono passati quasi cinquant’anni e l’idea che un pediatra riveli ad un congresso e in tale dettaglio i piani del NWO per i decenni a venire è quanto mai fantasiosa. Eppure non si può negare che il mondo stia andando diritto nella direzione descritta nell’articolo, con una stupefacente aderenza a quella che pare proprio una tabella di marcia.

Io credo che la spiegazione del mistero risieda nei meccanismi della propaganda. È tipico della propaganda nascondere un granello di verità in mezzo a falsità smaccate, in modo da far finta di occultarla. Lo chiamerò l’effetto della “perla nello scatolone di patatine di polistirolo”.
Si utilizza anche l’effetto opposto, quello della “mela marcia nel cesto”. Ovvero, in mezzo alla verità si intrufola un elemento in grado di delegittimarla, ad esempio un testimone implausibile o notoriamente mendace. Oppure si aggiunge al racconto della verità un abile condimento di fantasia. In ogni caso la verità è ancora percepibile.
Pensate a quando i messaggi e le battaglie dell’opposizione vengono presentati in televisione da personaggi bizzarri o francamente borderline, invece che da esperti.

Tutto ciò affinché vero e falso si mescolino in un amalgama caotico e angosciante. Perché, nonostante il frame dica il contrario, che è tutto per il vostro bene, il potere vuole proprio che sappiate la fine che farete. Vuole anche che sappiate che non avrete scampo e utilizza la propaganda per farlo, mescolando vero e falso, confondendovi finché sarete nello stato di shock ideale che è necessario per dominarvi.
Proprio apparecchiandovela da complotto, con i cimiteri di Praga e le incongruenze, che coglierete la verità nascosta.
Perché vuole che sappiate? Perché il potere è sadico (vedere l’ultimo Pasolini) ed è per questo che Monti è così sincero da dirvi che dovrete retrocedere a Untermenschen e ve lo dice così, senza pudore, spessamente e sociopaticamente. Esercita solo il suo sadismo di potente.
È come il medico che descrive dettagliatamente la manovra che vi sta facendo e il dolore che proverete. “Ecco, ora inseriremo il colonscopio. Farà un pò male.”

Fonte: http://ilblogdilameduck.blogspot.it

Link: http://ilblogdilameduck.blogspot.it/2015/07/il-dottor-monty-e-il-nuovo-sistema.html

31.07.2015

LEGGI ANCHE: MARIO MONTI, OVVERO LA BANALITA’ DEL MALE

Pubblicato da Davide

  • GhinodiSola

    http://scenarieconomici.it/pd-non-tutela-la-casa-degli-italiani/

    infatti, la prima casa si avvia verso la pignorabilità
  • marcoferro

    monti è un bastardo come tanti e avrà il fatto suo, lui draghi e prodi traditori della patria.

  • natascia

    Con l’avvento di internet, e grazie a a sito come questo, il potere ha dovuto fare dei camouflage molto lanciati. Da grande ottimista, quale continuo ad essere, ritengo che la menzogna reiterata alla lunga produca, in realtà, il danno principale a chi cerca di perpetuarla. Il problema si pone quando si sarà talmente deteriorata la societa’ da non riconoscere e valutare piu’ la verità nel completo trionfo dell’azzeramento masochista. Il sadismo del male e il suo pendant: il masochismo siano instillati dai media, con ampia preponderanza del secondo, in modo articolato e massivo. Basta vedere qualsiasi telegiornale per rendersene conto. Ci troviamo nostro malgrado vivere in una società malata che necessita di grossi rimedi. Nel frattempo a livello individuale non ci restano che il silenzio, la riflessione e la sana ribellione fisica.    

  • FlavioBosio

     《I costi delle abitazioni e dei mutui diverranno gradualmente così elevati che i più non potranno permetterseli》


    Basta questa frase per capire che l’intero articolo è un idiozia colossale che parte dal mito tutto italiota che il mattone può solo salire.

    Affinché i prezzi di un asset class possano salire è necessario che la domanda superi l’offerta e che il tasso d’interesse sia basso, ora il tasso dei mutui è al minimo storico, una valanga di immobili sono in vendita e la curva demografica si stà schiantando.

    Cosa dovrebbe sostenere i prezzi degli immobili nel futuro a parte le fantasiose teorie economiche keynesiane dell’articolista?
  • egenna

    Tranquillo monty,prima o poi qualcuno verrà a cercarti.

    cordiali saluti
  • natascia

    Concordo.

  • whugo

    E chi l ha detto che deve salire? Può restare com è e pure scendere ma se la mia capacità di acquisto è inesistente non mi resta che l affitto e lasciare le case vuote, e se ne ho una mi tocca magari pure svendere a qualche banca alla quale non riesco più a risarcire le rate del mutuo, perché i poco fantasiosi e molto seri economisti non keynesiani hanno deciso di attuare politiche recessive e di compressione dei salari,( svalutazione interna ti dice qualcosa?)impoverendo la maggior parte della popolazione.

  • raniran

    Esatto, la mia casa due piani più cortile ampio, di proprietà da decenni (mio nonno dal 1940) 

     l’ho dovuta ipotecare per pagare lavori di manutenzione (tinteggio esterno e parz. interno), ristrutturazione interna per acquisto nuova cucina.

    Se questa è l’itaGlia..

    ALe

  • raniran

    Ottimo Nat

    da tempo non leggevo, neppure qui, argomentazioni di siffatta profond"ezza".

    Posso dirti in segreto che internet è il braccio forte del grande Orwelliano fratello?

    Farsi del male al giorno d’oggi sembra veramente gratuito….eheheh

    Non è insito nell’animo umano il masochismo, farsi del male è strettamente collegato al FARE DEL MALE, se non c’è più Amore per se stessi mi sovviene che per gli altri…..

    Ora vado con ii miei due marmocchi al parco…ci sentiamo dopo…..

    ALe

  • raniran

    Cazzo ti lamenti che hai più proprietà…magari ti tassassero come si deve!

    io che HO solo una casa. e faccio fatica ad arrivare a fine mese..

    A me papa non ha lasciato un benemerito cazzo

    ALe

  • whugo

    Era una risposta al mio commento? 

  • natascia

    Mi sono riletta, e ho dovuto quantificare la sfilza di errori. Commento senza averne il tempo. Scusatemi. Si c’e’ carenza di amor proprio, credo  si perda crescendo. Infatti guardando i bambini non si puo’ non notare l’integrità del  pensiero, la concentrazione sui temi che interessano e la violenza con cui reagiscono alla distrazione. Per far saltare parecchie teste basterebbe solo un po’ di questo.

  • FlavioBosio

    Non keynesiani?

    I seguaci dell’economia sociale di mercato, dottrina economica nata in Germania nel ’40 che coniuga liberismo economico e giustizia sociale esaltando il ruolo regolatore dello stato secondo lei non sono keynesiani?
    Tutti gli statalisti interventisti sono keynesiani per definizione, gli unici NON keynesiani sono gli austriaci, non interventisti n’è statalisti.
    Il suo intervento per altro sembra un pò confuso, lamenta un prezzo eccessivo degli immobili che non consentirebbe di pagare il mutuo da un lato ed al contempo lamenta il fatto che questo spingerebbe a svendere a qualche banca (che a sua volta ovviamente dovrebbe liquidare all’asta per rientrare del debito), il chè ovviamente abbasserebbe i prezzi di mercato.
    Quindi? Se il prezzo è alto non le va bene e se s’abbassa non le va comunque bene, non è chiaro cosa vorrebbe fare.
  • whugo

    Non voglio fare niente, le ripeto, non è necessario che i prezzi aumentino perché le case diventino una chimera per gli italiani, i prezzi possono rimanere invariati o addirittura calare ma se la capacità di spesa del cittadino è insufficiente a causa di politiche economiche fortemente recessive è evidente che le case rimarranno vuote, è evidente che chi ha un mutuo da qui ai prossimi anni e perderà il lavoro perderà la casa, è evidente che se io non ho un reddito fisso o per lo meno sufficiente la banca non mi farà credito e non potrò permettermi una casa di proprietà. 

     Una progressiva spoliazione della ricchezza del cittadino a favore di grossi gruppi ( banche ) causata da politiche folli cercate volute e purtroppo, fra qualche anno, pure trovate.
    Politiche economiche folli imposte  dai mercati, ovvero, tradotto,banche multinazionali grande finanza, se poi lei vuole chiamare austriaci i sicari di questo esproprio di ricchezza,beh, bravo ha trovato i colpevoli, ma le accuse che lei muove ad ogni piè sospinto ai keynesiani non c entrano un tubo, forse un po’ confuso è lei.
  • FBF

    VI RACCONTO QUESTA FIABA però prima dirò una diceria che la
    Chiesa Romana è la più grande multinazionale immobiliare. Che sia vero?

    Detto questo once upon a time gli anni ’60. 

    In quel tempo – il tempo dei nostri genitori – iniziarono in
    Italia molte cose tra cui il ’68 con gli snob sessanttottardi, l’eterna
    strategia dell’insicurezza soprattutto lavorativa che fu costituzionalizzata,
    la strategia del Terrore, poi le balene bianche che scatenarono il nepotismo
    che è comportamento definito dalla scienza zoologico e via dicendo. Per cui non
    restava che pregare et lavorare per sopravvivere. E questo fu fatto non per
    tutti naturalmente come ora solo per chi lavora.

    La gente risparmiava perché venuta dalla miseria e dalla
    guerra si tuffò sulla casetta e per migliorare la qualità abitativa pian piano
    risparmiando sul mattone nuovo. La bolla speculativa si gonfiò a tal punto che
    i giovani del nord dovettero vivere con i genitori ma in cambio fu data loro la
    costosa macchina, il sesso libero se eri ricco per cui progressista e figlio
    dei sessantottardi e le discoteche. Intanto Milano era da tempo molto malata
    perché terribilmente razzista perché in Guerra con gli angeli,  per cui i giovani del nord iniziarono a
    lavorare con l’alone del razzismo ed anche della shoah – esclusi i sinistri – fatta
    dai padri. In queste condizione decelerare i ritmi naturali equivale ad
    estinguere e questo fu fatto per molti per i più. Esattamente come nelle due
    precedenti guerre, con l’influenza spagnola e con il periodo raccontato da
    Francis Scott Fitzgerald  in The Great
    Gatsby. Insomma ora come ieri una Lost Generatin, una generazione perduta. Solo
    generazioni di migliori.

    Come disse Hitler “I migliori sono morti”. Per cui chi vuole
    capire capisca.

    Ora arrivano gli stranieri gli angeli, che trovano spazio,
    soldi dei risparmiatori tra poco moltiplicati come pani e pesci e fermarli
    sarebbe ancora una Guerra. Per cui un giorno lontano la casa di proprietà
    diventerà sicuramente un retaggio del passato per i miti, ma per integrare
    bisogna accelerare i ritmi naturale degli angeli in arrivo e dar loro una second
    chance una terza una quarta e così  via.
    Infatti ogni Guerra non è altro che una Guerra di Religione.  E anche questo della casa e delle Guerre e
    della Religione e del Razzismo è chiarito.